Visualizza articoli per tag: trasporti

Venerdì, 17 Novembre 2017 11:52

Val d'Enza. Sui disservizi nel trasporto pubblico...

Riceviamo e pubblichiamo - Ancora questa mattina (ieri ndr) il treno 90196 da Ciano per Reggio Emilia è stato annunciato con un ritardo tra i 30 e i 60 minuti. Tantissimi studenti, lavoratori e utenti son rimasti a piedi, per l'ennesima volta!

Questa è la triste dimostrazione di quanto sono inconcludenti i nostri Sindaci.

Infatti nel corso dell'ultimo consiglio dell'Unione dei Comuni della Val d'Enza di pochi giorni fa, come liste di minoranza abbiamo presentato un ordine del giorno sui disservizi verificatisi nel trasporto pubblico locale, riprendendo l'iniziativa dei sindaci di Montecchio, Bibbiano,Canossa e Cavriago.

Nel richiedere una rapida soluzione al problema e le contestuali dimissioni dei vertici Fer e Tper (così come avevano fatto i Sindaci con la raccolta di firme tra i cittadini), si auspicava la solidarietà dei primi cittadini rimasti colpevolmente zitti affinché si schierassero con l'atto "eroico" dei loro colleghi.

Questo ordine del giorno è stato inspiegabilmente bocciato (la maggioranza PD ha presentato un emendamento irricevibile che ne avrebbe stravolto il senso), nonostante la mobilitazione dei cittadini e nonostante la pavida iniziativa della raccolta firme.

Nel presentare questo ordine del giorno pensavamo che nell'ottica della coesione e dell'unità di forze nell'Unione dei Comuni si potesse rivedere, discutere e trovare soluzioni all'annoso problema del trasporto pubblico, specialmente quello scolastico e soprattutto incrementare la forza politica dell'Istituzione.

Ma ci siamo illusi. Illusi perché pensavamo prevalesse il buon senso sui problemi. Illusi perché a fronte di una proposta attiva nello spirito unitario tanto invocato dalla maggioranza PD, in Unione, ci siamo trovati una maggioranza arroccata a difendere l'indifendibile, a negare l'evidenza e a invocare il risultato ottenuto in termini di promesse di finanziamenti sulla rete... promesse già fatte l'anno passato e mai mantenute nella sostanza. Illusi anche perchè pensavamo ad una maggioranza aperta al confronto e disponibile a risolvere concretamente e celermente i problemi emergenti.

Ma nulla di tutto ciò è accaduto. E i nostri dubbi sono diventati... triste realtà (per la collettività)!

Pensavamo, e i fatti ci hanno dato ragione, che la mobilitazione e la richiesta di cambiamento anche dei vertici delle società di trasporto pubblico fosse solo un'iniziativa di facciata, dettata più dalla paura dell'indignazione degli utenti che da una reale volontà di andare verso un cambiamento di rotta sul tema della mobilità.

Ciò che è successo in Consiglio dell'Unione ne è la testimonianza. Sindaci di lotta e di governo, eredi del trasformismo, capaci di politiche di facciata ma che non incidono nella sostanza. Speriamo che i cittadini e gli utenti aprano gli occhi!

Citando un famoso film dei fratelli Vanzina "Sotto il vestito...niente".

Maurizio Vergallo - consigliere dell'Unione Val d'Enza "Bibbiano Bene Comune"
Natascia Cersosimo - consigliere dell'Unione Val d'Enza "Movimento 5 stelle- Cavriago"
Marco Bertolini – consigliere dell'Unione Val d'Enza "Gattatico Bene Comune"
Enrico Maccieri – consigliere comunale "Lavorare per Sant'Ilario"

Per lavori di pavimentazione per tre notti consecutive a partire dal 6 novembre, chiusa la stazione di Modena Sud

Roma, 4 novembre 2017 - Autostrade per l'Italia comunica che sulla A1 Milano-Napoli, per consentire il risanamento della pavimentazione, sarà chiusa la stazione di Modena sud, nei seguenti giorni e con le seguenti modalità:

-per una notte, dalle ore 22:00 di lunedì 6 alle ore 06:00 di martedì 7 novembre: chiusura della stazione di Modena sud, in entrata verso Bologna ed in uscita per chi proviene da Milano;
-per una notte, dalle ore 22:00 di martedì 7 alle ore 06:00 di mercoledì 8 novembre: chiusura dell'uscita della stazione di Modena sud, per chi proviene da Bologna;
-per una notte, dalle ore 22:00 di mercoledì 8 alle ore 06:00 di giovedì 9 novembre: chiusura dell'entrata della stazione di Modena sud, verso Milano.

