Visualizza articoli per tag: solidarietà

Questa sera, Mercoledì 30 dicembre, al Palasport di Modena alle 20.45, una partita all'insegna della solidarietà. Tra i tanti sportivi confermati anche gli azzurri Barone, Toni, Zambrotta e Zaccardo per il Caritas Baby Hospital di Betlemme. L'ingresso è a offerta libera, per assistere al mini torneo di calcetto che vede impegnate quattro squadre: Sky Sport 24 - Rock No War; Amici del Bovo; Nazionale Italiana Cantanti Hip Hop e Galvani Team. -

Modena, 30 dicembre 2015

Questa sera ben quattro campioni della nazionale azzurra, quella che vinse il Mondiale a Berlino nel 2006, scenderanno in campo al Palasport di Modena per la Partita della Stella. Una partita all'insegna della solidarietà per aiutare a raccogliere fondi per il Caritas Baby Hospital di Betlemme, che vedrà oltre ai già annunciati Luca Toni, Gianluca Zambrotta e Simone Barone anche Cristian Zaccardo, che oggi veste la maglia del Carpi.

Con lui, fra gli ultimi che hanno allungato la lista degli sportivi che aderiscono all'iniziativa, c'è il mister del Bologna, Roberto Donadoni. E spostandosi alla pallavolo, ai campioni già annunciati si è aggiunta la presidente del Dhl Modena Volley, Catia Pedrini che siederà in panchina da allenatrice insieme con Federica Lisi, moglie di Federico Bovolenta, nel cui nome è nata la squadra benefica degli "Amici del Bovo".

Confermata dunque la miscela divertimento, sport, giornalismo, musica e solidarietà per animare l'appuntamento nato per aiutare l'unico ospedale pediatrico della Cisgiordania dove opera suor Donatella Lessio, anche lei ex calciatrice.

Tutti sono invitati a partecipare, l'ingresso è a offerta libera, per assistere al mini torneo di calcetto che vede impegnate quattro squadre: Sky Sport 24 - Rock No War; Amici del Bovo; Nazionale Italiana Cantanti Hip Hop e Galvani Team.
Tutti confermati gli altri ospiti ovvero Emanuele Giaccherini, centrocampista del Bologna appena tornato in Nazionale; Marco Borriello, centravanti del Carpi e Davide Biondini centrocampista del Sassuolo.
Ci saranno anche il club manager del Bologna Marco Di Vaio, l'allenatore del Sassuolo Eusebio Di Francesco, l'allenatore di Dhl Modena Volley Angelo Lorenzetti e l'allenatore del Carpi Fabrizio Castori. E, ancora, i grandi del volley come Lorenzo Segre, Alessandro Guazzaloca, Franco Bertoli e Luca Cantagalli. Saranno presenti, inoltre, Francesco Messori, capitano della Nazionale Italiana Amputati e, per il Modena Rugby, Luigi Faraone, Davide Utini, Alberto Orlandi e Eugene Lamptey.

La "Nazionale Italiana Cantanti" (Nic) - che ha alle spalle 35 anni di solidarietà con oltre 100 milioni di euro di donazioni, e da tre anni aiuta l'ospedale di Betlemme - schiera a Modena una formazione inedita: la Nic Hip Hop. Nella selezione giocano giovani rapper come Moreno, Shade, Roofio dei Two Fingers, Marco Filadelfia, Rocco Hunt, Clementino e il giovane cantautore empolese Andrea Maestrelli, capitanati dal produttore ed interprete Emiliano Pepe.

Tutto il ricavato della serata sarà devoluto al Caritas Baby Hospital di Betlemme, l'unico ospedale pediatrico della Cisgiordania che ogni anno cura circa 40mila bambini senza distinzione né di razza né di religione. L'ospedale, che vive unicamente di donazioni e non riceve alcun contributo pubblico, oggi conta due reparti pediatrici, uno per neonati e prematuri, predisposto per cure intensive, un asilo infantile, un ambulatorio ecografico, una scuola per infermiere e una per le madri che usufruiscono anche di piccoli alloggi per poter stare accanto ai loro figli.
Per ogni offerta devoluta nella serata della "Partita della Stella", i donatori riceveranno subito, offerti da partner e sponsor dell'iniziativa, alcuni gadget tra i quali buoni spesa Conad da 5 o 10 euro a seconda dell'offerta e il nuovo Album di figurine dei Calciatori della Panini.

