Visualizza articoli per tag: bambini

Sabato, 13 Giugno 2020 10:25

Da lunedì riaprono le aree gioco nei parchi

La soddisfazione dei sindaci e del presidente Zanni: "Accolte le nostre richieste, dal 15 i parchi pubblici torneranno finalmente ad essere uno spazio di svago e socialità per i più piccoli"

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Appuntamento al gattile comunale di Le Mose (Piacenza), nel pomeriggio di domenica 27 ottobre dalle 15.30, con un laboratorio rivolto ai bambini dai 4 ai 10 anni: “Con il gatto alla scoperta dei libri”. 

Il progetto, promosso dalla pedagogista Francesca Ronchetti in collaborazione con il responsabile della struttura di ricovero per i felini, Paolo Repetti, prevede l’interazione tra i piccoli partecipanti e gli amici a quattro zampe, di cui sono stati selezionati, tra gli ospiti del gattile, gli esemplari ritenuti più idonei – per condizioni di salute e attitudine alla socializzazione – a svolgere un’attività assistita con i bambini.  

La partecipazione è gratuita, ma i posti disponibili sono limitati: occorre prenotare contattando gli organizzatori al 392-6972211 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Si tratta di un vero e proprio percorso di pet therapy, a cura di Leap e associazione “ La collina dei ciuchini”, che attraverso il rapporto con gli animali valorizza, in modo coinvolgente, l’approccio alla lettura e alla curiosità culturale. 

L’appuntamento del 27 ottobre potrebbe essere il primo di una serie di eventi che, sottolinea l’assessore alla Tutela Animali Elena Baio, “al di là della positiva valenza sociale, favorirebbero la relazione tra la città e una struttura preziosa come il gattile, gestita con cura e con passione dai volontari che vi prestano servizio, contribuendo magari ad accrescere le opportunità di adozione per i felini in cerca di famiglia”. 

locandina_27_ott.jpg

Pubblicato in Dove andiamo? Piacenza

"Bambinopoli" quest'anno è green. Imparare, giocando, sul tema "Pianeta è vita". Sabato 7 e domenica 8 settembre a Vignola (Mo) la 18esima edizione. Giochi, animazioni, spettacoli per gli under 13 e incontri per i genitori su alimentazione, territorio ed educazione ambientale. 

Modena –

Tanti laboratori per imparare, giocando, la lezione della sostenibilità e dell’educazione alimentare, e poi incontri sulle abitudini a tavola rispettose dell’ambiente e della salute, l’economia circolare, il riuso, gli orti scolastici
Ruota intorno al tema “Pianeta è vita” la 18esima edizione di “Bambinopoli”, la manifestazione patrocinata dalla Regione Emilia-Romagna e dedicata al mondo degli under 13, che animerà la città di Vignola (Mo) nel fine settimana del 7 e 8 settembre 2019.

“Un grande laboratorio di idee e di creatività per i più piccoli- ha affermato l’assessore regionale all’Agricoltura Simona Caselli presentando oggi la manifestazione assieme al sindaco di Vignola Simone Pelloni-, che avrà come filo conduttore l’attenzione nei confronti dell’ambiente e delle sue risorse. Educare alla sostenibilità, promuovendo un'alimentazione consapevole e avvicinando giovani e adulti alla campagna è uno degli obiettivi che perseguiamo con progetti significativi come le oltre 400 Fattorie didattiche accreditate e le imprese agricole che la Regione nel 2017 e nel 2018 ha sostenuto con circa 700mila euro attraverso due bandi del Programma regionale di sviluppo rurale 2014-2020. Obiettivo: dare gambe a progetti di educazione alimentare indirizzati alle scuole e alle famiglie, orientare i consumi e la scelta consapevole degli alimenti, far conoscere a bambini e ragazzi di tutte le età il mondo rurale, le sue tradizioni e culture, l’attività agricola che sta dietro prodotti e alimenti tipici del territorio regionale”. 

