Visualizza articoli per tag: Territorio Novellara

Lunedì, 13 Luglio 2015 15:43

Sei bambini Sahrawi ospiti a Novellara

Domani l'incontro con la Giunta e la sottoscrizione del Patto d'amicizia con Daira di Mahbes - Smara. I bambini provengono dai campi profughi situati nel sud dell'Algeria. -

Novellara, 13 luglio 2014 –

6 bambine e bambini sahrawi, tra i nove ed i dieci anni, provenienti dai campi profughi situati nel sud dell'Algeria sono giunti a Novellara ospiti di cinque famiglie del paese fino al 18 luglio. Per Novellara è il secondo anno di vera e propria accoglienza, ospitalità e adesione al progetto "JAIMA TENDA", dell' Associazione Jaima Sahrawi di Reggio Emilia giunto alla XVI edizione, dopo diversi anni di collaborazioni con l'amministrazione comunale (Novellara da sempre ha incontrato le delegazioni e ha offerto giornate di svago per i bambini).
Per rafforzare questo forte legame la Giunta ha approvato nella seduta di mercoledì 8 luglio il Patto d'amicizia tra l'ente e Daira di Mahbes – Smara (Repubblica Araba Sahrawi Democratica) condividendo l'obiettivo di promuovere i rapporti di amicizia tra il popolo italiano e quello Sahrawi.

Nel concreto questo patto vuole garantire che i rapporti di conoscenza, di solidarietà e di amicizia già sperimentati siano animati e consolidati, ipotizzando future modalità di scambio di esperienze e di relazioni. Il patto è inoltre un modo per sostenere e ricordare le rivendicazioni della popolazione Sahrawi che nell'ambito delle Istituzioni e del Diritto Internazionali lotta pacificamente per la liberazione del Sahara Occidentale e l'autodeterminazione sancita dall' Onu nel 1991. Il patto sarà formalmente sottoscritto dal Sindaco Elena Carletti e dal rappresentante fronte Polisario in Italia Fatima Mafhoud durante l'incontro che la Giunta novellarese avrà con i bambini martedì 14 luglio alle ore 18.00 in Sala del Consiglio.

Nel frattempo queste bambine e bambini continuano la loro esperienza tra Novellara, i campi gioco e località di mare, alla quale si aggiungono gli opportuni screening sanitari offerti dalla Regione Emilia Romagna. Il progetto è reso possibile grazie ad una fitta rete di solidarietà: dalla Casa della Carità che ospita l'accompagnatore sahrawi al Dott. Gaiuffi dell'Antica farmacia di Novellara che ha aderito al progetto "Farmacia" per organizzare un laboratorio di auto produzione di farmaci essenziali, finanziato dalla Regione Emilia Romagna.

(ufficio stampa: Comune di Novellara)

Giovedì, 09 Luglio 2015 16:43

Il ‘grande cocomero’ è quello reggiano

A Novellara l'Anguria reggiana ha ormai ottenuto, almeno per l'Italia, il marchio Igp. Mammi: "Traguardo importante per il nostro comparto agricolo, raggiunto grazie all'impegno di tanti". -

Reggio Emilia, 9 luglio 2015 -

Un caloroso applauso ha salutato ieri sera, nella Sala del Consiglio comunale di Novellara, la conclusione della riunione di pubblico accertamento convocata Ministero delle Politiche agricole nel corso della quale, con la lettura del Disciplinare di produzione, l'Anguria Reggiana è di fatto ormai entrata tra i prodotti Igp (Indicazione geografica protetta).

Ora, per utilizzare in Italia in marchio Igp, basterà attendere la pubblicazione del Disciplinare sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e i 30 giorni di tempo previsti per accogliere eventuali opposizioni, decorsi i quali l'Associazione produttori potrà richiedere l'utilizzo transitorio del marchio e avviare la commercializzazione in Italia dell'Anguria Reggiana Igp, primo prodotto a Indicazione geografica protetta esclusivamente reggiano. Circa un anno di tempo è invece previsto per la "procedura europea", che verrà avviata dallo stesso Ministero e si spera possa concludersi con l'iscrizione del nostro cocomero nell'apposito Albo comunitario.

