Sabato 14 e domenica 15 ottobre dalle 10.00 alle 20.00 arriva Retrò, il mercato vintage del Barilla Center ad ingresso gratuito. Due giorni di modernariato, accessori, abbigliamento e oggetti d'altri tempi.

Parma, 11 ottobre 2017

L'appuntamento con lo stile e la moda d'altri tempi è al Barilla Center con Retrò, il mercato vintage che vi aspetta sabato 14 e domenica 15 ottobre dalle 10.00 alle 20.00 con ingresso gratuito.
Grazie all'allestimento curato dal creativo Luigi Bigiai Viviani di ArteFatto, il Barilla center sarà arricchito dai colori tipici dell'autunno. L'arancio e il rosso faranno quindi da cornice ai tanti espositori che con i loro stand permetteranno di ritrovare l'eleganza degli anni '20 e '30, ma anche lo stile più moderno e colorato degli anni '60 e '70.
Numerosi gli accessori vintage: pelletteria, bigiotteria americana, pellicce e calzature, cravatte e papillon, calzature, occhiali, vecchi poster dei film e dei vinili, jeanseria camicie da combattimento e giacche jungle e trench.
Tra le grandi firme troveremo il filed jacket m65, abbigliamento giacche leggere Woodland, giubbotti in pelle degli anni '80 dell'Avirex, il famoso giubbotto "Chiodo" che ha caratterizzato i gruppi punk per poi diventare simbolo del rock e ancora: jeanseria vintage Levis, borsette Roberta di Camerino, Moschino, Fendi. Immancabili i pezzi da collezionismo della Coca-Cola degli anni '60, elettrodomestici dal gusto retrò, telefoni a cornetta e molto altro ancora.

L'anima di Retrò è una selezione di espositori di qualità che permetterà ai visitatori di scegliere capi esclusivi della moda vintage & remake, con abiti sia eleganti che prêt-à-porter. Espositori, designer e cercatori di tesori antichi vi aspettano per una due giorni divertente e ricca di sorprese perché il modernariato e il design d'altri tempi non passano mai di moda.

Inoltre sabato alle 16.30 continua l'appuntamento con i Circus Days con lo spettacolo gratuito di PaolinPaolone show e le sue magiche bolle di sapone, a cura di Circolarmente.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

La kermesse internazionale dedicata al mondo dell'antiquariato ha preso il via sabato scorso presso le Fiere di Parma. Ben 20mila le presenze tra collezionisti appassionati e curiosi.

MERCANTEINFIERA_AUTUNNO_2017_002.jpg

Il tutto, in quattro padiglioni, 45.000 metri quadrati di superficie espositiva che accolgono 1.000 espositori e operatori da tutto il mondo

MERCANTEINFIERA_AUTUNNO_2017_018.jpg

Tanti gli oggetti curiosi e da collezione che si posso scovare, segnaliamo una riproduzione bronzea della timida ballerina Marie Van Goethem, la "Petite danseuse de quatorze ans" di Degas. Ce ne sono 100 in giro per il mondo. La versione più famosa è esposta al Museo D'Orsay a Parigi, ma la nr. 79 si trova a Mercanteinfiera. Poi ci sono le coloratissime sculture femminili di Niki de Saint Phalle e tutto l'alfabeto estetico del collezionismo dall' antiquariato al modernariato al vintage.

In concomitanza con Mercanteinfiera è tornata anche la 7ª edizione di ArtParma Fair, la fiera dedicata all'Arte Moderna e Contemporanea -presso il padiglione 7 - importante palcoscenico sia per firme di prestigio che per quelle emergenti.

La kermess chiuderà domenica 8 ottobre. Orari dalle 10.00 alle 19.00. 

Costo: Intero € 10
Ridotto architetti (con tesserino) € 7
Online € 8
Ragazzi gratuito se accompagnati da un adulto

Sfoglia la galleria qui sotto, cliccando su ogni foto!