Negli anni scorsi le presenze a "Bambinopoli" si sono attestate a quota 30mila, quest'anno si punta a 50mila visitatori. Oltre 14 le associazioni sportive convolte, 10 laboratori e un convegno con formatori di Palo Alto (California, Stati Uniti) su “Educare i bambini alla felicità”.
Tra gli eventi, quelli dedicati al riuso e un mercatino organizzato da mamme e papà per dare “nuova vita” a tutto ciò che serve per i bambini tra indumenti, libri e giochi. Anche l’attività fisica avrà uno spazio dedicato nella manifestazione, con il Villaggio dello Sport, dove i bambini potranno cimentarsi in diverse attività sportive, dal calcio alle arti marziali.
Tra i convegni segnaliamo l’incontro su “Alimentazione e ambiente nelle scuole” che si terrà giovedì 5 settembre presso la Rocca di Vignola (Mo). Qui, alcuni esperti come Roberto Cavallo, agronomo e attivista ambientale, Annalisa Renzi, esperta in formazione ed educazione ambientale, Mara Ramploud, medico e nutrizionista, Lia Cortesi, referente del progetto Orto in Condotta nelle valli forlivesi e Alberto Tripodi, dell’Ausl di Modena, interverranno per mettere in luce le esperienze e le prospettive possibili di una didattica dove le scelte alimentari vadano di pari passo all’attenzione nei confronti del territorio e dell’ambiente in cui i bambini crescono./OC

Pubblicato in Dove andiamo? Modena
Il 24 e 25 maggio l’evento Open! Studi Aperti apre gli studi di architettura di Parma e provincia al pubblico. L’Ordine degli Architetti di Parma organizza laboratori di architettura per bambini.
 
Parma -
 
L’Ordine degli Architetti PPC di Parma promuove la manifestazione nazionale Open! Studi Aperti che si tiene quest’anno il 24 e 25 maggio e offre al pubblico la possibilità di visitare gli studi d’architettura e conoscere i progetti su cui stanno lavorando. 
Nell’ambito dell’evento che coinvolge Parma e provincia, sabato 25 maggio l’Ordine degli Architetti organizza 4 laboratori di architettura gratuiti per bambini dai 6 ai 10 anni presso gli studi aperti in città, in collaborazione con Artificio Società Cooperativa.
 
Secondo questa filosofia, l’Ordine degli Architetti di Parma ha deciso quest’anno di dedicare particolare attenzione al mondo dei più piccoli, organizzando 4 laboratori di introduzione all’architettura per mezzo del gioco. Lo scopo è offrire un’opportunità di scoperta della disciplina e del lavoro dell’architetto anche e soprattutto ai bambini, che solitamente sono esclusi da questo genere di esperienze.
 
L’architettura in Italia entra nel percorso di studi a partire dalle scuole secondarie, più spesso dalle scuole superiori. L’importanza di un approccio che parta invece da un’età inferiore, come accade per l’arte, la musica o una lingua straniera, è altissima, in ragione dell’apertura mentale che il progetto può offrire a un bambino. Tra i bimbi di oggi ci sono i futuri progettisti, ma soprattutto i fruitori di domani.
Nell’organizzazione dei laboratori presso quattro studi aperti aderenti, l’Ordine degli Architetti di Parma ha chiesto la collaborazione di Artificio Società Cooperativa, un gruppo di esperte di didattica museale che da anni collabora con le più rilevanti istituzioni culturali del territorio parmense, tra cui la Soprintendenza ai Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici di Parma e Piacenza, la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna, il Polo Museale dell’Emilia Romagna, la Fondazione Cariparma.
 
Quella di quest’anno è un’edizione prototipo allo scopo di stimolare l’interesse dei professionisti e del pubblico verso l’argomento e costruire una grande manifestazione dedicata all’architettura per bambini e alla scoperta della città nel 2020. Il progetto educativo “Scorribande! Visite e laboratori di architettura per bambini nella città”, creato dall’Ordine degli Architetti di Parma è stato selezionato e inserito nel Calendario di attività promosse dall’Amministrazione Comunale in occasione di Parma Capitale italiana della Cultura 2020.
Sul sito https://studiaperti.com/ è possibile consultare la mappa degli studi visitabili e conoscere il loro programma.
 
In allegato il PROGRAMMA dei laboratori per bambini.
Pubblicato in Dove andiamo? Parma

L'associazione “Le Petit Vélo” organizza, con il sostegno del Comune di Parma, tanti appuntamenti per far scoprire il piacere della bicicletta a bambini dai 3 ai 5 anni.

