Visualizza articoli per tag: Territorio Fiorenzuola

Mercoledì, 30 Ottobre 2013 17:10

Ecografo donato alla Medicina di Fiorenzuola

Piacenza, 30 ottobre 2013
 
Dieci aziende raccolgono i fondi necessari all'acquisto dello strumento -
Cordata di solidarietà a favore dell'ospedale della Val d'Arda. Dieci aziende del territorio hanno donato un ecografo portatile per il reparto di Medicina e lungodegenza. Tecnicamente avanzato e molto compatto, lo strumento permette di effettuare importanti indagini diagnostiche al letto del paziente, fornendo ai medici elementi di valutazione essenziali soprattutto in situazioni clinicamente complesse o critiche.
"Per il nostro lavoro quotidiano – sottolinea Giuseppe Civardi, direttore del reparto – questo ecografo è prezioso e funzionale e subito è stato utilizzato a pieno regime dai colleghi". "Quando abbiamo malati anziani o particolarmente fragili, anche i trasporti per indagini diagnostiche creano disagio. Poter effettuare gli esami direttamente in stanza è più semplice e confortevole per i pazienti stessi. Inoltre, soprattutto in ambito cardiologico, vascolare e addominale, una valutazione veloce e non invasiva com'è quella dell'ecografo permette di assumere decisioni in tempi brevi e ottimizzare le terapie".
Lo strumento, che ha un valore di circa 50mila euro, è stato acquistato dall'associazione Fiorenzuola oltre i confini, che si è assunta il compito di raccogliere le donazioni effettuate dalle aziende Alberti e Santi s.r.l., Biffi spa, Comeri srl, Gozzi Marco & C. snc, ICOP Oleodinamica, Rota Guido srl, Siderpighi spa, System Car srl, TECO srl e Well Equipment International srl. Alla raccolta fondi hanno partecipato anche i dipendenti della Biffi, che hanno organizzato iniziative interne per contribuire.
"Con questo gesto – ha detto Luigi Peveri a nome degli imprenditori che hanno donato l'ecografo – vogliamo dire che Fiorenzuola è vicina all'ospedale".
"Siamo molto grati alle aziende – aggiunge il direttore generale Ausl Andrea Bianchi – che hanno donato questo ecografo. Gli imprenditori e i dipendenti che hanno partecipato a questa raccolta fondi si sono dimostrati sensibili alle esigenze dei pazienti". "È per noi motivo di soddisfazione constatare che la comunità ha a cuore il proprio ospedale e partecipa in prima persona a migliorare il comfort, venendo incontro a quelle piccole esigenze degli operatori che possono contribuire a qualificare ulteriormente l'assistenza ai malati". "Questa esperienza dimostra come dallo sforzo di tante aziende, socialmente responsabili e che hanno a cuore il loro ospedale, si può arrivare a concretizzare un progetto importante, anche dal punto di vista economico".
"Oggi un ecografo è per un'internista – ha aggiunto Fabio Fornari, direttore del dipartimento di Medicina generale dell'Ausl di Piacenza – lo strumento principe, come una volta ero lo stetoscopio. Attraverso questo apparecchio abbiamo a disposizione una mano, un occhio, un orecchio in più. Poterlo avere al letto del paziente è determinante. In questo settore i professionisti di Fiorenzuola, il dottor Civardi in testa, sono stati tra i primi a distinguersi in ambito nazionale e tutta l'equipe sta crescendo molto. In più questa Medicina è veramente il reparto più bello di tutta la provincia: su questo bisogna investire per il futuro. Non solo sui muri, ma anche e soprattutto sulle professionalità e sulle tecnologie".
"Dobbiamo ricordarci – ha aggiunto Sandro Loschi, presidente onorario di Fiorenzuola Oltre i confini – che solidarietà vuol dire fare azioni concrete per risolvere i problemi. Anche in questo caso il nostro contributo come volontari è andato in questa direzione: abbiamo svolto, com'è nelle nostre competenze, le pratiche amministrative, raccogliendo i fondi donati dalle aziende e acquistando lo strumento".
Il reparto di Medicina e Lungodegenza di Fiorenzuola è organizzato secondo un modello assistenziale per intensità di cura. L'equipe segue il paziente per tutto il decorso della malattia, dalla fase critica (con letti monitorati) a quella acuta, per arrivare poi alla stabilizzazione delle sue condizioni e alla riabilitazione.
Nel reparto operano nove medici diretti dal dottor Civardi e due team assistenziali coordinati da Vittoriella Cabrini e Natalia Catalini. I posti letto sono 40 (8 di area critica e 32 di degenza ordinaria) e 16 di lungodegenza. Nelle otto postazioni per acuti vengono gestiti anche pazienti cardiologici acuti.
Complessivamente, i malati che sono ricoverati in un anno sono circa 2mila. Il reparto effettua poi anche prestazioni specialistiche (circa 1500) con ambulatori dedicati alle malattie respiratorie, al diabete, alla prevenzione cardiovascolare, alla medicina interna e all'ecografia internistica.
 
