Visualizza articoli per tag: Territorio Torrile

Se ne è discusso domenica 5 agosto in occasione della festa "Avanti a tutta birra!!!" a Traversetolo.

di Manuel Magnani,Traversetolo - Domenica 5 agosto, agli stand della Festa Avanti a tutta birra!!! promossa dalla Federazione Provinciale del Partito socialista si è tenuto un convegno-dibattito in merito alle fusioni dei Comuni.

Erano presenti il sindaco di Sorbolo Nicola Cesari, segretario provinciale del PD, il sindaco di Mezzani Romeo Azzali, il sindaco di Colorno Michela Canova, consigliere delegato della Provincia di Parma e l'assessore Giorgio Faelli di Torrile, mentre ha moderato l'incontro Manuel Magnani, consigliere comunale del Comune di Collecchio e dell'Unione Pedemontana, membro della segreteria provinciale del PSI.

Diversi i temi toccati, da una prima spiegazione dell'iter procedurale che porta al referendum per la fusione dei Comuni, si è passati poi a spiegare i benefici che comporta una fusione, sia in termini economici che di ritorno verso i cittadini, in termini di economie di scala per i servizi e gli appalti, e inoltre minore spesa per l'efficientamento del patrimoni pubblici, maggior peso politico del Comune costituente per la partecipazione a bandi e progetti anche europei.

Durante il dibattito che ne è seguito, partecipato anche da diversi amministratori pubblici, sia parmensi che reggiani, si è parlato di riforme con particolare driguardo all'ordinamento amministrativo. Ne è desunto che si deve pensare ad un superamento della Legge Del Rio, in quanto all'indomani della bocciatura del referendum del dicembre 2016 risulta essenziale per l'Italia dotarsi di una struttura amministrativa che le possa permettere di guardare all'Europa, magari Unita, superando l'attuale polverizzazione di oltre 8000 Comuni, oltre 100 Provincie e 20 Regioni alcune delle quali non raggiungono nemmeno il milione di abitanti, pari alla dimensione di una piccola metropoli europea.

E' emerso altresì che appuntamenti come questo, di riflessione, spunto e informazione per la gente, devono essere sempre più promossi per favorire una conoscenza consapevole del cittadino e diminuire cosi il populismo dilagante che caratterizza questo periodo storico.

(Manuel Magnani consigliere comunale PSI Collecchio)

Soddisfatto il Sindaco Fadda. Serpagli: "Stanziati 173 mila euro dalla Regione e altri fondi della Provincia. L'intervento, concordato col Comune di Torrile, riqualificherà l'importante attraversamento stradale del torrente Parma in prossimità di San Polo."

Parma, 7 agosto 2018 – La Provincia di Parma – Servizio Viabilità comunica che il ponte di San Siro, in Comune di Torrile, sarà sistemato a breve. Entro fine mese verrà convocata la Conferenza dei servizi.

Attualmente, comunque, il manufatto appare in condizioni accettabili per quanto riguarda lo stato di conservazione e di manutenzione, le travi portanti non sono lesionate.
Si segnalano: una lesione in sinistra idraulica, sul paramento del muro andatorio in lato monte, che si è aperta da lungo tempo e da allora viene tenuta periodicamente monitorata, e altre più modeste lesioni sempre sui paramenti murari.

Le lesioni che appaiono più visibili e che hanno suscitato preoccupazione tra la popolazione locale non costituiscono alcun pericolo: sono stati proprio i saggi effettuati sulle lesioni ad aumentarne la larghezza, senza tuttavia creare alcun problema alla struttura.
E' grazie a tali saggi che si è potuto stabilire che le strutture delle spalle del ponte sono solide e che le crepe riguardano soltanto dei rivestimenti non portanti.

