Visualizza articoli per tag: solidarietà

Da oggi è possibile affiancare le proprie nozze all'impegno del Gruppo Amici dell'Ematologia a favore della ricerca scientifica e della costruzione del CO-RE in collaborazione con Soncini Ricevimenti e Borgo Medievale di Votigno di Canossa -

 

Reggio Emilia, 17 maggio 2014 -

 

Da oggi anche a Reggio Emilia il matrimonio solidale è una realtà. Tutti i promessi sposi che stanno organizzando il giorno del magico sì hanno la possibilità di affiancare un'importante operazione di solidarietà.
Una tendenza, ormai diffusa in tutta Italia, che arriva in città attraverso GRADE Onlus: il Gruppo Amici dell'Ematologia, grazie a un'importante partnership con Soncini Ricevimenti e il Borgo Medievale di Votigno di Canossa, ha ideato una proposta di matrimonio solidale che permette di condividere con i propri cari durante le nozze l'impegno dell'Associazione a favore della ricerca scientifica e della costruzione del CO-RE.


In cosa consiste il matrimonio solidale con GRADE Onlus?
Coronare il proprio progetto di vita all'insegna della condivisione rappresenta un doppio gesto d'amore, sinonimo di grande umanità. Le coppie che scelgono questa formula hanno la possibilità di sposarsi di domenica nella splendida cornice del Borgo Medievale di Votigno di Canossa con un banchetto organizzato da Soncini Ricevimenti, ricevendo gratis le bomboniere di GRADE Onlus nella misura di 70 ogni 100 invitati. Il 10% del costo complessivo del ricevimento sarà donato al Gruppo Amici dell'Ematologia e potrà essere detratto nella dichiarazione dei redditi.
Il matrimonio solidale con GRADE Onlus rende ancora più speciale il giorno delle nozze: questo contributo infatti servirà a finanziare l'attività del Reparto di Ematologia dell'Arcispedale Santa Maria Nuova - IRCCS, i progetti di ricerca e assistenza e la costruzione del Centro Oncoematologico di Reggio Emilia.
L'idea sviluppata insieme a Soncini Ricevimenti e il Borgo Medievale di Votigno di Canossa è una proposta alternativa nata per diffondere e sostenere i principi di una solidarietà concreta. Il matrimonio solidale permette di aggiungere valore a questo momento di gioia con un ulteriore gesto d'amore, affiancando l'impegno di GRADE Onlus nella raccolta fondi che da 25 anni porta avanti con entusiasmo.


Per maggiori informazioni:
Soncini Ricevimenti - cel. 348.8205790 - www.sonciniricevimenti.it
Borgo Medievale di Votigno di Canossa - cel. 338.8553666 - www.borgomedioevalevotignodicanossa.com

 

(Fonte: ufficio stampa Grade Onlus)

Dal 1998 con una pigotta è possibile vaccinare 100 bambini. Sono state donate dall'Unicredit di Modena e aiuteranno le campagne delle Nazioni Unite per la vaccinazione nei Paesi in via di sviluppo -

 

Modena, 15 maggio 2014 -

Una pigotta dell'UNICEF si può avere per 20 euro e permette di acquistare cento vaccini. Sono quindi magici doni, in grado di regalare un sorriso e di aiutare i bambini dei Paesi in difficoltà. Con questa filosofia si è rinnovato stamattina, giovedì 15 maggio 2014, il tradizionale appuntamento con l'UNICEF presso il Policlinico. Adonella Ferraresi, Presidente Provinciale UNICEF, e Fiorella Balli Responsabile dei rapporti Unicef-Università di Modena hanno consegnato le pigotte ai bimbi ospiti delle Struttura Complessa di Pediatria e della Struttura Complessa di Oncoematologia Pediatrica, dirette dal professor Paolo Paolucci. Il dono è sponsorizzato dall'Unicredit di Modena, rappresentata dal dott. Andrea Moggi e dalla dottoressa Francesca Gagliardelli. E' stata la dottoressa Patrizia Marchegiano, della direzione sanitaria del Policlinico, assieme a Mirella Cantaroni dell'URP e a Marisa Sverberi, maestra dello Spazio Scuola.

