Visualizza articoli per tag: trasporti

Si chiama "Mi muovo insieme" e prevede agevolazioni per gli abbonamenti Tep per anziani, famiglie numerose, persone disabili e per alcune categorie di soggetti vulnerabili.

Ne hanno parlato Laura Rossi , Assessora al Welfare del Comune di Parma; Tiziana Benassi, Assessora alle Politiche di Sostenibilità Ambientale del Comune di Parma; Antonio Rizzi, Presidente TEP Spa; Pier Domenico Belli, Amministratore Unico di SMTP Spa e Giovanni Rignanese, Assessore agli affari sociali del Comune di Sorbolo, in rappresentanza dei Comuni del Distretto di Parma - Torrile, Sorbolo, Mezzani e Colorno.

"Le agevolazioni previste da "Mi Muovo" - ha spiegato l'assessore Laura Rossi – costituiscono un esempio virtuoso di sinergia tra diversi soggetti del territorio: Comuni del Distretto, TEP Spa e SMTP Spa e rappresentano un servizio che la stessa Regione Emilia Romagna ha riconosciuto come esempio a livello regionale".

"L'Assessorato alle Politiche di Sonstenibilità Ambientale – ha spiegato l'Assessore Tiziana Benassi – ha sostenuto con convinzione questa iniziativa. L'essenza del Trasporto Pubblico è quella di essere un servizio a favore dei cittadini e della città e questo costituisce un ottimo esempio che va in questa direzione, rendendo un servizio accessibile a tutti, grazie alla sinergia con le Società che si occupano di trasporto pubblico locale, e raggiungendo, così, obiettivi importanti".

Soddisfazione è stata espressa del Presidente di TEP Spa, Antonio Rizzi, che ha sottolineato come "TEP abbia come missione quella di essere attenta alle esigenze del territorio e degli utenti, compresi quelli in difficoltà, garantendone l'accesso al trasporto pubblico locale".

Pier Domenico Belli, Amministratore Unico di SMTP Spa, ha confermato la bontà dell'inziativa, che ha come obiettivo quello di fornire un servizio pubblico a soggetti vulnerabili.

Giovanni Rignanese, Assessore agli affari sociali del Comune di Sorbolo, in rappresentanza dei Comuni del Distretto di Parma - Torrile, Sorbolo, Mezzani e Colorno, ha a parlato di "iniziativa funzionale a tutti i Comuni del Distretto con un servizio agevolato per persone in difficoltà".

E' possibile rivolgersi agli sportelli TEP di Barriera Bixio e via Garibaldi per richiedere gli speciali abbonamenti riservati a: anziani, utenti con disabilità, famiglie numerose, rifugiati e nuclei famigliari in condizioni di indigenza.

Al fondo distrettuale 2018 per il Distretto di Parma si aggiungono i contributi stanziati da Tep e Smtp pari a 40mila euro complessivi. Ciò consente di garantire ulteriori riduzioni degli abbonamenti per i nuclei beneficiari individuati dalla Regione con ISEE inferiore a 9.000 euro e di ampliare le categorie beneficiarie. Oltre ad anziani, famiglie numerose, persone disabili e vittime di tratta rifugiati e richiedenti asilo, sono compresi anche nuclei indigenti individuati dal servizio sociale.

La delibera del Comune di Parma ha valenza distrettuale, per cui le stesse agevolazioni valgono anche per i nuclei residenti nei Comuni di Torrile, Sorbolo, Mezzani e Colorno.

Nel concreto, per tutte le categorie di persone individuate dalla Regione e con ISEE inferiore ai 9.000 euro, sarà possibile avvalersi di abbonamenti annuali, validi su tutta la rete urbana della città, ulteriormente agevolati al costo di 100 euro e al costo di 140 euro l'abbonamento cumulativo extraurbano.

Gli abbonamenti avranno durata di 12 mesi dalla data di emissione. Un'ulteriore agevolazione viene riservata alla categoria dei "nuclei indigenti individuati dal servizio sociale e residenti nel Comune di Parma o nei Comuni del Distretto", per i quali si prevede l'erogazione gratuita di abbonamenti (circa 220 abbonamenti), fino all'esaurimento delle risorse.