"Sappiamo che si tratta di un ponte strategico per la viabilità della zona, per questo abbiamo previsto un intervento importante per la sua riqualificazione - spiega il Delegato provinciale alla Viabilità Gianpaolo Serpagli – Sono stati stanziati 173 mila euro dalla Regione Emilia – Romagna – Agenzia di Protezione Civile, a cui si aggiungeranno ulteriori risorse della Provincia di Parma. Saranno ripristinate tutte le lesioni sui paramenti murari e sarà rifatta la sede stradale con posa in opera dei guard-rail. L'intervento è quindi finalizzato soprattutto a migliorare la messa in sicurezza della circolazione stradale."

Si prevede che i lavori verranno portati a termine in 2-3 mesi dalla consegna, condizioni atmosferiche permettendo, cercando di contenere comunque al massimo i tempi di esecuzione, visto che tali lavori richiederanno la chiusura al transito sull'intero ponte.

L'intervento è stato sollecitato alla Provincia anche dal Comune di Torrile
Il Sindaco di Torrile Alessandro Fadda commenta:"Questa situazione, che va avanti dal 1999, meritava una risposta di questo tipo, per cui sono molto soddisfatto che la Provincia abbia trovato una soluzione per il nostro territorio. "

Riordino istituzionale. Via libera all'iter per la fusione di sei Comuni: 2 in provincia di Bologna e 4 in provincia di Parma. La Giunta ha approvato altri tre nuovi progetti di legge di aggregazione: Baricella e Malalbergo nel bolognese, Colorno e Torrile nonché Mezzani e Sorbolo nel parmense. Ora il passaggio in Assemblea legislativa per l'indizione del referendum consultivo tra i residenti interessati, che potranno scegliere anche il nome del nuovo Comune unico

Bologna 21 maggio 2018 - La Giunta regionale ha approvato, oggi, tre progetti di legge per la nascita di altrettanti nuovi Comuni al posto di sei attuali in provincia di Bologna e di Parma. I centri coinvolti sono Baricella e Malalbergo nel bolognese, Colorno e Torrile nonché Mezzani e Sorbolo nel parmense.
I progetti di legge regionale saranno ora presentati all'Assemblea legislativa per l'indizione di un referendum consultivo tra i residenti interessati, che potranno scegliere anche il nome del nuovo Comune unico. Dopodiché i progetti di legge torneranno in Aula, e l'Assemblea, tenendo conto degli esiti referendari, voterà la legge di fusione.
La Regione ha accolto le istanze pervenute dai sei Comuni in seguito all'approvazione nei rispettivi consigli comunali. I progetti sono stati presentati dall'assessora regionale al Riordino istituzionale, Emma Petitti.

Le condizioni per i Comuni nati da fusioni
I nuovi Comuni, una volta istituiti, potranno contare su contributi regionali e statali. Oltre a ciò, non saranno applicati vincoli per assunzioni di personale a tempo determinato nel nuovo Comune nato da fusione e questo potrà, al contrario, utilizzare eventuali margini di indebitamento precedentemente consentiti anche a uno solo dei Comuni originari. Infine, nei dieci anni successivi alla sua costituzione, il nuovo Ente unico potrebbe avere priorità nei programmi e nei provvedimenti regionali che prevedessero contributi a favore degli Enti locali.

Le eventuali fusioni sono previste a partire dal 1 gennaio 2019, solo dopo aver tenuto il referendum consultivo nel 2018. Le elezioni degli organi degli eventuali nuovi Comuni potranno avvenire solo nella primavera 2019, mentre gli attuali organi decadranno dal 1 gennaio 2019. Nei primi mesi del 2019 il Comune nascente da fusione dovrebbe essere retto da un Commissario prefettizio.
Sono 10 finora i nuovi Comuni nati da fusioni effettuate dal 2014 a oggi, per un totale di 27 enti soppressi. Sono tre le fusioni per le quali sono stati deliberati i progetti di legge il 26 febbraio scorso (Formignana con Tresigallo e Berra con Ro nella provincia di Ferrara, Castenaso con Granarolo nella Città metropolitana di Bologna).

"La Regione – spiega l'assessora Petitti – come sempre intende mettere a disposizione tutti gli strumenti per cercare di favorire questo percorso di partecipazione, con l'obiettivo di fornire i migliori servizi, cercando di mantenere, ove possibili, costi sostenibili. Alla fine del percorso prevarrà la strada scelta dai cittadini attraverso il referendum democratico".