Le pigotte sono le bambole di pezza fatte in casa, che dal 1988 sono diventate un simbolo per le campagne di raccolta fondi promosse dall'UNICEF. Anche quest'anno, adottare una pigotta significa partecipare alla Campagna 100% che mira a raggiungere 22 milioni di bambini nel mondo e a debellare la poliomielite. "Nel 2011 – spiega Adonella Ferraresi – Unicef ha vaccinato l'83% dei bambini contro malattie immunoprevenibili, come difterite, tetano, poliomielite, morbillo. E' una percentuale che non era mai stata raggiunta prima ma c'è ancora tanto lavoro da fare." Il 25% dei bambini, infatti non ha completato il ciclo di vaccinazioni e, a causa di questo limite, nel 2011 ben 1,5 milioni di bambini hanno perso la vita.
La campagna di UNICEF mira a ottenere entro il 2020 la copertura vaccinale contro la poliomielite del 100% per i bambini sotto i cinque anni, con l'eliminazione della poliomielite negli stati in cui è ancora endemica, come Afghanistan, Nigeria e Pakistan oltre al mantenimento dello status di polio-free nei paesi nei quali è stata appena debellata e in quelli a rischio come lo Yemen. "La Campagna 100% vuol essere la nostra risposta per salvare fino all'ultimo bambino, anche il più difficile da raggiungere, per sostenerla basta un piccolo sforzo, l'acquisto di una stupenda bambola artigianale perché ciascuna pigotta permette l'acquisto di 100 vaccini", conclude Ferraresi.

La Pediatria del Policlinico di Modena vanta una lunga collaborazione con l'UNICEF tramite l'organizzazione di corsi di sensibilizzazione (advocacy) alla cooperazione internazionale per gli studenti della Facoltà di Medicina e delle scuole superiori. La donazione rientra in una lunga e proficua collaborazione tra la Pediatria del Policlinico e l'UNICEF.

 

(Fonte: ufficio stampa Ausl Mo)

Uno scambio di esperienze per l' inserimento lavorativo di persone svantaggiate -

 

Modena, 13 maggio 2014 -

Le cooperative sociali modenesi scambiano esperienze con operatori brasiliani su come inserire sul lavoro persone svantaggiate attraverso la raccolta differenziata e il riuso dei rifiuti, la manutenzione e progettazione del verde urbano, la paesaggistica. A questo scopo si ferma a Modena fino a domani – mercoledì 14 maggio – la delegazione di San Paolo del Brasile che in questi giorni incontra il Consorzio di Solidarietà Sociale, lo strumento tecnico unitario delle cooperative sociali modenesi.

«Nei mesi scorsi abbiamo formato un gruppo di lavoro sul tema dell’internazionalizzazione dell’impresa sociale – spiega Arturo Nora, presidente del Consorzio di Solidarietà Sociale - In questo ambito è stato avviato uno scambio con Ativa, incubatore d’impresa solidaria di San Paolo del Brasile che sviluppa attività e iniziative di inclusione lavorativa per persone a basso reddito. Scopo della visita della delegazione brasiliana è elaborare assieme a noi alcune proposte di attività concrete da svolgere in collaborazione con imprese solidali di San Paolo».

I settori che potrebbero essere sviluppati sull'asse Modena-San Paolo per l'inserimento lavorativo riguardano la raccolta differenziata e il riuso dei rifiuti, la manutenzione e progettazione del verde urbano, la paesaggistica. Inoltre il Consorzio di Solidarietà Sociale e Ativa valutano forme di collaborazione nella tutela e servizi per donne, minori, adolescenti e giovani, nella prevenzione delle dipendenze (droga, alcol ecc.), nell'housing sociale (portierati) e mediazione culturale. Queste opportunità saranno approfondite in una visita che una delegazione del Consorzio di Solidarietà Sociale di Modena effettuerà prossimamente a San Paolo. 

 

(Fonte: ufficio stampa Confcooperative Modena)

 

Pubblicato in Comunicati Lavoro Emilia

La donazione rientra nell’ambito delle celebrazioni dei 100 anni di Croce Verde -

 

Reggio Emilia, 12 maggio 2014 -

 

Sabato 10 maggio, si è svolta la consegna ufficiale di 8 computer alla Pubblica Assistenza Croce Verde Reggio Emilia, donati da Stae Srl.

Con questa donazione, l’azienda reggiana - specializzata in soluzioni integrate hi-tech, hardware e software, reti dati e servizi nel settore dell'Information Technology - ha deciso di contribuire alle celebrazioni del primo centenario di Croce Verde, che ricorre proprio quest’anno.

 

«L’idea di donare 8 computer a Croce Verde è nata in occasione dei festeggiamenti dei suoi primi 100 anni - spiega Mauro Friggieri, titolare di Stae Srl - Le aziende del territorio stanno rinnovando le loro apparecchiature informatiche perché, da aprile 2014, Microsoft ha terminato il supporto per Windows XP. Così abbiamo proposto ai nostri clienti di partecipare alla donazione, dandoci la possibilità di ritirare i PC che non potevano essere aggiornati a livello di sistema operativo, ma ancora funzionanti, a un prezzo simbolico di 10 euro. Abbiamo così recuperato 8 computer che sono stati ricondizionati e donati a Croce Verde».