Pubblicato in Cultura Parma

Arte, modernariato e collezionismo vintage più antico d'Europa in mostra alle Fiere di Parma fino a domenica 5 marzo con Mercanteinfiera Primavera.

Parma, 25 febbraio 2017

La 23a edizione di Mercanteinfiera Primavera, il più grande evento italiano di antiquariato, modernariato e collezionismo vanta centinaia di buyer da tutto il mondo, mille espositori, due collaterali organizzate con due musei italiani e il fuorisalone della cultura che partirà a primavera coinvolgendo, con un progetto ideato dallo scrittore Gianluigi Ricuperati, la città di Parma.

In mostra oggetti iconici del collezionismo vintage dai bauli Louis Vuitton alla kelly bag di Hermés, ma non solo, fra le novità di questa edizione anche la sezione dell'albero di mele cresciuto nella proprietà di Shakespeare, la cazzuola usata da Margareth Thatcher alla posa della prima pietra di una fabbrica britannica e la bicicletta usata da Donald Sutherland sul set di '900 d Bertolucci".

Novità importante di questa edizione è Mercanteinfiera Atelier: una vetrina on line permanente che raccoglie il meglio delle collezioni degli espositori iscritti ad entrambe le edizioni e che gli appassionati potranno continuare a consultare per i loro acquisti tutto l'anno. www.atelier.mercanteinfiera.it  permetterà ad appassionati e curiosi di sentirsi a Mercanteinfiera anche lontano dall'evento.

MERCANTEINFIERA PRIMAVERA 2017 FOTO FRANCESCA BOCCHIA 065

Alle Fiere di Parma anche due mostre collaterali. "L'Oro Matto e il gioiello-fantasia nella prima metà del Novecento", in collaborazione con il Museo del Bijou di Casalmaggiore e curata da Bianca Cappello storica e critica del gioiello e da Letizia Frigerio, Direttrice del Museo e "ll mare sorride da lontano: dipinti, incisioni, manifesti e oggetti intorno all'immaginario del mare". Un percorso a tappe, ideato da Paolo Aquilini, Serena Bertolucci, Luca Leoncini, Laura Cattoni e Simone Frangioni del Museo di Palazzo Reale di Genova, che si snoda tra guide turistiche, abiti d'epoca, fotografie ed affiche pubblicitarie, per raccontare il mare come luogo dell'anima e di passioni.

INFORMAZIONI GENERALI
Apertura da sabato 25 febbraio a domenica 5 marzo, tutti i giorni dalle 10 alle 19
ingresso - Euro 10 / Euro 8 ( acquisto on line)
Per i visitatori a mobilità ridotta, il polo fieristico mette a disposizione carrozzine e mobility scooter (anche nella forma tandem con conducente). Per prenotazione dei mezzi www.mobilitycenter.it  e www.mercanteinfiera.it

Clicca su ogni foto per scorrere la galleria immagini, ph.Francesca Bocchia 

Guarda le foto dell'inagurazione

Pubblicato in Cronaca Parma

Fino a domenica 5 marzo a Fiere di Parma, Mercanteinfiera l'appuntamento di arte, modernariato e collezionismo vintage più antico d'Europa. Mille espositori e buyer da tutto il mondo.

Parma, 25 febbraio 2017

Aperta ufficialmente la 23a edizione di Mercanteinfiera Primavera, il più grande evento italiano di antiquariato, modernariato e collezionismo. Centinaia di buyer da tutto il mondo, mille espositori, due collaterali organizzate con due musei italiani, il fuorisalone della cultura che partirà a primavera coinvolgendo, con un progetto ideato dallo scrittore Gianluigi Ricuperati, la città di Parma. E ancora modernariato, gli oggetti più iconici del collezionismo vintage dai bauli Louis Vuitton alla kelly bag di Hermés e altri conversation pieces che nessuna donna assennata considererebbe mai futili. Infine la breccia in un pubblico sempre più giovane e cosmopolita in cerca del pezzo unico da acquistare o semplicemente di novità da rincorrere.

