Sabato 2 novembre il servizio di trasporto pubblico osserverà l’orario di vacanza scolastica. Domenica 3 novembre sui mezzi urbani di Piacenza il biglietto di corsa semplice da 1,50 euro sara’ valido per l’intera giornata.

Piacenza -

Seta informa gli utenti del bacino provinciale di Piacenza che nella giornata di sabato 2 novembre il servizio di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano osserverà l'orario di vacanza scolastica. Si invitano gli utenti a porre attenzione nella consultazione delle tabelle orarie esposte alle fermate. 

Inoltre, in occasione della domenica ecologica in programma a Piacenza per il 03 novembre, Seta ripropone l’iniziativa finalizzata ad incentivare l'uso dei mezzi pubblici ed a promuovere forme di mobilità collettiva a beneficio dell'ambiente: il biglietto urbano di corsa semplice – acquistato a terra o a bordo - sarà valido per l’intera giornata. Sarà quindi possibile utilizzare i bus Seta in servizio sulla rete urbana di Piacenza per tutta la giornata di domenica 3 novembre, senza alcuna limitazione di validità oraria al costo di 1,50 euro (per i biglietti acquistati a terra, tramite app Muver/Roger o a bordo tramite emettitrice automatica e convalidati in giornata) o di 2,00 euro se l'acquisto viene effettuato direttamente dall'autista. Sono esclusi dall'iniziativa le altre tipologie di biglietti.

Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare il servizio di informazioni telefoniche di Seta al numero ripartito 840 000 216. Gli utenti possono utilizzare anche il servizio Info SETA su WhatsApp: inviando un messaggio al numero 334 2194058 è possibile ottenere informazioni personalizzate sui servizi erogati dall’azienda (percorsi delle linee, orari, tariffe ed altre richieste) specificando il bacino di interesse. Entrambi i servizi sono attivi dal lunedì al sabato dalle ore 07,00 alle 19,00; la domenica e nei festivi i servizi non sono attivi. Informazioni in tempo reale sugli orari di passaggio dei bus sono disponibili direttamente sul proprio smartphone/tablet scaricando l’applicazione gratuita “Seta”, disponibile negli store online delle piattaforme Apple e Android. Il servizio è accessibile anche attraverso la sezione “Quanto manca?” del sito internet di Seta.

Pubblicato in Cronaca Piacenza

In occasione dello sciopero generale di 24 ore proclamato da parte di SGB – Sindacato Generale di Base per la giornata di venerdì 25 ottobre 2019, la Tep informa i cittadini di Parma sui servizi urbani ed extraurbani garantiti.

Parma -

Lo sciopero, proclamato tenendo conto del rispetto delle fasce di servizio garantite ex Lege 146/90 sulla tutela dei diritti della persona costituzionalmente assicurati, come integrata dalla L. 83/00, è previsto  per la giornata di VENERDI’ 25 OTTOBRE 2019, pertanto le autolinee in esercizio all’Azienda potrebbero avere soppressione di corse, nell’arco dell’intera giornata, con esclusione delle fasce di servizio garantite.

Secondo gli obblighi di garantire comunque i servizi essenziali, verranno assicurati i seguenti servizi:

  • servizio urbano – HAPPY BUS

Al mattino: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 5.30 alle ore 8.30;

A mezzogiorno: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 12.10 alle ore 14.40;

Le corse per le quali è prevista la partenza devono essere completate fino ai capolinea; sono peraltro effettuate le sole corse in partenza dai capolinea entro gli orari di termine delle fasce qualora le corse stesse, secondo gli orari pubblicati, completino il loro percorso entro le ore 9.15 e 15.25 rispettivamente per la fascia mattutina e per quella meridiana; l'ultima delle corse garantite nella fascia è comunque limitata al capolinea urbano opposto.

  • servizio EXTRAurbano – PRONTOBUS EXTRAURBANO

Al mattino: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 5.30 alle ore 8.45;

A mezzogiorno: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 12.10 alle ore 14.55;

Le corse per le quali è prevista la partenza devono essere completate fino ai capolinea; sono peraltro effettuate le sole corse in partenza dai capolinea entro gli orari di termine delle fasce qualora le corse stesse, secondo gli orari pubblicati, completino il loro percorso entro le ore 9.15 e 15.25 rispettivamente per la fascia mattutina e per quella meridiana.