 

Alla cerimonia di consegna erano presenti il titolare di Stae Srl Mauro Friggieri, i volontari di Croce Verde e il Presidente Livio Vacondio, che si è detto molto soddisfatto dell’iniziativa.

«I PC saranno installati nella sede di Reggio Emilia e di Albinea - ha detto Livio Vacondio - per essere messi a disposizione degli uffici, ma soprattutto dei volontari che potranno utilizzarli tra un intervento e l’altro. Questo gesto generoso - ha ricordato Vacondio - dimostra la vicinanza di privati e aziende verso Croce Verde che, in 100 anni di storia, è sempre stata al servizio dei cittadini».

 

La donazione di computer da parte di Stae Srl rientra nell’ambito delle celebrazioni del primo centenario di Croce Verde: nata nel 1914, la Pubblica Assistenza di Reggio Emilia e Albinea festeggia quest’anno un traguardo importante con un ricco programma di iniziative ed eventi durante tutto il 2014. I festeggiamenti culmineranno a ottobre e non a caso: il 24 ottobre 1914 infatti è la data che sancisce la nascita ufficiale di Croce Verde e del suo statuto. Da allora, la Pubblica Assistenza non ha mai smesso di prestare i propri servizi alla città, puntando sul volontariato come emblema di un impegno costante e appassionato nel sociale. 

Oggi Croce Verde svolge servizi di emergenza-urgenza in convenzione con il 118 Reggio Soccorso, di accompagnamento intra-ospedaliero di pazienti da un reparto all’altro e di trasporti programmati non urgenti in ambulanza, senza dimenticare il trasporto di dializzati autosufficienti da e per l’ospedale e i trasferimenti a lunga percorrenza da e per strutture ospedaliere sul territorio nazionale e UE. Croce Verde si occupa anche di onoranze funebri, servizi sociali, formazione di primo soccorso per aziende, associazioni, enti pubblici, assistenza a manifestazioni ed eventi, consegna a domicilio di medicinali urgenti nelle ore notturne e nei giorni festivi, infine di supporto alla Protezione Civile per soccorrere le popolazioni italiane e straniere, colpite da gravi calamità.

 

Nelle foto:

Livio Vacondio, Presidente P.A. Croce Verde Reggio Emilia

Mauro e Patrizia Friggieri, titolari di Stae Srl

Volontari P.A. Croce Verde Reggio Emilia

 

Chi è Stae Srl (www.stae.it)

Nata nel 1993 a Reggio Emilia, fornisce soluzioni integrate hi-tech per le imprese, occupandosi di forniture hardware e software, manutenzione e progettazione di reti dati e servizi nel settore dell'Information Technology. In oltre 20 anni di attività, Stae ha operato con con responsabilità, rigore ed etica gestionale, modificando la propria struttura coerentemente con l'evoluzione del mercato e proponendo sempre alti standard qualitativi di prodotti e servizi nel settore system & solution integration. 

 

Centenario Croce Verde Reggio Emilia

Prossimi appuntamenti in programma (maggio e giugno 2014):

 

Venerdì 16 maggio

Ore 21, Centro Sociale Buco Magico (Via Martiri Cervarolo 47, Reggio Emilia)

Commedia dialettale della compagnia Teatro della Casca di Reggio Emilia

 

Sabato 24 maggio

Dalle ore 16, centro storico di Reggio Emilia

38° Maratona delle Quattro Porte, partecipazione di Croce Verde con un punto informazioni

 

Da venerdì 13 a domenica 15 giugno

Circolo Sportivo di Iano (Via Resta 56, Iano di Scandiano)

“Orgoglio reggiano per Croce Verde”, eventi sportivi con cene e pranzi in compagnia di atleti reggiani, professionisti e dilettanti, di tutti gli sport

 

Per informazioni:

www.croceverde.re.it 

 

 

 

(Fonte: Ufficio Stampa Kaiti expansion srl)

 

Si tratta del risultato ottenuto grazie alla raccolta fondi patrocinata da FENAGIFAR, Ordine dei farmacisti e Federfarma e avviata dopo il sisma -

 

Modena, 9 maggio 2014 -

 

Una Peugeot 206 per l’Associazione di volontariato AUSER di Modena, una Ford Focus per il Comune di Pieve di Cento in provincia di Bologna, una Toyota Yaris per l’Associazione Progetto Rinascita e Vita Onlus, di Sant’Agostino in provincia di Ferrara. Sono i modelli delle tre auto, acquistate presso l’Autosalone Cavour Srl di Ferrara - consegnate ieri giovedì 8 maggio da AGIFAR Emilia-Romagna con i fondi raccolti – 18.000 euro – attraverso la campagna di solidarietà lanciata dall’associazione dei Giovani Farmacisti subito dopo il sisma del 2012. 