"Ci accorgiamo di affrontare l'arte nel senso più ampio riuscendo così a lambire frange di confine, i giovani, che si sono in questi anni avvicinati sempre di più a una kermesse dedicata tradizionalmente all'antiquariato - afferma Ilaria Dazzi, Brand Manager di Mercanteinfiera. Rinnoviamo ogni edizione grazie a espositori che sanno cavalcare tendenze e scovare oggetti con una loro storia. Quest'anno - continua Ilaria Dazzi - troveremo la sezione dell'albero di mele cresciuto nella proprietà di Shakespeare, la cazzuola usata da Margareth Thatcher alla posa della prima pietra di una fabbrica britannica e la bicicletta usata da Donald Sutherland sul set di '900 d Bertolucci".

E' questo Mercanteinfiera, la kermesse internazionale fino a domenica 5 marzo a Fiere di Parma. Novità importante di questa edizione è Mercanteinfiera Atelier: una vetrina on line permanente che raccoglie il meglio delle collezioni degli espositori iscritti ad entrambe le edizioni e che gli appassionati potranno continuare a consultare per i loro acquisti tutto l'anno. www.atelier.mercanteinfiera.it  permetterà ad appassionati e curiosi di sentirsi a Mercanteinfiera anche lontano dall'evento.

Fiere di Parma allestirà anche due mostre collaterali. "L'Oro Matto e il gioiello-fantasia nella prima metà del Novecento", in collaborazione con il Museo del Bijou di Casalmaggiore e curata da Bianca Cappello storica e critica del gioiello e da Letizia Frigerio, Direttrice del Museo: oltre 100 pezzi prodotti nel paese della magica finzione dell'"oro matto", Casalmaggiore (CR) e realizzati in placcato oro, in leghe metalliche, materiali plastici, finto corallo, finti rubini, finti diamanti. Gioielli del popolo per imitare quelli dei re. A fianco i bijou dei grandi bigiottieri italiani da da Ornella Bijoux per Biki, (sarta milanese che ha plasmato l'eleganza della Callas), da Emma Caimi e Carla Pellini, da Ottavio Re e Giuliano Fratti.

E poi "ll mare sorride da lontano: dipinti, incisioni, manifesti e oggetti intorno all'immaginario del mare" Un percorso a tappe, ideato da Paolo Aquilini, Serena Bertolucci, Luca Leoncini, Laura Cattoni e Simone Frangioni del Museo di Palazzo Reale di Genova, che si snoda tra guide turistiche, abiti d'epoca, fotografie ed affiche pubblicitarie, per raccontare il mare come luogo dell'anima e di passioni.

Un binomio inedito, quello di fiera-museo che rappresenta la nuova sfida del polo fieristico. "L'idea è creare una sintesi tra un luogo in cui si entra per scoprire la storia culturale e del costume con l'arte in senso ampio" conclude Ilaria Dazzi.

INFORMAZIONI GENERALI
Apertura da sabato 25 febbraio a domenica 5 marzo, tutti i giorni dalle 10 alle 19
ingresso - Euro 10 / Euro 8 ( acquisto on line)
Per i visitatori a mobilità ridotta, il polo fieristico mette a disposizione carrozzine e mobility scooter (anche nella forma tandem con conducente). Per prenotazione dei mezzi www.mobilitycenter.it  e www.mercanteinfiera.it

Clicca su ogni foto per scorrere la galleria immagini, ph.Francesca Bocchia

Pubblicato in Cronaca Parma

Appuntamento con la moda di PARMA VINTAGE, la mostra-mercato interamente dedicata allo stile Vintage che, dopo il successo delle prime due edizioni, ripropone tre giorni tra abiti, accessori e oggetti ricercati e dallo stile inconfondibile. Villa del Ferlaro dal 13 al 15 maggio.