Parma -

Far conoscere e apprezzare il piacere della bicicletta ai bimbi più piccoli: si è svolto oggi, in piazzale Pablo, alla presenza dell'assessora alla Partecipazione e ai Diritti dei cittadini Nicoletta Paci, il primo appuntamento di “Due Passi – Due Ruote”, il laboratorio organizzato dall'associazione “Le Petit Vélo”, con il sostegno del Comune di Parma, per far scoprire le due ruote e il piacere di muoversi in bicicletta a bambini dai 3 ai 5 anni.

Poiché i buoni riflessi si acquisiscono sin da piccoli “Le Petit Vélo” propone dei laboratori divertenti con delle “draisine” (biciclette senza pedali) in un ambiente protetto, ideati e adattati al pubblico, indirizzati ai bambini per imparare le basi dell’equilibrio e dello spostamento in bicicletta attraverso una serie di giochi e attività specifiche.

Gli obiettivi sono fornire ai bambini le competenze teoriche e pratiche per usare la bicicletta in sicurezza, fare della bicicletta un mezzo di educazione e di coinvolgimento sociale, incoraggiarne l’utilizzo per il benessere mentale e fisico, ma anche sensibilizzare sull'attenzione all’ambiente per il benessere pubblico, promuovendo la bicicletta come mezzo di trasporto sostenibile.

Le prossime date del progetto e i luoghi in cui si svolgeranno: 16 maggio, Cittadella; 30 maggio, piazza Salvo d’Acquisto; 3 giugno, parco via Bramante; 20 giugno, piazzale Lubiana; 24 giugno, parco via Newton; 4 luglio, parco Ducale; 11 luglio, parco giochi via Mordacci; 5 settembre, parco via Bramante; 9 settembre, piazzale Pablo.

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

SLEGATI! FESTIVAL, il primo festival dedicato ai giochi furbi, alla musica e ai mattoncini. IV edizione presso gli spazi del Workout Pasubio Temporary di Parma (Via Palermo, 6) i prossimi 4 e 5 maggio.

Parma -

Secondo la Treccani giocare significa “dedicarsi ad un’attività regolata caratterizzata da un certo impegno fisico e psichico e da una dose di competizione”. Giocare vuol dire divertirsi, ma non solo dato che il divertimento può anche essere passivo, mentre il gioco è necessariamente attivo. Il gioco risveglia e attiva la creatività, stimola la sperimentazione e la contaminazione dei linguaggi, connette le generazioni e le realtà etnico-culturali. Secondo Platone svela i tratti nascosti del carattere delle persone e secondo Umberto Eco è una scuola di vita. Il gioco è un elisir di lunga vita! Lo sanno bene gli organizzatori di SLEGATI! FESTIVAL che, giunto quest’anno alla IV edizione, invaderà gli spazi del Workout Pasubio Temporary di Parma (Via Palermo, 6) i prossimi 4 e 5 maggio.

Il primo festival dedicato ai giochi furbi, alla musica e ai mattoncini, appuntamento ormai molto atteso in città e dintorni, torna permettere a disposizione di tutti l’esperienza del giocare; in primis con una vastissima gamma di giochi: dai più celebri e conosciuti, alle chicche più inusuali, dalle proposte più nuove e à la page ai giochi antichi e perduti, ma non solo. Accanto a un intenso programma di attività ludiche diverse rivolte a tutte le fasce d’età, quest’anno Slegati! offre la possibilità di misurarsi con la propria creatività con il nuovo concorso di libera costruzione con mattoncini LEGO®,

Due giorni di gioco dal mattino (apertura cancelli: ore 10) a notte fonda con attività e laboratori legati al mondo LEGO®, oltre a giochi da tavolo, installazioni, letture, musica, concerti e spettacoli, la ormai mitica riffa e un momento di presentazione alla città dei progetti di Think Big.

L’iniziativa è creata e organizzata dall’Associazione culturale SLEGATI!, nata dalla sinergia fra il negozio indipendente Orso Ludo e L’APS Superfamiglia, con la collaborazione e il sostegno di numerosissime realtà locali, il sostegno e il Patrocinio del Comune di Parma e il Patrocinio della Regione Emilia Romagna. 