(Fonte: Comunicazione Ausl Piacenza)
Fiorenzuola, 16 ottobre 2013
 
Questa mattina il sopralluogo istituzionale nel cantiere. Trespidi: "Un tassello del complessivo impegno della Provincia sull'edilizia scolastica" -

Proseguono a pieno ritmo i lavori per la realizzazione della nuova palestra a servizio del polo scolastico superiore "Mattei" di Fiorenzuola. A verificare lo stato di avanzamento dell'intervento è stato questa mattina il presidente della Provincia Massimo Trespidi, che ha fatto visita al cantiere nella cittadina della Valdarda insieme all'assessore provinciale agli Edifici scolastici Sergio Bursi.

"La palestra di Fiorenzuola - ha ricordato Trespidi - rappresenta una parte del consistente finanziamento che l'Amministrazione provinciale ha assegnato al settore dell'edilizia scolastica nel 2013. Esattamente un mese fa è stata inaugurata la nuova palazzina scolastica di Castel San Giovanni: l'impegno verso il mondo della scuola è costante".

"Ad oggi - hanno illustrato Stefano Pozzoli, dirigente del settore Viabilità, edilizia e Infrastrutture dell'ente di corso Garibaldi e responsabile del procedimento, e i progettisti Davide Marchi, Matteo Bocchi e Roberto Dacrema questa mattina al sopralluogo insieme ai rappresentanti della ditta Edil.Ge.Co Srl di Parma Graziano Ceci e Cristian Chioni – sono in fase di ultimazione le opere in cemento armato e le strutture in elevazione: in particolare sta per iniziare la posa delle travi con profilo curvilineo in legno lamellare a cui seguiranno la copertura e la chiusura della struttura".

La nuova palestra, lo si ricorda, che sorgerà all'interno del complesso scolastico di via Boiardi, ha comportato un investimento di 1 milione 635mila euro, cofinanziato da Stato (per un milione 193mila euro) e Amministrazione provinciale (per 442mila euro). La struttura, pensata per un uso scolastico e per un possibile adattamento futuro, potrà in caso di necessità e di richiesta da parte del Comune essere sfruttata anche per attività extra-scolastiche, a disposizione dunque delle associazioni sportive locali. Le strutture portanti dell'edificio sono interamente realizzate con materiale eco-compatibile; in particolare la palestra sarà costruita in una posizione "eliocentrica" al fine di sfruttare al meglio gli apporti solari per l'impianto di riscaldamento e sarà completata con pannelli fotovoltaici e con pannelli solari-termici. Il progetto, redatto dalla Provincia, si caratterizza quindi per un'altissima attenzione al contenimento dei consumi energetici e alla contrazione dell'impatto ecologico ambientale attraverso l'utilizzo di materiali certificati.

Soddisfatti dell'avanzamento dei lavori il dirigente scolastico del polo Mauro Monti, il sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani e l'assessore del Comune di Fiorenzuola e consigliere provinciale Giuseppe Brusamonti.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)
Mercoledì, 09 Ottobre 2013 15:58