Baricella e Malalbergo (Bologna)
Nella Città metropolitana di Bologna i Comuni che hanno presentato istanza congiunta per la fusione (il 9 aprile scorso) sono Baricella e Malalbergo, che hanno deliberato il progetto di fusione nei rispettivi Consigli comunali nell'aprile scorso.
Entrambi i Comuni appartengono all'Unione dei Comuni Terre di Pianura, costituita il 28 gennaio 2010 a seguito della trasformazione dell'omonima ex Associazione intercomunale, alla quale aderiscono anche i municipi di Budrio, Castenaso, Granarolo dell'Emilia e Minerbio.
Il Comune di Baricella al 1 gennaio 2017 registrava 7.011 abitanti in una superficie di 45,48 chilometri quadrati. Malalbergo, 8.982 abitanti in 53,82 chilometri quadrati.
Per quanto riguarda i contributi finanziari, regionali e statali, di cui questa eventuale fusione potrà godere constano di 151.671 euro per ogni anno per 10 anni (per un totale di 1.516.710 euro, a carico della Regione). A questa cifra si aggiungeranno 15.995.990 euro dallo Stato per un totale di 17.512.700 euro.

Colorno e Torrile (Parma)
Nel parmense la fusione riguarda Colorno e Torrile ed è stata presentata il 6 aprile di quest'anno. Colorno all'1 gennaio 2017 aveva 9.006 abitanti su 48,41 chilometri quadrati di superficie, mentre Torrile 7.777 abitanti su 37,15 chilometri quadrati. Nell'arco di dieci anni i contributi finanziari in caso di fusione ammontano a 15.451.660 euro (1.517.050 dalla Regione e 13.934.610 dallo Stato).

Mezzani e Sorbolo (Parma)
Sempre in provincia di Parma si va verso la fusione di Mezzani e Sorbolo, la cui richiesta è stata avanzata il 30 marzo 2018. Al 31 gennaio 2017 Mezzani aveva 3.259 abitanti su 28,70 chilometri quadrati di superficie, mentre Sorbolo conta 9.507 residenti su 39,53 chilometri quadrati. I contributi finanziari di cui questa eventuale fusione potrà godere sono pari a 17.161.640 euro in dieci anni (15.995.100 dallo Stato e 1.166.540 euro dalla Regione).

Sorbolo_interruzione_alluvione-IMG_9145.jpg

 

Pubblicato in Economia Emilia

La Gilda degli Insegnanti di Parma denuncia la presenza di esponenti politici del Partito Democratico nelle scuole durante le ore di lezione: "Un esponente politico locale del Partito Democratico, durante le ore di lezione, è entrato in una classe del plesso di scuola primaria di San Polo di Torrile. Ennesimo caso nella nostra provincia.". -

Parma, 24 novembre 2015 - 

E' stato reso noto che nei giorni scorsi un esponente politico locale del Partito Democratico, durante le ore di lezione, è entrato in una classe del plesso di scuola primaria di San Polo di Torrile.
E' grave la continua presenza di esponenti della formazione politica di governo all'interno delle scuole Parmensi come se ciò fosse normale, quello di San Polo è solo l'ennesimo caso nella nostra provincia. L'indipendenza della scuola Statale dalla politica dovrebbe essere "sacra", purtroppo qualcuno nel nostro territorio sta mettendo in discussione questo principio. Continuiamo a rilevare che ad entrare nelle scuole Parmensi sono sempre gli esponenti dello stesso partito, i quali non esitano a piazzarsi insieme alle scolaresche facendosi riprendere dalle telecamere e immortalare dai fotografi.
Questo comportamento locale del Pd, sommato alle gravi azioni che a livello nazionale sta portando avanti contro i docenti italiani, è la rappresentazione di un andazzo intollerabile rispetto al quale non resteremo mai silenti.
Salvatore Pizzo, coordinatore provinciale della Gilda di Parma, commenta con amaro sarcasmo: "Mancano solo le parate e le marcette come avveniva in altri periodi storici".