Ieri sera a Novellara, la riunione di pubblico accertamento convocata dal Ministero si è aperta con il saluto del vicesindaco Alessandro Baracchi e con l'intervento del consigliere delegato all'Agricoltura, Alessio Mammi, che ha parlato di "un traguardo davvero di grande importanza per la nostra agricoltura, che oggi raggiungiamo grazie all'impegno di tanti, grazie a un lavoro di squadra che la Provincia di Reggio Emilia ha avviato fin dal 2008 ritenendo l'Anguria Reggiana una produzione d'elevata qualità con importanti prospettive d'occupazione e sviluppo e sostenendo dunque in maniera convinta la volontà delle aziende, costituitesi poi nell'Associazione Produttori Anguria Reggiana".

Oggi l'Apar, nata nel 2009 per promuovere in forma organizzata la qualità dell'Anguria Reggiana, è presieduta da Ivan Bartoli ed è composta da una ventina di aziende agricole sparse principalmente nei comuni di Novellara, Gualtieri, Cadelbosco Sopra e Guastalla, ma presenti anche a Reggio Emilia, Rio Saliceto, Campagnola e Correggio: in totale circa 400 ettari di coltivazioni, 4 milioni di euro di giro d'affari e una quarantina di persone impegnate che quest'anno, finalmente, salutano un'estate finora calda e favorevole (grandinata di giugno a parte...), dopo due stagioni abbastanza problematiche.

"Si tratta di una ventina di realtà che, grazie anche ad addetti d'età media inferiore alla media del comparto agricolo reggiano, hanno saputo dare continuità ad un'antica tradizione, rinnovandola grazie alle più moderne tecniche produttive e raggiungendo importanti traguardi sul piano economico per la riconosciuta qualità del prodotto", ha aggiunto Mammi.

(fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)

Domani a Novellara la riunione di pubblico accertamento con la lettura, da parte del Ministero, del Disciplinare di produzione. Manghi: "Traguardo importante per il nostro comparto agricolo". -

Reggio Emilia, 7 luglio 2015 -

Tappa fondamentale, domani pomeriggio a Novellara, nel cammino che mira a valorizzare – anche attraverso un marchio Igp (Indicazione geografica protetta) da esibire in Italia e in Europa – l'Anguria Reggiana, una delle produzioni ortofrutticole di pregio presenti nella nostra medio-bassa pianura.
Per le 17 di domani, mercoledì, il Ministero delle Politiche agricole ha infatti convocato nella Sala del Consiglio comunale di Novellara la riunione di pubblico accertamento in cui – dopo il parere favorevole della Regione Emilia-Romagna – si darà lettura della proposta di Disciplinare di produzione dell'Anguria Reggiana Igp. Ancora pochi passaggi burocratici, a partire dalla pubblicazione sul Bollettino della Regione, è l'Anguria Reggiana potrà così diventare il primo prodotto a Indicazione geografica protetta esclusivamente reggiano (gli altri, dal Cotechino di Modena alla Mortadella di Bologna, dalla Coppa di Parma alle Pere dell'Emilia-Romagna come è facilmente intuibile sono infatti prodotti in più province) nonché il primo marchio Igp europeo per un cocomero.

Il programma di domani prevede, dopo il saluto del presidente della Provincia di Reggio Emilia Giammaria Manghi (Palazzo Allende ha infatti sostenuto fin dal 2008 il cammino dei produttori d'anguria), l'illustrazione da parte del presidente dell' Associazione Produttori Anguria Reggiana Ivan Bartoli del percorso verso l'Igp, mentre Alberto Ventura del Servizio Percorsi di qualità, Relazioni di mercato e Integrazione di filiera della Regione Emilia-Romagna ripercorrerà l'iter per il riconoscimento dell'Igp Anguria Reggiana: la riunione si concluderà con la pubblica lettura, da parte dei funzionari del Ministero delle Politiche agricole, del Disciplinare di produzione.

"Si tratta di un evento di grande importanza per la nostra agricoltura", spiega il presidente Giammaria Manghi, ricordando come la Provincia di Reggio Emilia abbia creduto "fin dal 2008 nell'Anguria Reggiana quale produzione d'elevata qualità con importanti prospettive d'occupazione e sviluppo, sostenendo in maniera convinta la volontà delle aziende, costituitesi poi nell'Associazione Produttori Anguria Reggiana: si tratta di una ventina di realtà che, grazie anche ad addetti d'età media inferiore alla media del comparto agricolo reggiano, hanno saputo dare continuità ad un'antica tradizione, rinnovandola grazie alle più moderne tecniche produttive e raggiungendo importanti traguardi sul piano economico per la riconosciuta qualità del prodotto".