È possibile fare donazioni per il Caritas Baby Hospital di Betlemme anche prima e dopo la "Partita della Stella": conto corrente "Rock No War - Un ponte verso Betlemme" Banca Interprovinciale filiale di Formigine (Mo) codice IBAN: IT82 G03395 66780 CC 0020005775 - causale "Un ponte verso Betlemme".
Anche quest'anno ci sarà l'asta delle maglie da gioco dei campioni, alla quale si potrà partecipare fino al 10 gennaio. Proprio in questi giorni si stanno raccogliendo maglie e altro dai club di serie A e B. L'asta è in collaborazione con Radio Bruno.
Per gli ultimi aggiornamenti si può "cliccare" il "mi piace" sulla pagina Facebook "Un ponte verso Betlemme".

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

Un gesto di solidarietà che ha portato gioia fra le corsie dell'Ospedale, realizzato dall'Associazione culturale di promozione sociale Portos per i pazienti ricoverati nel reparto di Chirurgia plastica e centro ustioni dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. -

Parma, 24 dicembre 2015 - foto di Francesca Bocchia -

Giocattoli per i piccoli pazienti in occasione del Natale: un gesto di solidarietà che ha portato gioia fra le corsie dell'Ospedale, realizzato dall'Associazione culturale di promozione sociale Portos per i pazienti ricoverati nel reparto di Chirurgia plastica e centro ustioni dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, diretta dal Dott. Edoardo Caleffi. Alla presenza dei familiari e del personale medico ed infermieristico, nel pomeriggio di ieri, i volontari dell'associazione hanno percorso le corsie consegnando giocattoli per ragazzi e piccini in occasione del Santo Natale.

Sono intervenuti il Dott. Edoardo Caleffi, Direttore Unità Operativa chirurgia plastica e centro ustioni, Sara Vasè e Andrea Corò, dell'Associazione Portos.

PORTOS2015 001 rid giusta

PORTOS2015 005 rid

PORTOS2015 008 rid

PORTOS2015 012 rid

PORTOS2015 020 rid

PORTOS2015 006 rid

Pubblicato in Cronaca Parma
Mercoledì, 23 Dicembre 2015 14:31

Parma si illumina di solidarietà

I negozianti di Parma insieme per l'iniziativa "Accendi un Natale di Solidarietà", promossa nell'ambito della Campagna Parma Facciamo Squadra con il patrocinio del Comune di Parma, a favore dei più poveri. Un totale di 8.350 euro raccolti dalle donazioni dei negozianti, diventati poi 33.400 grazie alla generosità di Barilla, Chiesi Farmaceutici e Fondazione Cariparma. -

Parma, 23 Dicembre 2015 -

"Accendi un Natale di Solidarietà", è l'iniziativa promossa nell'ambito della Campagna Parma Facciamo Squadra con il patrocinio del Comune di Parma, che ha visto la partecipazione di oltre duecento negozianti.
Ed infatti, quello che colpisce in questo periodo di festa è la magia di luci che illumina la città, un simbolo che testimonia l'aria gioiosa che accompagna la voglia di festeggiare il Natale, ma anche il desiderio di fare squadra, come ben dimostrano gli adesivi che rappresentano questa Campagna.
Un totale di 8.350 euro raccolti dalle donazioni dei negozianti, diventati poi 33.400 grazie alla generosità di Barilla, Chiesi Farmaceutici e Fondazione Cariparma che, con il loro prezioso contributo, hanno reso possibile questo considerevole aumento di denaro che confluirà nel Fondo di garanzia per il credito d'inclusione, a sostegno di chi, a Parma, rischia la povertà.
"Mi fa molto piacere vedere questo importante riscontro da parte dei commercianti che si sono dimostrati sensibili verso Parma Facciamo Squadra - ha affermato l'assessore Casa - Penso che quest'anno, Parma con i suoi addobbi natalizi, abbia offerto una bella cornice a tutti noi, per prepararci al Natale e per vivere nel modo migliore la nostra città".
La campagna, coordinata da Forum Solidarietà, si concluderà il 13 gennaio; fino ad allora è possibile contribuire con la propria donazione sul sito www.parmafacciamosquadra.it
L'elenco di tutti i negozianti che hanno sostenuto la campagna è consultabile a questo link.

