Redazione

Redazione

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia esprime la sua posizione.

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia – a fronte dell’imminente entrata in vigore dell’art. 1 lettere d), e) ed f) della legge n. 3 del 16 gennaio 2019, che prevede di fatto l’abolizione dell’istituto della prescrizione (perché di questo in effetti si tratta dal momento che, una volta sospesa, non riprenderà mai) – condivide l’opinione contraria di tutta l’avvocatura e di eminenti giuristi che hanno individuato in tale riforma una gravissima violazione dei principi previsti dalla Costituzione e che riguardano la ragionevole durata del processo e la presunzione di non colpevolezza.

Tale riforma, proprio perché non pone un limite di durata al processo penale, finirebbe per protrarre per l’intera vita della persona la condizione di indagato o di imputato, anche se assolto, e non consentirebbe mai alle persone offese di vedere terminare i processi per i fatti di cui sono state vittime.

In altre parole, l’abolizione della prescrizione si risolverebbe in una negazione di giustizia per tutti, contravvenendo ai più elementari principi di equità e civiltà, universalmente riconosciuti.

Per queste ragioni il COA di Reggio Emilia ha deciso di rinnovare l’invito a tutte le rappresentanze dell’Avvocatura affinché si facciano portatrici della richiesta di abrogazione della norma che dispone la sospensione – di fatto, la cancellazione – dell’istituto della prescrizione.

L’opera del fumettista Alberto Breccia sarà al centro della nuova puntata del magazine settimanale Wonderland, in onda su Rai4 martedì 10 dicembre, come sempre in seconda serata.

Scomparso 26 anni fa, Breccia è stato tra i maggiori rappresentati del fumetto argentino, spesso legato alla sfera fantastica e nera, ma sempre caratterizzato da un piglio politico e satirico. Per raccontare l’artista argentino, protagonista di una mostra ospitata da BilBOlBul, il festival internazionale del fumetto di Bologna, Wonderland ha incontrato il suo allievo José Munoz, autore del fumetto Alack Sinner.

La copertina CULT di questa settimana è incentrata su un singolare film documentario dedicato all’artista olandese Maurits Cornelis Escher, Escher - Viaggio nell’infinito di Robin Lutz, che attraverso documenti personali e testimonianze di chi l’ha conosciuto, ricostruisce la vita del visionario artista. Il contributo POP è invece rappresentato dal Noir in Festival, la manifestazione dedicata al noir in ogni sua forma, che quest’anno si svolge tra Como e Milano dal 6 al 12 dicembre.

Le due categorie “pop” e “cult” caratterizzano anche la Wonder Parade, la classifica che chiude ogni puntata segnalando i dieci titoli top della settimana.

Torna la rubrica Stranger Than Fiction dedicata ai più folli e improbabili, ma mai impossibili, progetti cinematografici e televisivi. Questa settimana Wonderland vi racconta il fantasioso Maigret contro Maigret, velleitario tentativo di un produttore italiano degli anni sessanta di far incontrare, in un unico film, il Maigret interpretato da Jean Gabin e quello impersonato in tv da Gino Cervi.

Il particolarissimo sound della band danese Forever Still, immersa in sperimentazioni musicali che spaziano tra il gothic-rock e il metal, è al centro della nuova puntata di Sound Invaders, rubrica presentata da Mario Gazzola dedicata alle più originali connessioni tra musica e arti visive.

 Logo.jpg

 

Wonderland è un programma di Leopoldo Santovincenzo, Carlo Modesti Pauer, Andrea Fornasiero ed Enrico Platania, con la collaborazione di Alessandro Rotili. Produttore esecutivo Sabrina La Croix, regia di Giuseppe Bucchi e Gabriella Squillace.

rai.it/rai4 - raiplay.it/programmi/wonderland

facebook.com/RaiQuattro - @RaiQuattro twitter.com/RaiQuattro - instagram.com/raiquattro

 

Martedì, 10 Dicembre 2019 06:28

Altri due arresti in zona stazione

Intensificazione dei controlli nel periodo festivo. Altri due arresti in zona stazione. 


Reggio Emilia 9 dicembre 2019 - L'intensificazione dei controlli per presidiare la stazione storica nel periodo festivo, hanno condotto, ieri, 8 dicembre, all'arresto di due giovani cittadini nigeriani, nel corso di due distinte operazioni della nostra Squadra Mobile.


In mattinata veniva fermato il primo soggetto sceso dal treno proveniente da Bologna: deteneva mezzo chilo di Marijuana. Il secondo soggetto, veniva intercettato nel primo pomeriggio, anch’egli appena sceso dal treno: era in possesso di due chili di Marijuana.


Complessivamente, gli arresti operati dalla nostra Squadra Mobile per traffico di droga nel corso di quest'anno, sono stati 69, con il sequestro di 479 chili di stupefacente e oltre 214 mila euro contanti.

RE_polizia_droga2_1.jpg
#squadramobile
#essercisempre

Pagina 2 di 5578