Per i rifugiati e richiedenti asilo, inseriti in progetti SPRAR o accolti in CAS è previsto un titolo di viaggio al costo di € 148 annuo valido su tutto il territorio provinciale.

La delibera del Comune segue quella approvata dalla Regione che fissa i criteri per le agevolazioni "Mi Muovo Insieme" su tutto il territorio regionale con il fine di promuovere e incentivare l'uso del trasporto pubblico locale a livello territoriale.

La Regione Emilia-Romagna, infatti, ha deliberato nell'ambito dell'Accordo Regionale relativo alle tariffe agevolate di abbonamento annuale di trasporto a favore di categorie sociali, fissando a 148 euro il costo agevolato dell'abbonamento urbano annuale e a 218 euro il costo dell'abbonamento cumulativo extraurbano, prevedendo le agevolazioni a favore delle seguenti categorie: famiglie numerose con 4 o più figli e con Isee non superiore a 18 mila euro, disabili, vedove di caduti di guerra e dei caduti per cause di servizio, ex deportati nei campi di sterminio nazisti o perseguitati per motivi politici, religiosi o razziali, anziani con età superiore a 65 anni e con Isee del nucleo non superiore a 15 mila euro, rifugiati e richiedenti asilo e vittima di tratta di essere umani e di grave sfruttamento.

Per avere informazioni in merito, è possibile rivolgersi direttamente agli sportelli della TEP che gestisce il servizio di trasporto e che, previa verifica del possesso dei requisiti previsti, provvederà al rilascio degli abbonamenti agevolati agli aventi diritto.

Fonte: Comune di Parma

 

Bus gratuito dal 1° febbraio per gli over 65 con reddito inferiore ai 15mila euro. Valgono, come elemento di certificazione, sia l'Isee 2017 che l'Isee 2018.

Piacenza 27 gennaio 2018 - L'Amministrazione Comunale, con riferimento agli abbonamenti agevolati e gratuiti per il trasporto urbano, nel ribadire che la preoccupazione che l'ha animata, nonostante le difficoltà di bilancio a tutti note, è stata quella di mantenere un'area di esenzione e quindi di gratuità del trasporto urbano che non ha eguali in Regione, al fine di facilitare i cittadini over 65 interessati a fruire della gratuità dell'abbonamento e alle prese con i tempi necessari per l'ottenimento dell'ISEE, ha preso ulteriori accordi con Seta riguardo alle modalità valevoli dal 1°febbraio 2018.

Di seguito le principali casistiche.
Anziani dai 65 anni, già in possesso di ISEE ordinario non superiore a 15.000 euro, già in possesso della tessera MiMuovo:
Fino al 31 gennaio possono viaggiare gratuitamente.
Da 1° febbraio, possono viaggiare gratuitamente presentando alla biglietteria di Seta (Via Colombo n. 3) l'attestazione Isee (fino a 15.000€), un documento di identità e la tessera MiMuovo.
ATTENZIONE: Vale sia l'Isee 2017 che l'Isee 2018. Quindi chi è già in possesso dell'Isee 2017 (magari richiesto per agevolazioni rispetto alle case popolari o ad altri servizi comunali) può utilizzare quello.
L'Abbonamento gratuito avrà comunque decorrenza dal 1°febbraio 2018:

Anziani dai 65 anni, già in possesso di ISEE ordinario non superiore a 15.000 euro, senza la tessera MiMuovo:
Da 1° febbraio, possono viaggiare gratuitamente, presentando alla biglietteria di Seta (Via Colombo n.3) l'attestazione Isee (fino a 15.000€), un documento di identità e richiedendo la tessera MiMuovo, al costo di 5€.
ATTENZIONE: Vale sia l'Isee 2017 che l'Isee 2018. Quindi chi è già in possesso dell'Isee 2017 (magari richiesto per agevolazioni rispetto alle case popolari o ad altri servizi comunali) può utilizzare quello.
Anziani dai 65 anni, già in possesso della tessera MiMuovo e senza ISEE:
Per far calcolare l'ISEE ordinario è necessario rivolgersi ad un CAF, prendendo appuntamento. Si ricorda che l'Isee è gratuito.