Pubblicato in Cronaca Parma

Grazie al "Teddy Bear Toss" e alla generosità dei tifosi gialloblù è stata raccolta un'importante cifra. La consegna, questa mattina, del ricavato devoluto dalle giocatrici all'Ospedale dei Bambini "Pietro Barilla" insieme a tutti i peluche raccolti durante la gara. -

Parma, 22 dicembre 2015 - tutte le foto nella galleria in fondo al testo e il video con il lancio di peluche -

Peluche lanciati in campo al momento del primo canestro raccolti e infine donati, insieme al ricavato della partita solidale organizzata dal Lavezzini Basket Parma. "Teddy Bear Toss", letteralmente il lancio in campo dei peluche, l'iniziativa benefica che vede in prima linea le giocatrici del Lavezzini Basket Parma. La squadra accompagnata dallo staff tecnico e dirigenziale, è stata ospite, questa mattina, all'Ospedale dei Bambini per consegnare l'incasso raccolto nella partita di domenica 6 dicembre, celebrata con il "Teddy Bear Toss", voluto dalla società come momento di solidarietà a favore dei piccoli ricoverati nelle strutture pediatriche del Maggiore.

L'incasso raccolto in quell'occasione è stato di 1.520 euro, cifra importante raggiunta grazie al cuore dei tifosi gialloblù che hanno aderito generosamente a questa iniziativa totalmente devoluta all'ospedale.

La squadra è stata accolta dal personale dell'unità operativa di Pediatria e Oncoematologia, dal direttore del dipartimento Materno Infantile, Gian Luigi de' Angelis, e dal direttore amministrativo dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Simona Giroldi.
La consegna della donazione è avvenuta presso U.O. Pediatria e Oncoematologia, al primo piano, all'Ospedale dei Bambini "Pietro Barilla", Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.

22122015-LAVEZZINIOSPEDALE2015 014 rid

22122015-LAVEZZINIOSPEDALE2015 019 rid

22122015-LAVEZZINIOSPEDALE2015 038 rid

Pubblicato in Cronaca Parma

Il 25 novembre scorso allo Stadio Braglia la partita di calcio tra Polizia di Stato e Modena FC. Ieri una rappresentanza della Polizia di Stato ha visitato l'ambulatorio di neurologia pediatrica per consegnare simbolicamente l'apparecchiatura e scoprire una targa di ringraziamento ai donatori. -

Modena, 11 dicembre 2015 -

La Polizia di Stato di Modena, in collaborazione con il Modena FC ha organizzato un'iniziativa di solidarietà in favore della Struttura Complessa di Pediatria del Policlinico che ha permesso l'acquisto di un sistema per Elettroencefalogramma che verrà installato presso l'Ambulatorio di Neurologia Pediatrica del Policlinico. Il momento clou è stato l'incontro di calcio disputato il 25 novembre scorso allo Stadio Braglia tra il Modena e una rappresentativa della Polizia, una gara godibile dal punto di vista dello spettacolo e emozionante nel ricordo del Sovrintendente Giuseppe Guerino Della Croce.

Ieri, giovedì 10 dicembre alle ore 15,00, è stato possibile toccare con mano il risultato di questa grande gara di solidarietà. Una rappresentanza della Polizia di Stato ha visitato infatti l'ambulatorio di neurologia pediatrica per consegnare simbolicamente l'apparecchiatura e scoprire una targa di ringraziamento ai donatori. Sono stati il Direttore Generale del Policlinico, Ivan Trenti, e il Direttore della Pediatria, Lorenzo Iughetti, a fare gli onori di casa accogliendo il Questore di Modena Giuseppe Garramone, il Prefetto Michele di Bari, la madrina della manifestazione Claudia Cremonini e una rappresentanza dei benefattori. A seguire, la visita è stata l'occasione per donare alcuni regali ai bambini ricoverati in Pediatria e in Oncoematolgia pediatrica, mentre nel parcheggio dell'ospedale dietro al Bar è stata esposta, tra altre autovetture, la Lamborghini "Gallardo" della Polizia di Stato.