Parma, 14 Maggio 2016 

Torna l'appuntamento con la moda, torna l'appuntamento con PARMA VINTAGE, la mostra-mercato interamente dedicata allo stile Vintage che, dopo il successo delle prime due edizioni, ripropone tre giorni tra abiti, accessori e oggetti ricercati e dallo stile inconfondibile.
Fino a domani, domenica 15 maggio, le porte della splendida Villa del Ferlaro saranno aperte per accogliere una selezione dei migliori operatori professionisti di abbigliamento e accessori vintage, dal luxury ai capolavori sartoriali delle grandi firme della moda.

Tanti gli eventi in programma

Oggi, Sabato 14 maggio, dalle ore 15:00 sarà il momento di "NowVintage", un esclusivo racconto a cura della Fashion Journalist Nicolè Fouquè in cui si parlerà di moda passando da quella vintage a quella attuale, attraverso 5 originali look, scelti in collaborazione con A.N.G.E.L.O. Vintage Palace. Ospite d'eccezione dell'evento Miss Parma 2015 Alessia Noli.
Inoltre, lo staff di Bizzarri Capricci, in collaborazione con fotografi e make-up artists, si occuperà di studiare il total look vintage 2016 proponendo diversi outfit, rigorosamente vintage. Un'attenzione particolare alla buona tavola e ai tesori gastronomici di Parma, capitale della Food Valley, completerà l'offerta.
PARMA VINTAGE è un evento organizzato da Bi&Bi Comunicazione in collaborazione con A.N.G.E.L.O. Vintage Palace.
Per maggiori info: www.parmavintage.it 

 

 

13052016-PARMAVINTAGE2016 025 rid

13052016-PARMAVINTAGE2016 031 rid

13052016-PARMAVINTAGE2016 027 rid

13052016-PARMAVINTAGE2016 005 rid

13052016-PARMAVINTAGE2016 043 rid

13052016-PARMAVINTAGE2016 009 rid

13052016-PARMAVINTAGE2016 013 rid

Tutte le foto nella galleria immagini in fondo alla pagina, ph. Francesca Bocchia

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

La 22esima edizione del Mercanteinfiera si chiude con un +10% di presenze e boom di vendite in Italia e all'estero. Vittorio Sgarbi: "E' la terza volta che visito Mercanteinfiera e ogni volta la trovo più interessante".

Parma, 9 Marzo 2016 

A chiudere la 22esima edizione del Mercanteinfiera è un commento di Vittorio Sgarbi "E' la terza volta che visito Mercanteinfiera e ogni volta la trovo più interessante. Un' esposizione impressionante, non trovo aggettivi più calzanti".
Ed infatti, questo continua ad essere un format sempre più vincente e attrattivo: l'antico che si fonde con linguaggi contemporanei, capaci di coniugare gusto ed eleganza, stile, ricercatezza.
L'edizione primaverile della prestigiosa kermesse internazionale dedicata all'antiquariato, al modernariato ed al collezionismo vintage, ha registrato un significativo +10% sulle presenze registrate rispetto alla passata edizione, con una corposa rappresentanza proveniente dall'estero.

Oltre 1.000 gli espositori presenti, con proposte che hanno suscitato interesse ed apprezzamento fra i visitatori ed in particolare fra le centinaia di buyer che si sono alternati, per tutta la settimana, negli spazi del polo fieristico, alla ricerca del migliore acquisto. Buyer giunti a Parma da ogni parte del mondo: Stati Uniti, Cina, Brasile, Russia, FrancIa, Turchia, Norvegia e Danimarca i paesi più rappresentati.
Un vero e proprio successo, un boom certificato dai numeri che evidenziano quanto le vendite all'estero siano lievitate in maniera considerevole: oltre 300 sono infatti le opere, destinate a raggiungere i diversi stati esteri, per i quali gli acquirenti hanno richiesto una valutazione ai periti antiquari messi gratuitamente a disposizione da Fiere di Parma.