Tre le aree tematiche fondamentali in cui saranno organizzate le attività: Lego e Giochi, Laboratori Creativi e Spettacoli.

 

LEGO® E GIOCHI 

I LEGO®, celeberrimi mattoncini danesi che hanno accompagnato intere generazioni, sono gli ospiti d’onore della vastissima area dell’ex Padiglione Nervi. 

Curati dall’Associazione Sleghiamo la Fantasia saranno 3 gli spazi dedicati ai mattoncini più amati del mondo: MONTA & SMONTA che mette a disposizione un ampissimo catalogo di set LEGO® per prestito e costruzione destinata a giocatori dai 5 ai 99 anni; DUPLO® è per i bambini più piccoli (1/4) anni, che avranno a disposizione una grande quantità di mattoncini DUPLO® su una superficie adatta a “gattonare” e costruire con la massima libertà; LABORATORIO DI MOSAICO in cui viene messo a disposizione materiale utile per la realizzazione di artistiche mattonelle musive con mattoncini colorati di 1x1cm su base di 16x16cm.

Grande novità di quest’anno è il concorso di libera costruzione con mattoncini LEGO®, SLEGA LA FANTASIA, realizzato in collaborazione con l’Associazione Sleghiamo la fantasia: la partecipazione è gratuita ed è aperta a bambini (6/10 anni) e ragazzi (11/13) che sono invitati a creare a casa una costruzione personale e di fantasia con i mattoncini LEGO®, e poi a consegnarli durante la giornata di sabato o di domenica entro le ore 13.00.

Domenica 5 maggio alle 17.30 verranno premiati, con confezioni LEGO®, il primo, il secondo e il terzo classificato di entrambe le fasce di età. 

Durante la serata di sabato, sarà trasportata a Slegati! la celebre GIOVA’S NIGHT, in cui quasi un centinaio di GIOCHI DA TAVOLO (di strategia, di abilità, di cooperazione, astratti e di indagine e molti nuovi giochi appena usciti da Modena Play), saranno spiegati e messi a disposizione del pubblico. A servizio dei partecipanti ci sarà la competenza e la simpatia di Giovanni Melandri con la collaborazione dei dimostratori di alcune case editrici. 

Sempre nella giornata di sabato, un’intera area sarà destinata ai giochi “d’altri tempi” realizzati dal falegname e creatore Piero Santoni che con la sua Ingegneria del Buon Solazzo, inventa e crea giochi artigianali in legno che sono una tale attrazione (anche turistica) da fare concorrenza ai grandi parchi giochi ed alla play station.

All’ingresso del Festival si possono acquistare i biglietti per la Riffa Buffa: il sorteggio dei premi messi in palio da Orso Ludo che avverrà domenica pomeriggio alle 16.30 con l’irresistibile spettacolo del “grande” Mago Gigo. Alla fine della Riffa si svolgerà anche la premiazione del concorso. 

Nel pomeriggio di domenica saranno presentati alcuni progetti vincitori di Think big, chiamata di idee promossa da Fondazione Cariparma e Libera Università dell’Educare per promuovere la partecipazione dei giovani a processi di sviluppo locale; Girocla, Cinemino itinerante, Agora Europa, Captcha e Parma che sogna proporranno una piccola attività per raccontare lo spirito che li anima.

 

LABORATORI 

Sono tre anche le aree laboratoriali nelle quali si potranno cimentare i bambini: laboratori musicali, “naturali” e motori.

I protagonisti del progetto RE-FUGEES, terranno, insieme ai richiedenti asilo e rifugiati ospiti dei progetti di accoglienza di Svoltare Cooperativa Sociale e G.U.S. (Gruppo Umana Solidarietà), il laboratorio di costruzione di strumenti musicali con materiali di riciclo.

EMC2 Onlus realizza invece i LABORATORI VIGHÈFFIATI!: esperienze interattive per lo sviluppo partecipato delocalizzato con il Giardino da annusare, le Kokè da realizzare, Bombe di fiori che gli insetti possano amare e le Piante da adottare.