"L'elettroencefalografo – ha spiegato il prof. Lorenzo Iughetti, Direttore della Struttura Complessa di Pediatria del Policlinico – servirà per implementare le attività di Neurologia Pediatrica per la quale è referente la dottoressa Azzurra Guerra. Gli oltre 2.000 elettroencefalogrammi che caratterizzano l'attività annuale costituiscono una notevole mole di lavoro che questa nuova apparecchiatura ci permetterà di svolgere in maniera ancora più efficace. Il nuovo strumento permetterà l'archiviazione dei vari tracciati e la lettura in remoto degli stessi con evidenti vantaggi dal punto di vista del follow-up."

"Voglio ringraziare il Dott. Giuseppe Garramone – ha commentato il dottor Ivan Trenti, Direttore Generale del Policlinico – per la sensibilità mostrata in questi mesi per le esigenze del nostro Policlinico. Sia per gli interventi relativi alla sicurezza, sia in occasione di questa iniziativa, abbiamo trovato in lui e nei suoi collaboratori interlocutori di grande professionalità e umanità. Un grande applauso dobbiamo tributarlo a tutti i donatori che sin dai primi giorni hanno cominciato a far confluire sul Policlinico cifre importanti. Questa iniziativa ci ha fatto toccare con mano quanto Modena ami il suo ospedale. Il nostro compito è lavorare per ricambiare al meglio questo affetto."

Il Sistema EEG

La famiglia Be Plus PRO rappresenta l'ultima generazione di sistemi per l'acquisizione di attività cerebrale e segnali poligrafici e può essere utilizzato per tutti gli studi Neurodiagnostici. Tra questi, oltre agli EEG di rutine e ai Video EEG, vanno ricordati gli esami CEEG, nei quali il sistema è in grado di valutare la funzionalità delle diverse zone del cervello; ancora, importante è il LTM (long term monitoring) cioè una scansione di lungo periodo fondamentale per il monitoraggio del paziente. Le attività di Polisonnografia (PSG e Video PSG) permettono di comparare diversi esami (saturazione ed Elettrocarsigramma) per ottenere la diagnosi non solo di patologie propriamente cerebrali, ma anche di problematiche che hanno manifestazioni neurologiche (es. un incubo) ma possono avere cause diverse (come l'apnea). L'attrezzatura, potenzialmente, può essere utilizzata anche in Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale, dove è presente un EEG analogo, e quindi fungere in caso di emergenza da muletto.

La moderna Neurodiagnostica richiede costantemente l'uso di amplificatori con specifiche tecniche elevate, soprattutto in frequenza di campionamento e risoluzione. Il nuovo amplificatore Be Plus Pro è la risposta a queste crescenti necessità, rese possibili utilizzando un elevata frequenza di campionamento, a 32KHz reali sfruttabile in diversi canali con la massima flessibilità. In tal modo è possibile avere una accurata acquisizione dei segnali cerebrali senza utilizzo di qualsiasi filtro analogico.

Le sue dimensioni compatte e la disponibilità di utilizzo di tutti i tipi di elettrodi, consentono l'uso di questo amplificatore in ogni ambiente ospedaliero, dal laboratorio EEG alla sala operatoria.

(Fonte: ufficio stampa Ausl MO)

Presentata l'iniziativa benefica a favore del reparto di Neonatologia dell'Ospedale dei Bambini di Parma, promossa dalla Fondazione Teatro Regio di Parma e Parma Calcio 1913: un cd interpretato dal coro del Teatro Regio, diretto da Fabrizio Cassi, che propone la "Canzone dei Crusaders". -

Parma, 2 Dicembre 2015 - tutte le foto in galleria in fondo al testo ph. Francesca Bocchia -

Presentato ieri, all'interno del Ridotto del Teatro Regio di Parma, il progetto a sfondo benefico promosso dalla Fondazione Teatro Regio Parma e Parma Calcio 1913: il ricavato dell'iniziativa sarà interamente devoluto al reparto di Neonatologia dell'Ospedale dei Bambini di Parma.

