Visualizza articoli per tag: solidarietà

Sabato, 22 Dicembre 2018 06:01

Calendario Polizia di Stato 2019

Quest'anno la Polizia di Stato ha scelto di raccontare la sua attività attraverso il linguaggio dell'arte grafica, con dodici inedite illustrazioni, realizzate da prestigiosi disegnatori di fumetto.

Tra gli artisti figurano Bruno Brindisi, tra i più noti fumettisti della casa editrice Bonelli che, insieme a Roberto De Angelis e Luca Raimondo, firmano personaggi del tenore di Dylan Dog, Tex e Nathan Never; ma anche autori quali Raffaele della Monica, Daniele Bigliardo, Luigi Siniscalchi, Walter Venturi, Alessandro Nespolino, Massimiliano Bertolini, Raul e Gianluca Cestaro, Stefano Casini fino al più giovane Jonathan Fara, disegnatore del made in Polizia di Stato "Commissario Mascherpa".

Il fumetto, quindi, quale mezzo di rappresentazione del presente e immaginazione del futuro.

Disegnatori in grado di creare un mosaico di immagini per accompagnarci nei mesi a venire, dando una scansione visiva del tempo che passa, basata sui nostri valori, sulle nostre attività, sui nostri compiti quotidiani. Dodici illustratori italiani, dunque, che hanno lavorato insieme a noi per immaginare, ciascuno con il proprio peculiare tratto stilistico, dodici momenti dell'attività di donne e uomini della Polizia di Stato, ognuno con un preciso riferimento a un nuovo distintivo di qualifica.

Ne è uscito un panorama di tavole variegato e complesso. Ciascuna connotata da un tratto più o meno marcato con colori più tenui o più intensi. Come variegato e complesso è il mondo della Polizia di Stato ma tutto rivolto al servizio della nostra collettività.

Non solo fumetti, infatti, nel calendario Polizia di Stato 2019. Ad ogni tavola, sono associati i nuovi segni distintivi di qualifica, che consentono di cristallizzare, anche graficamente, l'identità civile della Polizia di Stato.

I nuovi segni di qualifica saranno adottati dalla Polizia di Stato nel prossimo anno e offriranno la possibilità di proiettare l'Istituzione verso il futuro, chiudendo il percorso di smilitarizzazione intrapreso con la riforma del 1981.

Anche quest'anno, parte del ricavato della vendita sarà destinato al Comitato italiano per l'Unicef Onlus per sostenere il progetto "Yemen" e altra parte al Fondo Assistenza della Polizia di Stato – Piano Marco Valerio, istituito per sostenere i figli minori dei dipendenti della Polizia di Stato affetti da gravi patologie.

Con i ricavati della vendita del Calendario 2019 sono oltre 2,5 milioni di euro i fondi raccolti e donati ai progetti UNICEF dal 2001.

 

IMG_20181113_175951.jpg

 

Parma, 21.12.2018

Pubblicato in Volontariato Emilia
Venerdì, 21 Dicembre 2018 09:03

Raccolta fondi Filomena

Il gruppo AMO COLORNO ha deciso di fare azione concreta per dare una mano alla famiglia Cataldi, a seguito della tragica scomparsa di Filomena, brutalmente assassinata da un vicino di casa (che ormai verrà riconosciuto incapace d'intendere e volere). La famiglia di Filomena dovrà pagarsi anche le spese legali a causa della mancanza di un fondo governativo atto a sostenere le vittime di femminicidio.

Si è deciso quindi di avviare una raccolta fondi dal titolo "Un salvadanaio per Filo". Raccolta che durerà fino al 10 di gennaio del prossimo anno. Il ricavato della raccolta verrà interamente devoluto alla sorella di Filomena, Rosangela, e servirà per risarcire parte delle spese legali da loro sostenute.

Vogliamo mobilitarci perchè la solidarietà è meravigliosa, ma un atto concreto vale più di mille parole.