 

L’auto è uno strumento indispensabile per queste associazioni così come per i servizi socio sanitari forniti dal Comune – ha sottolineato Fabrizio Violi, titolare dell’omonima farmacia di Spilamberto di Modena, presidente di AGIFAR Emilia-Romagna – perché permette di migliorare l’assistenza domiciliare favorendo gli spostamenti a casa di chi ha bisogno e di gestire con maggiore flessibilità i trasporti di persone in condizione di disagio. Per questo motivo, dopo avere donato nella fase acuta dell’emergenza materiale utile per la cura e la pulizia delle persone, abbiamo pensato di donare le automobili”. 

 

A fine maggio 2012 AGIFAR Emilia-Romagna, con il patrocinio di FENAGIFAR (Federazione Nazionale Giovani Farmacisti Italiani), degli Ordini dei farmacisti e delle Federfarma di Modena, Bologna e Ferrara, aveva subito promosso una raccolta fondi da destinare alle persone residenti nei comuni delle province di Modena, Ferrara e Bologna colpiti dal terremoto. Due i canali utilizzati: da un lato un conto corrente attivato presso Banca Prossima, del gruppo Intesa San Paolo, con lo scopo di raccogliere i contributi dei cittadini e creare un fondo da utilizzare anche per l’aiuto immediato e la ricostruzione.

 

Dall’altro le stesse farmacie, in particolare delle province di Modena, Bologna  e Ferrara. Nelle quasi 300 farmacie private delle due provincie erano stati infatti posizionati dei ‘salvadanai’ per la raccolta diretta dei contributi. “Per tutti noi è stata un’esperienza particolarmente positiva perché, qualora ce ne fosse bisogno, è emersa la grande generosità di chi vive nelle nostre zone. A ciò va aggiunto che ancora una volta la facilità di accesso alle farmacie e la fiducia che caratterizza il rapporto tra cittadini e farmacisti ha facilità la raccolta”, ha concluso Fabrizio Violi. 

 

Tra i presenti alla cerimonia di consegna, oltre ad una qualificata rappresentanza di Agifar, Federfarma e dell’Ordine dei farmacisti  il sindaco di Pieve di Cento, Sergio Maccagnani e i presidenti di Auser Modena Angelo Morselli e di  Progetto Rinascita e Vita Lorenzo Melloni.

 

(Fonte: ufficio stampa Agifar Emilia Romagna)

 

Venerdì, 09 Maggio 2014 10:35

Reggio Emilia - 100 anni di Croce Verde

Un anno di iniziative ed eventi per celebrare il primo centenario della Pubblica Assistenza di Croce Verde: 1.200 mesi, 36.525 giorni, 876.600 ore in soccorso in 100 anni grazie a centinaia di volontari, simbolo di un impegno costante e appassionato nel sociale -

 

Reggio Emilia, 09 maggio 2014

1914 - 2014: 100 anni di storia nel segno dell’assistenza e della solidarietà.

Stiamo parlando della Pubblica Assistenza di Croce Verde Reggio Emilia e Albinea, che quest’anno festeggia il primo centenario dalla sua fondazione.
Nata nel 1914, la Pubblica Assistenza di Croce Verde Reggio Emilia e Albinea ha deciso di celebrare questo importante traguardo con un
ricco programma di iniziative ed eventi durante tutto il 2014, promosso dal Comitato del Centenario, in collaborazione con i quasi 600 volontari che ogni giorno dedicano tempo, impegno e passione a favore del servizio pubblico.
Da maggio a ottobre, le celebrazioni del primo centenario includeranno decine di spettacoli, feste, appuntamenti sportivi, convegni e presentazioni all’interno di un calendario in costante evoluzione, pensato per coinvolgere la cittadinanza, le istituzioni, le imprese, il mondo del volontariato e tutti coloro che avranno voglia di partecipare a questa ricorrenza.
I festeggiamenti culmineranno a
ottobre e non a caso: il 24 ottobre 1914 infatti è la data che sancisce la nascita ufficiale di Croce Verde e del suo statuto. Da allora, la Pubblica Assistenza non ha mai smesso di offrire i propri servizi alla città: in 100 anni ha prestato 1.200 mesi, 36.525 giorni, 876.600 ore in soccorso, puntando sul volontariato come emblema di un impegno costante e appassionato nel sociale.