(Fonte: ufficio stampa Gilda Insegnanti Parma)

Mercoledì, 22 Luglio 2015 17:00

Sulla riviera del Grande Fiume "Un Po di Sport"

Dal 29 agosto al 4 ottobre oltre 50 eventi sportivi per la promozione culturale, gastronomica e turistica del territorio fluviale. Tappa a Mezzani, Casalmaggiore, San Secondo P.se, Colorno, Sissa-Trecasali, Torrile e Sorbolo .-

Parma, 21 luglio 2015 – in allegato la locandina -

Beach Volley, Beach Rugby, Beach Soccer, Canottaggio, Mountain bike, Handbike, Scherma, Triathlon, Baseball, Rugby, Judo, Tiro con l'arco, Sci nautico, Calcio a 5, Karate, Calcio balilla, Ping Pong, Running, Boxe, Pesca e tanti altri ancora.

Tanto sport ma anche degustazioni, spettacoli, incontri presentazioni sul Grande Fiume grazie a "Un Po di Sport", l'innovativo progetto di promozione dell'area rivierasca, del suo patrimonio ambientale, umano e storico che attraverserà diversi paesi dal 29 agosto al 4 ottobre.

Un mese di eventi con oltre 50 appuntamenti sportivi e culturali, 7 comuni coinvolti, 2 province (Parma e Cremona) con 500mila abitati residenti, 12 specialità enogastronomiche tipiche da assaporare. E poi, incontri sul tema della nutrizione e dei corretti stili di vita, escursioni naturalistiche, mostre, spettacoli lungo le rive del fiume più grande d'Italia.
Un festival itinerante che collegherà la sponda parmense con quella lombarda, facendo tappa a Mezzani e Casalmaggiore (29-30 agosto), San Secondo P.se (6 settembre), Colorno (12 settembre), Sissa-Trecasali (20 settembre), Torrile (26-27 settembre) e Sorbolo (2-3-4 ottobre), per un "gustoso assaggio" del territorio e delle sue numerose risorse, a partire dal fiume Po.

Tantissime le discipline protagoniste del festival che si alterneranno di tappa in tappa, con dimostrazioni da parte di atleti professionisti e la possibilità per il pubblico di partecipare ai diversi sport, anche alla presenza di importanti campioni, come i canottieri Antonio Rossi e Gianluca Farina o le neo campionesse italiane di volley della Pomì Casalmaggiore.

"Un Po di Sport" nasce da un'idea di Abili allo Sport, l'associazione di comunicazione e promozione sociale dello sport disabile e ha trovato subito il sostegno di amministrazioni pubbliche, enti, Università, associazioni locali e imprese private, unite dalla volontà di valorizzare le iniziative già attive sul territorio, mettendole in rete per creare un circuito virtuoso delle eccellenze locali. Questo network sportivo, culturale ed enogastronomico è a disposizione degli utenti anche sul web, grazie al portale dedicato www.unpodisport.it, dove scoprire il programma dettagliato e le peculiarità di ogni tappa, oppure accedendo ai canali social di Facebook, Twitter, Youtube e Instagram per interagire con i promotori utilizzando l'hashtag ufficiale #unpodisport.

un po di sport

Pubblicato in Cronaca Parma

Partenza dalla piazza di Colorno e arrivo nei giardini della Reggia: oltre 16 km immersi nella natura della Bassa. Iscrizioni fino a domani su www.mysdam.it e all’Erreà Point -

 

Parma, 8 aprile 2014 –

Si potrà correre in luoghi pieni di fascino, immersi tra storia e natura. Si terrà domenica 13 aprile nella Bassa parmense la “Diecimiglia di Maria Luigia”, la gara nazionale Fidal di 16,1 km: da piazza Garibaldi di Colorno, di fronte alla Reggia, si passerà per Vedole, Sant'Andrea, Rivarolo e Torrile, per poi rientrare a Colorno e tagliare il traguardo nello splendido giardino del Palazzo ducale. Una manifestazione che sarà l’occasione non solo per praticare sport ma anche per far conoscere a tutti il territorio, grazie alle diverse iniziative in programma sabato per i podisti e per chi li accompagna, e dare una mano a chi ne ha bisogno: per ogni pettorale assegnato un euro sarà infatti donato all'associazione Help for Children; mentre per ogni kg di Parmigiano Reggiano venduto dell’azienda agricola Valserena, un euro sarà devoluto alla sezione Avis di Torrile.  

