Visualizza articoli per tag: trasporti

 

Rivolto agli studenti degli ultimi tre anni delle superiori, domande entro il 24 maggio -

 

Reggio Emilia, 29 aprile 2014 -

La Provincia di Reggio Emilia, in attuazione del Decreto interministeriale n. 184/2014 e della Delibera di Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 474/2014, ha emanato in questi giorni nuovo un bando per la concessione di contributi per il trasporto scolastico. Possono partecipare gli studenti residenti in provincia di Reggio Emilia, frequentanti il 3°, 4° e 5° anno delle superiori (scuole secondarie di secondo grado), appartenenti a famiglie con reddito il cui valore Isee non sia superiore a 10.632,94 euro riferito all’anno 2012 (o, qualora non disponibile, riferito al 2013).

I soggetti destinatari sono gli studenti che, durante l’anno scolastico 2013/2014, utilizzano i seguenti servizi:

a) servizi di trasporto urbano ed extraurbano finalizzato al raggiungimento della sede scolastica, anche con riferimento alle peculiari esigenze degli studenti con disabilità (certificati in base alla normativa vigente). Per “servizi di trasporto urbano ed extraurbano” si intendono servizi pubblici e, nel caso di studenti con disabilità, anche servizi di trasporto speciale, finalizzati al raggiungimento della sede scolastica;

b) servizi di assistenza specialistica, anche attraverso mezzi di trasporto attrezzati con personale specializzato con riferimento alle peculiari esigenze degli studenti con disabilità, ai sensi dell’art. 3, comma 3, della Legge n. 104/1992 (studenti in condizione di grave disabilità).

La spesa ammessa a beneficio dovrà essere: completamente a carico delle famiglie (e quindi non coperta, neanche parzialmente, da contributi di amministrazioni pubbliche) e giustificata da titolo di viaggio o da altra documentazione fiscalmente valida da conservare, in originale, da parte del richiedente in previsione di successivi controlli.

Le domande andranno redatte su apposito modulo e presentate entro le ore 13 del 24 maggio 2014 alla segreteria della scuola frequentata. Il bando e tutta la modulistica possono essere consultati e scaricati dal sito della Provincia (www.provincia.re.it, sezione Scuola e diritto allo studio).

Si ricorda che, qualora in fase di controllo vengano rilevate dichiarazioni non veritiere, i contributi economici concessi saranno revocati, con il recupero delle somme eventualmente già erogate, e il fatto sarà segnalato all’autorità giudiziaria affinché rilevi l’eventuale sussistenza dei reati di truffa ai danni dello Stato o ad altro ente pubblico, falsità materiale, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico, uso di atto falso.

Moduli e informazioni sono reperibili presso le segreterie delle scuole; la pagina web del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale della  Provincia di Reggio Emilia http://scuola.provincia.re.it; l’Ufficio Borse di Studio della Provincia, situato a Reggio Emilia, in via Mazzini n. 6 – 3° piano, aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8,45 alle 12,45, il martedì e giovedì, previo appuntamento, anche dalle 15 alle 17. Call center 0522/444.815 (attivo dalle 11:00 alle 13:00) - fax 0522/444.822 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


(Fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)

 

Mercoledì, 16 Aprile 2014 17:16

Parma - Presentazione ufficiale dei nuovi filobus

I nuovi filobus autosnodati della Tep che andranno a prestare servizio sulla linea urbana numero 5. La presentazione martedì vede alcuni eventi collaterali: tra cui cento corse gratuite e l'esposizione di un filobus storico in piazza Garibaldi. 

 

Parma, 16 aprile 2014 -

Martedì 22 partenza ufficiale dei nuovi filobus autosnodati della Tep che andranno a prestare servizio sulla linea urbana numero 5. La presentazione ufficiale dei nuovi filobus, che si presentano molto accattivanti e moderni nel design, è fissata per martedì alle 11.30 in piazza Garibaldi, mentre la messa in linea effettiva è prevista per mercoledì 23 aprile. La presentazione vede alcuni eventi collaterali: tra cui cento corse gratuite e l’esposizione di un filobus storico in piazza Garibaldi.