 

rid CROCE VERDE 100 anni foto storica

 

«È un onore essere Presidente della Pubblica Assistenza Croce Verde - dice Livio Vacondio, Presidente Pubblica Assistenza di Croce Verde Reggio Emilia e Albinea - giunta a compiere 100 anni di servizi per la cittadinanza di Reggio. Nel lontano 1914, nel sentore di guerra e con volontà altruistica, prendeva fondamento questa nostra realtà e, insieme a volontari e dipendenti, si continua il cammino nella storia. È con caparbietà e determinazione, nelle mille difficoltà quotidiane - continua Vacondio - che Croce Verde garantisce 365 giorni all’anno un servizio al cittadino, anzi a chi ne ha bisogno, senza distinzione d’etnia o religione. Eravamo presenti ieri, lo siamo oggi e lo saremo domani nella riconoscenza verso il passato e nella certezza del futuro. Buon anniversario a tutti coloro che hanno la Croce Verde nel cuore».

Tra i principali eventi, che compongono il programma delle celebrazioni, si segnalano il 10 maggio (ore 10, presso la sede di Croce Verde) la consegna della donazione di 8 computer a Croce Verde da parte dell’azienda Stae Srl, il primo di tre appuntamenti della rassegna di commedia dialettale della compagnia il Teatro della Casca, che proseguirà fino a settembre (16 maggio, 21 giugno, 19 settembre), e la partecipazione di Croce Verde alla 38° Maratona delle Quattro Porte di Reggio con un punto informazioni. Da venerdì 13 a domenica 15 giugno invece si svolgerà “Orgoglio reggiano per Croce Verde” al circolo sportivo di Iano, un ciclo di eventi sportivi con cene e pranzi in compagnia di atleti reggiani, professionisti e dilettanti, di tutti gli sport. Si passa poi a luglio con numerose iniziative tra cui la Festa della Pubblica Assistenza di Croce Verde dal 4 al 6 luglio al Parco Lavezza di Albinea, che prevede anche un concerto delle Canne da Zucchero, la celeberrima cover band di Zucchero Fornaciari.

Per tutto ottobre poi si svolgerà il Mese del Centenario al Circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico con concerti, una postazione per la prevenzione all’abuso di alcol e droghe e un punto informazioni per sensibilizzare i giovani verso il volontariato. Tra gli eventi clou di ottobre, domenica 12 ottobre si svolgerà una giornata all’insegna di Croce Verde: il centro storico di Reggio ospiterà “L’Ospedale del Pupazzo”, ovvero visite mediche al pupazzo dei bambini, un’iniziativa per esorcizzare la figura del “camice bianco” ai più piccoli, in collaborazione con laureandi dell’Università degli Studi di Parma; dopo una sfilata di mezzi storici alle ore 15, al Teatro Municipale Valli si svolgerà, alle ore 16, la premiazione dei volontari benemeriti e la presentazione del libro “100 anni di Pubblica Assistenza Croce Verde” a cura del Prof. Ferraboschi; la giornata si concluderà alle ore 21 con un concerto lirico con piano a cura del Prof. Mazzoni, in collaborazione con Bus 74, sempre al Teatro Valli. Sabato 25 ottobre infine è in programma il Convegno “Anpas e i!l volontariato” alla Sala Menada presso la sede di Croce Verde.

Oltre alle celebrazioni del centenario, non va dimenticato che oggi Croce Verde svolge fondamentali servizi di emergenza-urgenza in convenzione con il 118 Reggio Soccorso, di accompagnamento intra- ospedaliero di pazienti da un reparto all’altro e di trasporti programmati non urgenti in ambulanza, senza dimenticare il trasporto di dializzati autosufficienti da e per l’ospedale e i trasferimenti a lunga percorrenza da e per strutture ospedaliere sul territorio nazionale e UE.

Croce Verde si occupa anche di onoranze funebri, servizi sociali, formazione di primo soccorso per aziende, associazioni, enti pubblici, assistenza a manifestazioni ed eventi, consegna a domicilio di medicinali urgenti nelle ore notturne e nei giorni festivi, infine di supporto alla Protezione Civile per soccorrere le popolazioni italiane e straniere, colpite da gravi calamità.

Croce Verde Reggio Emilia, la storia

Nel 1912 alcuni cittadini, tra cui il dott. Vittorio Mattei, il rag. Luigi Roversi (Sindaco del Comune di Reggio Emilia), il comm. Giuseppe Menada, l'avv. Giovanni Modena, il maestro Giuseppe Soglia, il sig. Cesare Guardasoni, si unirono per gettare le basi di un'istituzione che garantisse un pronto soccorso sicuro e continuativo. Grazie alla generosità di tutta la città di Reggio, cittadini, imprese e istituzioni, iniziarono a raccogliere fondi per le necessità contingenti e, contemporaneamente, il comitato promotore provvide a formare il primo nucleo del “Corpo dei Militi Volontari” che, negli anni, divenne sempre più numeroso. La Croce Verde non era più un sogno: il 24 ottobre 1914 diventò realtà dandosi uno statuto e, nello stesso anno, inaugurando una sede corredata di materiale medico e chirurgico e la sua prima autolettiga. Nel 1917 poi venne legalmente costituita la "Società di Mutuo Soccorso fra i militi Volontari della Croce Verde”, per elevare moralmente e tecnicamente gli aderenti, regolamentando i doveri e diffondendo il concetto di previdenza sociale. “Volontario, la voce del tuo cuore ascolta; il compito è umano. Accorri, sorreggi con amore chi soffre, chi chiede la tua mano” recita una pubblicità dell’epoca. Da allora, la Croce Verde si distinse per molti servizi di trasporto gratuito di feriti e ammalati civili e militari.