Per tutto il mese di febbraio, possono viaggiare gratuitamente gli anziani dai 65 anni, già in possesso della tessera MiMuovo che esibiscano o la dichiarazione di appuntamento rilasciata dal CAF, o un'autocertificazione che attesti la data dell'appuntamento o l'impegno a prendere appuntamento con un CAF entro il 28/2, secondo apposito modello. Per evitare sanzioni, gli anziani senza Isee, devono circolare con la tessera MiMuovo, un documento di identità e la dichiarazione o autocertificazione di cui sopra.
Il modello per l'autocertificazione si trova presso la biglietteria di Seta di Via Colombo 3, ma anche presso il Quic di Via Beverora, l'InformaSociale di Via Taverna 39 e di Via XXIV Maggio 28, l'Urp di Piazza Cavalli, il comando della Polizia Municipale di Via Rogerio, 3,gli Sportelli InformaFamigliaeBambini di Via Martiri della Resistenza 8, della Galleria del Sole e di Via Torricella 7. Per chi avesse impossibilità a reperire tale modello, può bastare un'autocertificazione in carta libera con i medesimi contenuti.

Anziani dai 65 anni, già in possesso ISEE ordinario superiore ai 15.000€ o che non intendano fare l'ISEE:
Possono rivolgersi alla biglietteria di Sera e fruire dell'Abbonamento urbano agevolato annuale al costo di 150€.

Chi compie 65 anni nel corso dell'anno, potrà avere l'abbonamento urbano gratuito o agevolato anche in questo caso a seconda del valore Isee.

Venerdì, 01 Dicembre 2017 16:47

Ponte sul Po Colorno–Casalmaggiore, si accelera

Buone notizie dall'incontro di stamattina nella sede della Provincia di Parma. Per la sistemazione del ponte attuale è stato individuato il progettista. Stanziati 35 milioni di fondi statali per l'emergenza ponti in Emilia. Per la riapertura del ponte si parla ora di gennaio 2019. Decisa l'istituzione di un tavolo politico/tecnico permanente.

Parma, 1 dicembre 2017 –Alcune buone notizie per il Ponte sul Po Colorno – Casalmaggiore sono emerse dall'affollato incontro che si è svolto stamattina nella sede della Provincia di Parma, organizzato dal Presidente Filippo Fritelli.

I tempi per la sistemazione del ponte si accorciano per affetto della grande rapidità con cui stanno procedendo le istituzioni e al lavoro di squadra messo in campo, per limitare al massimo i gravi disagi socio- ecomonici, come ha evidenziato il Delegato alla Viabilità della Provincia Parma Gianpaolo Serpagli.

Il dirigente della Viabilità della Provincia di Parma dott. Annoni ha già assegnato il progetto per la sistemazione del ponte all'ing. Fabio Scaroni, lo stesso esperto strutturista che ben conosce il manufatto e che ha redatto lo studio sullo stato del ponte, reso pubblico nel novembre scorso; a fine febbraio 2018 il progetto sarà consegnato alle due Province.
Sarà la Provincia di Parma, in accordo con quella di Cremona, a gestire tutta la fase successiva dell'appalto dei lavori, dopo avere gestito nei mesi scorsi la fase delle analisi sul ponte.

Anche Roma sta facendo la sua parte: è l'approvazione del decreto che destina 35 milioni di euro per l'emergenza dei ponti nell'Emilia Occidentale, recuperando un mese rispetto all'approvazione in Finanziaria, e in un paio di mesi si conta di trasferire i fondi alle Province, ha spiegato il Maurizio Battini capo della segreteria del Ministro Delrio. Anche i 3,6 milioni di euro stanziati dalla Regione Lombardia provengono dai fondi di coesione nazionale, ha puntualizzato Sottosegretario sen. Luciano Pizzetti, e a fronte di questi nuovi finanziamenti potrebbero essere dirottati sul Ponte Verdi, contribuendo a risolvere anche questa situazione.