L'edizione primaverile ha visto Mercanteinfiera agire soprattutto sulla leva del rinnovamento abbracciando, attraverso i suoi appuntamenti collaterali e la sezione "Art Parma Fair" una molteplicità di linguaggi espressivi che hanno calamitato l'interesse del pubblico:"Sole o accompagnate? L'opera fotografica come opera singola e come serie", percorso di Fabio Castelli, ideatore di MIA Photo Fair; "Parma 360 on view", installazione realizzata da Federica Bianconi, Chiara Canali, Simona Manfredi e Camilla Mineo che anticipava i temi del Festival della creatività contemporanea; infine la mostra dedicata a Mario Sironi, curata da Estemio Serri e Alan Serri per Edizioni Cinquantasei Bologna e Galleria d'arte Cinquantasei, che negli spazi di "Art Parma Fair" ha raccolto novanta opere dell'artista.
Un risultato frutto anche della proficua sinergia con i diversi attori del territorio parmense: i fotografi del gruppo Obiettivamente, che hanno arricchito l'archivio delle immagini legate all'evento, valorizzandone appieno i suoi contenuti; il Centro Studi e Archivio per la Comunicazione (Csac); l'Assessorato al Turismo del Comune di Parma; i Castelli del Ducato; la Fondazione Teatro Due.
Mercanteinfiera tornerà con l'edizione autunnale in programma dall'1 al 9 ottobre 2016, preceduta intorno alla metà di settembre dall'avvio dell'ormai consueto programma del fuorisalone "OFF".
Incontri, mostre ed eventi che, in città, avranno tra i sicuri protagonisti anche Carla Sozzani, vera e propria "icona del fashion world italiano", fondatrice della galleria milanese "10 Corso Como" e, qualche mese fa, insignita del Premio Mercanteinfiera 2016.

foto di Francesca Bocchia

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 14

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 15

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 16

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 17

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 21

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 22

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 23

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 26

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 27

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 18

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 28

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 29

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 30

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 25

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 31

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 13

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 10

 

 

Pubblicato in Cultura Parma
Venerdì, 04 Marzo 2016 09:20

Curiosando a Mercanteinfiera

La prestigiosa kermesse internazionale, in corso alle Fiere di Parma sino a domenica 6 marzo, offre ai visitatori la possibilità di perdersi fra pezzi pregiati di antiquariato, modernariato, raffinato collezionismo vintage e non solo.

Arredi, gioielli e oggetti vintage, autentici conversation pieces: 1.000 gli espositori presenti. Questa XXII edizione, si arricchisce in oltre di una serie di appuntamenti collaterali che guardano al contemporaneo mettendo in vetrina le opere di artisti di fama mondiale: da Nan Goldin a Pistoletto, da Vico Magistretti a Ulrich Tillmann, Maurizio Galimberti e Mario Sironi.

Il nuovo volto di Mercanteinfiera fra design, arte contemporanea e fotografia è un viaggio tra passato e modernità attraverso diversi linguaggi espressivi.

Parma, 4 marzo 2016

foto di Francesca Bocchia

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 14

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 15

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 16

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 17

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 21

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 22

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 23

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 26

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 27

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 18

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 28

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 29

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 30

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 25

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 31

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 13

MERCANTEINFIERABIS2016 025 arte fotografia design vintage anquiquariato fiere di parma 10

 

 

Pubblicato in Cultura Parma

Dal 20 al 22 novembre, presso il quartiere fieristico di Viale Virgilio, 300 espositori italiani e stranieri proporranno su 20.000 mq di spazio espositivo oggetti d'altri tempi, rari, preziosi o vintage. Tanti anche gli eventi collaterali tra costume, arte e design. -

Modena, 20 novembre 2015 - di Manuela Fiorini -

Un gradito ritorno e tante novità per la 29° edizione di 7.8 Novecento, il Gran Mercato dell'Antico che, dal 20 al 22 novembre animerà i padiglioni di ModenaFiere con oltre 300 espositori provenienti dall'Italia e dall'estero. Negli oltre 20.000 mq espositivi si potrà trovare di tutto un po', dai mobili d'antiquariato ai quadri, dagli abiti e accessori vintage ai dischi in vinile, dai fumetti ai gioielli.

