Visualizza articoli per tag: polizia ferroviaria

1 persona arrestata, 28 indagati, 3.300 persone controllate, 37 violazioni amministrative contestate e decine di veicoli controllati.

Pubblicato in Cronaca Parma
Domenica, 16 Maggio 2021 05:36

Operazione “Oro rosso”

La Polizia di Stato recupera oltre 50 tonnellate di rame provento di attività abusiva ed interrompe un traffico illecito di rifiuti non pericolosi

Pubblicato in Cronaca Emilia

Parma 2 aprile 2021 – Gli agenti del Posto di Polizia Ferroviaria di Parma, all’interno della stazione della Città Ducale, hanno tratto in arresto una 24enne, residente in città, responsabile del furto di una borsa ai danni di una viaggiatrice.

Pubblicato in Cronaca Parma

Bologna 18 settembre 2020 - Oltre 1000 persone identificate, 37 stazioni ferroviarie controllate, centinaia di bagagli ispezionati, 3 persone indagate e 4 sanzioni contestate per violazioni al Regolamento di Polizia Ferroviaria.

Pubblicato in Cronaca Emilia
Mercoledì, 02 Settembre 2020 11:55

Latitante arrestato in stazione dalla Polizia di Stato

Parma – Continua l’attività di controllo e contrasto alla criminalità nell’ambito della stazione ferroviaria di Parma.

Pubblicato in Cronaca Parma

Polizia di Stato: bilancio attività operativa della Polizia Ferroviaria, compartimento dell’Emilia Romagna, relativa al periodo giugno/agosto 2020.

26464 persone identificate, 27 persone arrestate di cui due minorenni, 262 denunciate a piede libero di cui 17 minorenni, 62 soggetti segnalati all’Autorità Amministrativa, 29 minori

Pubblicato in Cronaca Emilia
Sabato, 19 Ottobre 2019 07:03

52 persone identificate e 31 veicoli controllati

Proseguono i controlli volti alla prevenzione dei reati predatori e dello spaccio.

Parma, 18 ottobre 2019 -  La Polizia di Stato, nella mattinata odierna, con pattuglie della Questura, del Reparto prevenzione crimine di Reggio Emilia e con la Polizia Ferroviaria, ha effettuato diversi controlli.
Durante il servizio sono state identificate 52 persone di cui 13 straniere, nonché controllati 31 veicoli.


In via Savani angolo via Reggio, con l’ausilio della Polizia Ferroviaria, sono stati sorpresi due occupanti abusivi in un terreno di proprietà delle ferrovie e per tale motivo sono stati indagati per invasione di edifici in concorso. I due sono rispettivamente un marocchino del '94 con numerosi precedenti per rapine ed un tunisino dell’83 con altrettanti precedenti per rapine.


I controlli sono proseguiti nel quartiere S.Leonardo e nei punti in cui il sistema predittivo X-Law indicava l’alta probabilità della commissione di reati predatori.
Parallelamente, durante la mattinata, l’Ufficio Immigrazione sottoponeva al provvedimento dell’espulsione un cittadino Marocchino classe '73 particolarmente pericoloso, con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti ed uscito da poco dalla locale casa circondariale. Nel dettaglio, è stato accompagnato al C.pr. di Potenza, in attesa della fisica espulsione dal territorio nazionale con accompagnamento in frontiera.


Le attività descritte rispondono alla strategia della Questura, ovvero operare parallelamente attraverso una massiva presenza sul territorio al fine di prevenire e reprimere la commissione di reati e nel contempo operare attraverso l’espulsione di soggetti pericolosi dal territorio nazionale.

Pubblicato in Cronaca Parma

Parma 8 settembre 2019 - Nei giorni scorsi, personale del Posto di Polizia Ferroviaria di Fidenza, durante predisposti servizi di prevenzione e repressione, identificava e segnalava all’Autorità Amministrativa, per il reato di atti osceni, V.M., classe 1980 originario di Crotone, ma residente in provincia di Parma, che su di un treno regionale in viaggio nella tratta Parma-Fidenza, si era denudato davanti una viaggiatrice.

In particolare l’uomo, approfittando del momento in cui la donna consultava il proprio smartphone e si trovava da sola nello scompartimento del treno, si denudava ed iniziava una esibizione di autoerotismo, costringendo la donna, sconvolta da tale dall’oscenità, ad allontanarsi e richiedere l’intervento della Polizia.


Il Personale Polfer di Fidenza, allertato dalla Sala Operativa Compartimentale, interveniva all’arrivo del treno nella stazione, e grazie anche alla testimonianza degli altri viaggiatori identificava il soggetto e procedeva alla relativa segnalazione amministrativa.