Chiunque voglia supportare la nostra raccolta, può contattarci via email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o scrivere al gruppo Amo - Colorno direttamente su facebook.

 

received_2138189363098189.jpeg

 

 

 

Arrivano dalle giovanili del Parma e dalla ditta ADR di Sala Baganza i doni per i bambini ricoverati nella struttura pediatrica del Maggiore.

Parma -

“Siamo felici di essere qui per incoraggiare i nostri amici oggi meno fortunati di noi, li aspettiamo presto in campo”: a parlare sono i due capitani delle giovanili del Parma Calcio under 13 e under 15, Gabriel Ramaj e Simone Torri, che si sono dati appuntamento con i compagni di squadra, mister e accompagnatori nell’atrio dell’Ospedale dei bambini “Pietro Barilla” per consegnare i giochi donati da loro e dalla famiglia D’Angelo all’associazione Giocamico che, a sua volta, li distribuirà nei reparti.

Da anni Chiara e Benedetto D’Angelo, della ditta ADR  srl (a Company of CFT spa) hanno scelto questa formula per sostenere i reparti pediatrici dell’Ospedale di Parma e di Reggio Emilia: acquistare giochi per i ragazzi ricoverati, affiancati da dipendenti, fornitori, clienti, e molti sostenitori, che scelgono di rinunciare ai regali di Natale per solidarietà. Il gesto di questa grande squadra segue un intento educativo, coinvolgendo i calciatori in erba che si confrontano così con la realtà dei coetanei ricoverati. “Per chi è fuori è scontato andare in campo e giocare – spiega Chiara D’Angelo - ma per chi è ricoverato anche quello diventa un lusso, così come andare a scuola e tutte le altre attività di cui troppo spesso ci lamentiamo”.

Con lei il direttore settore giovanile del Parma Calcio Luca Piazzi, che ha sottolineato l’importanza di un momento ludico che offre uno spunto di riflessione per i ragazzi, e gli allenatori dei 2004 Michele Saltori e 2006 Giuseppe Manarin, con l’allenatore dei portieri 2006 Alessandro Pedretti il dirigente accompagnatore Michele Alicino e “il mago” Roberto Savi che di mestiere fa proprio il mago “quando c’è da vincere intervengo io”, dice scherzando con i ragazzi mentre firmano la maglietta testimonianza per un ragazzino ricoverato che la indossa felice.

“Il vostro impegno di giovani calciatori porta la solidarietà in Ospedale”, ha sottolineato Icilio Dodi, direttore della Pediatria Generale e d’urgenza che si è congratulato per i loro risultati calcistici “e poi perché ho saputo che siete davanti alla Juve e a me fa molto piacere!”.

Un ringraziamento caloroso alla famiglia D’Angelo e ai giovani calciatori arriva dal presidente di Giocamico Corrado Vecchi che è stato tramite di questa squadra scesa in campo per la solidarietà.

 

Fonte: Azienda ospedaliero-universitaria di Parma

Pubblicato in Cronaca Parma

Toyland rompe il salvadanaio delle offerte e consegna strumenti e apparecchiature per i piccoli pazienti dell'Ospedale dei bambini

Chi ha comprato un regalo da Toyland lasciando un piccolo pensiero per l'Ospedale dei bambini ha contribuito ad un grande regalo per la Pediatria cittadina.
Ogni euro di quel salvadanaio è stato infatti preziosamente custodito dalla titolare del negozio di giocattoli Simona Carpi che lo ha trasformato in apparecchiature per i piccoli pazienti e, questa mattina, con la collega Stefania Giliotti, lo ha consegnato alle coordinatrici infermieristiche Giuseppina Nicosia e Claudia Marcatili affiancate dalla Rad Rita Dicembrino che hanno ringraziato per la vicinanza dimostrata alla pediatria e ai bambini.

In quel cesto un televisore per una stanza che ne era ancora sprovvista, una bilancia pesa neonati, termometri per i più piccoli, pupazzetti colorati per nascondere gli stetoscopi e tanto altro.