Tornano anche i Laboratori di Attività Motorie a cura di MT Personal Training Studio, uno spazio per la promozione del movimento in cui i partecipanti (i bambini dai 6 anni di età) potranno correre, rotolare, saltare, saltare, camminare seguendo percorsi di destrezza, staffette, giochi di percezione senso-motoria e approcci al mondo sconosciuto dell’equilibrio statico-dinamico e coordinazione generale, dove il corpo e la fantasia saranno protagonisti. Le sessioni laboratoriali, di venti minuti l’una, avranno luogo la mattina di domenica dalle ore 10 alle 13.

  

SPETTACOLI

A partire dalle ore 11.00 di sabato 4 maggio la musica comincerà a riempire gli spazi del festival con il jazz festoso e accattivante della Royal Stompers Dixieland Band; dai più celebri temi del Dixieland e dello Swing a infuocati soli e improvvisazioni collettive dei fiati: questa trascinante band suonerà i classici dell’early jazz …e in un tratto il Wopa sembrerà essere a New Orleans e non a Parma!

Il jazz tornerà ad essere ciò che era nelle strade di New Orleans agli inizi del 900 anche con la Dirty Dixie Jazz Band, in pista durante le giornate domenica 5 maggio dalle ore 11.00, un ensemble itinerante di interpreti esuberanti e scanzonati che con sonorità potenti ed un'improvvisazione grintosa sorprenderà e trascinerà irrefrenabilmente il pubblico, oggi come cento anni fa.

Sabato alle 22.00 sul palco saliranno i Cinzano Five con il loro funky e latin jazz dal sapore anni sessanta e settanta, impossibile non ballare, così come per il dj-Set di fine serata, alle ore 24.00 con DJ Panino e i suoi vinili di jazz funk, soul funk e rap primordiale.

Domenica alle ore 19.00 la world music romagnola dei Supermarket regalerà un repertorio variegato dove il calypso, il jazz, la cumbia, il tango si sposano tra loro, mentre a chiudere la giornata alle ore 21.00 sarà El Garrincha DJ-set con musica a 370 gradi: happy disco, rock’n’roll e chicche introvabili.

 

Negli spazi del Festival saranno presenti un bar e diversi punti ristoro curati da selezionate realtà del territorio, Impasto Zero e gelateria Caraibi, per garantire una offerta culinaria variegata e di alta qualità.

Tutti i giochi, i laboratori, gli spettacoli sono a ingresso gratuito.

Informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – 0521.1813720 – Facebook: Associazione Culturale Slegati.

 

festival-gioco-parma.png

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Riaprono nel primo weekend di marzo i Musei del Cibo della provincia di Parma. Dopo la pausa invernale, il circuito dedicato ai prodotti d'eccellenza del territorio parmigiano, quest'anno si ripropone con una grande novità: l'ingresso del Museo del Culatello di Zibello nel circuito.

A Parma, "City of Gastronomy Unesco" e città italiana della "Cultura 2020" non poteva mancare un progetto, ideato all'inizio degli anni 2000 per conservare e promuovere le tradizioni enogastronomiche del territorio, ormai patrimonio universale.
I musei che celebrano i prodotti che hanno reso questa terra, la "Food Valley", famosa nel mondo, sono sette attualmente: il Museo del Parmigiano Reggiano a Soragna, del Culatello di Zibello e del Masalén a Polesine, della Pasta e del Pomodoro a Collecchio, del Vino a Sala Baganza, del Salame a Felino, del Prosciutto di Parma a Langhirano. È partito inoltre, altra novità di quest'anno, l'iter di progettazione del Museo del Fungo Porcino di Borgotaro che entrerà a pieno titolo nel circuito museale nel 2020.

Come ogni anno nel mese di riapertura si susseguono una serie di laboratori ludico didattici per bambini e ragazzi accompagnati dalle famiglie.