L'approvazione dello stato di emergenza per il Ponte di Colorno – Casalmaggiore, come già richiesto dalle due Province, dimezzerebbe ulteriormente i tempi burocratici. Per la riapertura del ponte a doppio senso di marcia, comunque, i tempi si sono ridotti: ormai si parla di gennaio 2019.

20170912-Ponte Casalm 7Intanto è stato ribadito che il ponte non è transitabile, neanche dai pedoni.

Tutte le ipotesi alternative alla sistemazione di questo ponte sono state esaminate, ha sottolineato il Presidente della Provincia di Cremona Davide Viola, ma nessuna era percorribile (come il ponte di barche) o sostenibile economicamente (come il ponte provvisorio "svedese"). Il futuro, comunque, è quello di un ponte nuovo. E per questo occorre il passaggio dell'intera Strada provinciale Asolana ad Anas, come già richiesto dai Consigli Provinciali di Parma e Cremona, a patto che i finanziamenti siano garantiti, come ha affermato anche il sen. Giorgio Pagliari.

La sindaca di Colorno Michela Canova ha ricordato lo sforzo fatto dalla Provincia di Parma per ridurre i disagi ai cittadini, potenziando il trasporto pubblico locale, con un costo di 76 mila euro sul 2017 e 238 mila euro sul 2018 (questi ultimi verranno coperti dalla Regione Emilia-Romagna). Inoltre la collaborazione tra le due Regioni e le loro società di trasporto ferroviario (Trenord e TipER) ha consentito di aumentare le corse dei treni sulla Parma –Brescia, con 11 corse in più da metà dicembre e altre 4 in più a febbraio. Canova ha espresso preoccupazione per i ritardi che già ora funestano la linea e ha annunciato ulteriori incontri per ragionare sulla distribuzione oraria delle nuove corse.

All'incontro hanno partecipato anche altri rappresentanti delle istituzioni dei due territori coinvolti, che hanno deciso l'istituzione di un Tavolo politico/tecnico permanente per il ponte.

Erano presenti anche: il Presidente della Provincia di Mantova Morselli, i Sindaci di Casalmaggiore, Torrile, Sorbolo, Mezzani, Gussola, l'Europarlamentare Massimiliano Salini, i Parlamentari della Provincia di Parma Patrizia Maestri, Giuseppe Romanini e Giorgio Pagliari, i Consiglieri della Regione Emilia Romagna Barbara Lori, Alessandro Cardinali, Massimo Iotti, il Consigliere della Regione Lombardia Carlo Malvezzi, e i tecnici delle amministrazioni coinvolte.
Era presente anche il Presidente del Comitato "Trenopontetangenziale" Paolo Antonini, che ha ringraziato i Sindaci di Colorno e Casalmaggiore e le Province per l'impegno profuso in questi mesi.

Piacenza, 1 dicembre 2017 – Seta informa gli utenti di Piacenza che il servizio di navetta "Stadio-Piazza Sant'Antonino", normalmente attivo solo nei giorni feriali, sarà operativo anche in cinque giornate festive del mese di dicembre. Il servizio sarà attivo nelle domeniche 3-10-17-24 e venerdì 8 dicembre dalle ore 9,30 alle 20 con frequenza di passaggio ogni 10 minuti, al costo della normale tariffazione urbana.

Il percorso della navetta è il seguente: piazzale Stadio, via Motti, via Martiri, via Damiani, via Nasolini, via Alberici, via Giordani, piazza S. Antonino e ritorno in senso inverso. In direzione Piazza Sant'Antonino la navetta effettua il carico dei passeggeri solo allo Stadio (è consentita la discesa lungo il percorso); in direzione Stadio la navetta effettua il carico lungo tutto il percorso, ma è consentita la discesa solo allo Stadio.

Venerdì, 17 Novembre 2017 11:52

Val d'Enza. Sui disservizi nel trasporto pubblico...

Riceviamo e pubblichiamo - Ancora questa mattina (ieri ndr) il treno 90196 da Ciano per Reggio Emilia è stato annunciato con un ritardo tra i 30 e i 60 minuti. Tantissimi studenti, lavoratori e utenti son rimasti a piedi, per l'ennesima volta!

Questa è la triste dimostrazione di quanto sono inconcludenti i nostri Sindaci.