"Materiale prezioso per noi – ha affermato il direttore del reparto Icilio Dodi nel ringraziare Toyland del gesto insieme al dottor Claudio Ruberto – perché ci consentono di interagire meglio con i pazienti distraendoli dalle loro paure. Quando parliamo di umanizzazione delle cure significa anche utilizzare un pupazzetto per spiegare ad un bambino cosa stiamo facendo".
"Noi vendiamo giochi – ha spiegato Simona Carpi – e abbiamo tanti clienti che vengono a compare giocattoli per i bambini dell'Ospedale. Con le donazioni lasciate dai nostri clienti volevamo portare qualcosa che rimanesse alla struttura pediatrica, ma non abbandoneremo le tradizioni, con i giocattoli passeremo solo in un altro periodo".

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Al via "1 voto, 200.000 aiuti concreti - Un gesto che arriva al cuore. Oltre 1400 Onlus in gara per la decima edizione della campagna realizzata grazie ai Fondi UniCredit Carta E

In occasione della X edizione della campagna di sensibilizzazione dedicata al Non Profit, UniCredit mette a disposizione 200 mila euro, a titolo di donazione, da distribuire tra le Organizzazioni Non Profit aderenti al portale ilMioDono.it 

La scorsa edizione ha visto premiate anche 21 onlus dell'Emilia Romagna per un totale di oltre 25 mila euro di donazione UniCredit.

Torna l'appuntamento con la speciale iniziativa UniCredit dedicata alle associazioni impegnate nel Non Profit, quest'anno giunta alla sua decima edizione. Un impegno che il Gruppo premia mettendo a disposizione 200mila euro del fondo Carta Etica destinato a iniziative di solidarietà sul territorio. Il fondo si alimenta con una percentuale di ogni spesa effettuata con carta di credito "Etica", disponibile nella versione UniCreditCard Flexia Classic E, Visa Infinite e UniCredit Business Aziendale, senza costi aggiuntivi per il titolare.

La scorsa edizione ha visto premiate anche 21 onlus dell'Emilia Romagna per un totale di oltre 25 mila euro di donazione UniCredit.

La nuova edizione della campagna di solidarietà e sensibilizzazione "1 voto, 200.000 aiuti concreti – Un gesto che arriva al cuore" si concluderà il 31 gennaio 2019. Sono 1460 le Onlus che quest'anno partecipano all'iniziativa; tutte sono presenti sul sito www.ilMioDono.it , la piazza virtuale rinnovata nella sua veste grafica, realizzata da UniCredit per facilitare l'incontro tra le Organizzazioni Non Profit e tutti coloro che vogliono sostenere questo settore contribuendo con una donazione.

Clienti e non di UniCredit possono accedere al sito www.ilMioDono.it  – anche da tablet e smartphone – selezionare l'Organizzazione preferita e votarla attraverso una delle principali piattaforme social (Facebook, Twitter e Google) o via e-mail. Ogni voto vale 1 punto. Aggiungendo al voto una donazione di almeno 10 euro con una delle modalità PagOnline previste, la preferenza accordata varrà 6 punti.

Le Organizzazioni che, a fine iniziativa, avranno consuntivato almeno 150 punti saranno ammesse nella rosa di quelle che beneficeranno di una quota della donazione UniCredit. La ripartizione, infatti, avverrà in proporzione ai punti consuntivati, con una somma massima destinata per singola organizzazione di 12 mila euro.

I 200 mila euro di quest'anno, sommati agli importi delle edizioni precedenti e ai contributi spontaneamente erogati da chi ha supportato l'iniziativa con il voto e con le donazioni – nel 2017, sono stati raccolti 130 mila euro –, portano a oltre 2milioni e 500mila euro la somma complessivamente distribuita dal 2010.