In eccezione al criterio ora indicato, vengono effettuate le corse che, pur non completando il loro percorso entro gli orari precisati sopra hanno un percorso superiore ai 50 km., essendo partite dal capolinea almeno un'ora prima della fine di ciascuna fascia e precisamente entro le ore 7.45 ovvero le ore 13.55.

  • SERVIZI AUSILIARI

Presidi di movimento: apertura completa e continuativa.

Portinerie e centralini: apertura completa e continuativa.

Addetti di movimento e agenti verificatori: impiego del personale negli orari di funzionamento dei servizi.

Uffici: apertura per sole prestazioni impellenti non rinviabili, previa comunicazione alla OO.SS..

Biglietterie ed Uffici abbonamenti: apertura  completa e continuativa

Officine: copertura dei soli turni indispensabili a garantire i servizi di movimento.

Eventuali chiarimenti sugli orari dei servizi di cui sopra possono essere richiesti alle biglietterie ed al n. 840 22 22 22.

Di tanto si dà notizia per ogni opportuna informazione.

Pubblicato in Cronaca Parma

Domenica 6 ottobre sui mezzi urbani di Modena, Reggio Emilia e Piacenza il biglietto di corsa semplice da 1,50 euro sara’ valido per l’intera giornata. L’iniziativa è promossa da Seta in occasione della domenica ecologica.

In occasione della giornata ecologica in programma per domenica 6 ottobre, Seta ripropone l’iniziativa finalizzata ad incentivare l'uso dei mezzi pubblici ed a promuovere forme di mobilità collettiva a beneficio dell'ambiente: il biglietto urbano di corsa semplice – acquistato a terra o a bordo - sarà valido per l’intera giornata.

Sarà quindi possibile utilizzare i bus Seta in servizio sulle reti urbane di Modena, Reggio Emilia e Piacenza per tutta la giornata, senza alcuna limitazione di validità oraria al costo di 1,50 euro per i biglietti acquistati a terra, tramite app Muver/Roger, a bordo tramite emettitrice automatica e convalidati in giornata - o di 2,00 euro per i biglietti venduti dall'autista. Sono esclusi dall’iniziativa le altre tipologie di biglietti.

Pubblicato in Cronaca Emilia
Giovedì, 19 Settembre 2019 14:22

A Parma 10 nuovi autobus a metano

Sono stati inaugurati questa settimana 10 nuovi autobus a metano, in circolazione già da qualche giorno sulle strade cittadine di Parma. Si tratta di vetture modello LION’S CITY prodotte dalla tedesca MAN, lunghe 12 metri.

I nuovi MAN a metano sono in grado di trasportare fino a 91 persone, delle quali 29 sedute e le rimanenti in piedi. A bordo è presente una postazione a disposizione di passeggeri in carrozzina o, in alternativa, per le mamme con bimbi in passeggino.

Questi nuovi bus sono particolarmente ampi e confortevoli. Hanno il pianale completamente ribassato e senza gradini interni per un più facile accesso a bordo. Dispongono inoltre di una funzione che consente all’autobus di inclinarsi lateralmente quando giunge in fermata, così da ridurre l’altezza dello scalino d’ingresso a soli 24 centimetri. Il dispositivo rende più agevole l’accesso anche per i passeggeri con disabilità motorie in carrozzina poiché riduce sensibilmente il dislivello fra il pianale e il marciapiede e, di conseguenza, la pendenza della pedana a ribaltamento manuale da estrarre in corrispondenza della porta centrale in caso di necessità.

Il sistema d’aria condizionata del vano passeggeri è regolabile separatamente rispetto a quello del conducente, per garantire un viaggio più confortevole anche sulle tratte urbane, dove le fermate sono ravvicinate e le porte vengono aperte e chiuse con maggiore frequenza.

interno nuovo autobus tep parma.jpg

I nuovi bus sono stati scelti con un’attenzione particolare all’ambiente. Oltre ad essere alimentati a gas metano, hanno emissioni gassose ampiamente inferiori ai limiti Euro 6. Con questo nuovo acquisto salgono quindi a 149 i mezzi urbani TEP a bassissimo impatto ambientale (Diesel Euro 6, EEV, a metano ed elettrici).

Dai prossimi giorni saranno in servizio a rotazione sulle principali linee di trasporto pubblico cittadine e su quelle prolungate alla prima cintura extraurbana.