Tra le novità 2015 c'è Vintage! La moda che vive due volte, un focus al quale è dedicato tutto il terzo padiglione della fiera. Qui si potranno ammirare capi unici, che hanno fatto epoca, simbolo dello stile di un tempo. La moda dagli anni Venti agli anni Ottanta è raccontata attraverso gli articoli da collezionismo, i capi sartoriali dell'epoca, i pezzi di design, gli accessori e i profumi, ma anche gli oggetti di uso quotidiano.

Nella mostra Gli anni della TV si potranno invece ripercorrere le tappe dell'oggetto più amato dagli italiani: la televisione. L'itinerario ideale parte dal 1929, quando viene trasmessa a Torino la prima immagine di una bambola di panno Lenci, da parte del Laboratorio Sperimentale dell'EIAR (Ente Italiano per le Audizioni Radiofonico), poi divenuto RAI nel 1944. Si va poi al 1938, quando viene installata la prima emittente televisiva a Monte Mario e si arriva al 1949, data nella quale la RAI monta a Torino la prima stazione trasmittente Televisiva. Si possono inoltre ammirare più di 30 modelli di TV: dai primi Motorola, Philips, Admiral e Bush del 1948 e 1949, ai Tesla, Galatic, Philco-Predicta, apparsi per primi nelle case degli italiani negli Anni '50. E poi, ancora, i Sony, Jvc, Panasonic, Sharp e Voxon, ancora oggi celebrate come oggetti di "culto", e infine i modelli di fine Anni '80 e inizio Anni '90, con il progressivo addio al tubo catodico e l'avvento del plasma.

Si parla di moda e, in particolare, di uno dei capi più amati della stagione invernale ne, "Il Cappotto. Il caldo elegante racconto di un secolo". L'esposizione si articola lungo tre diversi percorsi. Il Percorso Verde è incentrato sul background storico e sociale e colloca il capo nel decennio in cui viene ideato e realizzato. Il Percorso Blu racconta la storia del costume attraverso le vite degli stilisti e dei sarti dei capi in mostra. Il Percorso Arancione illustra la vita di ogni capo esposto dalla realizzazione, al riuso alla riscoperta. In esposizione ci saranno 30 capi tra maschili e femminili, dai cappotti militari della 1 guerra mondiale al doppiopetto in cachemere anni '60.

Nel singolare allestimento Green Glamour tra arte e design di LUfER, artista e designer eclettico e trasversale, sono invece in mostra sculture, quadro, lampade, appendiabiti e tavolini realizzati con scari industriali e materiale da riciclo. Per dimostrare che tutto può avere una seconda vita diventando una nuova forma di arte, ecologica e di tendenza al tempo stesso.

Tra gli spettacoli, invece, venerdì 20 e Sabato 21 novembre, alle ore 18.00, si potranno trascorrere due pomeriggi alla scoperta del Burlesque, un'arte espressiva spesso non ben conosciuta, ironica e dirompente, grazie all'esibizione di Scarlett Martini, la performer italiana più conosciuta al mondo.

INFO
7.8.Novecento e "VINTAGE! La moda che vive due volte"
c/o ModenaFiere, viale Virgilio 70/90
tel 059/848380; www.7-8novecento.it, www.fieravintage.it/modena 
Orario: giovedì 19/11 riservato agli operatori di settore dalle 8 alle 18; da venerdì 20/11 a domenica 22/11 orario continuato 10-19.
Ingresso: intero € 10; ridotto € 8.

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

Confermate le presenze e aumentato l'interesse per i comparti collaterali: moda, orologi e gioielli. Replicato il grande successo di pubblico. In aumento i visitatori provenienti dall'estero. Tra i vip presenti, Zucchero, Marta Marzotto, Vittorio Sgarbi, Philippe Daverio. Il brand Mercanteinfiera spopola su Facebook e Twitter. Sold out per gli appuntamenti del fuorisalone in città. Prossimo appuntamento con l'edizione primaverile in programma dal 27 febbraio al 6 marzo 2016. -

Parma, 13 ottobre 2015 –

Oltre 51.000 presenze, con un significativo mantenimento della rappresentanza straniera certificano il successo di Mercanteinfiera Autunno 2015, la prestigiosa kermesse internazionale dedicata all'antiquariato, modernariato e collezionismo vintage, che si è chiusa domenica alle Fiere di Parma.