 

L'Assistenza Pubblica augura Buon Natale ai parmigiani. Gazebo informativi 8-9 dicembre, via Mazzini 15-16 dicembre, Euro Torri

Parma, 6 dicembre 2018 – Natale in famiglia. Vale anche quando si parla dell'Assistenza Pubblica Parma Onlus, perché lo storico ente di volontariato dell'Oltretorrente – che, di fatto, è una vera e propria famiglia - farà gli auguri a tutti i parmigiani, mostrando il lato dolce e generoso della solidarietà.

Per due weekend, infatti, l'8-9 dicembre in via Mazzini e il 15-16 dicembre all'Euro Torri, la Pubblica farà conoscere i propri servizi e donerà ai cittadini una piccola strenna natalizia: un'ambulanza di cioccolato - al latte, fondente o bianco – con impresso lo stemma dell'associazione o, per i meno golosi, un'elegante palla in vetro bianco per l'albero o una mug, ossia il tazzone di origine anglosassone, per fare colazione con tutta la famiglia durante le Feste, entrambi con stampato il logo dell'ente.

In questi punti della città, saranno allestiti per l'occasione dei gazebo e i militi della Pubblica distribuiranno materiale informativo sull'ente a chi desidera entrare come socio attivo, ossia far servizio su ambulanza o pulmino, o come socio contribuente. Sarà possibile, con un'offerta per il sostentamento delle iniziative promosse dall'associazione, ricevere la strenna preferita.

Resta comunque la possibilità, sino all'Epifania, di recarsi direttamente nella sede dell'ente in viale Gorizia 2/A (presso l'Ufficio Comando o, nei giorni feriali, presso gli uffici amministrativi), per fare un'offerta e ricevere così il decoro per l'albero, la mug o la "Dolce Pubblica" da gustare o regalare.

«Con i nostri punti informativi desideriamo – spiega il presidente Luca Bellingeri – sensibilizzare i parmigiani sulle tante attività che svolgiamo 365 giorni l'anno 24 ore al giorno. Ma anche, essendo una grande famiglia, fare i nostri più cari auguri di Buon Natale a tutti, offrendo un piccolo presente, da tenere per sé o da donare ad amici e parenti. Un modo per ringraziare chi crede nella Pubblica e la sostiene: l'associazione serve la città da 116 anni con impegno e senso di responsabilità, e continuerà a farlo, anche durante queste festività e nel corso del 2019».

Da dieci anni porta in teatro temi di rilevanza sociale. Con Parma facciamo Squadra sostiene i diritti dei bambini.

Parma -

Anche Zona Franca aderisce a Parma Facciamo Squadra, la Campagna che tutela i diritti dei bambini in difficoltà, grazie ai progetti delle associazioni di Parma e provincia. 

Come raccontano le parole della presidente Franca Tragni: “l’associazione Zona Franca è nata nel 2008 per sviluppare in chiave teatrale tematiche di rilevanza sociale, favorendo la diffusione dei concetti di dignità sociale e inclusione. Zona Franca crede molto nel fare squadra e noi stessi siamo una squadra, ma aderire a questa campagna ci ha permesso di fare squadra con la comunità, amplificando con l’unione la forza della solidarietà. Essere parte di Parma Facciamo Squadra è un onore perché ci consente di contribuire in modo efficace a garantire pari opportunità ai bambini di oggi e agli uomini di domani, facendo un piccolo passo avanti per la costruzione di un futuro migliore”.

Tutti possono aiutare i bambini più fragili ad avere le stesse opportunità degli altri; per contribuire con una donazione basta andare sul sito www.parmafacciamosquadra.it dove si può donare on line e conoscere meglio la campagna.