L’acquisto dei 10 nuovi bus a metano ha comportato un investimento di oltre 2,3 milioni di euro, finanziati per una quota parte pari a 952.411 euro da un contributo POR FESR (Programma Operativo Regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale). Questo lotto è parte di un più ampio progetto di rinnovamento del parco mezzi del valore complessivo di 24 milioni di euro per il triennio 2018-2020.  Al termine di questo periodo saranno 86 in tutto i nuovi bus di nuova generazione messi in servizio a Parma e provincia.

Pubblicato in Cronaca Parma
Mercoledì, 11 Settembre 2019 16:09

Parma, bus Tep: 5 linee cambiano percorso

Sono in vigore dal 12 settembre le novità che riguardano il servizio urbano diurno. 5 linee cambiano percorso: nuove zone saranno coperte dal servizio di trasporto pubblico per meglio rispondere alle esigenze dei cittadini.

Le principali novità riguardano il quartiere SAN LAZZARO EST e S.EUROSIA: con la linea 8la linea 9 e la linea 11 che vanno a servire queste zone con una maggiore capillarità e frequenza intensificata. Le linee 8 e 9 saranno inoltre collegate con la navetta di Marore per offrire alla zona sud est della città un'opportunità di interscambio per arrivare fino in centro città e in stazione.

Migliorano i servizi anche per il quartiere artigianale Crocetta, che beneficerà di un'estensione della linea 12 (prima in zona transitava la linea 9).

Nuovo assetto anche per la linea 15, che a sud avrà un nuovo capolinea in via delle Rimembranze. Le zone non più servite dalla linea 15 saranno in larga parte coperte dalla linea 2 (che effettua il collegamento tra via Solferino e la zona di via Paradigna), dalla linea 12 (da via Solferino a via Pastrengo) e dalla linea 8 - intensificata a una corsa ogni 10 minuti - per la zona via 7 Fratelli Cervi e via Duca Alessandro.

Pubblicato in Cronaca Parma

Anche in vista della riapertura delle scuole, il consigliere leghista impegna la giunta "ad attivarsi con Seta"

Più corse degli autobus dirette da Montecchio fino a Reggio Emilia, anche in vista della riapertura delle scuole. A chiedere alla giunta di impegnarsi in questo senso è il consigliere regionale della Lega nord Gabriele Delmonte, anche per il fatto che "il comune di Montecchio Emilia presenta un elevato numero di studenti che quotidianamente devono recarsi a Reggio Emilia - sottolinea l'esponente del Carroccio - per frequentare istituti superiori ma anche corsi universitari. In parallelo, nel comune della Val d’Enza c'è un importante polo scolastico che attrae studenti sia dalla provincia che dal capoluogo reggiano".

Ad oggi però "Non esiste - spiega Delmonte - una linea diretta che parta da Montecchio e arrivi a Reggio Emilia città e i cittadini che partono dal paese della Val d’Enza devono transitare da Cavriago durante alcune tratte, mentre nelle restanti sono costretti a fermarsi a Barco per prendere il treno regionale". Anche la presenza dell’ospedale Franchini e l’interazione continua con i servizi ospedalieri del Santa Maria Nuova di Reggio Emilia "comportano un’ulteriore traffico pendolare tra le due tratte".

Dunque Delmonte chiede alla giunta di impegnarsi e "attivarsi con Seta per istituire una o più corse dirette da Montecchio Emilia fino a Reggio Emilia-Autostazione".

(Margherita Giacchi)

Fonte: Regione ER

Mercoledi’ 24 luglio 2019: sciopero nazionale di 4 ore del trasporto pubblico. Possibili disagi per gli utenti dei servizi Seta delle province di Modena, Reggio Emilia e Piacenza

Modena, 23 luglio 2019 - 

SETA S.p.A. informa che per domani, mercoledì 24 luglio è stato indetto uno sciopero nazionale di 4 ore del trasporto pubblico, da parte delle Organizzazioni Sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti, Faisa-Cisal e Ugl-Fna. L'adesione allo sciopero da parte del personale SETA potrebbe dar luogo a disagi, pregiudicando la regolarità del servizio con modalità differenti a seconda del bacino provinciale di riferimento.

BACINO PROVINCIALE DI MODENA

Servizi urbani (Modena, Carpi, Sassuolo) e servizio extraurbano: possibili astensioni dalle ore 12,30 alle ore 16,30.