Progetto Comenius: studenti accolti in Provincia

Piacenza, 9 ottobre 2013
 
Il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi ha accolto nei giorni scorsi in Provincia - nell'ambito del progetto Comenius - una delegazione di studenti e docenti provenienti dalle scuole superiori delle città di Gigean (Francia), Bruchsal (Germania) e Kecskemet (Ungheria). I ragazzi sono ospiti dell'istituto Mattei di Fiorenzuola, tappa italiana del progetto.
"A nome di tutta l'Amministrazione provinciale - ha detto Trespidi all'incontro dei giorni scorsi a cui ha preso parte il dirigente scolastico Mauro Monti - vorrei dare il benvenuto agli studenti e ai docenti che, grazie al progetto Comenius, portano oggi a Fiorenzuola una parte del sapere e della cultura di Paesi come la Francia, la Germania e l'Ungheria. E' un onore accogliere nel territorio piacentino la tappa italiana di un'iniziativa, Comenius appunto, che sulla base della cooperazione europea si pone come obiettivo l'accesso a una più vasta gamma delle opportunità di apprendimento. La scuola deve essere oggi, nel 2013, non solo un istituto ma piuttosto una comunità educante: all'interno di questa comunità la prima risorsa siete voi studenti e la seconda sono i docenti, i bravi docenti. Un particolare apprezzamento va all'istituto superiore Mattei che ha saputo vedere nel progetto Comenius un'opportunità di apprendimento fondata sulla cooperazione e sulla concretezza".
Il presidente Trespidi a fine incontro ha consegnato ai docenti accompagnatori del materiale informativo e promozionale del territorio piacentino. "Un invito – ha detto Trespidi – a visitare le bellezze che la provincia che vi ospita offre".
 
(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)
Mercoledì, 11 Settembre 2013 15:45

Bologna - Milano due treni regionali in più al giorno

Bologna, 11 settembre 2013 -

Raddoppia l'offerta in un' ora di punta, si prolungano il servizio dal capoluogo lombardo e i collegamenti tra le città emiliane -

Due treni regionali in più tutti i giorni sulla tratta Bologna-Milano. Il servizio aggiuntivo, gestito da Tper (che con Trenitalia fornisce il servizio ferroviario regionale), è appena entrato in funzione, da lunedì 9 settembre. Dei nuovi treni (la programmazione è avvenuta in maniera coordinata tra le due Regioni interessate, Emilia-Romagna e Lombardia) possono beneficiare i pendolari tra Bologna e Parma, che vedono raddoppiata l'offerta in un'ora di punta, intorno alle 17, oltre ad avere un incremento dei collegamenti con Milano Centrale. Si estende poi di un'ora il servizio da Milano per le città dell'Emilia, colmando un vuoto creatosi due anni fa: si può stare a Milano un'ora in più e tornare comodamente e velocemente a Piacenza, Parma, Reggio, Modena, Bologna. Rilevante anche l'effetto per i collegamenti tra le città dell'Emilia, grazie al prolungamento del servizio: si può stare a Parma fino alle 23.30 e rientrare su Reggio Emilia, Modena e Bologna. Si può rimanere a Reggio Emilia fino alle 23.45 e rientrare su Modena e Bologna; si può stare a Modena fino a mezzanotte e rientrare su Bologna. Per questo servizio aggiuntivo vengono impiegati gli elettrotreni ETR 350, la cui consegna alla Regione Emilia-Romagna è in via di completamento da parte della società Stadler. Si tratta quindi di materiale rotabile moderno e nuovo di fabbrica, con eccellenti prestazioni meccaniche e di comodità di viaggio.


Nel dettaglio, c'è un treno aggiuntivo Bologna - Milano che parte da Bologna alle 17.04 e arriva a Milano Centrale alle 19.45, effettuando fermate intermedie ad Anzola Emilia (17.16), Samoggia (17.21), Castelfranco Emilia (17.27), Modena (17.37), Rubiera (17.52), Reggio Emilia (18.01), S. Ilario d'Enza (18.10), Parma (18.18), Fidenza (18.29), Fiorenzuola (18.37), Piacenza (18.53), Lodi (19.13), Milano Rogoredo (19.31), Milano Lambrate (19.38). Questo treno, con il numero R 33960, viene effettuato tutti i giorni. C'è poi un treno aggiuntivo Milano - Bologna che parte da Milano Centrale alle 22.15 e arriva a Bologna a mezzanotte e trenta, con fermate intermedie a Milano Lambrate (22.22), Milano Rogoredo (22.28), Lodi (22.43), Piacenza (23.05), Parma (23.32), Reggio Emilia (23.47), Modena (00.01). Il treno, con il numero R 33961, presta servizio tutti i giorni.