In alternativa si consiglia di utilizzare le stazioni autostradali di Modena nord o di Valsamoggia.

Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti "My Way" in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e su Sky TG24, disponibile al canale 50 del digitale terrestre. Sul sito autostrade.it , su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21 attivo 24 ore su 24.

Venerdì, 22 Settembre 2017 15:06

Domenica 24 settembre speciale promozione sui bus Seta

Domenica 24 settembre sui mezzi urbani di Modena, Reggio Emilia e Piacenza il biglietto di corsa semplice da 1,50 euro sara' valido per l'intera giornata. L'iniziativa è promossa da Seta in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile.

22 settembre 2017

A conclusione della Settimana europea della mobilità sostenibile, che ha visto la realizzazione di numerose iniziative anche nella nostra regione, domenica 24 settembre Seta attiverà una speciale promozione: il biglietto di corsa semplice da 1,50 euro – acquistato a terra o a bordo - sarà valido per l'intera giornata.

La promozione sarà valida per i mezzi urbani in servizio nelle città di Modena, Reggio Emilia e Piacenza.

L'iniziativa è finalizzata ad incentivare l'uso dei mezzi pubblici ed sensibilizzare i cittadini verso forme di mobilità ecocompatibili, condivise ed intelligenti.

Pubblicato in Cronaca Emilia

Ryanair, il CEO della compagnia low cost precisa cosa causeranno le cancellazioni e si scaglia contro le avversarie. Le contromosse della società irlandese: saranno ingaggiati piloti Alitalia. Lo "Sportello dei Diritti": rischio effetto a cascata e a pagare saranno sempre i passeggeri. Intervenga il governo per scongiurare una più profonda crisi del trasporto aereo in Italia.

20 settembre 2017

E' di oggi l'annuncio delle stime di Ryanair circa le cancellazioni di voli decise da Ryanair. Secondo il CEO della low cost irlandese Michael O'Leary, le procedure coinvolgeranno circa 400.000 passeggeri, stando a quanto riporta l'agenzia Bloomberg. Mentre i rimborsi potrebbero superare i 20 milioni di euro, ha specificato ancora O'Leary, in una conferenza telefonica con gli analisti. Il vettore a basso costo ha detto che pubblicherà le cancellazioni previste fino a ottobre entro le prossime ore. Il capo di Ryanair ha rilevato che la società sta attualmente operando circa 2.500 voli al giorno, puntando pure il dito contro le compagnie aeree rivali di Gran Bretagna, Germania e Irlanda che andrebbero a caccia dei suoi piloti. Infine, si è scagliato contro la concorrente Norwegian, ribadendo che "non durerà a lungo" e annunciando misure per fermare i propri piloti disposti a passare alla concorrente norvegese. In ogni caso Ryanair, ha concluso ancora il dirigente, ingaggerà piloti provenienti da Alitalia o da Air Berlin. Quest'ultima ipotesi, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", a questo punto fa preoccupare perché la fuga di piloti verso la low cost, compagnia che mantiene comunque una forte solidità e appetibilità per i dipendenti di altre in crisi, potrebbe portare ad un effetto a cascata anche per la società italiana, già commissariata e in permanente e profonda difficoltà, con effetti che potrebbero riguardare ancora una volta il Nostro Paese e i passeggeri italiani. Ci attendiamo, quindi, un intervento del governo in carica per scongiurare un'ulteriore e più pesante crisi del trasporto aereo come quella scatenata negli ultimi giorni dalle cancellazioni annunciate da Ryanair.

I voli cancellati 

Modena, 31 agosto 2017 – Nel primo semestre 2017 sui mezzi Seta in servizio nei bacini provinciali di Modena, Reggio Emilia e Piacenza si è registrato un aumento di passeggeri (quasi 500 mila) e di abbonamenti venduti (+ 9%) rispetto allo stesso periodo del 2016. Si conferma così anche nella prima parte di quest'anno il trend di crescita che l'azienda sta registrando a partire dal 2014.

Nel dettaglio, i passeggeri complessivi del primo semestre 2017 nelle tre province servite da Seta sono stati 30.195.796 contro i 29.706.585 dello stesso periodo 2016, mentre gli abbonamenti venduti (annuali e mensili) sono stati circa 120 mila contro poco meno di 110 mila dell'anno precedente. Il dato dei passeggeri è particolarmente significativo, essendo il risultato combinato di un andamento molto positivo degli utenti con titolo di viaggio ordinario (+1,6 milioni) mentre risultano in considerevole calo (-1,1 milioni) quelli che possono usufruire di agevolazioni sociali, quali pensionati, disabili, eccetera.