 

BACINO PROVINCIALE DI REGGIO EMILIA                                                                                                      

Servizio urbano ed extraurbano: possibili astensioni dalle ore 18,00 fino a fine turno.

 

BACINO PROVINCIALE DI PIACENZA

Servizio urbano: possibili astensioni dalle ore 17,00 alle ore 21,00. Sono garantite le corse in partenza dai capolinea fino alle ore 16,45. Non sono previste corse con partenza dopo le ore 21,00.

Servizio extraurbano: possibili astensioni dalle ore 17,00 alle ore 21,00. Sono garantite le corse in partenza dai capolinea fino alle ore 16,30 e dalle ore 20,30.

 

Il servizio riprenderà regolarmente con le corse che inizieranno dopo il termine delle eventuali astensioni dal lavoro. Le corse garantite anche in caso di sciopero sono indicate nelle tabelle orarie presenti alle fermate e pubblicate nella sezione "Linee" del sito internet www.setaweb.it. Informazioni in tempo reale sugli orari di passaggio dei bus sono disponibili direttamente sul proprio smartphone/tablet scaricando l’applicazione gratuita “Seta”, disponibile negli store online delle piattaforme Apple ed Android. Il servizio è accessibile anche attraverso la sezione “Quanto manca?” del sito internet di Seta.

Per ogni ulteriore informazione gli utenti possono contattare SETA al numero telefonico 840 000 216 oppure via WhatsApp al numero 334 2194058.

In ottemperanza alla delibera n°18/138 del 23-04-2018 della Commissione di Garanzia per gli Scioperi, le motivazioni dello sciopero ed i dati di adesione relativi ai precedenti scioperi indetti dalle medesime organizzazioni sindacali sono consultabili sul sito internet di Seta.

Pubblicato in Cronaca Emilia

È in arrivo nei prossimi mesi una rivoluzione nei servizi di trasporto pubblico locale. Si tratta di un progetto che modificherà in modo significativo l’assetto della rete del servizio urbano. Frutto di uno studio avviato 2 anni fa, il nuovo impianto ha lo scopo di rispondere alle nuove necessità espresse dalla città che cambia e accogliere le esigenze di mobilità dei cittadini che si aspettano un servizio sempre più dinamico e affidabile. Ciò anche in vista di Parma 2020 che richiamerà in città visitatori e turisti con necessità di spostamento sul territorio. Il piano d’azione va quindi a modificare la rete di trasporto pubblico locale che, pur mantenendo l’assetto radiale, si adatta ai cambiamenti demografici e strutturali della città.

Ne hanno parlato, questa mattina, nel corso della conferenza stampa di presentazione, il sindaco, Federico Pizzarotti; Tiziana Benassi, Assessore alle Politiche di Sostenibilità Ambientale del Comune; Roberto Prada, Presidente Tep Spa e Paolo Rezoagli, Presidente di Smtp – Società per la mobilità ed il trasporto pubblico di Parma – Spa.

Tiziana Benassi, Assessore alle Politiche di Sostenibilità Ambientale, ha parlato di “una grande rivoluzione che interesserà nei prossimi mesi il Trasporto Pubblico Locale Urbano e che discende da un percorso avviato circa un anno e mezzo fa con Tep e Smtp e che tiene conto delle istanze espresse dai cittadini in occasione del questionario inerente la mobilità promosso dalla Gazzetta di Parma e condiviso con il Comune. Da esso erano emerse alcune richieste legate all'incremento degli orari serali, delle frequenze diurne ed alla copertura di nuovi quartieri come Sant'Eurosia, Parma Mia e San Lazzaro Est”. La Riforma della Mobilità vede nel nuovo piano del Trasporto Pubblico Locale Urbano un punto strategico. Fra le novità, 8 linee in servizio durante l'orario serale e notturno dalla domenica al giovedì fino a mezzanotte, il venerdì e il sabato fino all'1.30 di notte; 13 autobus in circolazione ogni sera sulle nuove linee notturne e circa 30 mila chilometri in più di percorrenza in orario notturno e 5 linee urbane che serviranno nuovi quartieri o che avranno frequenza intensificata.