01122015-PARMACALCIOREGIO 014 rid

L'idea è nata da quelli che sono stati i Boys storici di Parma 1977, ovvero il gruppo ultras della Curva Nord dello stadio Ennio Tardini. Si tratta di un cd con l'interpretazione da parte del coro del Regio, diretto da Fabrizio Cassi, della 'Canzone dei Crusaders', l'inno della Nord del Tardini scritto negli Anni Ottanta.
Allo scopo solidale si affianca anche la volontà di recuperare e tramandare una tradizione che potrebbe perdersi, far conoscere alle nuove generazioni di tifosi crociali quello che è stato il grande passato della squadra cittadina.

01122015-PARMACALCIOREGIO 059 rid con apolloni

Presenti durante la Conferenza stampa di presentazione il Capitano Alessandro Lucarelli, il consigliere delegato del Parma Calcio 1913 Luca Carra, il mister Luigi Apolloni, il direttore generale del Teatro Regio Anna Maria Meo, il consulente per i progetti speciali del Teatro Regio Barbara Minghetti, il direttore del reparto di Neonatologia dell'Ospedale dei Bambini Cinzia Magnani, l'assessore Laura Maria Ferraris, Andrea Rinaldi per il coro del Teatro Regio, nonché i Boys Parma 1977 e Daniele Ferrari dei 'vecchi' Boys Parma 1977.
Il cd sarà messo in vendita, dalla prossima settimana, al prezzo di 10 Euro.

01122015-PARMACALCIOREGIO 055 rid

 

Pubblicato in Cronaca Parma

'Diari di bordo', piccola, accogliente libreria nel centro di Parma, lancia il 'libro sospeso'. I parmigiani già l'anno scorso hanno donato 300 libri ai senzatetto tramite l'associazione onlus "Pane e vita". Un gesto di solidarietà per Natale, un regalo a chi non può permettersi di leggere. Ecco come fare per donare un libro. -

- di Alexa Kuhne - foto di Francesca Bocchia -

Parma, 28 novembre 2015 –

Quando Alice e Antonello hanno incominciato insieme il loro cammino nel magico mondo dei libri, dando vita a una piccola, accogliente libreria nella parte storica di Parma, pensavano a una scommessa coraggiosa che assecondava la passione per la scrittura di viaggio ma non immaginavano di raccogliere copiosamente anche i frutti del seme della solidarietà.
L'entusiasmo che ci mettono nel raccontare della loro iniziativa del 'libro sospeso' è come quello di un bambino che scarta un pacco sotto l'albero.

18112015-DiaridiBordo e Repertorio2015 032 rid

E infatti, questo è il secondo Natale che i due colleghi - giornalista sarda Alice e intellettuale appassionato di letture di origini lucane Antonello – danno la possibilità ai loro clienti di lasciare pagato un volume, prendendo spunto dall'idea di successo nata a Napoli del 'caffè sospeso'. Nella città partenopea si è soliti offrire un espresso a un avventore sconosciuto che non può permetterselo. Nella libreria 'Diari di bordo' si può ordinare o far scegliere ai due librai una preziosa opera che verrà consegnata nelle mani di chi ha bisogno anche di cibo per la mente. Un gesto significativo che assume ancora più valore nei giorni delle festività natalizie.
L'anno scorso si è accesa, tra gli scaffali di questo negozio lontano miglia e miglia dagli inospitali e anonimi centri commerciali del libro, una inaspettata gara di solidarietà sono stati donati 300 libri.

18112015-DiaridiBordo e Repertorio2015 047 rid

"Regalare un libro – dice Antonello Saiz – significa ridare dignità ad una persona. Uno scritto è un potente mezzo di riscatto ed emancipazione".
Una iniziativa solidale che sta dimostrando di avere una forza dirompente, dicono i due ideatori: "quella del pensiero libero, della circolazione delle idee, della cura delle persone, non solo in quanto esseri viventi ma anche in quanto soggetti sensibili e pensanti".
Il modo è semplice, spiega Alice Pisu: "Si può anche ordinare (anche su internet) appositamente un volume che ci sembra significativo, per esempio uno a cui siamo legati perché nella nostra infanzia ci ha aiutati, un classico o uno scritto da cui si può trarre ispirazione, che aiuti a raggiungere un riscatto sociale".