In allegato la locandina orari

(Fonte: ufficoi stampa Regione Emilia Romagna)


Piacenza, 28 agosto 2013 -

L'assessore Paparo: "Nel contesto di crisi è fondamentale favorire tutte le iniziative che possano essere volano di sviluppo e innovazione" -

Sono stati recentemente resi disponibili da Italia Lavoro (Agenzia tecnica del Ministero del Lavoro) incentivi tesi a favorire la collocazione di manager che, a causa della crisi in atto, hanno perso l'occupazione. L'iniziativa "Manager to Work", nata in collaborazione con le associazioni Federmanager e Manager Italia, vede la disponibilità di 9.715.000 euro a livello nazionale.
"L'iniziativa – ha spiegato l'assessore provinciale alle Politiche del Lavoro Andrea Paparo - prevede due linee di intervento: da un lato l'uso di "bonus assunzionali", a favore delle imprese che assumono manager senza occupazione e dall'altro il riconoscimento ai manager disoccupati di incentivi per la creazione di impresa. La finalità è quella di utilizzare l'esperienza dei manager per favorire l'innovazione, l'internazionalizzazione e la competitività delle imprese. Un patrimonio di professionalità, quello maturato dai dirigenti, che non deve andare perso".
I bandi relativi all'iniziativa - disponibili sul portale di Italia Lavoro ( www.italialavoro.it) - riguardano due distinte linee di incentivazione. La prima si rivolge ai datori di lavoro interessati a inserire nella propria azienda un manager in stato di disoccupazione; la seconda è rivolta invece a dirigenti e quadri (senza occupazione da oltre 6 mesi) che vogliano mettere in valore le proprie competenze attraverso la costituzione di una nuova impresa - in forma individuale o associata - o l'avvio di una attività professionale.
"Nel quadro dell'attuale congiuntura - continua l'assessore Paparo - diventa importante rendere disponibili sul territorio tutte le misure che possano divenire volano di sviluppo e di innovazione. Con i responsabili nazionali e regionali di Italia Lavoro abbiamo sempre positivamente collaborato alla puntuale diffusione di informazioni sui vari progetti attivati negli ultimi anni. Penso al più complessivo progetto "Welfare to Work", al filone A.M.V.A per l'apprendistato e i tirocini nelle "Botteghe di mestiere", all'intervento "FIxO", che ha portato all'attivazione di una importante esperienza di placement nel polo scolastico di Fiorenzuola".

(Fonte: ufficio stampa provincia di Piacenza)

Pubblicato in Comunicati Lavoro Emilia
Mercoledì, 24 Luglio 2013 12:28

Ospedale di Fiorenzuola, inteventi urgenti


Bologna, 24 luglio 2013 -

A seguito di una “completa ricognizione per la sicurezza antisismica”, si è rivelato “assolutamente urgente” un intervento all’ospedale di Fiorenzuola, in provincia di Piacenza, che si concluderà con “l’abbattimento del quarto piano della struttura denominata ‘Ospedale vecchio’ e la conseguente soppressione delle funzioni che lì si trovano”.

Martedì, 16 Luglio 2013 12:19

"Premio realtà amica della Famiglia"

Piacenza, 16 luglio 2013 -

PREMIO REALTA' AMICA DELLA FAMIGLIA A ECO-PACKAGING SRL E AL COMUNE DI FIORENZUOLA -

Pubblicato in Comunicati Lavoro Emilia

Piacenza, 7 giugno 2013 -

La Società Autostrade per l'Italia comunica che, per consentire l'esecuzione di lavori di rinnovo della pavimentazione nel tratto Fiorenzuola – Piacenza sud della A1 Milano–Napoli, dalle 24 di domenica 9 alle 15 di venerdì 14 giugno, le corsie di marcia lenta e marcia veloce in direzione nord verranno chiuse al traffico.


Piacenza, 4 giugno 2013 -

Ha trovato spazio anche a Piacenza il programma "FIxO (Formazione e innovazione per l'occupazione) Scuole ed Università", promosso dall'Agenzia del ministero del Lavoro "Italia Lavoro". Il polo scolastico Mattei di Fiorenzuola è infatti tra le 365 sedi scolastiche italiane che diventeranno dei veri e propri punti di riferimento per accompagnare gli studenti nella ricerca attiva di un'occupazione.


di redazione
Parma 23 Febbraio 2013 -
Il Comitato Regionale Figc dell'Emilia Romagna ha rinviato tutte le gare del campionato di Eccellenza in programma domenica 24 Febbraio a causa delle nevicate che stanno colpendo la regione.

Pubblicato in Calcio Emilia
Pagina 5 di 5