Proprio al 2008 risalgono le prime iniziative avviate dalla Provincia, in collaborazione con le organizzazioni professionali agricole e i produttori, per perseguire una maggiore e più organizzata capacità di presentazione del prodotto nella filiera commerciale, a partire dalla ricerca scientifica condotta dall'Università di Ferrara, cui sono seguiti diversi confronti varietali e le valutazione dei suoli compiute nel 2008, 2010 e 2011 anche con il sostegno finanziario della Regione Emilia-Romagna e la collaborazione del Centro ricerche produzioni vegetali. "Il marchio Igp rappresenta un riconoscimento importante per una produzione di nicchia destinata a crescere e a creare una propria economia in grado di valorizzare il nostro territorio, a partire dalla Bassa reggiana, storicamente vocata a questa coltivazione", aggiunge il presidente Manghi.
L'Associazione Produttori Anguria Reggiana (Apar) nata nel 2009 per promuovere in forma organizzata la qualità dell'Anguria Reggiana, è oggi composta da una ventina di aziende agricole sparse principalmente nei comuni di Novellara, Gualtieri, Cadelbosco Sopra e Guastalla, ma presenti anche a Reggio Emilia, Rio Saliceto, Campagnola e Correggio: in totale circa 400 ettari di coltivazioni, 4 milioni di euro di giro d'affari e una quarantina di persone impegnate.

L'anguria, universalmente conosciuta come frutto dell'estate per eccellenza, ha caratteristiche intrinseche che giovano alla salute come il licopene e la citrullina. Va inoltre sfatato il luogo comune che la dolcezza del frutto comprometta la linea, poiché la percentuale di contenuti zuccherini della polpa è ampiamente inferiore ad altre categorie di frutta.
Questi i valori medi standard della composizione del frutto, riferiti a 100 grammi di polpa: Acqua 95,3 %, Lipidi gr. 0,0, Glucidi gr. 3,7, Minerali: Sodio mg. 3, Potassio mg. 280, Ferro mg. 0,2, Calcio, mg. 7, Fosforo mg. 2. Energia: Kilocalorie 15. Vitamine: Tiamina mg. 0,02, Riboflavina mg. 0,02, Niacina mg. 0,10, Vitamina A mg. 37, Vitamina C mg. 8.

(Fonte: ufficio stampa provincia di Reggio Emilia)

Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori per realizzare la pista bmx. A ultimazione di questo intervento sarà avviato il secondo e conclusivo stralcio lavori del Parco Augusto. -

Novellara (RE), 16 giugno 2015 –

Sono iniziati nei giorni scorsi dei lavori di movimentazione terra, per un importo totale di circa 20mila euro, per realizzare la pista bmx (Bicycle Motocross, sport ciclistico molto amato dai più giovani) con dune e percorsi naturali nell'area sud-ovest del Parco Augusto.
Questo sport libero e all'aria aperta rientra, come era stato per lo skate park, nella progettazione partecipata del parco a cura del Comune e del Centro Giovani con le classi della scuola media Lelio Orsi e sarà concluso nel giro di un paio di settimane. A ultimazione di questo intervento sarà possibile avviare il secondo e conclusivo stralcio lavori del Parco Augusto: 250mila euro di interventi per definire tutti i viali ciclopedonali con annessa illuminazione pubblica a led e assi pedonali secondari per permettere a diversi quartieri di Novellara di accedere facilmente all'area verde di circa 60.000 mq.

"Questo secondo stralcio lavori su un'area di 35.000 mq permetterà di definire i servizi e le attrezzature pubbliche di questo importante comparto urbano, ottimizzando i collegamenti ciclo-pedonali con il resto del territorio urbano" afferma l'assessore Carlo Veneroni che ringrazia l'ufficio opere pubbliche per "il puntuale e celere lavoro svolto per definire tutti i percorsi jogging e ciclabili per gli sportivi, ma anche e soprattutto tutti i circuiti per la libera fruizione da parte dei cittadini che potranno raggiungere, attraversando questo spazio verde, il plesso scolastico comprendente materna "Girasole" e nido d'infanzia "Aquilone", il quartiere Armonia, il quartiere Parco Primavera, l'area Nevè Shalom, e l'area nord".