Infatti nel corso dell'ultimo consiglio dell'Unione dei Comuni della Val d'Enza di pochi giorni fa, come liste di minoranza abbiamo presentato un ordine del giorno sui disservizi verificatisi nel trasporto pubblico locale, riprendendo l'iniziativa dei sindaci di Montecchio, Bibbiano,Canossa e Cavriago.

Nel richiedere una rapida soluzione al problema e le contestuali dimissioni dei vertici Fer e Tper (così come avevano fatto i Sindaci con la raccolta di firme tra i cittadini), si auspicava la solidarietà dei primi cittadini rimasti colpevolmente zitti affinché si schierassero con l'atto "eroico" dei loro colleghi.

Questo ordine del giorno è stato inspiegabilmente bocciato (la maggioranza PD ha presentato un emendamento irricevibile che ne avrebbe stravolto il senso), nonostante la mobilitazione dei cittadini e nonostante la pavida iniziativa della raccolta firme.

Nel presentare questo ordine del giorno pensavamo che nell'ottica della coesione e dell'unità di forze nell'Unione dei Comuni si potesse rivedere, discutere e trovare soluzioni all'annoso problema del trasporto pubblico, specialmente quello scolastico e soprattutto incrementare la forza politica dell'Istituzione.

Ma ci siamo illusi. Illusi perché pensavamo prevalesse il buon senso sui problemi. Illusi perché a fronte di una proposta attiva nello spirito unitario tanto invocato dalla maggioranza PD, in Unione, ci siamo trovati una maggioranza arroccata a difendere l'indifendibile, a negare l'evidenza e a invocare il risultato ottenuto in termini di promesse di finanziamenti sulla rete... promesse già fatte l'anno passato e mai mantenute nella sostanza. Illusi anche perchè pensavamo ad una maggioranza aperta al confronto e disponibile a risolvere concretamente e celermente i problemi emergenti.

Ma nulla di tutto ciò è accaduto. E i nostri dubbi sono diventati... triste realtà (per la collettività)!

Pensavamo, e i fatti ci hanno dato ragione, che la mobilitazione e la richiesta di cambiamento anche dei vertici delle società di trasporto pubblico fosse solo un'iniziativa di facciata, dettata più dalla paura dell'indignazione degli utenti che da una reale volontà di andare verso un cambiamento di rotta sul tema della mobilità.

Ciò che è successo in Consiglio dell'Unione ne è la testimonianza. Sindaci di lotta e di governo, eredi del trasformismo, capaci di politiche di facciata ma che non incidono nella sostanza. Speriamo che i cittadini e gli utenti aprano gli occhi!

Citando un famoso film dei fratelli Vanzina "Sotto il vestito...niente".

Maurizio Vergallo - consigliere dell'Unione Val d'Enza "Bibbiano Bene Comune"
Natascia Cersosimo - consigliere dell'Unione Val d'Enza "Movimento 5 stelle- Cavriago"
Marco Bertolini – consigliere dell'Unione Val d'Enza "Gattatico Bene Comune"
Enrico Maccieri – consigliere comunale "Lavorare per Sant'Ilario"

Per lavori di pavimentazione per tre notti consecutive a partire dal 6 novembre, chiusa la stazione di Modena Sud

Roma, 4 novembre 2017 - Autostrade per l'Italia comunica che sulla A1 Milano-Napoli, per consentire il risanamento della pavimentazione, sarà chiusa la stazione di Modena sud, nei seguenti giorni e con le seguenti modalità:

-per una notte, dalle ore 22:00 di lunedì 6 alle ore 06:00 di martedì 7 novembre: chiusura della stazione di Modena sud, in entrata verso Bologna ed in uscita per chi proviene da Milano;
-per una notte, dalle ore 22:00 di martedì 7 alle ore 06:00 di mercoledì 8 novembre: chiusura dell'uscita della stazione di Modena sud, per chi proviene da Bologna;
-per una notte, dalle ore 22:00 di mercoledì 8 alle ore 06:00 di giovedì 9 novembre: chiusura dell'entrata della stazione di Modena sud, verso Milano.