Il Presidente Tep, Roberto Prada, si è soffermato sul tema legato alla semplificazione tariffaria: “Il nuovo assetto prevede il passaggio del costo del biglietto urbano da 1.20 euro a 1.50 euro, ma la novità più importante è che il nuovo biglietto avrà una durata di 80 minuti, anziché 60 come oggi, e che potrà essere utilizzato durante tutto l'arco della giornata e, quindi, anche nelle ore serali senza sovrapprezzo. Mi preme, poi, sottolineare l'attenzione di Tep e degli enti coinvolti a favore di studenti, lavoratori e clienti storici per cui non è previsto nessun aumento del costo degli abbonamenti annuali”.

Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco, Federico Pizzarotti, che ha ricordato come il parco mezzi Tep sia in costante rinnovamento con 10 nuovi mezzi a metano in servizio da agosto. “La flotta si rinnova – ha concluso – ed è al passo con le esigenze della città, grazie a mezzi a basso impatto ambientale e frequenze intensificate a favore dei cittadini di Parma, della provincia e dei turisti, in particolare in vista di Parma Capitale Italiana della Cultura per il 2020”.

Paolo Rezoagli, Presidente di Smtp, ha confermato l'impegno della società ad effettuare gli interventi necessari per garantire maggiore puntualità dei mezzi ed economie di gestione.

LE LINEE GUIDA

Sono 3 le direttrici principali del cambiamento:

  1. rivoluzione del servizio in orario serale e notturno

  2. integrare nella rete dei trasporti i nuovi quartieri

  3. aumentare la frequenza di passaggio dei bus

Completata la prima fase, saranno sviluppati altri percorsi di miglioramento:

è già in programma lo studio di interventi sulla viabilità cittadina per migliorare la regolarità dei servizi in zone dove si creano colli di bottiglia e rallentamenti;

la riduzione dell’impatto ambientale del trasporto pubblico con l’aumento del numero di km offerti a trazione elettrica;

la progettazione di interventi per intensificare il servizio sull’asse nord-sud ed est-ovest.

 

GLI INTERVENTI PRINCIPALI

Ecco in dettaglio gli interventi che verranno realizzati in due fasi successive: le prime variazioni già nel 2019, mentre la seconda sarà avviata con l’entrata in servizio dei nuovi filobus full-electric e dopo il completamento degli interventi viabilistici e strutturali necessari.

  1. LA RIVOLUZIONE DEL SERVIZIO NOTTURNO

Una delle novità principali riguarda il servizio notturno. Ad oggi la mobilità in orario serale è garantita dal servizio a chiamata Prontobus e da 2 linee notturne (2N e 4N) che coprono gli assi nord-sud ed est ovest della città.

Lo studio dei flussi di mobilità ha rilevato le direttrici di traffico principali che interessano la città nelle ore serali e notturne. Da settembre questi spostamenti saranno serviti da 8 linee diurne che rimarranno in funzione su buona parte del percorso ordinario anche dopo le 20. Si tratta delle linee 2, 3, 5, 7, 8, 9, 11 e 21 che copriranno l’intera area del centro con corse a cadenza fissa a frequenza 30 minuti. Le linee 7, 9, 11 e 21 avranno il tragitto limitato fino alla Stazione ferroviaria. Per la linea 3, invece, il normale percorso sarà esteso fino a raggiungere i Parcheggi Scambiatori Est e Ovest e San Pancrazio. Questo consentirà anche di lasciare gratuitamente l’auto fuori dal centro in orario serale, con impatto positivo sul problema del parcheggio selvaggio che affligge il centro città, specie nel fine settimana.

Le linee sostituiranno integralmente il servizio Prontobus e le attuali linee notturne e, diversamente da quanto avviene oggi per il servizio a chiamata, le corse attive in orario notturno saranno accessibili con i normali biglietti e abbonamenti disponibili per il servizio urbano ordinario. In altre parole, chi è abbonato potrà utilizzare il servizio notturno senza alcuna spesa aggiuntiva (mentre oggi il servizio Prontobus richiede il pagamento di un biglietto maggiorato al costo di 2,50 euro o di un abbonamento integrativo al costo di 5,00 euro al mese per chi ha già un abbonamento urbano). Chi viaggia con biglietti di corsa semplice, dunque, potrà pagare la normale tariffa urbana, anziché quella maggiorata Prontobus.

