Visualizza articoli per tag: CCIAA RE

Venerdì, 21 Novembre 2014 14:58

Imprese in missione in Vietnam

L'export regionale verso il Vietnam è cresciuto in un anno del 27 per cento. Regione, Camere di commercio, associazioni di categoria, sistema bancario a supporto delle aziende dell'Emilia-Romagna -

Reggio Emilia, 21 novembre 2014 -

E' in partenza la missione imprenditoriale plurisettoriale che dal 23 al 27 novembre toccherà le città di Hanoi e Ho Chi Minh City, e si concluderà con la visita della provincia di Binh Duong.
Alcune importanti imprese emiliano-romagnole rappresentative di importanti settori economici, potranno approfondire le possibilità di business attraverso incontri con operatori vietnamiti selezionati, e visite alle aziende locali. Si tratta di Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna, Silfradent di Santa Sofia e Trevi Finanziaria Industriale di Cesena, Ingegneria Biomedica Santa Lucia di Piacenza, Ferrarini Spa e Simet di Reggio Emilia, oltre al sistema bancario e associativo, Banca Popolare dell'Emilia-Romagna e Confindustria Modena. A coordinare la delegazione regionale, Unioncamere Emilia-Romagna e Promec, azienda speciale della Camera di commercio di Modena.

Sarà un'occasione per scoprire le opportunità di affari in Vietnam, piattaforma per l'espansione commerciale delle imprese nell'area ASEAN (10 Paesi con oltre 600 milioni di abitanti) anche grazie alla firma, ormai prossima, dell'accordo di libero scambio tra Vietnam e Unione Europea.
L'imprenditore Stefano Landi, presidente della Camera di commercio di Reggio Emilia, guiderà per Unioncamere regionale le imprese emiliano-romagnole come componente della delegazione italiana. Landi interverrà martedì 25 novembre all'insediamento della prima commissione economica Italia-Vietnam istituita dai due Governi. Sarà la prima partecipazione di una Unione regionale delle Camere di commercio a una Commissione Economica, occasione prestigiosa e insieme di forte rilievo per lo sviluppo dei rapporti di cooperazione industriale e commerciale.

"Il Vietnam è un paese che sta dimostrando grande vitalità e voglia di progredire, come attesta lo scarso impatto della crisi globale sulla sua economia. Questa missione di sistema – dichiara Landi- è un segnale della volontà di collaborazione tra i due Paesi, soprattutto in vista della firma di un accordo tra Vietnam e Unione Europea che si stima farà incrementare gli interscambi commerciali da 33 a 100 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni".

Secondo i dati dell'Osservatorio Internazionalizzazione di Unioncamere ER, nel 2013 l'export verso il Vietnam è cresciuto del 27 per cento rispetto al 2012, per un valore di 121 milioni di euro che coinvolge 270 imprese, di cui il 48% rappresentato dalla meccanica strumentale.
Camere di commercio dell'Emilia-Romagna e Regione hanno un ruolo di primo piano.

"A quasi un anno e mezzo dall'avvio del progetto "Destinazione Vietnam" - sottolinea il presidente Landi - i risultati ottenuti ci incoraggiano a proseguire su questo percorso che promuove investimenti, trasferimento tecnologie, collaborazione economica".
Il Desk Vietnam, coordinato da Unioncamere Emilia-Romagna, ha fornito assistenza a oltre 200 imprese, un numero doppio di aziende ha partecipato a momenti formativi/informativi, 37 i report di pre-fattibilità realizzati e 21 visite di check-up aziendale sono stati 200 gli incontri di affari con buyer vietnamiti organizzati dal sistema camerale, Regione e in collaborazione con le associazioni di categoria.

La missione, nata all'interno del progetto Destinazione Vietnam e co-finanziato da Unioncamere Emilia-Romagna e Regione con soggetto attuatore Promec, patrocinato dai Ministeri Sviluppo Economico e Affari Esteri, ICE agenzia, realizzato in collaborazione con ICHAM (Camera di commercio italiana in Vietnam) e le Associazioni di categoria, è confluita in un'ottica di sistema nella più ampia iniziativa del Governo Italiano, organizzata nell'ambito della Cabina di Regia per l'Italia Internazionale.