18112015-DiaridiBordo e Repertorio2015 022 rid

I libri sospesi scelti l'anno scorso dai parmigiani sono stati donati e poi distribuiti dall'associazione onlus "Pane e vita", che si occupa delle persone che vivono per strada, a Natale e in occasione del pranzo solidale di maggio.
L'iniziativa è sembrata bella e di valore sociale anche alla commissione istituita dal Cepell, Centro per il libro e per la lettura del Mibact, presieduta dal giornalista e scrittore Filippo La Porta. Così, il regalo di Natale lo hanno ricevuto anche Alice e Antonello che saranno a Roma, il 4 dicembre, a ritirare il loro premio alla fiera di Roma 'Più libri più liberi'.

Pubblicato in Cultura Parma
Martedì, 17 Novembre 2015 12:34

A Modena "Un goal per un sorriso"

Polizia di Stato modenese e "Modena FC" scendono in campo per la raccolta di fondi necessari all'acquisto di un sofisticato sistema EEG da donare al Reparto di Pediatria – Oncoematologia Pediatrica del Policlinico. L'ingresso sarà libero con possibilità di donazione. -

Modena, 17 novembre 2015 -

Mercoledì 25 novembre, alle ore 17.00, presso lo Stadio comunale "A. Braglia", avrà luogo "Un goal per un sorriso", incontro calcistico con finalità solidali, che vedrà in campo una rappresentativa della Polizia di Stato modenese e il "Modena FC".
L'iniziativa, patrocinata dal Comune di Modena, è stata organizzata dalla Questura in collaborazione con la società calcistica "Modena FC" e i network radiofonici "Radio Bruno" e "Radio Stella" e sarà resa possibile grazie al contributo di numerosi imprenditori modenesi.
L'obiettivo è una raccolta di fondi necessari per l'acquisto di un sofisticato sistema EEG da donare al Reparto di Pediatria – Oncoematologia Pediatrica del locale Policlinico.
Per coloro che vorranno assistere all'incontro calcistico, l'ingresso sarà libero con possibilità di donazione.

Pubblicato in Cronaca Modena

Un pomeriggio di sport e integrazione allo stadio Franchi di Parma. Sostegno Ovale Colorno e Canottieri Cremona Rugby si sono affrontati in campo in una partita di rugby integrato: un'avvincente partita sotto gli occhi dei giocatori delle Zebre, gli amici e il pubblico già presente allo stadio. -

Parma, 2 novembre 2015 - tutte le foto nella galleria in fondo alla pagina ph. Francesca Bocchia - 

Gli atleti special Olympics portano alla vittoria le Zebre. Grande pomeriggio di sport e integrazione, sabato, allo stadio Franchi di Parma. Le Zebre fanno scendere in campo gli atleti Special Olympics, ASD Sanseverina Parma, Sostegno Ovale Colorno, All Blacks Formigine, Scandiano basket, Canottieri Cremona Rugby: 45 atleti e 30 tra tecnici, volontari e famigliari.

ASD OTTOBRE 2015 072 interna

Prima del fischio d'inizio Sostegno Ovale Colorno e Canottieri Cremona Rugby si sono affrontati in campo in una partita di rugby integrato: atleti e partner hanno dato vita ad una avvincente partita sotto gli occhi dei giocatori delle Zebre, gli amici e il pubblico già presente allo stadio. Vittoria in campo per il Sostegno Ovale di Colorno, ma a vincere su tutto sono stati i grandi sorrisi abbracci e pacche sulle spalle. Poi tutti a tifare Zebre.

ASD OTTOBRE 2015 059 interna

Tra il primo e secondo tempo sono stati premiati dal presidente delle Zebre, Gianluca Romanini, gli atleti dell'Emila Romagna che hanno partecipato ai Giochi Mondiali di Los Angeles: Mirco Lanfranchi 5 classificato nel calcio a cinque di A.S.D. Sanseverina Parma, Elena Biolchini medaglia d'oro nel singolo e bronzo nel doppio di bowling, Davide Scardovelli bronzo El basket. A Los Angeles la delegazione italiana era composta da 101 atleti e da 45 tra tecnici e accompagnatori.