Il servizio delle 8 linee prolungate in orario notturno sarà attivo fino a mezzanotte dalla domenica al giovedì e fino all’1.30 nelle serate di venerdì e sabato

Il servizio è stato studiato in base ai flussi di traffico attualmente attivi sul servizio Prontobus. Integra inoltre le richieste pervenute dagli utenti, in primo luogo quanti chiedevano di poter contare su un servizio a cadenza fissa senza prenotazione, in particolare per chi viaggia in treno e arriva in stazione in orario serale

 

NUOVO SERVIZIO DIURNO

  1. NUOVI SERVIZI PER NUOVI QUARTIERI

Alcuni quartieri oggetto di sviluppo negli ultimi anni che oggi non sono serviti dal trasporto pubblico saranno collegati via bus al centro città. Si tratta di zone che ad oggi non sono ancora servite o che beneficiano di pochissimi collegamenti.

Gli interventi interesseranno le seguenti zone:

SAN LAZZARO EST: prolungamento linea 8, con una corsa ogni 10 minuti

QUARTIERE EUROSIA: la linea 11 sarà estesa al quartiere S.Eurosia. Parte del quartiere sarà toccato anche dal nuovo percorso della linea 8, con una corsa ogni 10 minuti.

La seconda parte di questo progetto vedrà la luce nel corso del 2020. Con l’arrivo dei nuovi filobus full-electric attualmente in produzione, la linea 1 verrà estesa al quartiere PARMA MIA, che attualmente non è raggiunto da alcun servizio di trasporto pubblico. I nuovi veicoli, infatti, sono in grado di coprire tragitti di media estensione anche in mancanza dell’infrastruttura aerea filoviaria.

 

PIÙ BUS PER TUTTI

Aumentano le frequenze delle principali linee cittadine. I servizi saranno potenziati su diverse tratte. In particolare:

la LINEA 8 aumenterà l’offerta di servizio, passando ad una frequenza di una corsa ogni 10 minuti(anziché una ogni 12 come oggi)

la LINEA 11, oggi disponibile con una corsa ogni 20 minuti, avrà frequenza 15 minuti, con servizio esteso alla nuova zona residenziale tra via Budellungo, via Bach e via Schubert.

il quartiere San Lazzaro Est, oggi servito da una corsa ogni 20 minuti della linea 9, sarà invece servito dalla LINEA 8 con una corsa ogni 10 minuti. Cambia dunque la linea di riferimento per il quartiere, i cui abitanti potranno beneficiare di un servizio potenziato rispetto a quanto offerto attualmente.

la zona del quartiere artigianale Crocetta sarà servita dalla LINEA 12 con frequenza 30 minuti (oggi in zona transita la linea 9 con frequenza 60 minuti)

sarà ridefinito il percorso della LINEA 15.

Le modifiche dei percorsi sulle linee oggetto d’intervento saranno condivise con la cittadinanza.

 

OPERAZIONE PUNTUALITÀ

Nei prossimi mesi saranno condotti gli studi per realizzare alcuni interventi sulla viabilità cittadina per sciogliere alcuni nodi di traffico che creano rallentamenti e che sono causa di ritardi e irregolarità per le linee di trasporto pubblico. In particolare:

LINEA 23: spostamento delle fermate presso i parcheggi scambiatori est e ovest

LINEA 9: modifica del percorso in zona Crocetta, che sarà in parte integrato nella linea 12

LINEE 1 – 6 – 11: modifica del percorso a Barriera Bixio con transito attraverso i cancelli della Barriera in senso nord-sud.

LINEE 7 – 21: corsia riservata lungo l’intero percorso di uscita dall’area Campus

Per rendere più veloce il tragitto verso il Campus dall’area est e della città e dalla zona S.Lazzaro, sarà istituita una NAVETTA con collegamento diretto. Si tratta di un servizio attivo per 3 corse al giorno in andata e in ritorno, studiato in collaborazione con l’Università e basato sull’analisi degli spostamenti registrati per i telefoni cellulari in ingresso al Campus. Oltre all’area dell’università, la linea raggiungerà anche barriera Repubblica, la zona della Cittadella e dello Stadio.

 

OBIETTIVO GREEN

Sempre nel corso del 2020, alcuni interventi favoriranno l’utilizzo di veicoli elettrici, consentendo di aumentare i km offerti a trazione elettrica.