La Cabina di Regia per l'Italia Internazionale è lo strumento operativo per coordinare le politiche del Paese in tema di internazionalizzazione.
Co-presieduta dal Ministro degli Affari Esteri e dal Ministro dello Sviluppo Economico, vede anche la partecipazione dei principali attori governativi ed economici nazionali e regionali nel settore, quali il Ministro per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo (che co-presiede per le materie di propria competenza), il Ministro dell'Economia e Finanze, il Ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, i Presidenti della Conferenza delle Regioni, di UnionCamere, Confindustria, Rete Imprese Italia, ABI e Alleanza delle Cooperative.

(Fonte: ufficio stampa Unioncamere)

Ben 107 aziende hanno aderito al progetto regionale lanciato in partnership da Camera di Commercio, Regione Emilia-Romagna, Unioncamere Emilia-Romagna e APT per la valorizzazione dei prodotti eno-gastronomici locali sui mercati esteri -

Reggio Emilia, 20 novembre 2014 -

E' un vero e proprio record di adesioni quello raggiunto dalla Camera di Commercio di Reggio Emilia attorno al progetto di valorizzazione dei prodotti eno-gastronomici locali sui mercati esteri, iniziativa condotta in partnership con la Regione Emilia-Romagna/Direzione Generale Agricoltura, Unioncamere Emilia-Romagna ed APT Servizi.
Al progetto – che punta alla creazione di nuove offerte caratterizzate da alti livelli qualitativi per lo sviluppo stabile del turismo enogastronomico sul mercato globale – hanno infatti aderito ben 107 imprese reggiane, che da sole rappresentano un terzo di quelle che complessivamente partecipano in Emilia-Romagna.

Reggio Emilia (con 35 aziende agroalimentari, 38 della ristorazione, 30 del settore ricettivo e 4 multifunzionali) precede largamente Bologna, seconda nella classifica regionale con 55 imprese.
"Si tratta – spiega il presidente della Camera di Commercio, Stefano Landi – di un risultato straordinario, che ben evidenzia quanto sia forte l'interesse delle imprese reggiane verso quei mercati esteri rispetto ai quali, sino ad oggi, le offerte strutturate in questo settore sono state piuttosto limitate da parte delle singole aziende".

Le imprese reggiane sono state oggetto di selezione sul piano della qualità e dell'affidabilità dell'offerta, e proprio oggi molte di loro sono state protagoniste del workshop attraverso il quale la Camera di Commercio le ha messe direttamente a confronto con 13 Club di prodotto (un record di presenze, anche in questo caso) attivi nelle province emiliane ed impegnati nella costruzione di nuovi pacchetti turistici per lo sviluppo stabile del turismo enogastronomico e rurale di qualità in Emilia-Romagna.
L'iniziativa è stata promossa dal tavolo Incoming Expo della Camera di Commercio coordinato dalla vicepresidente dell'Ente, Paola Silvi, che aprendo i lavori ha sottolineato che "l'evento si inserisce nell'ambito delle iniziative che hanno a riferimento l'Esposizione universale del 2015, ma guarda ben oltre le opportunità che da qui potranno derivare".

"L'obiettivo – ha spiegato Paola Silvi – è infatti quello di una valorizzazione stabile e continuativa nel tempo delle risorse e delle eccellenze del nostro territorio in diversi Paesi stranieri (e tra questi spiccano Russia, Brasile, Germania, Regno Unito, Canada, Stati Uniti e Israele) all'interno dei quali i Club di prodotto individuati da APT si sono attivati per promuovere un'offerta che fa leva sulla qualità dei servizi ricettivi, delle produzioni e della ristorazione".
Nel corso dell'incontro, che si è tenuto a Palazzo Scaruffi, le imprese reggiane hanno potuto contare su incontri individuali con i Club di prodotto per illustrare le caratteristiche delle aziende, i prodotti, i servizi e le loro peculiarità, puntando in questo modo all'inclusione nei pacchetti turistici che via via saranno creati.
Al progetto possono comunque ancora iscriversi altre aziende, la cui offerta dovrà comunque essere poi validata ai fini dell'inserimento in una banca dati della qualità cui i Club di prodotto potranno attingere per creare ulteriori e continuative offerte sui mercati esteri.