PR-Polfer-Fidenza-Unknown1 (1).jpg

 

 

Pubblicato in Cronaca Parma
Sabato, 07 Settembre 2019 10:18

Polfer, il bilancio di fine estate

Bilancio attività operativa della Polizia Ferroviaria relativa al periodo giugno/agosto 2019

Bologna 7 settembre 2019 - 33.487 persone identificate, 14 persone arrestate, 175 denunciate a piede libero di cui 13 minorenni, 40 soggetti segnalati all’Autorità Amministrativa, 19 minori non accompagnati sono stati rintracciati e riaffidati alle rispettive famiglie o collocati presso strutture protette, tre chilogrammi di sostanza stupefacente sequestrata, 230 violazioni amministrative elevate di cui 68 in materia di sicurezza ferroviaria e decine di stazioni controllate.

La stagione estiva appena conclusasi ha visto un’intensificazione dei servizi di vigilanza con un particolare impegno per le donne e gli uomini della Polizia di Stato in servizio presso il Compartimento Polizia Ferroviaria Emilia Romagna, sia per la quotidiana opera di prevenzione e repressione dei reati nelle stazioni ed a bordo dei treni, che per le particolari misure adottate per garantire la sicurezza dei viaggiatori nelle stazioni ed a bordo dei treni.

Si segnalano in termini di prevenzione le giornate di controllo straordinario del 17 e 27 giugno, 4 e 26 luglio, 9 e 28 agosto disposte dal Servizio Polizia Ferroviaria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza per l'intensificazione dei controlli in chiave antiterrorismo e di contrasto a ogni forma di criminalità e abusivismo nell'ambito ferroviario e nelle immediate adiacenze.

Sono state, inoltre, effettuate scorte su 931 treni ed esperiti controlli su 529 veicoli circolanti nelle zone immediatamente adiacenti gli scali ferroviari.

Gli arresti eseguiti si riferiscono a traffico e detenzione di sostanze stupefacenti , furto aggravato, esecuzione di ordinanze di custodia cautelare eseguite nei confronti di soggetti latitanti, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Le denunce in stato di libertà riguardano i reati di truffa, lesioni, resistenza a Pubblico Ufficiale, commercio di prodotti con marchi contraffatti, violazione al foglio di via obbligatorio, violazione delle norme sul soggiorno degli stranieri in Italia e rifiuto di generalità.

In particolare:

11 luglio: arresto effettuato da personale del Settore Operativo di Bologna Centrale unitamente ad elementi della Squadra di P.G Compartimentale, di un cittadino nigeriano trovato in possesso di 110 grammi di eroina, suddivisa in 10 ovuli occultati nell’intestino;

4 agosto: arresto effettuato da personale del Settore Operativo Polizia Ferroviaria di Bologna a carico di un cittadino nigeriano trovato in possesso di circa 600 grammi di sostanza stupefacente tipo cocaina, suddivisa in 54 ovuli occultati nell’intestino.

25 agosto: personale del Settore Operativo Polizia Ferroviaria di Bologna Centrale procedeva all’arresto di un cittadino nigeriano resosi responsabile del reato di violenza sessuale aggravata nei confronti di una minore e resistenza a Pubblico Ufficiale.

29 agosto: personale in servizio presso i Posti di Polizia Ferroviaria di Parma e Fidenza, coadiuvati da operatori della Squadra di Polizia Giudiziaria di questo Compartimento, hanno eseguito tre provvedimenti di custodia cautelare in carcere, emessi dall’Autorità Giudiziaria di Parma nei confronti di altrettanti soggetti, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, dei reati di rapina pluriaggravata in concorso, percosse e porto abusivo di armi, commessi a bordo del treno R. 11545 nella tratta Fidenza – Parma, in danno di un ragazzo salito sul convoglio nella stazione di Piacenza.

Pubblicato in Cronaca Emilia

Fidenza 5 giugno 2019 - Due cittadini polacchi, B.M. di 63 anni e D.Z. di 56 anni, sono stati denunciati in stato di libertà dalla Polizia Ferroviaria di Fidenza (PR), per resistenza a Pubblico Ufficiale ed interruzione di pubblico servizio.
In particolare i due soggetti, in evidente stato di ebrezza alcoolica, dopo essere saliti su un treno a Parma tentavano di scendere per riprendere un bagaglio, dimenticato sulla banchina, quando il treno era già ripartito.

Dopo aver aggredito il Capo treno che cercava di far desistere i due dal loro pericoloso atteggiamento, all'arrivo a Fidenza si scagliavano contro gli Agenti della Polizia Ferroviaria intervenuti per sedare gli animi, e B.M., successivamente, si sdraiava sui binari da dove veniva trascinato via di peso dagli Agenti.

Viste le condizioni psicofisiche di B.M., veniva richiesto l'intervento di personale del locale 118 che sottoponeva il polacco ad accertamenti sanitari obbligatori, trasferendolo presso l'Ospedale Civile di Parma.
Questura di Parma

Nel corso degli accertamenti finalizzati a recuperare il bagaglio dimenticato a Parma dal B.M., emergeva che entrambi i polacchi sono conducenti di autobus.

Pubblicato in Cronaca Parma
Pagina 1 di 2