In alternativa si consiglia di utilizzare le stazioni autostradali di Modena nord o di Valsamoggia.

Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti "My Way" in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e su Sky TG24, disponibile al canale 50 del digitale terrestre. Sul sito autostrade.it , su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21 attivo 24 ore su 24.

Venerdì, 22 Settembre 2017 15:06

Domenica 24 settembre speciale promozione sui bus Seta

Domenica 24 settembre sui mezzi urbani di Modena, Reggio Emilia e Piacenza il biglietto di corsa semplice da 1,50 euro sara' valido per l'intera giornata. L'iniziativa è promossa da Seta in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile.

22 settembre 2017

A conclusione della Settimana europea della mobilità sostenibile, che ha visto la realizzazione di numerose iniziative anche nella nostra regione, domenica 24 settembre Seta attiverà una speciale promozione: il biglietto di corsa semplice da 1,50 euro – acquistato a terra o a bordo - sarà valido per l'intera giornata.

La promozione sarà valida per i mezzi urbani in servizio nelle città di Modena, Reggio Emilia e Piacenza.

L'iniziativa è finalizzata ad incentivare l'uso dei mezzi pubblici ed sensibilizzare i cittadini verso forme di mobilità ecocompatibili, condivise ed intelligenti.

Pubblicato in Cronaca Emilia

Ryanair, il CEO della compagnia low cost precisa cosa causeranno le cancellazioni e si scaglia contro le avversarie. Le contromosse della società irlandese: saranno ingaggiati piloti Alitalia. Lo "Sportello dei Diritti": rischio effetto a cascata e a pagare saranno sempre i passeggeri. Intervenga il governo per scongiurare una più profonda crisi del trasporto aereo in Italia.

20 settembre 2017

E' di oggi l'annuncio delle stime di Ryanair circa le cancellazioni di voli decise da Ryanair. Secondo il CEO della low cost irlandese Michael O'Leary, le procedure coinvolgeranno circa 400.000 passeggeri, stando a quanto riporta l'agenzia Bloomberg. Mentre i rimborsi potrebbero superare i 20 milioni di euro, ha specificato ancora O'Leary, in una conferenza telefonica con gli analisti. Il vettore a basso costo ha detto che pubblicherà le cancellazioni previste fino a ottobre entro le prossime ore. Il capo di Ryanair ha rilevato che la società sta attualmente operando circa 2.500 voli al giorno, puntando pure il dito contro le compagnie aeree rivali di Gran Bretagna, Germania e Irlanda che andrebbero a caccia dei suoi piloti. Infine, si è scagliato contro la concorrente Norwegian, ribadendo che "non durerà a lungo" e annunciando misure per fermare i propri piloti disposti a passare alla concorrente norvegese. In ogni caso Ryanair, ha concluso ancora il dirigente, ingaggerà piloti provenienti da Alitalia o da Air Berlin. Quest'ultima ipotesi, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", a questo punto fa preoccupare perché la fuga di piloti verso la low cost, compagnia che mantiene comunque una forte solidità e appetibilità per i dipendenti di altre in crisi, potrebbe portare ad un effetto a cascata anche per la società italiana, già commissariata e in permanente e profonda difficoltà, con effetti che potrebbero riguardare ancora una volta il Nostro Paese e i passeggeri italiani. Ci attendiamo, quindi, un intervento del governo in carica per scongiurare un'ulteriore e più pesante crisi del trasporto aereo come quella scatenata negli ultimi giorni dalle cancellazioni annunciate da Ryanair.

I voli cancellati 

Modena, 31 agosto 2017 – Nel primo semestre 2017 sui mezzi Seta in servizio nei bacini provinciali di Modena, Reggio Emilia e Piacenza si è registrato un aumento di passeggeri (quasi 500 mila) e di abbonamenti venduti (+ 9%) rispetto allo stesso periodo del 2016. Si conferma così anche nella prima parte di quest'anno il trend di crescita che l'azienda sta registrando a partire dal 2014.