Replicato il primato di visite, già stabilito nella passata edizione, andata in scena nel marzo scorso, con mercanti, collezionisti e semplici curiosi che, nei 45.000 metri quadrati di superficie espositiva, si sono lasciati sedurre dagli oggetti e dalle altre preziose rarità dal fascino senza tempo, insieme alle opere dal notevole valore storico ed artistico, come quadri, tappeti, ebanisteria settecentesca, argenteria d'epoca: pezzi, talora unici nel proprio genere, evidenziati con orgoglio dai 1.000 espositori presenti, espressione delle più importanti piazze europee, per una rassegna che ha visto anche la partecipazione di centinaia di buyer, provenienti da Stati Uniti, Argentina, Turchia, Francia, Germania e Svizzera.

A testimoniare la vocazione internazionale è anche il dato relativo al valore complessivo dei beni esportati al di fuori dei confini nazionali, che ha raggiunto mezzo milione di euro nelle due giornate riservate ai soli operatori commerciali. Un dato, in linea con il trend registrato nella passata edizione, nobilitato dalla presenza di lotti di pregevole fattura, con quotazioni elevate.
A suggellare il crescente interesse nei riguardi di un Salone che consolida sempre più la propria leadership internazionale, anche la nutrita presenza di operatori dell'informazione stranieri presenti a Parma e che, nei propri resoconti, non hanno mancato di dare ampio risalto a settori ritenuti prima marginali, fra tutti la moda, esaltata soprattutto dai gioielli vintage delle griffe più prestigiose.

Foto Vintage 2 rid

Alla kermesse presenti anche alcuni vip come Zucchero, Marta Marzotto, Vittorio Sgarbi, Philippe Daverio.
In aumento l'appeal di Mercanteinfiera fra i principali social network: da Facebook a Twitter, a Instagram. il brand trionfa. La pagina Facebook ufficiale della rassegna ha registrato un sostanziale incremento del numero dei fan, letteralmente schizzato dalle 37.499 unità del marzo scorso alle 48.147 attuali. In crescita anche Twitter, con 1.207 followers (1.004 in Primavera).

Clima da "tutto esaurito" infine per gli eventi inseriti nell'ambito di Mercanteinfiera OFF, il fuorisalone della cultura, ideato da Fiere di Parma e dal Comune di Parma, che fino al prossimo 31 ottobre, nella splendida cornice di Palazzo Pigorini, continuerà ad accogliere personaggi di spicco del panorama artistico e culturale (registi, fotografi, designer, critici, docenti) nonché una suggestiva mostra d'avanguardia dedicata alle opere "incompiute" di artisti internazionali, patrimonio del Museo digitale MoRE (Museum of REfused and unrealised art projects). Il prossimo appuntamento è il 23 ottobre a Palazzo Pigorini con il regista Paolo Benvenuti.
Mercanteinfiera tornerà con l'edizione primaverile in programma dal 27 febbraio al 6 marzo 2016.

Pubblicato in Cultura Parma

Quest'anno si sperimenta. 1.000 espositori in arrivo da importanti piazze europee e centinaia i buyers internazionali attesi. Novità: il food vintage e il fragrance design nella mostra "Cosa bolliva in pentola". Pregiate ricette del secolo scorso e immagini legate al cibo di un tempo e alla cultura contadina. -

Parma, 3 ottobre 2015 - di Cigno Nero -

Ci siamo. Un enorme scatolone dalla accattivante foggia vintage sta per essere scoperchiato: è Mercanteinfiera Autunno, il 'contenitore – evento' che raccoglie antiquariato di alta gamma, 'contaminato' da una buona dose di sperimentazione.
La rassegna internazionale di modernariato, antichità e collezionismo vintage, che quest'anno compie 34 anni, inizia oggi e durerà fino all'11 ottobre, alle Fiere di Parma.