LINEA 1: il capolinea nord, che oggi si trova in Stazione, sarà spostato al parcheggio Nord presso l’autostrada. L’area non coperta da linea aerea sarà percorsa grazie all’energia fornita dalle batterie dei nuovi filobus full- electric in arrivo nel 2020.

LINEA 3: sarà condotto uno studio per poter realizzare l’estensione della rete filoviaria fino ai parcheggi scambiatori est e ovest, che quindi offriranno collegamenti diretti a impatto zero da e per il centro città.

Le azioni pianificate produrranno un rafforzamento dell’offerta di servizio sull’asse nord sud ed est ovest della mobilità urbana, che rappresentano le principali linee di forza del traffico cittadino.

Il risultato complessivo sarà un aumento delle frequenze di servizio in buona parte della città e un aumento del numero di bus in circolazione. In definitiva, i cittadini di Parma potranno beneficiare di un numero maggiore di corse e di un servizio più attento alle esigenze di chi si muove quotidianamente sul territorio. Un significativo passo avanti dunque, per offrire risposte puntuali a chi vuole vivere la città, di giorno e la sera, senza il vincolo di un’automobile.

 

NUOVE TARIFFE

Da settembre alcune tariffe dei titoli di viaggio, stabili da febbraio del 2011, saranno aumentate. La manovra tariffaria complessiva comprende anche l’abbassamento delle tariffe per gli studenti già anticipato all’inizio dell’anno. Gli aumenti, che riguardano solo alcuni dei titoli di viaggio, decorreranno dal 1° ottobre.

I proventi della manovra tariffaria saranno in parte utilizzati per finanziare i miglioramenti dei servizi sopra descritti, in considerazione:

della riduzione delle tariffe del servizio notturno che, come detto, saranno accessibili con un biglietto meno costoso per gli utenti occasionali e gratuitamente per chi è già abbonato al servizio diurno;

dell’incremento del tempo di validità del biglietto (da 60 a 80 minuti), che può tradursi in un risparmio per chi riesce a concludere la propria attività entro i 80 minuti;

dall’incremento del numero di chilometri percorsi e dall’aumento della frequenza di passaggio dei bus.

L’aumento del costo del biglietto, inoltre, servirà a far fronte all’incremento dei costi dei fattori produttivi verificatosi nell’ultimo periodo, in particolare i costi energetici e il costo lavoro.

A queste voci di spesa si è aggiunta, da ultima, l’abolizione dei contributi per i maggiori oneri di malattia da parte dello Stato, che dal 2019 resteranno ad esclusivo carico della Società.

Va sottolineato che per la maggior parte dei titoli di viaggio il prezzo rimarrà invariato o subirà aumenti lievi. In particolare, le tariffe degli abbonamenti annuali non subiranno variazioni. L’utenza più fedele, quindi, non sarà penalizzata e il servizio serale/notturno, come già spiegato, risulterà più economico per i passeggeri.

Il biglietto di corsa semplice passerà da 1,20 euro a 1,50, tariffa già in vigore da tempo in molte altre città emiliane, ma la durata dello stesso passerà da 60’ a 80’. Passerà da 8,00 euro a 10,00 euro il biglietto urbano da 8 corse, con tempo di viaggio esteso a 80’. Diversamente da oggi, dunque, molte persone che si spostano per semplici commissioni avranno la possibilità di compiere il tragitto di andata e ritorno con un solo biglietto anziché con due.

Il biglietto giornaliero acquistato ai parcheggi scambiatori passerà a 2,50 euro (oggi euro 2,00). Lo stesso biglietto acquistato in biglietteria o nelle edicole/tabaccherie della città costerà invece 4,00 euro (oggi 3,00). Il biglietto per le navette per lo stadio sarà sostituito dal biglietto giornaliero dei parcheggi scambiatori. Il voucher per le scolaresche aumenterà da 1,50 a 2,00 con estensione del titolo a 80’. Tra gli abbonamenti aumenteranno solo il mensile (32,00 euro invece di 28), il mensile Carta Argento (da 21 a 24 euro) e la navetta per lo stadio (da 20 a 25 euro) valido per tutte le partite di campionato giocate in casa. I prezzi di tutti gli altri titoli resteranno invariati.

Rimane attivo inoltre l’abbonamento Bimbi in bus, che permette ai ragazzi residenti a Parma che frequentano le scuole in area comunale di viaggiare gratuitamente quando accompagnati da un genitore o da un nonno pagante.