Nel dettaglio, i lavori permetteranno di completare l'asse nord-sud – quello che inizia nell'area gioco bimbi e che attraversa il parco fino ad arrivare al quartiere Armonia - e l'asse est-ovest - che inizia in via Nevè Shalom, si collega allo skate park e terminerà in via Nenni - in asfalto e autobloccante e posizionare gli stessi corpi luminosi a led.
Con il completamento delle due direttrici principali che si andranno a congiungere con l'ultimazione dell'anello podistico in frantumato di pietra sarà possibile avviare la progettazione del "teatro verde", ovvero la piazzetta centrale del parco.
Arredo, funzioni e le opere saranno definite con i famigliari di Augusto Daolio perché soprattutto questa nuova area del parco dovrà rappresentare i valori, le passioni e gli ideali del compianto leader dei Nomadi.
E' già definita la composizione di questa piazzetta, formata da tre dune di terra, che fungeranno da tribune naturali per la definizione di un nuovo spazio di aggregazione, per poter assistere a piccole rappresentazioni teatrali e culturali e sarà collegata ad un'area più piccola per promuovere la lettura, come il bookcrossing, grazie al progetto avviato dagli studenti del Mario Carrara di Novellara con la prima casetta per lo scambio libero di libri e riviste.

Dopo il primo stralcio lavori con vialetti e illuminazione, l'area gioco con relative panchine, lo skate park e il wi-fi libero, quest'ultimo intervento, che si concluderà alla fine del 2015, permetterà a questo grande spazio verde di essere ancora più fruibile e ampiamente accessibile.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

Mercoledì, 10 Giugno 2015 09:32

Il coro Orfeò Atlàntida da Barcellona a Novellara

Secondo appuntamento di "Armonie dal mondo": la rassegna musicale tra sacro e profano. Venerdì 12 giugno alle ore 21.00 si esibirà nel cortile della Rocca. -

Reggio Emilia, 10 giugno 2015 –

L'Orfeó Atlàntida, una delle associazioni corali più antiche della Catalogna, fondata nel 1926 nel quartiere oepraio di Hostafrancs, arriva a Novellara. Un repertorio ricco che si è evoluto negli anni, che verrà proposto all'interno della rassegna musicale tra sacro e profano "Armonie dal mondo" a cura dell'amministrazione comunale. Venerdì 12 giugno alle ore 21.00 si esibirà nel cortile della Rocca (in caso di maltempo Collegiata di S. Stefano) diretto da Milén P. Panaytov.

Le opere interpretate si estendono dal Rinascimento fino all'attualità, passando per i "negro spirituals", la musica sacra, i grandi autori classici (Mozart, Schubert, Vivaldi, Brückner, Puccini), cori d'opera, musiche del XX secolo e cori da musical di Broadway, con una attenzione particolare per la musica tradizionale catalana.

Questo gruppo sarà anticipato dall'esibizione del coro Giaches de Wert diretto da Francesca Canova, con la partecipazione di Francesca Galeotti al piano e di Marica Rondini al flauto traverso e dalla corale G. Savani di Carpi diretta da Giampaolo Violi che proporrà una sintesi del loro repertorio che si è profondamente evoluto e ampliato dalla polifonia sacra e liturgica, si è progressivamente ampliato comprendendo anche brani del folklore italiano e internazionale, madrigali, musica "leggera" dagli anni '40 ai giorni nostri.

Si prosegue con la musica domenica 14 giugno alle ore 17.00 con il coro Giaches De Wert e il coro della città di Castellarano diretto da Marco Guidorizzi in "Notturni d'amore" al Casino di Sopra (via Casino di Sopra).

Pubblicato in Cultura Reggio Emilia

Colpite le zone e le aziende già flagellate da Big Snow. In poche ore piogge pari alla media dei primi tre mesi dell'anno. Alle aziende agricole danneggiate si dia un aiuto tramite il PSR chiede alla Regione il presidente Cia di Reggio Emilia Antenore Cervi che sollecita anche interventi per adeguare la rete scolante di bonifica. -

Reggio Emilia, 18 maggio 2015 -

I violenti temporali di venerdì scorso, con precipitazioni di a 120 a 150 mm in poche ore, hanno provocato un duro colpo per l'agricoltura della Bassa reggina, in particolare nelle zone di Guastalla, Novellara, Gualtieri, ma anche Campagnola e Luzzara, come comunica la Confederazione Italiana Agricoltori di Reggio Emilia.