Tep e Comune di Parma offrono a 100 persone la possibilità di richiedere gratuitamente il voucher valido per partecipare al viaggio inaugurale: basta inviare una mail con i propri dati all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per essere tra i primi a viaggiare a bordo del nuovo filobus. I  primi cento richiedenti più veloci riceveranno il buono via mail. Potranno così scaricarlo, stamparlo e scambiarlo direttamente in piazza Garibaldi con il biglietto da timbrare a bordo e valido per il viaggio d'esordio.

Dalle 10.30 in piazza Garibaldi sarà esposto anche un filobus storico, in servizio a Parma negli anni Cinquanta, quando in città fu inaugurata la rete filoviaria. 

Un fotografo sarà disponibile, fino al termine della mattinata, per ritrarre i bimbi presenti all'inaugurazione, che avranno l'occasione di farsi immortalare alla guida di questo veicolo. Si tratta di una straordinaria testimonianza storica che i parmigiani potranno vedere e visitare. 

Tutte le foto scattate saranno rese disponibili gratuitamente sul sito Tep.

 

Pubblicato in Cronaca Emilia

 

Un progetto che nasce da alcuni casi di bullismo dei mesi scorsi, sfociati in aggressioni a danno dei conducenti degli autobus. Coinvolti in questo progetto educativo, che si conluderà a maggio, circa 4 mila studenti -

 

Parma, 8 aprile 2014 -

Nasce «PretenDIAMO il buon esempio», progetto di dialogo con gli studenti di Parma intrapreso dall’azienda pubblica di trasporti locali Tep, per sensibilizzare gli adolescenti al lavoro e al ruolo del conducente di autobus. Coinvolti in questo progetto educativo, che si conluderà a maggio, circa 4 mila studenti, che partecipando  ad incontri mirati nei locali della sede Tep saranno, a loro volta, formatori per i compagni di scuola. L’invito è semplice: "Provate a mettervi nei panni del controllore". Alla conclusione del progetto i ragazzi parteciperanno al concorso che mette in palio titoli di viaggio e la disponibilità di un autobus vero per dare vita a un'opera di street art.

Il primo degli appuntamenti si è svolto nei giorni scorsi, quando l'azienda dei trasporti pubblici di Parma e provincia, in collaborazione con la Consulta degli Studenti e il Provveditorato agli Studi, hanno coinvolto circa 50 ragazzi. Un progetto che nasce da alcuni casi di bullismo dei mesi scorsi, sfociati in aggressioni a danno dei conducenti degli autobus. Autori di questi atti di violenza, in diversi casi, giovani e studenti di Parma. Da qui la necessità di una sensibilizzazione giovanile al rispetto delle regole e del bene pubblico, ma anche delle figure professionali del conducente e del verificatore del trasporto pubblico.

 

«PretenDIAMO il buon esempio» è un invito ai ragazzi a pretendere il buon esempio dagli adulti e a farsi essi stessi promotori di comportamenti positivi.

Parte integrante degli incontri è stata la possibilità per i ragazzi di parlare con Simone Silva, conducente di autobus Tep da 16 anni e verificatore: "A volte gli adolescenti hanno scarso rispetto per gli autisti di autobus semplicemente perché non li considerano persone, ma solo figure generiche, automi che guidano e basta. È stato interessante raccogliere le loro reazioni nel momento in cui abbiamo fatto comprendere chi è l'uomo che vive dietro la figura che vedono tutti i giorni alla guida del mezzo pubblico". Durante gli incontri i ragazzi hanno potuto provare di persona cosa significa essere controllore, utilizzare le dotazioni tecniche in uso al personale di verifica e scovare i propri compagni, nel ruolo di finti passeggeri, nel momento in cui, trovati sprovvisti di biglietto e di documenti, provano a ingannare il “controllore” comunicando false generalità.