Ogni euro raccolto viene moltiplicato per quattro perché Barilla, Chiesi Farmaceutici e Fondazione Cariparma ne aggiungono uno per ciascuno

 

Pubblicato in Cronaca Parma
Mercoledì, 14 Novembre 2018 16:12

Parma Per Gli Altri presenta: "Corriamo con l'Etiopia

Parma Per Gli Altri presenta: "Corriamo con l'Etiopia", la manifestazione sportiva non competitiva all'insegna del divertimento e della grande solidarietà. Domenica 25 novembre 2018, ore 10.30 Piazza Duomo – PARMA

Parma, novembre 2018 - Domenica 25 novembre 2018 torna l'annuale appuntamento "Corriamo con l'Etiopia", la corsa solidale di 5 km organizzata da Parma Per gli Altri con il patrocinio del Comune di Parma. Una giornata di sport all'insegna della solidarietà e dell'incontro tra culture, ideata per raccogliere fondi necessari al sovvenzionamento di tutti i progetti che la ONG parmigiana sta realizzando in Etiopia.

L'evento si svolgerà in concomitanza con la più importante manifestazione sportiva etiope, la Great Ethiopian Run 2018 di Addis Abeba, per ricordare ancora una volta l'unione che lega lo stato africano con la città di Parma.

Famiglie, ragazzi, adulti, bambini e anziani: tutti possono partecipare. L'iscrizione avrà un costo simbolico di 10€ per gli adulti e 5€ per tutti i ragazzi minori di 16 anni; gratuito per i bambini sotto i 5 anni. La corsa inizierà alle 10.30 e avrà come punto di partenza e di arrivo Piazza Duomo mentre l'iscrizione sarà possibile a partire dalle ore 9.30 dello stesso giorno.

"Corriamo con L'Etiopia" sarà realizzato con il contributo speciale di Imeta, main sponsor di tutta la manifestazione. Inoltre si ringrazia Barilla, Iren, Parmalat e Fabbriceria della Cattedrale di Parma.

Al termine della manifestazione tutti gli iscritti potranno assistere alla cerimonia del caffè etiope e degustare il tradizionale pane etiope, realizzati entrambi per l'occasione dalle sapienti mani delle donne dalla comunità etiope di Parma.
Non mancare!

Per informazioni : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

image006.jpg

 

 

Lunedì, 12 Novembre 2018 08:31

"Pasta libera tutti" a Modena apre "Tortellante"

A Modena arriva rivoluzione in forma di tortellino. Apre la sede di Tortellante: la "pasta libera tutti" fatta a mano dai ragazzi autistici.

Un pomeriggio importanteoggi per la città di Modena: ha aperto i battenti la sede del Tortellante, la scuola di autonomia che permette per la prima volta di tracciare il futuro dei ragazzi autistici attraverso laproduzione di un'eccellenza della tradizione gastronomica modenese: la pasta fresca.

Che cos'ha di speciale il Tortellante? È un laboratorio terapeutico-abilitativo dove giovani e adulti nello spettro autistico imparano a produrre pasta fresca fatta a mano. 24 famiglie coinvolte, uno staff scientifico, una produzione di qualità. Tortellante si definisce una "rivoluzione tranquilla" perché è un progetto unico almondo nel suo genere, capace di affrontare la disabilità in modo positivo, virtuoso e costruttivo. Come ha sottolineato Erica Coppelli, Presidente dell'associazione: "Questo èunesempio dimodello sostenibile, in cui i nostri ragazzi diventano una risorsa per le famiglie, per la società e per la città intera".

Da segnalare in particolare la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, la Fondazione Saint-Gobain e UniCredit, attraverso il suo programma di Social Impact Banking, che hanno dato un significativo aiuto per sostenere i costi di ristrutturazione della nuova sede.

Al taglio del nastro c'erano anche le Istituzioni: il Presidente dellaRegione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e il Sindaco Gian Carlo Muzzarelli. E c'era lo chef Massimo Bottura, appassionato sostenitore e parte integrante della squadra: "Tortellante è una cosa meravigliosa, un progetto culturale, un'azione di libertà e cambiamento, una rivoluzione capace di migliorare il futuro dei ragazzi, migliorando anche un po' tutti noi."

D'ora in poi, chiunque voglia gustare tortellini buoni, fatti con le mani e con il cuore, può contare sull'impegno del Tortellante di Modena.