Nel dettaglio, i passeggeri complessivi del primo semestre 2017 nelle tre province servite da Seta sono stati 30.195.796 contro i 29.706.585 dello stesso periodo 2016, mentre gli abbonamenti venduti (annuali e mensili) sono stati circa 120 mila contro poco meno di 110 mila dell'anno precedente. Il dato dei passeggeri è particolarmente significativo, essendo il risultato combinato di un andamento molto positivo degli utenti con titolo di viaggio ordinario (+1,6 milioni) mentre risultano in considerevole calo (-1,1 milioni) quelli che possono usufruire di agevolazioni sociali, quali pensionati, disabili, eccetera.

L'aumento complessivo dell'utenza – con particolare riguardo a quella abituale – è un'ulteriore conferma della validità della strategia commerciale di Seta, che ha come obiettivo prioritario la fidelizzazione dei clienti e l'incentivazione dei titoli di viaggio di maggiore durata temporale. Rientra pienamente in quest'ottica la nuova iniziativa attivata dall'Azienda: da venerdì 1 settembre sarà disponibile il nuovo abbonamento promozionale urbano bimestrale, valido per le reti cittadine di Modena, Reggio Emilia e Piacenza, ad un costo di 60 euro.

L'iniziativa è presa da Seta in considerazione della vasta diffusione degli abbonamenti mensili e per incentivare ulteriormente la fidelizzazione della clientela. Il nuovo titolo di viaggio promozionale viene proposto da Seta in concomitanza con l'entrata in vigore della nuova tariffa dell'abbonamento mensile urbano dei tre capoluoghi che – come deliberato dagli enti territoriali competenti – dal 1° settembre passa da 30 a 32 euro. Fino al 20 ottobre chi effettuerà un doppio rinnovo (ovvero: acquisterà due mensilità consecutive) continuerà a pagare solo 30 euro per ogni mese acquistato; sarà quindi possibile viaggiare sui mezzi urbani Seta fino a tutto novembre ancora alla vecchia tariffa.

Il nuovo abbonamento bimestrale sarà in vendita presso le biglietterie Seta di Modena (Autostazione), Carpi, Sassuolo, Castelfranco Emilia, Mirandola, Pavullo, Vignola, Reggio Emilia (Autostazione C.I.M.) e Piacenza (Autostazione). Sarà possibile usufruire della promozione anche per chi effettuerà tramite il sito web di Seta (www.setaweb.it sezione "Acquista online") il rinnovo online dell'abbonamento: in questo caso l'abbonato pagherà per la prima ricarica mensile la nuova tariffa di 32 euro, ma riceverà una ricevuta-buono sconto dal valore di 4 euro che potrà utilizzare per la ricarica successiva, purché effettuata entro 7 giorni da quella precedente.

Resterà in vigore fino a giovedì 14 settembre; da venerdì 15 settembre entrerà in vigore l'orario invernale. Terminati i lavori in via S. Bartolomeo: dal 2 settembre le linee urbane 1-2-3-4-6-8-17 riprenderanno i percorsi regolari.

PIACENZA, 31 AGOSTO 2017 - Seta informa gli utenti piacentini che da domani, venerdì 1° settembre, per le linee del servizio urbano verrà ripristinato l'orario estivo ordinario. Non sarà quindi più in vigore l'orario estivo ridotto, che ha caratterizzato la frequenza di passaggio dei mezzi nei mesi di luglio ed agosto.

L'orario estivo ordinario resterà applicato fino a giovedì 14 settembre compreso; da venerdì 15 settembre entrerà in vigore l'orario invernale. Le tabelle orarie presenti alle fermate sono aggiornate: gli utenti sono quindi pregati di tenerne conto e prestare la dovuta attenzione nel consultarli, al fine di programmare correttamente i propri spostamenti con i mezzi pubblici.

Si comunica inoltre che, essendo terminati i lavori stradali alla rete di distribuzione gas in via S. Bartolomeo, le deviazioni temporanee di percorso attivate a luglio per le linee urbane 1-2-3-4-6-8-17 possono avere termine: da sabato 2 settembre verranno quindi ripristinati i normali percorsi.

Per ogni ulteriore informazione è possibile consultare il sito internet www.setaweb.it  oppure contattare il servizio di informazioni telefoniche di Seta: 840 000 216.