Redazione

Redazione

Coronavirus, l'aggiornamento: 27.759 i positivi in Emilia-Romagna dall'inizio della crisi, 20 in più rispetto a ieri: 10 sono persone asintomatiche individuate a seguito degli screening regionali. Nessuno nelle province di Ferrara, Forlì-Cesena e a Imola. 20.373 i guariti (+300), oltre il 73% dei contagiati dall'inizio dell'epidemia

Effettuati 4.464 tamponi, per un totale di 321.373, oltre a 2.820 test sierologici. Continua il calo dei casi attivi, cioè i malati effettivi: -285. I casi lievi in isolamento a domicilio sono 2.816 (-243), l'88% dei malati. I ricoverati nei reparti Covid scendono sotto i 400 (-31) e quelli nelle terapie intensive a 65 (-11). Cinque nuovi decessi, nessuno tra i residenti nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Ferrara e Ravenna

Ripartenza in sicurezza. Da domani, 31 maggio, in Emilia-Romagna possono riaprire centri termali e centri benessere: nuova ordinanza del presidente Bonaccini

Il provvedimento consente anche la ripresa dell'attività di trasporto pubblico funiviario (funivie, funicolari e seggiovie) e fa cessare il divieto di bruciare materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli.

BOLOGNA, 30 maggio 2020. Calano del 49% le imprese iscritte alle Camere di Commercio dell'Emilia-Romagna, nel confronto fra i bimestri marzo/aprile 2019 e 2020. Questo è il dato che emerge dall'analisi compiuta dal Centro Studi di Confartigianato Emilia-Romagna sui dati del primo trimestre 2020 rilevati da Movimprese.

Sono 1.215 le imprese artigiane in meno in Emilia-Romagna, contro un calo di 1.056 dello stesso trimestre del 2019. In diminuzione anche le iscrizioni: tra gennaio e marzo di quest'anno in Emilia-Romagna per l'artigianato si registrano 2.638 nuove aperture, 295 in meno rispetto all'anno precedente.

Pagina 1 di 5987