 

Centenario Croce Verde Reggio Emilia

Programma iniziative 2014:

 

Sabato 10 maggio 2014

Ore 10, sede Croce Verde (via della Croce Verde 1, Reggio Emilia)

Cerimonia di consegna della donazione di 8 computer a Croce Verde da parte di Stae Srl

 

Venerdì 16 maggio

Ore 21, Centro Sociale Buco Magico (Via Martiri Cervarolo 47, Reggio Emilia)

Commedia dialettale della compagnia Teatro della Casca di Reggio Emilia

 

Sabato 24 maggio

Dalle ore 16, centro storico di Reggio Emilia

38° Maratona delle Quattro Porte, partecipazione di Croce Verde con un punto informazioni

 

Da venerdì 13 a domenica 15 giugno

Circolo Sportivo di Iano (Via Resta 56, Iano di Scandiano)

“Orgoglio reggiano per Croce Verde”, eventi sportivi con cene e pranzi in compagnia di atleti reggiani, professionisti e dilettanti, di tutti gli sport

 

Sabato 21 giugno

Ore 21, Centro Insieme (Via della Canalina 1, Reggio Emilia)

Commedia dialettale della compagnia Teatro della Casca di Reggio Emilia

 

Da venerdì 4 a domenica 6 luglio

Parco Lavezza (Albinea, Reggio Emilia)

Festa della Pubblica Assistenza di Croce Verde, con concerto del gruppo Canne da Zucchero

 

Dal 18 giugno al 23 luglio 2014

Ore 20 - 24, Centro storico di Reggio Emilia

Partecipazione di Croce Verde alle 6 serate dei Mercoledì Rosa con un punto informazioni

 

Venerdì 19 settembre

Ore 21, Sala Maramotti (Albinea, Reggio Emilia)

Commedia dialettale della compagnia Teatro della Casca di Reggio Emilia

 

Ottobre 2014

Circolo Arci Fuori Orario (Taneto di Gattatico, Reggio Emilia)

Mese del Centenario con concerti, postazione per la prevenzione all’abuso di alcol e droghe, punto informazioni per sensibilizzare i giovani verso il volontariato

 

Domenica 12 ottobre 2014 

Centro storico di Reggio Emilia

“L’Ospedale del Pupazzo”, ovvero visite mediche al pupazzo dei bambini, iniziativa per esorcizzare la figura del camice bianco ai più piccoli, in collaborazione con laureandi dell’Università degli Studi di Parma

 

Ore 15, centro storico di Reggio Emilia

Sfilata di mezzi storici

 

Ore 16, Teatro Municipale Valli, Reggio Emilia

Premiazione dei volontari benemeriti e presentazione del libro “100 anni di Pubblica Assistenza Croce Verde” a cura del Prof. Ferraboschi

 

Ore 21, Teatro Municipale Valli, Reggio Emilia

Concerto lirico con piano a cura del Prof. Mazzoni, in collaborazione con Bus 74

 

Sabato 25 ottobre 2014

Sala Menada presso sede Croce Verde (via della Croce Verde 1, Reggio Emilia)

Convegno “Anpas e il volontariato”

 

 

Per informazioni:

www.croceverde.re.it 

 

(Fonte: Ufficio Stampa Kaiti expansion srl)

 

 

 

Venerdì, 09 Maggio 2014 10:07

Piacenza - Un goal per l'integrazione

"Giochiamo a calcetto: palla... al Centro", sabato torneo di calcio con la squadra dei Centri diurni della Salute mentale -

 

