Provincia di Reggio Emilia

Provincia di Reggio Emilia

Provincia di Reggio Emilia

Sito Ufficiale: http://www.provincia.re.it/

Torna, per il secondo anno anche nella nostra provincia di Reggio Emilia, il Festival della Cultura tecnica, nato nel 2014 aBologna dove l’iniziativa è giunta alla sesta edizione. Lo fa “grazie all’adesione della Provincia di Reggio Emilia – spiega la vicepresidente con delega all’Istruzione, Ilenia Malavasi – al progetto di Regione Emilia-Romagna, Città metropolitana di Bologna e Aster finalizzato a promuovere la cultura tecnico-scientifica come strumento di crescita e rinnovamento culturale, sociale ed economico”. 

“Questa seconda edizione del Festival della Cultura tecnica di Reggio Emilia, realizzata come lo scorso anno in collaborazione con imprese, associazioni di categoria, enti di formazione, scuole e fondazioni, si rivolge a studenti, famiglie, cittadini, aziende e istituzioni, con un ricco calendario di oltre 50 iniziative, dal 17 ottobre al 18 dicembre, utili a valorizzare i percorsi scolastici, formativi e professionali in ambito tecnico-scientifico e, più in generale, a dare spazio all’arte del saper  fare e alle connessioni virtuose tra imprese e istituzioni scolastiche”, aggiunge la vicepresidente Malavasi sottolineando come questa stretta collaborazione tra scuola e impresa “funzioni da tempo, tanto da aver fatto della provincia di Reggio Emilia una di quelle maggiormente equilibrate a livello regionale e nazionale per quanto riguarda la suddivisione per aree di studio”.  

Se infatti in Italia il 55,4% sceglie un indirizzo liceale, il 31% un indirizzo tecnico e il 13,6% un indirizzo professionale, nella nostra provincia la forbice è di gran lunga meno evidente, in quanto il liceo viene scelto dal 40,1% dei ragazzi, l’area tecnica dal 36,9%, il professionale dal 23%. “Questi dati più omogenei, e maggiormente in grado di venire incontro alle esigenze del tessuto produttivo - conclude Ilenia Malavasi - sono il risultato anche dell’importante attività di orientamento scolastico che la Provincia di Reggio Emilia svolge da tempo: dalla “Guida alla scelta della scuola secondaria di secondo grado” che ogni anno rappresenta uno strumento fondamentale per i ragazzi, e le rispettive famiglie, chiamati a una decisione fondamentale per il loro futuro, al salone “La Provincia che orienta” che tornerà, con la decima edizione, il 30 novembre a Reggio e il 7 dicembre nei distretti scolastici”.

L’edizione 2019 del Festival della Cultura tecnica di Reggio Emilia – che rientra nel Piano di azione annuale per l’orientamento e il successo formativo, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, di cui Ifoa è il soggetto attuatore - si aprirà giovedì 17 ottobre con un laboratorio “She, Kohler”. Dalle 14 alle 18 le studentesse di ingegneria (meccanica, meccatronica, elettronica, energetica, dei materiali, dell’automazione, dell’autoveicolo e aereospaziale) potranno partecipare ad una giornata ricca di attività al Center Product development della Kohler-Lombardini a Reggio Emilia. 

Il programma completo delle iniziative è disponibile sul sito e sui social media della Provincia Reggio Emilia e sul sito http://er.festivalculturatecnica.it/.

Festival_cultura_tecnica_locandina2019.jpg

Nell’ambito dei lavori di ripristino, progettati dalla Provincia di Reggio e finanziati dalla Regione, della frana che ha interessato la scarpata di monte. La viabilità alternativa fino al 20 ottobre.

Reggio Emilia -

La Provincia di Reggio Emilia informa che da lunedì prossimo, 7 ottobre, per consentire in sicurezza la prosecuzione dei lavori di ripristino della frana che nella primavera 2018 ha interessato la scarpata di monte e parte della carreggiata stradale, la Sp 59 sarà chiusa al transito in località Sologno di Villa Minozzo. Il cantiere è iniziato nei giorni scorsi, con un semplice senso unico alternato per altro già presente da quando si verificò il dissesto, ma per un paio di settimane la strada dovrà ora essere chiusa al transito per permettere i lavori di perforazione per micropali e tiranti. “L’intervento, progettato e gestito dalla Provincia di Reggio Emilia, è stato finanziato dall’Agenzia di Protezione civile della Regione Emilia-Romagna con 95.000 euro, e ci permette di dare un’ulteriore risposta a un territorio particolarmente fragile come quello appenninico”,  spiega il presidente della Provincia, Giorgio Zanni. Nel dettaglio, sarà realizzata “un’opera di sostegno a contenimento della scarpata di monte, a margine della banchina stradale – aggiunge il dirigente del Servizio Infrastrutture, Valerio Bussei - per uno sviluppo complessivo di 22 metri, costituita da una trave in cemento armato con 29 micropali trivellati, adeguatamente tirantata”.

 

I percorsi alternativi

Da lunedì 7 fino al 20 ottobre – in seguito alla chiusura al transito della Sp 59 - la viabilità subirà le seguenti deviazioni.

I veicoli provenienti da Ligonchio e diretti a Sologno-Minozzo- Villa Minozzo e sulla Sp 9 delle Forbici verranno deviati sulla Sp 108 “Castelnovo né Monti - Bondolo – Carù” (via Segalara) - Pista Gatta-Pianello – Sp 9 delle Forbici (Via Caduti di Gatta – Via Fora – Via Mulino dell'Oca – Via S.P. Valsecchia – Via Malpasso) fino al centro abitato di Villa Minozzo per poi proseguire sulla Sp 59 (Via Prampa – Via 1° Maggio – Via della Rocca) fino al centro abitato di Minozzo e Sologno: percorso opposto per chi proviene da Sologno, Minozzo, Villa Minozzo, Sp 9 delle Forbici ed è diretto a Ligonchio.

I veicoli provenienti da Castelnovo Monti, Sp 108 “Castelnovo né Monti - Bondolo – Carù” (via Segalara) e diretti a Sologno, Minozzo, Villa Minozzo verranno deviati su Pista Gatta-Pianello–Sp 9 delle Forbici (Via Caduti di Gatta – Via Fora – Via Mulino dell'Oca – Via Sp Valsecchia – Via Malpasso) fino al centro abitato di Villa Minozzo per poi proseguire sulla Sp 59 (Via Prampa – Via 1° Maggio – Via della Rocca) fino al centro abitato di Minozzo e Sologno: percorso opposto per chi proviene da Sologno, Minozzo, Villa Minozzo ed è diretto a Castelnovo né Monti.

I veicoli provenienti da Gatta e diretti a Ligonchio verranno deviati sulla Pista Gatta-Pianello e sulla Sp 108 “Castelnovo né Monti - Bondolo – Carù” (via Segalara): percorso opposto da Ligonchio verso Gatta.

Per info in tempo reale sulla viabilità e in caso di eventuali emergenze consultare il profilo Twitter della Provincia di Reggio Emilia @ProvinciadiRE.

Lunedì, 30 Settembre 2019 14:48

Aperto definitivamente il ponte sul rio Sologno

Completata la nuova struttura (antisismica e percorribile senza limitazioni) realizzata grazie ad un finanziamento di 800.000 euro di Provincia e Regione. A fine ottobre l’inaugurazione.

Reggio Emilia -

Dopo che sono stati ultimati gli ultimi lavori di finitura, ed in particolare la posa dei guardrail, è ora percorribile senza più limitazioni di velocità o di circolazione il nuovo ponte della Sp 108 sul rio Sologno, a Villa Minozzo. Un’infrastruttura fondamentale per le comunità nel nostro Appennino, in grado di garantire collegamenti più rapidi e più sicuri con il resto del territorio, che è stata cofinanziata, in pari misura, dalla Provincia di Reggio Emilia e dalla Regione Emilia-Romagna.

L’intervento, costato complessivamente 800.000 euro, ha comportato la demolizione e la ricostruzione del ponte, realizzato a metà degli anni Sessanta, che presentava gli inevitabili segni del tempo che avevano comportato, via via, il divieto di transito per i mezzi pesanti e, dall’aprile 2017, la circolazione a senso unico alternato. La nuova struttura ha una luce complessiva dell’attraversamento di 72 metri e una larghezza della carreggiata di 7 metri. Sono state realizzate nuove spalle in cemento armato, consolidate le pile esistenti e sostituito il vecchio impalcato con uno in acciaio con soletta in calcestruzzo alleggerito armato. La relativa leggerezza della nuova struttura ed il sistema di isolamento sismico introdotto consentono al nuovo ponte di resistere alle azioni sismiche estreme previste dalla più aggiornata normativa, nonché di poter essere percorso da qualsiasi carico stradale, senza alcuna limitazione.

L’intero iter di progettazione, approvazione, gara d’appalto e realizzazione dell’opera – seguito dalla Provincia di Reggio Emilia - è stato completato nell’arco di 20 mesi. L’inaugurazione ufficiale dell’opera, da parte dei vertici di Regione Emilia-Romagna, Provincia di Reggio Emilia e Comune di Villa Minozzo è prevista a fine ottobre.

 

Fonte: Provincia di Reggio Emilia

Pagina 1 di 94