 

UniCredit Social Impact Banking per Il Tortellante – Casa & Bottega

Social Impact Banking è il programma di UniCredit che rappresenta l'impegno della Banca nel contribuire allo sviluppo di una società più equa ed inclusiva, attraverso l'individuazione, il finanziamento e la promozione di iniziative che hanno un impatto sociale positivo misurabile, supportando microimprenditori, organizzazioni sociali e categorie vulnerabili.
Social Impact Banking, già attivo in Italia e attualmente in fase di estensione nei principali Paesi in cui il Gruppo opera, si sviluppa attraverso tre filoni di intervento: microcredito, impact financing ed educazione finanziaria e inclusione.

Il progetto Il Tortellante – Casa & Bottega, riconosciuto di grande interesse e sostenuto dal programma Social Impact Banking, è un esempio concreto di come UniCredit possa essere non solo finanziatore ma anche protagonista e facilitatore di un cambiamento positivo nella società. Per fare bene, dobbiamo fare del bene. Aiutiamo quindi, sul territorio, le persone a rischio di esclusione finanziaria e le organizzazioni attive nel sociale, dando loro fiducia, valorizzando il loro talento e merito, mettendo a loro disposizione credito, competenze e reti di relazioni, in una crescita reciproca.

 

Foto relatori Erika Coppelli, Presidente Tortellante; Paolo Cavicchioli, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Modena; Gian Carlo Muzzarelli, Sindaco di Modena; Lo chef Massimo Bottura; Maurizio Beretta, Responsabile Institutional Affairs & Sustainability UniCredit; e Livio Stellati, Responsabile Territorial Relation Centro Nord UniCredit

Rilanciamo l'invito di ASD San Severina per sostenere Luciano. Luciano è un atleta di tennis da tavolo selezionato per partecipare ai mondiali del 2019 ad Abu Dhabi. Avviata una raccolta fondi.

Buongiorno a tutti!

Luciano, ragazzo con disabilità intellettiva, è stato selezionato per partecipare ai GIOCHI MONDIALI SPECIAL OLYMPICS DI ABU DHABI DEL 2019, per giocare a Tennis tavolo.
Rappresenterà l'Italia e tutti noi, che non avremo probabilmente mai, questa possibilità!
Luciano non deve essere lasciato solo, AIUTACI A FARLO PARTIRE!
Per questo motivo abbiamo deciso di fare una raccolta fondi.

Non fare venire meno il tuo contributo, bastano anche solo 10 euro, ma potrebbero essere quelli che faranno la differenza!

SOSTIENI LUCIANO E FAI IN MODO CHE RAPPRESENTI L'ITALIA E TUTTI I RAGAZZI CON DISABILITA' INTELLETTIVA!

QUESTA E' GIA' UNA VITTORIA! NON FERMIAMOLO!

Ecco il link da cliccare per poter CONTRIBUIRE e vedere chi lo sostiene! https://www.gofundme.com/Luciano-goes-to-Abu-Dabi 

(Video presentazione: https://youtu.be/eVZK-HOYzaM )

Luciano Curziotti è un atleta della nazionale italiana Special Olympics e parteciperà ai Giochi Mondiali Special Olympics, Abu Dhabi 2019 nella disciplina del tennis tavolo.
La raccolta fondi è destinata a contribuire alle spese che Special Olympics Italia sosterrà per portare Luciano e altri 115 atleti ai prossimi Giochi Mondiali.
Al raggiungimento dell'obiettivo i fondi in eccesso saranno utilizzati per favorire la pratica sportiva degli atleti con disabilità intellettiva residenti a Parma, la città dove vive Luciano.
Arrivare al 31 Dicembre 2018 avendo centrato l'obiettivo sarebbe un buon modo per iniziare il 2019.

La presentazione di Luciano secondo il racconto della mammahttps://www.gofundme.com/Luciano-goes-to-Abu-Dabi 

Pubblicato in Sport Parma