"A fronte – ad esempio – dei 120 mm che costituiscono la media degli ultimi vent'anni per i primi tre mesi dell'anno sulla pianura reggiana, anche se quest'anno si sono registrate precipitazioni raddoppiate (250 mm) ed a fronte di una media annua di 700. E' nei numeri l'eccezionalità della bomba d'acqua caduta sulla Bassa reggiana nella giornata e soprattutto nella serata di venerdì scorso." - si legge nella nota. "Pertanto – afferma il presidente della Cia di Reggio Emilia Antenore Cervi, riteniamo necessario si mettano in cantiere urgentemente interventi per gli agricoltori colpiti da vere e proprie alluvioni, che hanno interessato soprattutto il guastallese, ed in particolare le frazioni di S. Giacomo e S. Martino".

Se quindi appare più limitata rispetto alle prime impressioni l'estensione della zona particolarmente danneggiata, in questa i danni sono importanti, con la perdita di coltivazioni nei campi e nelle serre ed anche danni alle strutture. "Chiediamo – afferma Cervi – che si apra la procedura per la segnalazione dei danni da calamità naturali. Inoltre, chiediamo alla Regione che tra i bandi prioritari del nuovo Piano di sviluppo rurale annunciati per giugno ci sia anche quello per un aiuto agli agricoltori danneggiati da questi eventi, anche in considerazione del fatto che diversi hanno subito anche danni dalla nevicata del 6 febbraio scorso".

"Alla Regione – aggiunge Cervi – chiediamo anche lo stanziamento dei fondi necessari ad adeguare la rete scolante di bonifica della zona colpita e di quelle vicine. Si tratta infatti di una rete vecchia risalente ai primi del 900, che la cementificazione di alcune aree del territorio circostante ha contribuito a rendere sempre più inadeguata".
"Su questi temi intendiamo aprire un confronto con tutte le istituzioni interessate - conclude Cervi – dopo aver incontrato nei prossimi giorni gli agricoltori danneggiati". L'incontro dovrebbe tenersi nella serata di giovedì 21 maggio.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Fiera di San Cassiano: tra luna park, mostre e concerti spicca LudicaRocca, ritrovo per gli appassionati di giochi in scatola. Un ricco programma che unisce, arte, cultura e storia locale. -

Reggio Emilia, 30 aprile 2015 -

Da oggi sino al 4 maggio torna la tradizionale fiera di San Cassiano a Novellara. La Piazza Unità d'Italia sarà invasa da divertenti giostre e attrazioni per i più piccoli, mentre tutto il centro storico si colorerà di sapori, profumi, mercatini dell'ingegno e mostra mercato dell'industria, artigianato artistico, auto e verde.
La fiera di San Cassiano è anche l'occasione per aprire i preziosi spazi espositivi della Rocca dei Gonzaga agli artisti locali, alle associazioni e alle scuole che partecipano attivamente creando un ricco programma che unisce, arte, cultura e storia locale.

VENERDÌ 1 MAGGIO: AL VIA LA FIERA E GRANDE CONCERTO

Venerdì 1 maggio l'amministrazione comunale inaugura in viale Roma alle ore 10.30, come da tradizione, la Fiera di San Cassiano. Quest'anno lo farà in compagnia dei volontari AUSER, impegnati da diversi mesi, nel restauro e recupero dei pezzi provenienti dal Museo della Civiltà Contadina, chiuso a seguito del terremoto del 1996. A loro, che quotidianamente offrono tempo e attenzioni al recupero del nostro recente passato ed a tutte le famiglie che hanno arricchito questa esposizione, l'amministrazione vuole dedicare uno speciale ringraziamento. Per l'occasione il novellarese Luigi Camellini donerà per l'esposizione contadina un quadro naif con richiami alla cultura contadina locale. Inoltre, torna per il terzo anno il Concerto del Primo Maggio, a cura di Live is Life, nel cortile della Rocca, in compagnia di tante tribute band a partire dalle ore dalle ore 15.00.