La gara, che si svolgerà su un percorso pianeggiante, è organizzata dalla Polisportiva Torrile Running Team, con la collaborazione del Comune di Colorno, il patrocinio della Provincia e grazie al contributo di Erreà, Cantine Ceci e Italiana Assicurazioni. 

Questa competizione potrà diventare nel tempo un esempio di come unire lo sport alla promozione del nostro territorio - ha detto il responsabile dell’Agenzia provinciale per lo Sport Walter Antonini, nella presentazione di questa mattina in Provincia -.  Gli organizzatori hanno infatti colto nel segno affiancando alla gara sportiva dei pacchetti turistici per permettere a chi viene di godere delle bellezze del Parmense: la corsa diventa così una vetrina di ciò che possiamo offrire anche dal punto di vista enogastronomico, paesaggistico e culturale”. 

La festa per i podisti, per i loro familiari e amici inizierà quindi già dal sabato. Grazie alla collaborazione dei Comuni di Colorno e Mezzani, della Provincia, dell’Ufficio turistico di Colorno e dell'Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, si potrà infatti approfittare di  diversi pacchetti turistici, con prezzi agevolati per i runners: dalle visite guidate alla Reggia di Colorno e alla Riserva naturale di Torrile ai giri in barca sul Po, dalle visite gratuite all'Acquario di Mezzani al noleggio biciclette per una rilassante scampagnata.

La partenza della gara è fissata domenica alle 10. “Quest’anno abbiamo scelto per la gara un luogo magnifico, che tutti ci invidiano, la Reggia di Colorno: nei suoi giardini si terranno tutte le operazioni prima della partenza e si concluderà la corsa, con le premiazioni e il Pasta Party – ha spiegato il presidente della Polisportiva Torrile running team Mauro Melegari -. Cercheremo di accogliere al meglio i tanti podisti che arriveranno, ne aspettiamo circa 500, in modo da far trascorrere a tutti una bella giornata di sport”. 

“Abbiamo già ricevuto tante iscrizioni dal Nord Italia, come dalla Lombardia, dal Veneto o dalla Liguria ma speriamo che anche tanti parmigiani vogliano partecipare, anche perché in molti ancora non conoscono bene la nostra Bassa – ha aggiunto l’organizzatore della gara Andrea Fanfoni -. Tra i podisti iscritti c’è già Ivana Iozzia, vincitrice della maratona di Torino dello scorso anno, e due atleti di livello internazionale, uno proveniente dal Ruanda e l’altro dal Kenia”. 

Le iscrizioni sono aperte su www.mysdam.it fino alle 24 di domani, mercoledì 9 aprile (costo 20 euro). Inoltre ci si potrà iscrivere, sempre fino a domani sera, nel negozio Erreà Point di via Nuvolari di Parma (zona ex salamini) e mercoledì 9 aprile al Centro di atletica di Parma Lauro Grossi, durante il meeting Fidal. I tesserati Fidal delle società di Parma avranno infine la possibilità di iscriversi anche sabato 12 dalle 16 alle 19 nel cortile della Reggia di Colorno. Sono previsti sconti per i gruppi numerosi: ogni 10 iscrizioni una verrà omaggiata dagli organizzatori, se la squadra veste Erreà gli omaggi saranno invece due ogni dieci. 

Potranno gareggiare anche i non tesserati Fidal, Uisp, Csi o Aics: basterà infatti munirsi di certificato medico sportivo e del tesserino giornaliero Fidal per potersi presentare al via. 