L'aumento complessivo dell'utenza – con particolare riguardo a quella abituale – è un'ulteriore conferma della validità della strategia commerciale di Seta, che ha come obiettivo prioritario la fidelizzazione dei clienti e l'incentivazione dei titoli di viaggio di maggiore durata temporale. Rientra pienamente in quest'ottica la nuova iniziativa attivata dall'Azienda: da venerdì 1 settembre sarà disponibile il nuovo abbonamento promozionale urbano bimestrale, valido per le reti cittadine di Modena, Reggio Emilia e Piacenza, ad un costo di 60 euro.

L'iniziativa è presa da Seta in considerazione della vasta diffusione degli abbonamenti mensili e per incentivare ulteriormente la fidelizzazione della clientela. Il nuovo titolo di viaggio promozionale viene proposto da Seta in concomitanza con l'entrata in vigore della nuova tariffa dell'abbonamento mensile urbano dei tre capoluoghi che – come deliberato dagli enti territoriali competenti – dal 1° settembre passa da 30 a 32 euro. Fino al 20 ottobre chi effettuerà un doppio rinnovo (ovvero: acquisterà due mensilità consecutive) continuerà a pagare solo 30 euro per ogni mese acquistato; sarà quindi possibile viaggiare sui mezzi urbani Seta fino a tutto novembre ancora alla vecchia tariffa.

Il nuovo abbonamento bimestrale sarà in vendita presso le biglietterie Seta di Modena (Autostazione), Carpi, Sassuolo, Castelfranco Emilia, Mirandola, Pavullo, Vignola, Reggio Emilia (Autostazione C.I.M.) e Piacenza (Autostazione). Sarà possibile usufruire della promozione anche per chi effettuerà tramite il sito web di Seta (www.setaweb.it sezione "Acquista online") il rinnovo online dell'abbonamento: in questo caso l'abbonato pagherà per la prima ricarica mensile la nuova tariffa di 32 euro, ma riceverà una ricevuta-buono sconto dal valore di 4 euro che potrà utilizzare per la ricarica successiva, purché effettuata entro 7 giorni da quella precedente.

Resterà in vigore fino a giovedì 14 settembre; da venerdì 15 settembre entrerà in vigore l'orario invernale. Terminati i lavori in via S. Bartolomeo: dal 2 settembre le linee urbane 1-2-3-4-6-8-17 riprenderanno i percorsi regolari.

PIACENZA, 31 AGOSTO 2017 - Seta informa gli utenti piacentini che da domani, venerdì 1° settembre, per le linee del servizio urbano verrà ripristinato l'orario estivo ordinario. Non sarà quindi più in vigore l'orario estivo ridotto, che ha caratterizzato la frequenza di passaggio dei mezzi nei mesi di luglio ed agosto.

L'orario estivo ordinario resterà applicato fino a giovedì 14 settembre compreso; da venerdì 15 settembre entrerà in vigore l'orario invernale. Le tabelle orarie presenti alle fermate sono aggiornate: gli utenti sono quindi pregati di tenerne conto e prestare la dovuta attenzione nel consultarli, al fine di programmare correttamente i propri spostamenti con i mezzi pubblici.

Si comunica inoltre che, essendo terminati i lavori stradali alla rete di distribuzione gas in via S. Bartolomeo, le deviazioni temporanee di percorso attivate a luglio per le linee urbane 1-2-3-4-6-8-17 possono avere termine: da sabato 2 settembre verranno quindi ripristinati i normali percorsi.

Per ogni ulteriore informazione è possibile consultare il sito internet www.setaweb.it  oppure contattare il servizio di informazioni telefoniche di Seta: 840 000 216.

Dal 2 settembre, il documento di accompagnamento va compilato online. Lo prevede il decreto del ministero della Salute del 28 giugno 2016

Nuove regole in arrivo per chi trasporta animali da allevamento. Dal 2 settembre, il documento che accompagna gli animali nei loro spostamenti dovrà essere compilato solo in formato elettronico. Come previsto dal decreto del ministero della Salute del 28 giugno 2016, dunque, il "modello IV", per gli addetti ai lavori meglio noto come "modello rosa" diventa informatizzato.