PER I PIU' PICCOLI

Oltre al luna park ed alla giornata del bambini del 5 maggio, per grandi e piccini è in programma tutta la giornata del 3 maggio LudicaRocca: giochi in scatola, board games, magic e tutto ciò che gira attorno al gioco intelligente a cura di Pro Loco con la partecipazione del Club TreEmme di Carpi. L'invito è semplice e rivolto a tutti: portate il vostro gioco in scatola preferito e mettetevi a disposizione per giocare insieme e spiegare a tutti gli interessanti le regole del gioco.
C'è sempre grande attesa e divertimento per il "Piccoli Ciceroni" i bambini delle classi quinte delle Scuole elementari di Novellara e San Giovanni che "adotteranno" una Sala espositiva del Museo Gonzaga e ne esporranno i quadri, gli arazzi e la collezione di Vasi dell'antica Spezieria dei Gesuiti. L'iniziativa, già molto apprezzata e partecipata negli anni scorsi, si svolgerà sia l'1 che il 3 maggio (ore 10.00 – 12.30) e sarà un'occasione per vedere - con occhi diversi - il patrimonio storico-artistico conservato nel Museo.

MOSTRE, ARTE E CULTURA

L'Acetaia comunale, collocata nel sottotetto della Rocca, sarà aperta per assaggi e visite guidate a cura del gruppo di volontari promotori dell'Acetaia Comunale l' 1 e 3 maggio dalle ore 10.00 – 12.30 e 15.00 – 18.30. A grande richiesta sarà in mostra la collezione di piante carnivore del giovane Marco, cittadino novellarese scomparso nel 2014. Tra le piante più curiose in mostra c'è un ibrido che è stato intitolato a Marco utilizzando il suo nickname conosciuto nel mondo degli appassionati e collezionisti "Iamsatirico". Sempre l'1 e 3 maggio sarà aperto il ricco Archivio Storico comunale nella Rocca.
Dall'1 al 4 maggio sarà inoltre possibile visitare presso la Sala del Consiglio i dipinti di Romano Pasqualotto in Sala del Consiglio e la mostra di ricami delle allieve del corso "Reggio Ricama" presso la sala del Fico (ore 10.00 – 12.30 e 15.00 – 21.00). Da segnalare infine la mostra "Ritratti di pianura – Passioni e colori di una vita", personale di pittura in memoria dell'artista Pier Giulio Beltrami che si terrà all'interno della sala espositiva del Museo Gonzaga.
La mostra è incentrata su una serie di opere che hanno come tema la pianura padana: contadine ritratte al lavoro, piegate sui campi, con il volto coperto da ampi cappelli di paglia, ma anche paesaggi tipici della nostra campagna silenziosi, assolati, ai quali si guarda con nostalgia. A fare da corollario ritratti di donne, un altro soggetto prediletto da Beltrami, dolci e forti come era la sua compagna di vita Lidia, presente in tre ritratti che aprono la mostra. Opere ad olio, acrilico, ma soprattutto acquerelli si susseguono sulle pareti della sala espositiva. Dopo la bella mostra di Palazzo Casotti a Reggio Emilia anche Novellara ha voluto rendere omaggio a questo o artista che ha vissuto a lungo a Novellara e che è morto in circostanze tragiche nel maggio 2013.
L'esposizione, che sarà aperta dall'1 al 17 maggio, è visitabile tutte le domeniche e Venerdì 1 dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.30. Sabato 2 e Lunedì 4 Maggio apertura pomeridiana.

Tutto il programma su www.comunedinovellara.gov.it

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

L'amministrazione ricorda ai propri cittadini che, tra le tante lodevoli associazioni e progetti a cui indirizzare il proprio 5 per mille, c'è anche l'opzione di destinarli al proprio Comune di residenza per attività socialmente utili. -

Novellara, 1 maggio 2015 –

E' tempo di compilazione della dichiarazione dei redditi per tante famiglie e in queste settimane l'amministrazione ricorda ai propri cittadini che, tra le tante lodevoli associazioni e progetti a cui indirizzare il proprio 5 per mille, c'è anche l'opzione di destinarli al proprio Comune di residenza per attività socialmente utili.
Dal 2009, anno in cui fu reintrodotta questa possibilità di sostengo così legata alla propria comunità, tanti cittadini hanno sostenuto e scelto di aiutare, su invito del Comune, le attività educative inserite nel Piano dell'Offerta Formativa (POF) e pedagogiche promosse l'Istituto Comprensivo Novellarese e la dirigenza.