Piacenza, 9 maggio 2014

Giocare a calcio insieme per … segnare un goal per l’integrazione. Prosegue il progetto “Giochiamo a calcetto: palla… al Centro”, che vede allenarsi settimanalmente gli studenti del liceo Gioia di Piacenza e gli utenti e operatori dei Centri diurni del dipartimento di Salute mentale dell’Ausl di Piacenza.
Sabato 10 maggio, alle ore 15 al Campo sportivo Farnesiana Activa di Piacenza, le due squadre si sfideranno nell’ambito di un torneo cui partecipa anche una rappresentativa dell’assessorato allo Sport del Comune di Piacenza.
Per l’occasione saranno presenti Gabriele Zanelli, presidente del Rotary Piacenza e Paolo Toscani, presidente del Rotary delle Valli del Nure e della Trebbia: i due Club stanno sostenendo il progetto con l’apporto di preziosi fondi. 
L’obiettivo del progetto – sottolinea l’equipe di lavoro Ausl, formata dalla responsabile Annamaria Guacci, la coordinatrice Laura Massini, l’educatore Claudio Palmieri e lo psicologo tirocinante Christian Pasini – è quello di promuovere la salute mentale e l’eliminazione dei pregiudizi creando spazi di condivisione e di sostegno reciproco. In questo modo si facilita l’aggregazione, la socialità e la partecipazione.
Il calcetto permette anche “la costruzione di gruppi reali, ampi e diversificati, di soggetti al di fuori dei contesti istituzionali di cura, con una valenza educativa, riabilitativa e terapeutica”. Naturalmente, non meno importante, è anche la ricaduta positiva in termini di promozione dell’attività sportiva: “Educare il corpo e la mente attraverso il gioco. Lo sport è educare all’incontro con l’altro, alla cooperazione, all’appartenenza e al riconoscimento reciproco”. Muoversi fa bene all’individuo e alla collettività e favorisce il contatto tra corpo e mente grazie alle qualità terapeutiche ed educative del gioco. 
I risultati, in effetti, si vedono anche sul campo. La squadra Cosmos (nella quale militano appunto utenti e operatori dei Centri diurni del dipartimento di Salute mentale) è salita sul podio dei vincitori, conquistando il terzo posto al torneo Perfettamente.. fuori forma, andato in scena nelle scorse settimane a Chianciano (Siena).
Dopo l’appuntamento di sabato alla Farnesiana, la formazione è già pronta per una nuova sfida. Dal 26 maggio, infatti, sarà a Lecce per disputare il torneo La testa nel pallone, promosso dal dipartimento di Salute mentale della città pugliese.
Tutte le attività di allenamento e la partecipazione a queste manifestazioni sportive nazionali sono rese possibili dal prezioso sostegno economico dei Club Rotary Piacenza e delle Valli del Nure e della Trebbia.

 

(Fonte: ufficio stampa Ausl Piacenza)

 

Per il CO-RE arriva al Teatro Ariosto il concerto tributo ad Augusto Daolio, Lucio Dalla e non solo con Lorenzo Campani, Ma Noi No, le Donatella e Antonella Lo Coco. Presenta Stefania Bondavalli.  

 

Reggio Emilia, 5 maggio 2014 -

Sabato 10 maggio andrà in scena “Si muove la città”, un concerto tributo ad Augusto Daolio, Lucio Dalla e non solo al Teatro Ariosto di Reggio Emilia (ore 21). L’evento è promosso e realizzato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco Reggio Emilia, con la generosa collaborazione di Fondazione I Teatri, Kaiti expansion, Eighteen Sound, Coop. Le Macchine Celibi, per affiancare il Gruppo Amici dell'Ematologia nella raccolta fondi a favore del Reparto di Ematologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova - IRCCS ma soprattutto per la costruzione del CO-RE.

 

Il titolo “Si muove la città” non è a caso. Nasce da una straordinaria catena di solidarietà, che coinvolge il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco Reggio Emilia, tutte le realtà che hanno contribuito e gli artisti presenti: Lorenzo Campani, i Ma Noi No, le Donatella e Antonella Lo Coco hanno aderito con entusiasmo alla serata per far rivivere la magia dei grandi successi di Daolio, Dalla e tanti altri, tutti insieme per sostenere una causa importante, la costruzione del CO-RE, il futuro Centro Oncoematologico di Reggio Emilia.

 

L’intero ricavato della vendita dei biglietti (15 euro platea e palchi di I° ordine; 10 euro altri posti) sarà infatti devoluto al CO-RE che, dal 2009, è al centro dell’impegno di GRADE Onlus con un’intensa attività di raccolta fondi, basata su donazioni e su centinaia di eventi, iniziative speciali e di co-marketing all'anno, ma soprattutto grazie alla preziosa collaborazione di 120 soci, 300 volontari, artisti, aziende, istituzioni e cittadini che ogni giorno dimostrano la loro sensibilità e generosità verso l’associazione.

 

Durante il concerto si alterneranno sul palco Lorenzo Campani e la sua band, voce solista finalista a "The voice" 2013 e per anni il Quasimodo nel musical il Gobbo di Notre Dame; i Ma Noi No, la celeberrima tribute band ufficiale dei Nomadi, che farà ballare ed emozionare il teatro sulle note della migliore musica di Augusto Daolio; le gemelle Giulia e Silvia Provvedi, in arte le Donatella, che hanno dominato le scene di X-Factor 2012 per il loro modo di cantare, il loro look e la loro originalità; infine Antonella Lo Coco, siciliana di nascita ma emiliana d’adozione che, dopo essere stata finalista a X-Factor 2012, è stata proiettata nel panorama musicale italiano fino all’uscita, nel 2014, del singolo Sintassi Impazzita, presentato alla selezione Nuove Proposte Sanremo 2014.