(Fonte: Dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)

Prosegue il ciclo di incontri avviato dalla Camera di Commercio per approfondire le nuove opportunità, le risorse e le agevolazioni a disposizione delle imprese per lo sviluppo di nuovi progetti -

Reggio Emilia, 19 novembre 2014 -

Dopo l'incontro del 18 novembre su "Garanzia Giovani", venerdì 21 novembre saranno approfondite le opportunità che nascono dal bando regionale per le start up innovative, destinato a piccole imprese, consorzi, società consortili e cooperative costituite dopo il 1° gennaio 2011 ed iscritte nella Sezione speciale, proprio in qualità di startup innovative, del Registro delle Imprese.

I lavori si terranno alle ore 9,00 nella sede della Camera di Commercio (piazza della Vittoria, 3) ed approfondiranno tutti gli aspetti del bando (compresa la compilazione delle domande) per l'accesso ai sostegni riservati all'avvio di nuove imprese ad elevato contenuto di conoscenza e orientate alla ricerca e sviluppo di nuovi prodotti e servizi di alta tecnologia.
Il confronto è organizzato in collaborazione con Ifoa.

(Fonte: Dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)

Al confronto sono particolarmente interessati i giovani tra i 15 e i 29 anni che intendono avviare un percorso formativo/lavorativo e le imprese che vogliono accedere ai bonus occupazionali erogati dall'Inps a fronte dell'inserimento lavorativo di giovani - 

Reggio Emilia, 14 novembre 2014 -

Le opportunità che derivano nel nostro territorio dal Piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile (garanzia Giovani) e il ruolo della Camera di Commercio nell'attuazione del programma saranno al centro del seminario promosso dalla stessa Camera di Commercio per martedì 18 novembre nella sala convegni dell'Ente (piazza della Vittoria, 3).

Al confronto sono particolarmente interessati i giovani tra i 15 e i 29 anni che intendono avviare un percorso formativo/lavorativo e le imprese che vogliono accedere ai bonus occupazionali erogati dall'Inps a fronte dell'inserimento lavorativo di giovani.
I lavori, in programma alle 14,00 e realizzati in collaborazione con Ifoa, saranno aperti dal segretario generale della Camera di Commercio, Michelangelo Dalla Riva, cui seguirà l'intervento di Luciana Borellini (consulente Ifoa ed esperta in materia di politiche pubbliche e servizi per il lavoro) che, a partire dal progetto europeo, parlerà della Garanzia Giovani e delle sue ricadute in Italia e in Emilia-Romagna.

Francesca Lusenti parlerà poi dello sportello Ifoa dedicato al piano per la lotta alla disoccupazione giovanile.
Info e iscrizioni: www.re.camcom.gov.it

(Fonte: Dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)

La Camera di Commercio di Reggio Emilia punta ad un nuovo rialzo delle esportazioni reggiane verso la Turchia, facendo leva su uno dei settori trainanti gli scambi commerciali con il mercato turco: le macchine agricole -

Reggio Emilia, 7 novembre 2014 -

Dopo il buon risultato del 2013 (138 milioni di valore, con un +4,6% sul 2012), la Camera di Commercio di Reggio Emilia punta ad un nuovo rialzo delle esportazioni reggiane verso la Turchia, facendo leva su uno dei settori trainanti gli scambi commerciali con il mercato turco: le macchine agricole.
Proprio a questo comparto, infatti, sono dedicati gli incontri – organizzati in collaborazione con Promec, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Modena - che il 10 e 11 novembre nella nostra città vedranno a confronto un gruppo di operatori turchi e una ventina di aziende reggiane delle macchine agricole e della componentistica, espressione di quel tessuto economico locale che, nel 2013, ha esportato beni per oltre 138 milioni in Turchia.

"Il dato più interessante per le nostre imprese della meccanica agricola – spiega il presidente della Camera di Commercio, Stefano Landi – è rappresentato da una domanda che in Turchia si mantiene particolarmente forte: siamo, infatti, di fronte ad un Paese che lega all'economia agricola il 16% del Pil e oltre il 26% della forza lavoro, con ampi spazi anche nell'industria zootecnica, nelle tecnologie per l'irrigazione e nell'industria connessa all'allevamento".