 

Pubblicato in Sport Emilia
Mercoledì, 05 Agosto 2015 13:39

A Pavullo la 5a Festa Provinciale dell'Aseop

Il 6/7/8 e 9 agosto quattro giorni dedicati alla famiglia e al volontariato all'insegna di spettacoli, intrattenimenti e gastronomia per contribuire al finanziamento della "Casa di Fausta". -

Modena, 5 agosto 2015 -

Da giovedì 6 a domenica 9 agosto, Pavullo ospita per la quinta volta, la festa provinciale dell'Aseop, l'associazione che opera a sostegno dell'ematologia e dell'oncologia pediatrica. La manifestazione è nata su iniziativa del gruppo amici dell'Aseop di Pavullo con l'assenso del consiglio direttivo dell'associazione, per cercare, attraverso un grande evento a carattere aggregativo, di sensibilizzare e diffondere la conoscenza dell'associazione, oltre che per raccogliere fondi necessari a sostenere i progetti già avviati. La grande sfida che Aseop sta attualmente affrontando, con il sostegno di "Trenta ore per la Vita", oltre che di altri finanziamenti, è la costruzione della "Casa di Fausta", un edificio costituito da 13 nuclei abitativi indipendenti, una biblioteca, un'area ludica interna ed esterna, una palestra per la riabilitazione motoria e due uffici. Un progetto ambizioso, di grande importanza per le famiglie ed i bambini che si trovano a vivere il dramma della malattia e che potranno vivere in un ambiente il più simile possibile a quello di casa. Ubicata in area adiacente al Policlinico di Modena, la Casa di Fausta rappresenta una sfida difficile, che necessita dell'impegno di tutti per essere vinta. L'iniziativa, quindi, è dedicata proprio alla famiglia, perché è la famiglia a essere coinvolta in prima persona e a vedersi cambiare la vita in modo radicale, quando un bambino si ammala di una grave patologia ematica od oncologica.

La manifestazione si svolgerà nel pieno centro di Pavullo, occupando il piazzale parrocchiale, piazzale San Bartolomeo, e la piazza del Municipio, piazza Montecuccoli. Tanto spazio sarà dedicato ai bambini. Sarà allestito un grande Baby Park, aperto tutte le sere e sabato e domenica anche al pomeriggio, attrezzato con gonfiabili, un laboratorio di colori e manipolazione e truccabimbi. Ci saranno le Waterball, meravigliose sfere dentro le quali i bimbi potranno roteare sull'acqua di una piscina, mentre i pomeriggi di sabato e domenica saranno dedicati a "GiocAseop": tornei di bigliardino, dama e giochi vari. Gli stand gastronomici, con apertura dalle 19, proporranno i prodotti tipici locali: crescentine, umidi di carne e funghi, gnocco fritto, polenta, borlenghi, gramigna, tortelloni e grigliata di carne. Con una gestione separata, saranno proposte crescentine, borlenghi, e gnocco fritto senza glutine e senza lattosio. Per gli adulti, poi, sono previsti grandi spettacoli serali, tutti gratuiti, all'insegna della musica e del divertimento. Si comincia giovedì 6 con la "Serata tradizionale Pavullese", animata dal "Coro Voci del Frignano" e dal "Gruppo Folcloristico Pavullese". Venerdì 7 la compagnia Bit proporrà "La Fabbrica dei Sogni", un musical ballato e cantato dal vivo dedicato alle famiglia, con incantevoli cambi di costume. Sabato sera, dopo il successo dello scorso anno, tornano gli "OI&B" la coinvolgente cover band con il tributo a Zucchero. Domenica alle 21, la conclusione della festa sarà affidata a due tribute band "Combricola del Blasco" e "Tra Liga e realtà". Due gruppi, due concerti, due grandi artisti a confronto sul palco; un viaggio emozionante attraverso le canzoni di Vasco Rossi e Ligabue.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Pavullo del Frignano)