COME FUNZIONA IL NUOVO SISTEMA Innanzitutto, è necessario che i capi di bestiame siano registrati nella Banca dati nazionale, perché è da lì che si recuperano gli elementi per compilare il modello. Se lo spostamento dei capi allevati è verso i macelli, la compilazione deve essere fatta dal solo allevatore, in quanto non occorre l'autorizzazione del Servizio veterinario AUSL. Se invece gli animali vengono spostati verso un'altra stalla, o verso pascoli e stalle di sosta - le cosiddette movimentazioni "da vita" - occorre l'autorizzazione dell'AUSL, chiamata a validare il modello online già compilato dall'allevatore.

LA COMPILAZIONE ONLINE L'allevatore che intende compilare il "modello IV" in autonomia deve avere la smart card ed essere registrato alla Banca dati nazionale (per info su come ottenerla è attivo un help desk telefonico al numero verde 800 08 22 80 che risponderà dal lunedì a venerdì dalle 8 alle 20). Per la compilazione, l'allevatore può anche rivolgersi – previo pagamento del corrispettivo - in primo luogo a organizzazioni professionali e a veterinari aziendali riconosciuti, oppure anche ai servizi veterinari dell'AUSL. Informazioni su sedi e orari di apertura dei servizi dell'AUSL di Parma sono disponibili nel sito www.ausl.pr.it 

I DOCUMENTI Nel momento in cui i capi devono essere caricati sui mezzi di trasporto, al posto delle quattro copie cartacee in cui veniva prodotto il "modello IV", dal 2 settembre ne viene stampata e sottoscritta una sola copia, composta di sei fogli, che accompagna gli animali durante il trasporto e che viene consegnata al destinatario (macello o stalla), che provvede ad archiviarla.

E IN CASO DI VARIAZIONI? Se si rende necessario apportare delle modifiche rispetto a quanto inserito online, nell'immediato, sul documento cartaceo, è possibile inserire le variazioni, che andranno però registrate online entro 7 giorni.

COS'È IL MODELLO IV E' il documento che certifica i movimenti dei capi allevati e contiene le informazioni di identificazione (parte A), le dichiarazioni per il macello riguardo ai trattamenti farmacologici o con sostanze vietate (parte B), la destinazione (parte C), i dati del trasportatore (parte D) e l'attestazione sanitaria del veterinario ufficiale relativa allo stato sanitario dell'allevamento e dei capi (parte E). Fino a ora doveva essere sempre compilato in almeno 4 copie (stalla di partenza, Asl di partenza, ditta di arrivo, Asl di arrivo). Dal 2 settembre, con la compilazione online verrà stampato in una sola copia, composta di sei fogli.

Pubblicato in Agroalimentare Emilia

Voucher taxi, da lunedì 17 luglio la possibilità per le fasce deboli di chiedere al Comune di Parma il rilascio di voucher sconto per il servizio Taxi.

Parma, 17 luglio 2017

Parte oggi, lunedì 17 luglio, l'iniziativa che consentirà alle fasce deboli della popolazione cittadina di ottenere 10 voucher sconto sul servizio Taxi dell'importo di quattro euro ciascuno, con l'obiettivo di favorire la sicurezza personale e l'accesso alla vita sociale, culturale e lavorativa delle categorie beneficiarie, alla luce dei ridotti orari di esercizio del servizio di trasporto pubblico, della non capillarità dello stesso e delle difficoltà di accesso al servizio legate alle peculiarità dei beneficiari.

Le modalità operative della proposta sono state definite in sede di Commissione comunale Taxi (cui partecipano il Comune, le Associazioni di categoria dei tassisti e le associazioni dei consumatori).
La categorie dei beneficiari sono cittadini di Parma con le seguenti peculiarità:
persone con disabilità, riconosciuta ai sensi dell'art. 4, Legge n. 104/1992,;
persone over 65;
donne in gravidanza;
donne sole con bambini e donne sole (la cui condizione concerne unicamente il momento di utilizzo del voucher e prescinde dallo stato civile e/o dalla situazione anagrafica della richiedente).

Nel caso delle donne sole, i voucher potranno essere utilizzati dalle ore 20.00 alle ore 06.00, con l'obiettivo di assicurarne la sicurezza negli orari serali-notturni, mentre per le altre categorie di beneficiari gli sconti potranno essere fruiti durante l'intera giornata.
I voucher, dell'importo di quattro euro ciascuno, potranno essere fruiti unicamente dal beneficiario, nel numero massimo di uno per corsa, per qualsiasi tipologia di percorso, purché all'interno del territorio comunale, incluse le corse aventi inizio da piazzola di sosta oppure a chiamata.
Per ciascun beneficiario potrà essere rilasciato un massimo di 10 voucher in blocchi da 5, con ritiro dell'eventuale secondo blocco previa restituzione della matrice del primo blocco utilizzato.