 

 

Info e prenotazioni: I Teatri – tel. 0522.458811; GRADE Onlus – cel.346.6924809

Biglietti: 15 euro – platea e palchi 1° ordine; 10 euro – altri posti

 

(Fonte: ufficio stampa Grade Onlus)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

"Minimaratona del Pedibus", per avvicinare i più piccoli alle tematiche del movimento quotidiano salutare e porre l'attenzione sulla sicurezza stradale e sull'inquinamento atmosferico dovuti al traffico urbano -

 

Piacenza, 5 maggio 2014 - 

Si è svolta ieri, domenica 4 maggio, la "minimaratona del Pedibus", la camminata di un chilometro, che dal palazzetto dello Sport ha visto arrivare in piazza Cavalli ben 1523 iscritti.

 

Maratona 2014 rid6

                                                                                                                               foto di Stefano Lunini

 

Organizzata dal Ceas Infoambiente del Comune di Piacenza, nell'ambito della 19ª edizione della Placentia Half Marathon for Unicef, la “minimaratona del Pedibus”, ha visto la forte partecipazione di alunni di nove scuole dell’infanzia, primarie e secondarie cittadine e di provincia e rispettivi familiari.

 

Maratona 2014 rid 10

 

 

SCUOLE PARTECIPANTI


DE GASPERI - Piacenza
DON MINZONI - Piacenza
PEZZANI - Piacenza
MAZZINI - Piacenza
CADUTI SUL LAVORO - Piacenza
CASA DEL FANCIULLO - Piacenza
GIORDANI - Piacenza
SANT'ANTONIO - Piacenza
VITTORINO DA FELTRE - Piacenza

SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI Rivergaro

SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI Gossolengo

SCUOLA PRIMARIA DI Niviano

SCUOLA PRIMARIA DI Quarto

 

 

(Fonte: ufficio stampa Comune di Piacenza)

 

Pubblicato in Cronaca Emilia

Ogni anno alcune decine di professionisti, studenti e docenti universitari stranieri visitano le cooperative sociali modenesi, considerate un esempio di effettiva realizzazione del principio di solidarietà.

 

Modena, 30 aprile 2014 -

Nei giorni scorsi sono stati a Modena alcuni operatori dell'associazione belga Les quatre vents, che accoglie singoli e famiglie in difficoltà. Gli ospiti hanno visitato il gruppo Ceis e Torre Muza, la comunità per adulti gestita dalla cooperativa sociale Piccola Città.

«La qualità dei servizi socio-educativi, l'innovatività delle soluzioni e la capacità di mettere in rete risorse e competenze sono gli elementi che più colpiscono i colleghi che da ogni parte d'Europa vengono nella nostra regione – spiega il direttore della cooperativa Ceis Formazione Andrea Ascari - Ciò che ci viene spesso invidiato, non solo a livello internazionale, ma anche da parte di colleghi di altre regioni, è la possibilità di progettare e concertare insieme tra pubblico, privato sociale e mondo del volontariato; rispondendo in maniera puntuale e tempestiva ai bisogni del territorio e individuando soluzioni efficaci e sostenibili».

La cooperativa sociale Ceis Formazione è uno degli enti fondatori dell'associazione senza scopo di lucro ECEtt Network Asbl, con sede a Nivelles (Belgio), che dal 2009 promuove la formazione degli operatori attraverso la visita di altre realtà, lo scambio di conoscenze e la rilevazione di buone pratiche da esportare in altri contesti. Sono una ventina i paesi europei coinvolti in questa rete, ma sono stati ospitati operatori sociali di altri continenti. In maggio saranno a Modena laureandi nel corso di assistente sociale dell'università di Goteborg (Svezia), che visiteranno i servizi Ceis per minori, e operatori croati che verranno in visita ai servizi di inserimento lavorativo nell'ambito di un progetto realizzato da Irecoop. In giugno arriveranno a Modena tre educatori di un servizio per le dipendenze di Bordeaux (Francia), che vedranno come funzionano le comunità terapeutiche e i servizi di pronta accoglienza. In luglio sarà la volta di un gruppo di operatori da diverse strutture del Regno Unito che operano tra i detenuti per supportare percorsi riabilitativi per le dipendenze patologiche.

 

(Fonte: ufficio stampa Confcooperative Modena)

 

Pubblicato in Comunicati Lavoro Emilia