A tutti i partecipanti sarà consegnato un pacco gara che comprenderà una maglietta tecnica Erreà Sport, una bottiglia di spumante “Otello Rock” delle cantine Ceci, la “Card del Ducato” dell'Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, che consentirà di avere sconti per un anno sugli ingressi ai castelli, e un coupon che darà accesso ai podisti e ai loro famigliari al Pasta party che si terrà nella tensostruttura allestita dai volontari della Protezione civile a fine corsa. 

Sarà possibile ritirare il pettorale e il pacco gara sabato 12 aprile dalle 16 alle 19 e domenica 13 dalle 7,45 alle 9,45 nel cortile della reggia di Colorno (ingresso piazza Garibaldi).

Le premiazioni si terranno in piazza Garibaldi a partire dalle 11.50. Ai vincitori, oltre ai premi in denaro per circa 3mila euro, ci saranno in palio numerosi cesti alimentari. Infine, Italiana Assicurazioni, fin dal primo anno sponsor della gara, metterà in palio un trofeo per la squadra più numerosa. 

Alla presentazione di questa mattina in Provincia erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Colorno Michela Canova, il sindaco di Torrile Andrea Rizzoli e il sindaco di Mezzani Romeo Azzali. 

 

Il percorso

Si parte dalla piazza di Colorno. Si procede per via San Rocco, via Pasini, Vedole. Si passa in territorio Torrilese, attraversando l'abitato di Sant'Andrea dove è posizionato il traguardo volante Cantine Ceci. Si prosegue in direzione Chiesa di Sant'Andrea, ponte di Rivarolo, Argine fra Rivarolo e Torrile, ponte di Torrile, strada Selva, Circolo Amicizia e si torna a Vedole. Si percorre l'ultimo tratto del percorso sull'argine della Santissima Annunziata e poi si imbocca via Mazzini (Duomo) e quindi ritorno in piazza Garibaldi. Si entra in Reggia, si attraversa il cortile e si esce sotto gli scaloni, arrivando nel giardino.

 

Per info: 

www.torrilerunningteam.it

www.turismo.comune.colorno.pr.it

In allegato scaricabile il volantino

 

(Fonte: Ufficio stampa Provincia di Parma)

 

 

Venerdì, 04 Ottobre 2013 10:58

A Colorno Gran Galà del Tortél Dóls

Parma, 4 ottobre 2013

Sabato 5 e domenica 6 torna la golosa kermesse colornese due giorni di degustazioni del tipico tortello, esposizioni, incontri e laboratori per bimbi e adulti. Ospiti gli chef di Alma e il giornalista Paolo Massobrio. Al sabato concerto lirico dedicato a Verdi -

Nella splendida cornice del centro storico di Colorno torna un gustoso appuntamento culinario; il Gran Galà del Tortél Dóls di Colorno, la manifestazione gastronomica culturale dedicata al goloso primo piatto dal cuore dolce, a base di mostarda di frutti antichi e vino cotto, in programma. Da domani due giorni all' insegna del gusto e della tradizione, che vedrà l'incoronazione del miglior Tortél Dóls 2013.
Un'appuntamento atteso da famiglie ed appassionati di buona cucina che quest'anno potranno degustare il raffinato tortello per ben due giorni: per la prima volta infatti il Gran Galà coinvolgerà per tutto il weekend il centro storico di Colorno con un ricco programma, contraddistinto da nomi illustri del panorama gastronomico nazionale.
La manifestazione avrà il piacere di ospitare nomi di spicco di Alma – Scuola Internazionale di Cucina, come Andrea Sinigaglia e Marino Marini; personaggi di rilievo della cucina emiliana fra cui Daniele Minarelli dell'Osteria Bottega di Bologna; Paolo Massobrio, giornalista di ventennale esperienza del settore food, direttore responsabile di Papillon, con all'attivo collaborazioni con quotidiani italiani come "La Stampa", riviste di settore e trasmissioni televisive, oltre ad avere ricevuto importanti riconoscimenti, fra cui il premio Saint Vincent di giornalismo.