Spazi che si trasformeranno in una città antiquaria accogliendo, nei 45.000 mq di superficie espositiva, le novità proposte dai 1.000 espositori provenienti dalle più importanti piazze europee (Italia, Francia, Regno Unito, Spagna ed Ungheria). Centinaia sono invece i buyers, espressione di un mercato sempre più ampio (Stati Uniti, Turchia, Francia, Germania, Austria, Argentina, Svizzera i paesi rappresentati) che guarda a Mercanteinfiera come luogo ideale dove investire il proprio denaro.

Dall'ebanisteria del Settecento agli oggetti dal design più raffinato, passando per i ricercatissimi pezzi che rimandano alla cultura pop e alle atmosfere vintage: tante dunque le "chicche" presenti, a testimonianza di una qualità che trova riscontro nei numeri. In termini di esportazione dei beni verso i paesi esteri, infatti, l'ultima edizione primaverile ha fatto registrare un lusinghiero +10% rispetto all'anno precedente.

Esaltazione dell'arte, dunque, ma, in un'epoca in cui piatti molecolari e sperimentazioni spericolate lasciano sempre più spazio alle vecchie ricette della nonna, attenzione anche al food, ovviamente vintage.

Ecco allora che Fiere di Parma apre le porte a "Cosa bolliva in pentola", una mostra collaterale che accanto ad affiche pubblicitarie risalenti ai primi del '900 e antichi ricettari, amalgama memoria e presente travalicando i confini stessi della sperimentazione visiva con una finalità: comprendere l'evoluzione del cibo, trattegiando la fisionomia che caratterizzava la cucina del secolo scorso.
Così si scoprono da un ricettario del 1913 edito dal fiorentino Adriano Salani i "beccaccini in teglia" o la "zuppa di ovoli" e da uno del 1940 (Bottega del Ghiottone) "la zuppa tricolore" o il "formaggio di patate" il tutto affiancato ad un percorso olfattivo di "antichi odori" ricreati per l'occasione da Caterina Roncati, fragrance designer genovese.

Il tema del "food vintage", torna sulle "antiche tavole contadine" proposte da Archi&Parchi, la sezione dedicata agli arredi per ambienti esterni. Lungo l'ideale sentiero dell'"emotional eating", il pubblico potrà così riscopre la zucca luffa, berettina, cappello del prete, lagenaria, violina e tonda padana, e ancora la mela del povero e la gava, la pera ammazza cavallo, la moscatellina, la spadona e la volpina, frutti e verdure antichi ormai scomparsi dai nostri menù. Il tutto curato dalla paesaggista di Reggio Emilia Silvia Ghirelli e dal Vivaio dei Molini di Lonato – Brescia.

Spazio anche alla mostra fotografica "Per un pugno di miglia", curata da Attilio Facconi che, tra volti di piloti e leggende, ripercorre con scatti inediti la storia della "corsa più bella al mondo", la Mille Miglia. Tra questi un inconsueto Nuvolari alla guida di un bolide con stemma sabaudo.

Per gli amanti del collezionismo automobilistico, da non perdere l'appuntamento con Mercanteinauto (9- 11 ottobre) l'esposizione di vetture d'epoca, arricchita in questa edizione dalla presenza delle Bmw della collezione di Claudio Baroni.

Torna infine nel quartiere fieristico di Fiere di Parma nelle date 3-4 e 9-10-11 ottobre il collezionismo colto e sofisticato di ART PARMA FAIR la mostra organizzata da Romagna Fiere e dedicata all'arte contemporanea con opere di autori come Damien Hirst, Christo, Mario Schifano, Mimmo Rotella, Piero Gilardi, Michelangelo Pistoletto, Arnulf Rainer, Alighiero Boetti.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Pagina 1 di 4