 

NUOVI AUTOBUS IN ARRIVO

Continua come da previsioni il piano di rinnovamento della flotta TEP di valore pari a 24 milioni di euro per l’acquisto di 86 nuovi autobus nel triennio 2018-2020.

Sono in arrivo a fine mese 10 nuovi bus urbani a metano, che saranno in circolazione sulle strade di Parma a partire dai primi di agosto, appena completate le pratiche di immatricolazione.

Salgono quindi a 149 i mezzi urbani TEP a bassissimo impatto ambientale (Diesel Euro 6, EEV, a metano ed elettrici). Se si considera che il parco circolante (cioè quello normalmente in servizio) ammonta a circa 120 bus è facile intuire come il servizio ordinario sia erogato, di regola, con soli mezzi di nuova generazione. Le vetture rimanenti costituiscono la scorta cui si attinge in caso di corse di supporto nelle sole fasce orarie di punta, guasti e cantieri stradali occasionali che comportano lunghe deviazioni in funzione delle quali serve integrare il servizio con vetture aggiuntive.

Fonte: Comune di Parma 

 

A causa della sospensione della circolazione stradale nel percorso interessato dal passaggio della carovana del Giro D'Italia il 21 maggio, tutte le linee del trasporto pubblico urbano di Modena ed alcune linee extraurbane subiranno modifiche di percorso.

Di conseguenza, il rispetto degli orari previsti non potrà essere garantito, dalle 13.30 circa fino a alle 18.30 circa. Per ordinanza comunale, dalle 14 e fino alle 17.30 verranno infatti chiuse al traffico in entrambe le direzioni la S.P.9 Panaria Bassa, Via Nonantolana, Via Ciro Menotti, Largo Garibaldi, Via Emilia Centro, Largo Aldo Moro, Via Emilia Ovest (fino all'incrocio con Viale Autodromo).

Subiranno deviazioni di percorso le linee urbane 1-2-3-4- 5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-392-393 e le linee extraurbane 500-530-550-670-671-731-740-750-760-762-800-815-820.

Per maggiori dettagli è possibile consultare il sito www.setaweb.it, o contattare il call center di SETA al numero 800 000 216. E’ inoltre disponibile il servizio di informazioni via WhatsApp al numero 334 2194058.

Pubblicato in Cronaca Modena

Venerdi’ 17 maggio sciopero generale di 4 ore indetto da USB lavoro privato. Possibili disagi per gli utenti dei servizi Seta delle province di Modena e Reggio Emilia

MODENA -

SETA S.p.A. informa che per venerdì 17 maggio è stato indetto uno sciopero generale di 4 ore da parte dell’Organizzazione Sindacale USB Lavoro Privato. L'adesione allo sciopero da parte del personale SETA potrebbe dar luogo a disagi, pregiudicando la regolarità del servizio con modalità differenti a seconda del bacino provinciale di riferimento.

BACINO PROVINCIALE DI MODENA

Servizi urbani (Modena, Carpi, Sassuolo) ed extraurbano: possibili astensioni dalle ore 16,30 alle ore 20,30.

BACINO PROVINCIALE DI REGGIO EMILIA                                                                                                      

Servizio urbano ed extraurbano: possibili astensioni dalle ore 16,30 alle ore 20,30.

BACINO PROVINCIALE DI PIACENZA                                                                                                      

Nessuna astensione prevista (l’ Organizzazione Sindacale USB Lavoro Privato non è presente).

Il servizio riprenderà regolarmente con le corse che inizieranno dopo il termine delle eventuali astensioni dal lavoro. Le corse garantite anche in caso di sciopero sono indicate nelle tabelle orarie presenti alle fermate e pubblicate nella sezione "Linee" del sito internet www.setaweb.it. Informazioni in tempo reale sugli orari di passaggio dei bus sono disponibili direttamente sul proprio smartphone/tablet scaricando l’applicazione gratuita “Seta”, disponibile negli store online delle piattaforme Apple, Android e Nokia/Windows. Il servizio è accessibile anche attraverso la sezione “Quanto manca?” del sito internet di Seta.

Per ogni ulteriore informazione gli utenti possono contattare SETA al numero telefonico 840 000 216 oppure via WhatsApp al numero 334 2194058.

Pubblicato in Cronaca Emilia
Pagina 1 di 4