"L'industria della meccanica agricola reggiana – prosegue Landi – è peraltro particolarmente apprezzata in Turchia per la sua capacità d'innovazione e la sua affidabilità, tanto che quasi il 20% di tutto l'export italiano di settore si lega alla nostra provincia".
L'iniziativa camerale prevede una serie di incontri individuali tra le aziende reggiane e gli operatori economici turchi che si terranno a Palazzo Scaruffi.
All'iniziativa hanno aderito 19 imprese reggiane che incontreranno 7 operatori turchi.

(Fonte: Dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)

Seminario della Camera di Commercio mercoledì 5 novembre in Sala Grasselli su made in Italy e tutela dei prodotti agroalimentari -

Reggio Emilia, 4 novembre 2014 -

Si parlerà di made in Italy e di tutela dei prodotti agroalimentari nell'incontro organizzato dalla Camera di Commercio per mercoledì 5 novembre alle ore 15,00 in Sala Grasselli (piazza della Vittoria, 3).
Un confronto che propone alle aziende dell'agroalimentare una serie di approfondimenti che vanno dalla tutela dei marchi alle azioni di vigilanza e repressioni messe in atto sul versante delle frodi e delle contraffazioni.

Il seminario si aprirà proprio con la presentazione delle attività e dei servizi della Camera di Commercio nel campo della tutela della proprietà intellettuale nell'ambito dell'innovazione e del "made in", per poi spostarsi sulla normativa di riferimento per la definizione dell'origine, sull'uso del marchio collettivo geografico come indicatore di provenienza, sul packaging dei prodotti alimentari.
Due interventi, inoltre, saranno specificatamente dedicati al ruolo dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli nella lotta alle contraffazioni dei prodotti alimentari e all'azione antifrode e a tutela della legalità in campo agroalimentare a cura del Nucleo Antifrodi dei Carabinieri di Parma.

(Fonte: Dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)

E' online, il servizio di fatturazione elettronica espressamente dedicato alle piccole e medie imprese iscritte alle Camere di commercio e che abbiano rapporti di fornitura con le Pubbliche amministrazioni - 

Reggio Emilia, 28 ottobre 2014 -

E' online, attraverso il sito della Camera di Commercio di Reggio Emilia il servizio di fatturazione elettronica espressamente dedicato alle piccole e medie imprese iscritte alle Camere di commercio e che abbiano rapporti di fornitura con le Pubbliche amministrazioni.
Dal 6 giugno scorso tutte le PA centrali sono tenute per legge a ricevere fatture solo ed esclusivamente in formato elettronico e, a partire dal mese di aprile del prossimo anno, l'obbligo sarà esteso a tutte le Pubbliche Amministrazioni.

Il nuovo strumento, messo a disposizione dal Sistema Camerale in collaborazione con l'Agenzia per l'Italia digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed Unioncamere, si rivolge a tutti i piccoli fornitori della PA, senza alcun onere per l'impresa.
Dal sito della Camera di Commercio di Reggio Emilia ( www.re.camcom.gov.it ) sarà possibile connettersi direttamente con la piattaforma fattura-pa.infocamere.it che fornisce contenuti informativi sulla fatturazione elettronica e che ospiterà anche il nuovo servizio, consentendo alle imprese la creazione e la completa gestione di un limitato numero di fatture nell'arco dell'anno.

Le PMI possono così adeguarsi alla nuova realtà digitale, semplicemente collegandosi al portale di servizio segnalato sulle home page delle Camere di Commercio e dell'Unioncamere, senza dover scaricare alcun software.

(Fonte: ufficio stampa Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)

I nuovi documenti semplificheranno i rapporti con l'estero e le imprese italiane impegnate in attività di import-export saranno così agevolate nel momento in cui forniscono la documentazione richiesta dalle autorità straniere -

Reggio Emilia, 22 ottobre 2014 -

Il Registro delle Imprese della Camera di Commercio è pronto per essere raccontato al mondo.
Dopo il rinnovo della veste grafica per facilitare la lettura dei dati e l'inserimento del "QR Code" - il nuovo codice identificativo dei documenti ufficiali delle Camere di Commercio - dal 20 ottobre i certificati e le visure camerali, infatti, parlano anche inglese.
Le imprese italiane impegnate in attività di import-export saranno così agevolate nel momento in cui forniscono la documentazione richiesta dalle autorità straniere.