L'edizione 2013 è caratterizzata anche da una maggiore presenza dei Comuni del Comprensorio di produzione del Tortél Dóls – Colorno, Mezzani, Sissa, Trecasali e Torrile - grazie all'iniziativa "Hosterie dei Borghi" che prevede, nella giornata di domenica, l'allestimento di speciali punti ristoro nelle vie del paese, dove si potranno assaporare, oltre ai tortéj dóls, anche assaggi dei prodotti tipici locali. In un periodo di forte crisi economica come quello attuale, maggiore attenzione è inoltre rivolta ai commercianti di Colorno, a cui gli organizzatori del Gran Galà offrono una vetrina privilegiata all'interno della manifestazione, invitando tutti i negozianti a uscire dalle botteghe per esporre all'aperto i propri prodotti e creazioni.
Fra le conferme della kermesse gastronomica va segnalata l'attesa "Gara delle Rézdore" per l'incoronazione del miglior Tortél Dóls 2013 che verrà premiato con un dipinto originale del maestro colornese Antonino Pezzani. Presentatore ufficiale della Gara sarà ancora una volta Vito, al secolo Stefano Bicocchi, l'attore bolognese che da anni ha legato la sua immagine al Gran Galà. L'arduo compito di scegliere il miglior tortello spetterà invece a due giurie: quella Tecnica composta dai membri della Confraternita e quella Specialistica composta da chef, giornalisti e rappresentanti delle istituzioni.
Nel corso delle degustazioni il pubblico verrà intrattenuto dalla simpatia di Vito e da diversi interventi. Nel pomeriggio si potrà infatti assistere alla presentazione del libro "Cibo criminale", del giornalista Rai Luca Ponzi e all'esibizione degli allievi di Alma, impegnati nella realizzazione di ricette inedite, da elaborare con l'utilizzo degli ingredienti del Tortél Dóls.
Le sorprese non finiscono però qui. Golose novità riguardano anche il menu del Ristorante in piazza Garibaldi che si arricchisce di antiche ricette del luogo. Durante le due giornate, oltre ai tortelli, saranno proposti piatti della cultura popolare come la Faraona in crosta di Creta con argilla del Po, la trippa e il pollo dorato, senza dimenticare il Culatello di Zibello Dop.
Spazio infine alla solidarietà con il laboratorio di pasticceria per bambini. Nella piccola cucina i bimbi impareranno a fare i biscotti che verranno poi venduti per raccogliere fondi a favore del Comitato Oriano per Chanel.

Il Gran Galà del Tortél Dóls è organizzato da Confraternita del Tortél Dóls in collaborazione con BI&BI Comunicazione, ristorante Al Vedel, il Comune di Colorno e il main sponsor Molino Grassi, il contributo della Camera di Commercio di Parma e della Strada del Culatello di Zibello, il patrocinio dei Comuni di Mezzani, Sissa, Torrile, Trecasali, Provincia di Parma, Regione Emilia Romagna e Slow Food Parma.
Sponsor: Cantine Ceci, Errea Sport, Ascom, Casale, Coppini Arte Olearia, Gennari concessionario Hyundai, Effegidi, Caseificio S. Salvatore, Credem, Claudio Caggiati. Sponsor tecnico: Ikea.

Sabato

Tante le novità del VI Gran Galà del Tortél Dóls già a partire dal sabato mattina con l'apertura del mercato alimentare di qualità e l'esposizione di artigianato, hobbistica, vintage e antiquariato nelle vie del centro. Spazio anche al folclore e alla storia del tortello con la speciale visita guidata alla casa natale della Confraternita del Tortél Dóls. I membri della Confraternita condurranno gli appassionati del tipico primo piatto alla scoperta delle sue origini con una speciale biciclettata lungo gli argini del Po. L'appuntamento è per tutti sabato alle 10 al bar Terzo Tempo di Colorno, da cui si partirà per raggiungere Sacca e visitare la casa natale della Confraternita, per la prima volta aperta al pubblico.

Il pomeriggio del sabato sarà interamente dedicato ai più piccoli con la possibilità di partecipare gratuitamente ai laboratori creativi di pittura a cura dell'associazione Eos, di giochi in legno e mais con l'associazione Babymoto e Giomais. Alle 16 spazio invece alla merenda del "Casale" per un piacevole spuntino in piazza a basa dei tradizionali pane e salume.