 

RIEVOCAZIONE STORICA

Inoltre, quest'anno, nel week-end precedente la riapertura (23-24 febbraio), il Castello di Felino, che ospita nelle antiche cucine il Museo del Salame, sarà teatro di una grandiosa rievocazione storica, organizzata da Parmensis Mansio Templi, Pro Loco e Comune di Felino, Castello di Felino, Musei del Cibo, Archeo Vea, Sfera e Università degli Studi di Parma.
Oltre 100 persone saranno coinvolte nell'evento, che si avvale anche di archeologi dell'Università di Parma, per la scoperta del castello eccezionalmente visitabile nella sua interezza insieme al Museo del Salame.
"Felino 1407 - Assalto al castello" è il titolo della due giorni che si svolgerà nella fortezza, ai tempi ritenuta inespugnabile. Il castello di Felino era il centro e la principale roccaforte della famiglia Rossi, arma fondamentale nella lotta per la supremazia nei territori parmensi.

In particolare sarà rievocata la storia di Giacomo de' Rossi, al tempo dei fatti vescovo di Luni e di suo fratello Pier Maria I (padre del Pier Maria II che fece costruire Torrechiara) e di come i due fratelli, protagonisti nelle diatribe tra Milano e Venezia difesero il castello dagli attacchi di Ottobono Terzi.
Durante le due giornate si svolgeranno "scontri armati", attività didattiche, vita di corte all'interno del Castello e, ogni ora, visite guidate. La rievocazione si svolgerà sabato 23 dalle 12 alle 19.30 (a seguire cena medievale all'interno del Castello); domenica 24 inizio evento alle 10 e chiusura alle 17.

 

ATTIVITA' PER BAMBINI

Domenica 24, alle 15 all'esterno del castello infuria la battaglia, nelle antiche cucine è programmata un'attività (gratuita) per i bambini dai 6 ai 10 anni. Sarà un gioco alla scoperta del Museo: da quanto tempo i maiali vivono nella nostra zona? Chi era il norcino? Che cosa è la "pelle" del salame? Un divertente percorso tra giochi e indovinelli da fare insieme agli amici e ai genitori. E alla fine, per chi sarà riuscito ad arrivare fino in fondo, una piccola sorpresa da conservare come ricordo dell'avventura. L'ingresso è a pagamento (gratuito per i bambini fino ai 10 anni). Info e prenotazioni 340.1939057, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; info cena Medievale 342.8789739, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domenica 3 marzo sarà invece protagonista il Museo del Vino di Sala Baganza con due appuntamenti.
Il primo alle 15 – "A Carnevale... ogni vino vale": maschere, palloncini, parrucche e festoni faranno da scenario ad una divertente caccia al tesoro nelle antiche cantine della Rocca Sanvitale di Sala Baganza. Tra coriandoli e stelle filanti i veri protagonisti della giornata saranno i vini! Giocando negli affascinanti ambienti del Museo i bambini scopriranno le maschere tradizionali e i vini delle varie regioni della nostra penisola arrivando alla conquista di un prezioso tesoro! A cura di Pro Loco Sala Baganza, è consigliato ai bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni. La partecipazione è gratuita, la prenotazione obbligatoria (IAT Parma, 0521.218889, attivo tutti i giorni 9-19).

Alle 16.30, "Alla scoperta del Museo del Vino", è un modo nuovo di vivere il museo: un gioco divertente e una sfida che si può lanciare agli amici o ai parenti. Dove tenevano il vino gli antichi romani? Cosa sono i viticci dell'uva? A cosa serviva una brenta? Questi alcuni dei quesiti che dovranno essere risolti. Anche in questo caso chi riuscirà a risolvere il rebus riceverà una piccola sorpresa da conservare come ricordo dell'avventura. È consigliato per bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni, da soli o con adulti accompagnatori.

 

INFORMAZIONI

Tutti i Musei sono aperti dal 1° marzo all'8 dicembre (compreso) il sabato, la domenica e i giorni festivi.
Orario: Museo del Prosciutto di Parma (Langhirano), Museo della Pasta (Collecchio), Museo del Pomodoro (Collecchio) dalle 10 alle 18; Museo del Parmigiano Reggiano (Soragna), Museo del Salame (Felino) e Museo del Vino (Sala Baganza) dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18; Museo del Culatello Dal 1 febbraio al 30 dicembre, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18; lunedì non festivi chiuso.
Info e prenotazioni: IAT Parma, 0521.218889, attivo tutti i giorni 9-19, www.museidelcibo.it

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Venerdì, 02 Novembre 2018 14:07

Scivolo pericoloso a Sala Baganza

Di Redazione - Continuano le segnalazioni dei nostri lettori. Questa volta da Sala Baganza, un paese della provincia di Parma. Secondo quanto riportato da un cittadino del luogo, il nuovo Parco Giochi per bambini, situato in Via Campi a Sala Baganza, inaugurato da poco, non presenta le caratteristiche di sicurezza adeguate.

Il cittadino ci ha inviato una foto, che ritrae lo scivolo privo di tappetino, che a parer suo, e molto probabilmente di altri genitori, può causare un pericolo per i bambini che potrebbero farsi male arrivando a fine corsa dello scivolo.

Effettivamente, guardando la foto, sassi e detriti vari potrebbero ferire i bimbi che vanno li a giocare.

Siamo certi che l'amministrazione comunale di Sala Baganza prenderà provvedimenti per risolvere la situazione nel minor tempo possibile.

Nel frattempo, cari lettori, continuate ad inviare le vostre segnalazioni alla redazione della Gazzetta dell'Emilia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 (Segue galleria immagini)

 

5a702065-3d01-4cfa-8e7e-19c6a3c568e4.jpg

 

 

PHOTO-2018-11-02-14-16-57_3_1.jpg

 

 

Pubblicato in Cronaca Parma

L' App NUBI (NUtrizione BImbi) è stata pensata per dare un aiuto concreto e quotidiano alle famiglie che cercano di offrire una dieta equilibrata ai propri figli. Nella puntata di ieri di Superquark considerazioni e interviste al Rettore Paolo Andrei e ai proff. Carlo Caffarelli e Francesca Scazzina.

Parma, 2 agosto 2018 –

La puntata di ieri Superquark, su Rai1, ha dedicato un approfondimento a NUBI (NUtrizione BImbi), l'App creata dallo spin-off MADEGUS e dal Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco dell'Università di Parma e realizzata grazie alla collaborazione dell'Artificial Intelligence Laboratory del Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell'Ateneo.
Nel corso del servizio sono andate in onda interviste al Rettore Paolo Andrei, al prof. Carlo Caffarelli, Direttore della Scuola di Pediatria dell'Ospedale dei Bambini, e alla prof.ssa Francesca Scazzina, docente di Nutrizione e salute al Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco.

La App, scaricabile gratuitamente, è stata in parte finanziata dal Comune di Parma con l'intento di accompagnare i genitori nella gestione dell'alimentazione dei propri bambini. L'applicazione è pensata per completare il servizio offerto dalla ristorazione scolastica ed è rivolta a tutti i genitori dei bambini che frequentano nidi, scuole dell'infanzia e scuole primarie del Comune di Parma.

L'App NUBI si pone l'obiettivo di assistere i genitori nelle scelte e nella preparazione delle cene dei propri figli, promuovendo così comportamenti bilanciati e corretti. La App, spiegata dalla prof.ssa Scazzina, è stata pensata per dare un aiuto concreto e quotidiano alle famiglie che cercano di offrire una dieta equilibrata ai propri figli. Strumenti come questo, che promuovono la corretta alimentazione, sono fondamentali per contrastare l'ambiente "obesogenico" in cui viviamo. L'obesità infantile è un problema sanitario di cui ha parlato il prof. Carlo Caffarelli.

Il Rettore Paolo Andrei ha sottolineato quanto sia importante intervenire nella prevenzione, dati i problemi e i costi sanitari dell'obesità e delle patologie correlate. Per l'Università di Parma è fondamentale l'impegno sul territorio: infatti l'Ateneo mette a disposizione le competenze e le eccellenze dell'Ateneo, e NUBI ne è un esempio concreto.

Nel corso della trasmissione sono andate in onda riprese effettuate tra l'altro nell'ambulatorio di diabetologia dell'Ospedale dei Bambini con Brunella Iovane, Pediatra Diabetologo della Pediatria generale e d'urgenza e Tiziana Incerti Dietista del Centro di Diabetologia Pediatrica del Maggiore.
È possibile vedere il servizio su RaiPlay, a questo link, al minuto 109.

Fonte: Università di Parma

Pubblicato in Cronaca Parma

Sabato 16 e domenica 17 dicembre: primo weekend della rassegna dedicata a famiglie e bambini con tanti laboratori, narrazioni e giochi.

Parma, 15 dicembre 2017

Al via Racconti di Natale la rassegna dedicata a bambini e famiglie, promossa dall'Assessorato alla Cultura e dalle Biblioteche del Comune di Parma, con un calendario di oltre 100 appuntamenti tra narrazioni, performance, spettacoli, laboratori, proiezioni e incontri con autori per tutte le fasce d'età.

Ecco il programma del primo weekend della rassegna alla Galleria San Ludovico:

Sabato 16 dicembre

Galleria San Ludovico

ore 10.00 e ore 11.30
La mia casa
Laboratorio di collage a cura di Monica Monachesi con Philip Giordano
Ognuno nel suo spazio colorato, ognuno nel luogo più amato!
Un libro pieno di colore da creare insieme, ispirato a C'est ma maison di Philip Giordano.
Dai 7 ai 10 anni. Max 15 partecipanti ad incontro. Durata: 1 h e 30. Prenotazione obbligatoria: 0521.218855 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (tutti i giorni dalle 10.30 alle 17.30).

ore 16.00
I piccoli aiutanti di Babbo Natale
Giochi didattici per creativi addobbi scintillanti a cura di Comelasfoglia Studios.
Come coinvolgere i più piccoli in attività creative realizzando decorazioni natalizie, reinventando i materiali quotidiani. L'emozione esplorata sarà la gioia associata al colore.
Da 0 a 3 anni. Max 10 bambini. Durata: 1 ora. Prenotazione obbligatoria: 0521.218855 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (tutti i giorni dalle 10.30 alle 17.30).

ore 17.30
La luna di Luca
lettura con musica dal vivo con l'autrice Silvia Roncaglia e la musicista Anna Palumbo.
Una storia da leggere insieme per condividere, con meraviglia, il mistero della vita.
In collaborazione con Libreria Libri e Formiche. Durata: 1 ora. Per tutti.

Domenica 17 dicembre

Galleria San Ludovico

ore 10.00
I caldomorbidi: EMOZION'ARTI e conTatto
Un laboratorio con cui tornare indietro nel tempo, dove cucire emozioni, odori, ricordi, dentro un piccolo cuscino, in cui chiudere sensazioni, desideri e profumi. Perché il Natale è il periodo più caldo e morbido dell'anno. Max 18 bambini dai 3 ai 5 anni accompagnati da un adulto. Durata: 1 h e 30. Prenotazione obbligatoria: 0521.218855 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (tutti i giorni dalle 10.30 alle 17.30).

ore 11.30
La storia della libellula coraggiosa
Incontro con l'autrice Chiara Frugoni (Ed. Feltrinelli) C'era una volta uno stagno. E sul fondo soffice di questo stagno vivevano piccole larve di libellula... Una storia delicata che parla del coraggio e della metafora del mistero della vita. Durata: 1 ora. Per tutti.

ore 16.00
Storie di oggetti Natalizi: Emozioni d'arte DaDa
A cura di ed. Artebambini. Un laboratorio in cui giocare con il nostro sguardo più irreverente e creativo. Fiocchi, mollette, addobbi sono davvero soltanto quello che appaiono? O nascondono un'altra storia? Un nuovo racconto? Max 18 bambini dai 6 agli 8 anni accompagnati da un adulto. Durata: 1 h e 30. Prenotazione obbligatoria: 0521.218855 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (tutti i giorni dalle 10.30 alle 17.30).

ore 17.30
La sorpresa di Natale. Impariamo il senso del Natale illustrando una storia
A cura di Comelasfoglia Studios. Disegnare dopo la narrazione ciò che più ci colpisce. Il tema sarà la solidarietà e il colore associato il rosso. Dai 3 ai 5 anni. Max 15 partecipanti. Durata: 1 ora. Prenotazione obbligatoria: 0521.218855 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (tutti i giorni dalle 10.30 alle 17.30).

Il programma completo della Rassegna è scaricabile sull'homepage del Portale delle Biblioteche: http://www.biblioteche.comune.parma.it 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Pagina 1 di 7