La possibilità di ottenere un certificato in lingua inglese allo sportello della Camera di Commercio di Reggio Emilia o sul portale registroimprese.it, senza costi aggiuntivi per le imprese e senza doversi avvalere di una traduzione giurata, costituisce di fatto per l'azienda un risparmio sia in termini di tempo che di costi. Il certificato in lingua inglese presso uno Stato estero, inoltre, sarà esente dall'imposta di bollo.

Anche nei nuovi certificati e nelle visure in lingua inglese è presente, nella prima pagina, il "QR Code", che permette a chiunque di verificare, direttamente da smartphone e tablet, la corrispondenza tra il documento in suo possesso e quello archiviato dal Registro Imprese al momento della ricerca.

(Fonte: Dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)

Dieci imprese agroalimentari reggiane partecipano alla collettiva organizzata dalla Camera di Commercio al SIAL di Parigi, una delle più grandi vetrine mondiali di settore -

Reggio Emilia, 21 ottobre 2014 -

Sono dieci le imprese agroalimentari reggiane che partecipano alla collettiva organizzata dalla Camera di Commercio al SIAL di Parigi, una delle più grandi vetrine mondiali di settore con i suoi oltre 150.000 visitatori provenienti da 200 Paesi.
Al Salone internazionale, la Camera di Commercio partecipa anche con i vini selezionati nell'edizione 2014 del Concorso enologico "Matilde di Canossa-Terre di Lambrusco", con informazioni sui prodotti e degustazioni guidate da un sommelier professionista.

La collettiva di aziende organizzata dall'Ente camerale rientra nel ricco carnet di iniziative che in questi mesi si stanno realizzando a beneficio dell'agroalimentare reggiano, con una particolare accentuazione delle proposte relative alla presenza delle nostre eccellenze alimentari anche nei canali digitali.
Le aziende reggiane partecipanti alla collettiva camerale a Parigi (che si chiuderà il 23 ottobre) rappresentano alcuni dei settori di punta delle nostre Dop, ed in particolare Aceto Balsamico Tradizionale, Parmigiano Reggiano, salumi e piatti pronti.
Nella capitale francese sono presenti Cantarelli 1876, Antica Cascina San Lorenzo, Astrology, Acetaia del Casato Bertoni, Forgrana Corradini, I Sapori delle Vacche Rosse, Industrie Montali, Grana d'oro, Acetaia di Montericco ed Europi.

(Fonte: Dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)

Martedì 21 ottobre e martedì 28 gli appuntamenti sui primi passi dell'impresa organizzati dalla Camera di Commercio in collaborazione con l'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Reggio Emilia -

Reggio Emilia, 20 ottobre 2014 -

E' in programma martedì 21 ottobre il primo dei due seminari organizzati dalla Camera di Commercio in collaborazione con l'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Reggio Emilia a favore di quanti intendono avviare nuove attività imprenditoriali e delle imprese di recente costituzione interessate ad approfondire aspetti fiscali, finanziari e previdenziali.

Il breve ciclo, che sarà replicato nei prossimi mesi, giunge a completamento e ad integrazione delle attività di assistenza e accompagnamento avviate in questi anni a favore della nuova imprenditoria (giovanile e femminile, in particolare), ed è destinato ad approfondire i passi essenziali che si legano all'avvio di percorsi imprenditoriali.

"Diventa imprenditore di te stesso" – questo il titolo generale del ciclo – si svolge nella nuova sala convegni dell'Ente camerale (piazza della Vittoria, 3) e martedì 21, con inizio alle 15,00, verterà sulle procedure per la nascita della nuova impresa: gli adempimenti, le forme di finanziamento, l'organizzazione e le modalità di esercizio dell'attività, un caso pratico di business plan, la tassazione del reddito d'impresa e la contribuzione previdenziale dell'imprenditore.
Martedì 28 ottobre, poi, alla stessa ora e nella stessa sede si parlerà della scelta della forma societaria più opportuna per la creazione di nuove imprese.

(Fonte: Dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Reggio Emilia)