Appuntamento verdiano in Reggia

Per gli appassionati della buona musica si rinnova anche quest'anno l'appuntamento lirico gratuito in Reggia, realizzato grazie alla direzione artistica di Antonella Manotti. Alle 18 le porte del palazzo ducale si apriranno sullo spettacolo teatrale lirico "Verdi: il genio di un uomo", un omaggio al Cigno di Busseto in occasione del Bicentenario Verdiano. Un omaggio reso ancora più importante dalla partecipazione di apprezzate voci del Teatro Regio di Parma e del Teatro alla Scala di Milano. Protagonisti dello spettacolo saranno infatti il soprano Novella Bassano, il tenore Antonio Corianò e l'attore Enzo Stasino. Al termine del corcerto un piacevole aperitivo, sempre gratuito, attenderà il pubblico nel cortile della Reggia, per poi trasferirsi in piazza per l'apertura del Ristorante del Gran Galà.

Domenica

Proseguono per tutta domenica le esposizioni nel centro storico di Colorno che ospiterà anche il Mercato della Terra di Slow Food. Nel corso della giornata si alterneranno i laboratori e gli intrattenimenti per i bambini, rappresentazioni dei mestieri antichi con figuranti in costume che riproporrano le tradizionali attività della vita contadina. I più piccoli potranno poi provare l'esperienza di un mini tour sull'Asino Bus, una delle novità della manifestazione. Dalle 12 si potrà scegliere di pranzare nel Ristorante del Gran Galà oppure fermarsi nelle "Hosterie dei borghi", per degustare i tortej dols e i prodotti tipici del territorio proposti dai Comuni del Comprensorio.

La kermesse sarà anche arricchita dall'esibizione dal vivo del madonnaro Gabriele Ferrari e di pittori estemporanei. In piazza verrà invece allestito il Giardino dei Frutti Antichi del vivaio di Castelpiombino dove conoscere o acquistare piante antiche e frutti del parmense. Per tutto il giorno proseguiranno inolte le dimostrazioni di impasto delle rézdore, fino alle 15 quando è in programma l'attesa Gara per il miglior Tortél Dóls 2013.

Infine, in occasione del Gran Galà, è in programma, sempre domenica, l'inaugurazione della mostra fotografica "Verdi tra le nebbie" di Gigi Montali, allestita all'interno della Reggia.

Laboratorio di cucina e teatro di Koiné

Dopo il successo riscosso al Salano del Gusto di Torino, si rinnova la collaborazione tra Confraternita del Tortél Dóls di Colorno e la compagnia di teatro sostenibile Koiné. Domenica, nella piazza davanti alla Reggia Ducale, chi vorrà potrà apprendere i segreti per una buona pasta fresca, tirare correttamente la sfoglia, farcire i tortej dóls, partecipando alle lezioni di cucina organizzate dagli artisti di Koiné. La compagnia teatrale modenese promuove una modalità innovativa di comunicazione, ispirata dalle tradizioni e dai linguaggi dei singoli contesti che di volta in volta ospitano le rappresentazioni. Ad esempio al Gran Galà i protagonisti saranno le farine, le uova, i matterelli, ma soprattutto il pubblico che contribuirà in prima persona alla buona riuscita dello spettacolo. Un approccio interattivo per avvicinare le persone alla tradizione gastronomica locale e alla cultura culinaria dell'Emilia.

Per informazioni e programma completo: www.torteldols.it
 
(Fonte: ufficio stampa Biebicomunicazione )
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Martedì, 21 Maggio 2013 14:44

Torrile: sospette infilatrazioni mafiose

Torrile, 21 maggio 2013 -

Una ditta di Torrile è stata oggetto di indagine da parte della Guardia di Finanza ed esclusa da due subappalti del valore complessivo di oltre 5 milioni di euro per sospette infiltrazioni mafiose -

Pubblicato in Cronaca Emilia
Pagina 4 di 4