Visualizza articoli per tag: detenzione illegale

I carabinieri della Sezione Radiomobile e della Stazione di Parma Oltretorrente, nella giornata di ieri, nel parco Ducale, hanno tratto in arresto un 51enne gambiano e denunciato un 27enne della Guinea per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Pubblicato in Cronaca Parma
Lunedì, 25 Ottobre 2021 16:27

Arrestati per detenzione di droga

Una coppia, fermata per un controllo, trovata con diversi grammi di stupefacente

Pubblicato in Cronaca Parma

Nella serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Parma unitamente alla Stazione di Parma Oltretorrente, durante un servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, hanno organizzato una serie di controlli al parco ducale e contemporaneamente nel quartiere dell’Oltretorrente.

Pubblicato in Cronaca Parma

Nella giornata di ieri, la pattuglia della Stazione di Parma Oltretorrente, mentre effettuata un controllo all’interno del parco delle Magnolie, luogo conosciuto come zona dedita allo spaccio di stupefacenti, notava un soggetto di origine filippina seduto su una panchina.

Pubblicato in Cronaca Parma

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Parma, coordinati dalla locale Procura della Repubblica (Sost. Procuratore dott. Andrea Bianchi), hanno eseguito un’ordinanza cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari nei confronti di un 35enne cittadino nigeriano (OBIANKE Celestine) per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

Pubblicato in Cronaca Parma

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Parma, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, hanno eseguito un’ordinanza cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari (Giudice Dott. Adriano Zullo) nei confronti di un 23enne cittadino nigeriano (GODFREY Solomon) per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Pubblicato in Cronaca Parma
Martedì, 29 Dicembre 2020 11:19

Arrestato per detenzione ai fini di spaccio

I Carabinieri della Compagnia di Parma hanno arrestato, per detenzione ai fini di spaccio, un 29enne tunisino e denunciato una 23enne di origine colombiana residenti a Parma.

Pubblicato in Cronaca Parma

1 arresto per detenzione ai fini di spaccio. Sequestrati 100 grammi circa sostanza stupefacente.

Pubblicato in Cronaca Parma

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Guastalla hanno arrestato un pensionato che deteneva illegalmente armi artigianali nella cantina della sua abitazione – Il 70enne il mese scorso si era reso protagonista di una lite con la vicina di casa, che poi aveva minacciato con una scacciacani.

Reggio Emilia, 25 luglio 2014 – di Ivan Rocchi

Teneva nascoste in cantina una pistola a tamburo e tre armi monocolpo, tutto di fattura artigianale e detenuto illegalmente. Ma il 70enne di Poviglio, arrestato ieri e ora ai domiciliari, non era nuovo né alle armi né alle forze dell'ordine.

Infatti i Carabinieri di Guastalla avevano già visitato la sua abitazione poco più di un mese fa, in seguito a un litigio scoppiato tra l'uomo e una vicina di casa. Nella concitazione del momento, l'uomo l'aveva minacciata con una pistola scacciacani. Così era scattata la denuncia per il reato di minaccia aggravata, ma la situazione era rientrata.

I carabinieri di Guastalla però hanno continuato con le indagini e, una volta ottenuto il decreto di perquisizione, hanno bussato alla porta del 70enne. Nella cantina dell'abitazione, nascoste tra fiaschi e cassette, gli uomini dell'Arma hanno trovato una pistola e tre bastoni monocolpo (simili a fucili) perfettamente conservati e funzionanti, oltre a numerose cartucce.

Ai carabinieri non è rimasto altro da fare che arrestare l'uomo per i reati di detenzione di armi clandestine, possesso e fabbricazione di armi e detenzione abusiva di armi. Al termine delle formalità di rito, il povigliese è stato riaccompagnato a casa in regime di arresti domiciliari in attesa delle determinazione dell'autorità giudiziaria. Ora sono in corso ulteriori verifiche da parte dei Carabinieri, per capire se le armi siano state costruite personalmente dal pensionato oppure acquistate sul mercato nero.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia