Provincia di Parma

Provincia di Parma

Provincia di Parma

Sito Ufficiale: http://www.provincia.parma.it/

L'evento sportivo, che è anche un'occasione di promozione del territorio, è stato presentato oggi pomeriggio in Provincia da Garbasi, Cesari, Pavarini.

Parma, 6 maggio 2019 – Mercoledì 19 giugno Sorbolo Mezzani ospiterà la partenza della 5a tappa in linea del Giro d'Italia Under 23, la più ambita e prestigiosa corsa a tappe internazionale per i grandi talenti mondiali del ciclismo Under 23, in programma dal 13 al 23 giugno.

L'evento sportivo è stato presentato oggi in Provincia dal Vice Presidente della Provincia di Parma con delega allo Sport Alessandro Garbasi, il Sindaco di Sorbolo Mezzani Nicola Cesari, il Direttore d'organizzazione del Giro d'Italia Under 23 Marco Pavarini.

La tappa Sorbolo Mezzani (Pr) - Passo Maniva (Bs) sarà una delle frazioni più importanti ai fini dell'esito agonistico del Giro d'Italia Under 23. Dopo la partenza da Sorbolo Mezzani e il passaggio a Mezzano Superiore e Colorno, il gruppo andrà verso Casalmaggiore, attraversando le province di Cremona, Mantova e Brescia. Il traguardo, dopo 158,3 km e 1.800 metri di dislivello, sarà posto ai 1.744 metri di altitudine del Passo Maniva, di fronte alla Hotel Locanda Bonardi.

"Ben volentieri abbiamo ospitato a Palazzo Giordani la presentazione di questo grande appuntamento sportivo di rilievo internazionale – dichiara il Vice Presidente della Provincia di Parma Garbasi - Il Giro d'Italia Under 23 è una macchina organizzativa che gestisce una carovana di 600 persone, oltre 6.000 posti letto, l'allestimenti di 20 villaggi sponsor nelle partenze e arrivi di ogni tappa, una community con oltre 1 milione di contatti e soprattutto la messa in sicurezza di 1.200 km per consentire il passaggio della corsa. E' evidente che si tratta di un evento straordinario sia per la promozione dello sport tra i giovanissimi e le famiglie, soi ma anche un'occasione per la promozione del nostro territorio, dei suoi percorsi turistici, della ricchezza gastronomica e delle tipicità locali."

"Per Sorbolo Mezzani la partenza della 5a tappa del Giro d'Italia Under 23 rappresenta anche una occasione di promozione e valorizzazione dei futuri percorsi turistici, tra cui la "Food Valley Bike", pista ciclabile che consente di coniugare la passione per lo sport, il suggestivo contesto paesaggistico e la ricchezza gastronomica e i prodotti tipici di questa terra - aggiunge il Sindaco Nicola Cesari - Per il nuovo comune di Sorbolo Mezzani è un il primo step di un ampio programma finalizzato a generare nuove opportunità turistiche, che stiamo già progettando per arrivare pronti all'appuntamento di Parma 2010, anche con la promozione del turismo ciclabile."

«Il Giro d'Italia Under 23 è ripartito dall'Emilia-Romagna, dove ha trovato amministrazioni sensibili e reattive alla nostra mission di portare innovazione nel ciclismo e di favorire la crescita dei giovani e del movimento ciclistico italiano - aggiunge Marco Pavarini, Direttore di organizzazione del Giro d'Italia Under 23 - Questa gara cresce anno dopo anno, non solo in Italia ma anche a livello internazionale: lo dimostra il numero di richieste di partecipazione giunte dall'estero e la crescente attenzione dei media nazionali e internazionali. Il Giro Under 23 oggi è un grande palcoscenico di sport e promozione, per il ciclismo, per i territori e per i nostri partner che credono nel progetto».

Il Giro d'Italia Giovani Under 23 Enel è un appuntamento di fondamentale importanza per la crescita del movimento ciclistico italiano, organizzato per il terzo anno consecutivo dalla società romagnola Nuova Ciclistica Placci 2013 di Mordano (Bo) presieduta da Marco Selleri (Direttore generale del Giro U23), che ha collaborato da subito con Clinic 4, struttura di Temporary Management con sede a Parma diretta da Marco Pavarini.

Rilanciato nel 2017 (mancava dal 2012) sotto l'impulso del CT Davide Cassani, e voluto fortemente dal presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco, il Giro d'Italia Under 23 si svolgerà dal 13 al 23 giugno 2019, toccando cinque Regioni (Emilia-Romagna, Toscana, Lombardia, Trentino e Veneto) e consentendo di confrontarsi ai massimi livelli del ciclismo Under 23 a 176 giovani atleti, in rappresentanza di 31 società sportive da 11 Paesi nel mondo.

Nella foto: Luca Righetti, Alessandro Freschi, Marco Pavarini, Isotta Barbieri, Nicola Cesari, Alessandro Garbasi

Ponte sul Po di Colorno: mercoledì 5 alle 16 la cerimonia di riapertura. Lato Provincia di Parma. Con Rossi, Donini, Azzali, Stocchi, Bongiovanni. In corso le prove di carico (nella foto). Il ponte riaprirà al traffico alle ore 17, dopo la chiusura dal settembre 2017 e dopo i lavori durati 5 mesi. 

Parma, 3 giugno 2019 –

Come annunciato, e come previsto da contratto, il Ponte sul Po di Colorno - Casalmaggiore riapre al traffico mercoledì 5 giugno, dopo la chiusura il 7 settembre 2017, e la conclusione dei lavori di ristrutturazione, durati 5 mesi ed eseguiti dal raggruppamento temporaneo di imprese Primo Micheli - Consorzio Coimpa.

La cerimonia di riapertura è prevista per le ore 16, lato parmense.

Saranno presenti: il Presidente della Provincia di Parma Diego Rossi, l’Assessore Trasporti e Infrastrutture della Regione Emilia Romagna Raffaele Donini, il Vice Presidente della Provincia di Cremona Rosolino Azzali, il Sindaco di Colorno Cristian Stocchi, il Sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, un rappresentante della Regione Lombardia.

Alle 17 il ponte riaprirà ufficialmente al traffico nei due sensi di marcia, per vetture e mezzi con peso fino a 44 tonnellate.

Intanto sono in corso le ultime prove di carico (nella foto), che stanno dando esito favorevole.

In programma anche numerosi interventi sulle scuole superiori per ottenere i certificati antincendio, grazie alla variazione di bilancio approvata stamattina dal Consiglio provinciale. Nuovo bando per la gestione della Reggia di Colorno. Confermata l’apertura al traffico del ponte sul Po di Colorno per il 5 giugno.

Parma, 30 maggio 2019 –

La Provincia di Parma per il 2019 ha più risorse a disposizione rispetto a quanto indicato nel bilancio preventivo e le destina a strade e scuole, le sue competenze fondamentali. 
Lo ha stabilito stamattina il Consiglio provinciale, con l’astensione del Gruppo Provincia Nuova, che in quanto minoranza non si esprime mai a favore delle delibere riguardanti il bilancio, come ha ricordato il capogruppo Benecchi.

Le risorse aggiuntive, come ha spiegato il dirigente dott. Menozzi, derivano per oltre un milione di euro da trasferimenti della Protezione Civile, che ha accolto le richieste di risarcimento per danni avanzate dalla Provincia a seguito di eventi atmosferici avversi che hanno compromesso strade provinciali, poi da un trasferimento di 763 mila euro dal Ministero della Pubblica istruzione per le scuole superiori e per 200 mila euro da maggiori entrate correnti, e 950 mila da avanzo di amministrazione, risorse proprie della Provincia che saranno ripartite a metà tra strade e scuole.

In entrata anche i co- finanziamenti dei tre Comuni interessati per tre rotonde: a Ragazzola di Roccabianca all’intersezione Sp10 - Sp 59, sulla Sp 58 a Sala Baganza, e all’intersezione Sp17 – Sp 99 a  Neviano, in località Isolanda. Si tratta di interventi che miglioreranno la sicurezza. Tutte e tre verranno realizzate entro quest’anno.

Le maggiori entrate correnti serviranno anche per finanziare interventi di edilizia scolastica, in particolare per gli adeguamenti necessari a ottenere la certificazione antincendio, per 11 scuole superiori, con un importo di 70 mila euro circa per ciascuna scuola. 

“Abbiamo voluto impiegare subito queste risorse aggiuntive per fare avanzare velocemente i lavori su progetti già approvati, approfittando della bella stagione che è alle porte - ha dichiarato il Presidente Diego Rossi – E’ un segno positivo di inversione di rotta dell’Ente,  che vede l’impegno di tutti i consiglieri, e la risposta pronta dei nostri tecnici, per aumentare la velocità di marcia del nostro Ente, come previsto negli indirizzi di mandato. Contiamo in giugno di ripetere questa operazione, dopo l’assestamento di bilancio.”

Il Consiglio ha poi approvato alcune delibere tecniche, una rettifica contabile, una spesa fuori bilancio a seguito di sentenza esecutiva, un prelievo dal fondo di riserva per spese correnti.

Approvato all’unanimità il nuovo bando per la concessione degli spazi museali della Reggia di Colorno, illustrato dal Delegato Tassi Carboni e dalla responsabile ing. Cassinelli.  Vi si prevede la gestione di tutto il piano nobile, la cappella di San Liborio e di alcune parti accessorie, aumentando da 2 a 6 anni la durata del contratto, in osservanza delle linee guida ministeriali, e anche per consentire maggiori investimenti al gestore; aumenta il  canone (20 mila euro) in considerazione dell’aumento dei visitatori e degli spazi espositivi messi a disposizione. Tassi Carboni ha sottolineato che il bando vuole valorizzare la capacità degli aspiranti gestori di promuovere lo sviluppo culturale attraverso la gestione di questo patrimonio, nonostante il fatto che cultura e turismo non siano più strettamente competenze dalla Provincia.

In apertura di seduta il Presidente Rossi si è congratulato con gli amministratori eletti nella recente tornata e ha augurato loro buon lavoro, in attesa di vederli nella prossima riunione dell’Assemblea dei Sindaci di giugno.
Ha quindi accolto la sollecitazione del Delegato Trevisan a proposito dei problemi viabilistici che si manifestano in occasione delle grandi manifestazioni espositive dell’Ente Fiere e ha annunciato la volontà di coinvolgere Comune di Parma, Regione e Società Autostrade per migliorare la situazione.

Infine, Rossi ha annunciato che si conferma la data prevista per il completamento dei lavori sul ponte sul Po di Colorno – Casalmaggiore e il 5 giugno alle ore 15 il ponte verrà riaperto.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Fonte: Provincia di Parma

Pagina 3 di 64