"Un'iniziativa interessante, avviata in collaborazione con le Associazioni di categoria dei Tassisti - sottolinea l'assessore alle Attività Produttive del Comune di Parma Cristiano Casa - che hanno reso disponibile una quota parte di quanto loro spettante per legge, a seguito della messa a bando di una licenza comunale Taxi.
Il Comune ha immediatamente recepito l'orientamento della Commissione comunale Taxi di massimizzare l'impiego delle risorse disponibili, realizzando i voucher in economia e distribuendoli direttamente presso gli Sportelli polifunzionali del Duc, anziché mediante convenzioni con altri soggetti come era stato fatto dalle precedenti amministrazioni.
Anche l'avvio in questo periodo di caldo eccessivo non è casuale - conclude l'assessore Casa - infatti appena possibile si è voluto dare inizio all'iniziativa, proprio pensando alle difficoltà particolari legate al clima in aggiunta a quelle proprie che attraversa un disabile o una mamma sola con uno o più bambini, piuttosto che un anziano o una donna sola che rientra a casa la sera tardi, al termine del lavoro o di un'uscita con amici".

Il rilascio dei voucher avverrà presso gli Sportelli polifunzionali del Comune di Parma (largo Torello de Strada n. 11/A), con la semplice presentazione dell'autocertificazione di appartenenza ad una delle categorie di beneficiari, senza formazione di alcuna graduatoria ma solo in base all'ordine temporale di presentazione.
Tutte le info e la modulistica sono reperibili a questo link.
Operativamente, l'utilizzo dei voucher avverrà esibendoli al tassista dopo aver compilato i campi con data ed orario di utilizzo; il tassista provvederà a scalare l'importo del voucher dal corrispettivo della corsa risultante dal tassametro, rilasciando ricevuta al cliente per l'intero importo e il beneficiario pagherà solo la quota residua del costo della corsa.

I voucher non potranno essere utilizzati con i titolari delle Licenze Taxi n. 1, 14, 18, 20 e 50, i quali non hanno aderito all'iniziativa che, pertanto, non operano sconti sulle corse e i cui numeri identificativi sono appositamente evidenziati sui voucher.

L'iniziativa proseguirà anche nel 2018 qualora rimanessero voucher disponibili.

(Fonte: Comune di Parma)

Giro d'Italia: giovedì 18 maggio previste importanti modifiche al servizio di trasporto pubblico urbano ed extraurbano di Modena. Dalle ore 14,30 alle 17 saranno attivate variazioni di percorso o di orario per quasi tutte le linee urbane e per le extraurbane 400-410-420-500-530-550-760-762.

Modena, 17 maggio 2017

Nella giornata di giovedì 18 maggio 2017 il servizio di trasporto pubblico in provincia di Modena subirà notevoli modifiche a causa del transito della 12° tappa del Giro d'Italia di ciclismo. Le variazioni di percorso e/o orario interesseranno il servizio dei mezzi Seta lungo l'asse della Via Emilia, da Castelfranco Emilia a Rubiera.

Le deviazioni inizieranno approssimativamente verso le ore 14,30 per terminare verso le ore 17,00: in questa fascia oraria tutte le linee urbane di Modena che normalmente transitano da via Emilia Est, via Divisione Acqui, via P. Ferrari, piazzale N. Bruni, viale Monte Kosica e via Emilia Ovest saranno soppresse o deviate lungo percorsi alternativi. Le linee urbane interessate dalle modifiche sono le seguenti: 1-2-3-4-5-7-8-9-10-11-12-13-14. Ulteriori variazioni sono previste per le seguenti linee extraurbane (in partenza o in arrivo all'Autostazione di Modena nella fascia oraria 14,30-17): 400-410-420-500-530-550-760-762.

Le modifiche previste potranno protrarsi anche oltre l'orario previsto, ed ulteriori modifiche potrebbero essere disposte in corso d'opera, in funzione delle decisioni prese dai competenti organi di polizia.