Basterà apporre la propria firma nell'apposito spazio del modello CUD, 730 e UNICO alla voce "sostegno delle attività sociali svolte dal comune di residenza".
Ogni contribuente avrà in questo modo la possibilità di verificare in concreto l'utilizzo di tale contributo sul proprio territorio e dall'altra di avere la certezza che queste entrate verranno utilizzate per i servizi più vicini al proprio territorio e alle proprie famiglie.

Durante l'anno scolastico 2013/2014 l'Istituto Comprensivo di Novellara ha usufruito dei fondi incassati con la dichiarazione dei redditi sull'anno 2008: oltre 16.000 euro che hanno permesso di sostenere un punto d'ascolto a favore di studenti e genitori, d'avviare progetti specifici volti ad incrementare un clima positivo e costruttivo nelle classi, d'investire su percorsi di formazione ed aggiornamento ai docenti, oltre a progetti interculturali e di sostegno a bambini con difficoltà lessicali e d'apprendimento.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

Martedì, 21 Aprile 2015 10:53

Festa della Liberazione a Novellara

Momenti di memoria, riflessioni e omaggi ai caduti per la libertà, a momenti di festa, di musica e di ritrovo. -

Novellara, 21 aprile 2015 –

La Festa della Liberazione si fa quanto mai partecipata e festa del paese, grazie alla collaborazione di numerose associazioni culturali e ricreative. La volontà dell'amministrazione comunale, infatti quest'anno, è stata quella di unire momenti di memoria, riflessioni e omaggi ai caduti per la libertà, a momenti di festa, di musica e di ritrovo. Novità assoluta, grazie alla collaborazione di Pro Loco il programma del 25 aprile che prevede, alla mattina il classico corteo per l'omaggio ai cippi, rivisitato con letture a cura di Etoile C.T.E. di Reggio Emilia e con uno spettacolo a cura dei ragazzi delle scuole medie di Novellara; al pomeriggio il pranzo "pastasciutta della memoria" sotto ai portici della piazza Unità d'Italia e a seguire concerti dal vivo, spettacoli e intrattenimento per i più piccoli.

Programma "Festa della Liberazione"

Giovedì 23 aprile, Biblioteca ore 17,30
Lettura "L'Agnese va a morire" con il gruppo La Spezieria

Venerdì 24 aprile, Rocca dei Gonzaga, ore 10,30
Partenza per omaggio ai cippi a Correggio di Ernesto Pelgreffi e Giancarlo Galloni insieme all'Amministrazione Comunale di Correggio ed A.N.P.I.

Sabato 25 aprile
Ore 9.00, Piazzale Marconi
Ritrovo del corteo per omaggio ai cippi (ed ai monumenti) ai Caduti della Resistenza con letture a cura di Etoile C.T.E

Ore 10,00 Casa Protetta, Via della Costituzione
Musiche e canti partigiani
A cura di Banda Picelli

Ore 10.30 al monumento in Piazza della Resistenza e a seguire in Piazza Unità d'Italia
Riflessioni su memoria e futuro
Anticipazione dello spettacolo "Futuro resistente" a cura dei ragazzi delle Scuole Medie di Novellara che si terrà il 5 giugno alle ore 21.00 presso il Teatro della Rocca Franco Tagliavini

Ore 11.00 Piazza Unità d'Italia
Il Sindaco Elena Carletti incontra la cittadinanza

Ore 11.45 Piazza Unità d'Italia
"Oltre il ponte" Spettacolo con musiche e canti partigiani
A cura di Banda Picelli

Ore 12.30 Circolo Ricreativo Novellarese, Via Veneto
Pranzo Sociale in collaborazione con A.N.P.I.

Dalle 12.30 Portici di Piazza Unità d'Italia
La pastasciutta della memoria
Pranzo a cura di Proloco
Menu:
Pastasciutta con ragù vegetariano o di carne
Porchetta
Contorno
un bicchiere di vino o mezza bottiglia di acqua
Fetta di torta

E' gradita la prenotazione alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Pranzo musicale insieme ai Rufus Party

Dalle 14.30 Piazza Unità d'Italia
Un 25 Aprile di festa: i giochi di una volta
A cura del Gruppo Genitori Volontari
Arte di strada
A cura del Progetto Giovani

Ore 15,30 Rocca dei Gonzaga
Partenza per omaggio ai cippi a Castelnovo Sotto di Carlo Simonazzi e Posacchio Malaguti

Ore 15.30 Piazzale Battisti
Spettacolo e animazione del circo più piccolo del mondo del prof. Agide Cervi