Si consiglia quindi agli utenti di prendere preventivamente visione delle eventuali variazioni previste per i servizi e le linee di cui intendono usufruire, consultando tutti i dettagli pubblicati sul sito internet www.setaweb.it, nonché gli appositi avvisi all'utenza affissi su tutti i mezzi urbani ed alle fermate. E' inoltre possibile richiedere informazioni anche telefonicamente, tramite il numero 840 000 216.

Pubblicato in Cronaca Modena
Venerdì, 21 Aprile 2017 09:51

Bus, rinnovato il parco mezzi di Piacenza

Seta rinnova il parco mezzi urbano di Piacenza: da oggi in servizio 8 nuovi bus solaris urbino euro 6. Per l'acquisto Seta ha sostenuto - pressoché in totale autofinanziamento - un investimento di 1,6 milioni di euro. Nel 2017 a Piacenza sono stati immessi complessivamente in servizio 16 nuovi mezzi, tra urbani ed extraurbani, per un investimento complessivo di oltre 2,8 milioni di euro, per il 75% sostenuto da Seta e per la parte residua con contributo della Regione Emilia-Romagna.

Piacenza, 20 aprile 2017

Il servizio di trasporto pubblico urbano di Piacenza cresce in efficienza, sostenibilità ambientale e comfort per gli utenti, grazie agli 8 nuovi autobus di categoria Euro 6 che da oggi entrano a far parte della flotta di Seta. I nuovi mezzi sono prodotti dall'azienda polacca Solaris: si tratta del modello Urbino da 9 metri di lunghezza, capace di ospitare fino a 54 passeggeri, di cui 24 con posto a sedere + 1 posto attrezzato e riservato per disabili. Per l'acquisto di questi mezzi destinati al servizio sulle linee urbane del capoluogo l'investimento complessivo è stato di oltre 1,6 milioni di euro, che Seta ha sostenuto in pressoché totale autofinanziamento: il contributo della Regione Emilia-Romagna ammonta infatti a circa 100 mila euro.

Sulla rete urbana di Piacenza, inoltre, circolano già dal mese di gennaio altri 2 autobus Solaris Urbino, acquistati da Seta esclusivamente con risorse proprie: in questo caso si è trattato di mezzi da 12 metri di lunghezza con una capacità massima di 78 passeggeri ed una motorizzazione Euro 5. A marzo, peraltro, sono stati acquistati 6 nuovi autobus extraurbani – sempre di categoria Euro 6 – modello Iveco Crossway. In totale, dunque, nel 2017 a Piacenza sono stati immessi complessivamente in servizio da Seta 16 nuovi mezzi, tra urbani ed extraurbani, per un investimento complessivo di oltre 2,8 milioni di euro: per il 75% sostenuto dall'azienda e per la parte residua con contributo della Regione Emilia-Romagna.

I nuovi mezzi Euro 6 destinati alla flotta urbana piacentina sono stati presentati ufficialmente ieri mattina in Piazza Cavalli alla presenza di Paolo Dosi, sindaco di Piacenza, del Consigliere della Provincia con delega al Trasporto pubblico Luca Quintavalla e di Gianluca Micconi, Amministratore unico di Tempi Agenzia. A fare gli onori di casa sono stati Vanni Bulgarelli e Roberto Badalotti, Presidente e Direttore Generale di Seta.

Bus-Solaris Urbino Piacenza

GARA CONGIUNTA REGIONALE: 47 NUOVI BUS EURO 6 IN ARRIVO NEL 2017

Gli 8 mezzi urbani Solaris Urbino di categoria Euro 6 presentati oggi a Piacenza sono stati acquistati da Seta nell'ambito della gara unica regionale con la quale è stata ripartita all'Emilia-Romagna la quota di spettanza 2015-2016 del Fondo nazionale per il rinnovo del parco mezzi. Seta ha così potuto acquistare 47 nuovi autobus Euro 6, tra mezzi urbani ed extraurbani, di cui 34 sono finanziati al 50% dalla Regione ed altri 13 sono totalmente a carico dell'azienda. Nel dettaglio, la flotta extraurbana vedrà l'arrivo di 19 autobus Iveco Crossway Low Entry da 12 metri (per i bacini di Modena, Reggio Emilia e Piacenza); 4 autobus Iveco Crossway Line da 10 metri (per Reggio Emilia); 7 autobus MAN Lyon's Regio da 14 metri (Modena e Reggio Emilia); 6 autobus IIA Menarini City Mood da 18 metri (Reggio Emilia). Altri 3 autobus, Solaris Urbino da 9 metri saranno destinati al servizio urbano di Sassuolo.

Pubblicato in Cronaca Piacenza