Ore 16.00 Piazza Unità d'Italia
Concerto del Corpo Bandistico di San Giorgio di Perlena
A cura dei Gruppo Alpini di Santa Croce di Bassano e Valgranda

Ore 17.00 Piazza Unità d'Italia
Concerto de "La banda dei Tamburi"

Dalle 17.30 Piazza Unità d'Italia
Headache, Antartica e Apeiron in concerto

In allegato le locandine scaricabili

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)

Avviso di assegnazione per quattro alloggi Acer in via 1 maggio. Le domande dovranno pervenire, pena esclusione, entro le ore 12.00 del giorno 30/04/2015. -

Novellara, 16 aprile 2015 – In allegato scaricabili avviso pubblico e domanda di partecipazione -

Acer ha pubblicato un avviso per l'assegnazione di quattro alloggi in via 1° maggio da concedere in locazione ai soggetti in possesso di specifici requisiti che hanno difficoltà a reperire alloggi per uso abitativo primario a condizioni agevolate. Le domande dovranno pervenire, pena esclusione, entro le ore 12.00 del giorno 30/04/2015 presso gli uffici Acer di via della Costituzione n° 6 – 42124 Reggio Emilia negli orari di apertura al pubblico.

Questi quattro alloggi sono stati completamente ristrutturati sia nell'impiantistica (riscaldamento, impianti elettrici, ecc) che nelle parti murarie, con rifacimento completo della cucina, bagno, rivestimenti e porte interne; gli infissi sono stati ripristinati e resi funzionanti. A servizio delle parti comuni non è previsto l'ascensore ma unica scala di accesso con cortile condominiale uso comune.

Vincoli e requisiti soggettivi
A fini della partecipazione al bando e della successiva ammissione in graduatoria i richiedenti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti soggettivi:

1) cittadinanza italiana o di uno Stato che appartiene all'Unione Europea. Il requisito si considera soddisfatto anche per il cittadino di altro Stato purché sia titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornante di lungo periodo o sia regolarmente soggiornante in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale e che eserciti una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo ai sensi dell'art. 40, comma 6,del D.Lgs. 27/05/98, n. 286 e successive modificazioni;

2) residenza nel Comune di Novellara da almeno 1 anno;

3) non essere titolari, egli stesso e tutti i componenti del nucleo familiare, del diritto di proprietà, di usufrutto o di abitazione, di un alloggio o quote parti di esso nell'ambito provinciale e non essere assegnatari di alloggi di proprietà di enti, agenzie pubbliche o cooperative in genere e simili.
Eventuali deroghe sono specificate nell'avviso pubblico.

4) non essere sottoposti a provvedimento di sfratto per morosità. Si deroga nel caso di sfratto per morosità incolpevole.

5) valore ISE (indicatore della situazione economica) del nucleo familiare non superiore a 35.000 Euro.

Sempre al fine di essere ammessi alla graduatoria, i partecipanti dovranno:

- documentare il percepimento di un reddito adeguato a sostenere il nucleo familiare con fotocopia di buste paga, contratto di lavoro, CUD e simili.
- documentare di essere sopposti a provvedimenti di sfratto per morosità incolpevole e a condizione che il nuovo canone che si andrà a sostenere con la presente assegnazione sia risolutiva della precedente situazione debitoria.

Domanda
Il modulo per la domanda di ammissione è disponibile presso gli uffici di Acer Reggio Emilia.
La domanda dovrà essere corredata, pena l'esclusione del partecipante, dai seguenti documenti:
- documento di identità;
- codice fiscale;
- dichiarazione ISE del nucleo famigliare (vedi punto 5 del capitolo "vincoli e requisiti soggettivi").
E gli ulteriori documenti che l'interessato ritiene di dover presentare per l'istruttoria della pratica.

Pubblicazione dell'Avviso e presentazione domande
Il presente avviso è pubblicato dal 16/04/2015 al 30/04/2015.
Le domande dovranno pervenire, pena esclusione, entro le ore 12.00 del giorno 30/04/2015 presso gli uffici Acer di via della Costituzione N° 6 – 42124 Reggio Emilia nei seguenti orari di apertura al pubblico:
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00
martedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.00

Avviso e domanda di partecipazione sono scaricabili sul sito del Comune di Novellara e quello di ACER Reggio Emilia.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Novellara)