 

Al termine delle sessioni di formazione in Tep, saranno gli stessi ragazzi a trasmettere ai loro compagni di scuola quanto appreso durante l’attività, tramite ulteriori incontri che si terranno direttamente nelle classi e che coinvolgeranno circa 4600 studenti. «Pensiamo che i ragazzi non abbiano bisogno di prediche, ma di buoni esempi - è il commento di Luciano Spaggiari, direttore Tecnico e d'Esercizio di Tep - e che i messaggi più efficaci per i giovani siano quelli che arrivano direttamente dai giovani». Per coinvolgere gli studenti è stato anche promosso un concorso. I partecipanti potranno utilizzare l'immagine di un autobus per rappresentare uno dei temi affrontati durante gli incontri, con parole, disegni, slogan o con qualsiasi forma espressiva vorranno utilizzare. Tutti i lavori presentati saranno pubblicati sulla pagina Facebook del progetto http://on.fb.me/1mH5koR. Il gruppo che avrà realizzato il lavoro più votato vincerà la possibilità di realizzare la propria opera con colori e bombolette spray su un autobus vero che sarà messo a disposizione da Tep durante la Giornata dell'Arte in Cittadella, nel mese di maggio. In palio anche un voucher del valore di euro 300,00 da spendere in titoli di viaggio o in viaggi d'istruzione.

 

Per il successo dell'iniziativa è stata determinante la collaborazione della Consulta degli Studenti, l'organo che raccoglie i rappresentanti d'istituto di tutte le scuole superiori di Parma e provincia. Il diciottenne presidente della Consulta Matteo Lazzara, ha raccolto l'entusiasmo dei ragazzi che hanno partecipato agli incontri: «Da parte degli studenti c'è un gran desiderio di partecipazione che la Consulta ha promosso e incoraggiato in questi due anni di mandato. Il progetto “PretenDIAMO il buon esempio” rappresenta uno dei punti più importanti di questo percorso e collaborare con una realtà come TEP è per noi motivo di orgoglio. Gli studenti in questo modo sono protagonisti non soltanto all'interno dei propri istituti, ma anche nella nostra città, per diventare i cittadini del futuro». 

 

Pubblicato in Cronaca Emilia
Sabato, 22 Marzo 2014 18:39

pensieri...in coda...

 

 

 

Prendiamo per buoni i deboli segnali di ripresa che Federtrasporto ha registrato  nel secondo semestre del 2013. 

Pensiamo positivo e confidiamo nella giovane esuberanza del nuovo premier, Matteo Renzi, affinché possa districarsi nella complessa maglia di lacci e lacciuoli della politica nostrana e fare veramente quello che ha promesso e soprattutto nei tempi dichiarati.

Intanto, giusto per non sbagliarsi, le accise sono aumentate come era stato programmato dal suo predecessore, l’Enrico letta che a sua volta aveva raccolto il testimone di Monti.

Sperare è indispensabile ma ascoltare il dibattito politico “deprime assai” come direbbe il mio amico napoletano. Prima furono le “mani in tasca” di Renzi, durante l’audizione al Senato, a tenere campo sui giornali poi le “canzoncine” a lui dedicate da una scuola del nord est. E su questi fatti totalmente insignificanti si è costruita una campagna mediatica di discredito da fare impallidire. Parlare di politica seria è vietato? 

di  L.G.C

(In Allegato Truck News gennaio febbraio 2014)

 

Pubblicato in Trucks Emilia
Sabato, 22 Marzo 2014 07:29

TRASPORTI, GRAFICI A CONFRONTO

Confronto tra i prezzi del Petrolio (WTI) e della media del gasolio nazionale scorporato tra costo industriale, accise e IVA. (Ministero Sviluppo Economico - Dipartimento per l’Impresa)

Petrolio costi minimi truck

 

 

Andamento ORO in confronto con il Petrolio WTI

Oro petrolio truck

 

 

Costi di esercizio di impresa - Ministero dei Trasporti  Gennaio 2014 costo acquisto autocarro 75.000€ - percorrenza oltre 500 km - massa complessiva superiore a 26 tonnellate. 

costi minimi cibus

 

Pubblicato in Trucks Emilia
Mercoledì, 26 Febbraio 2014 07:21

1 Marzo, nuovo aumento delle accise

 

 

Dal 2010 le accise sono aumentate 10 volte e l’Iva due. Oltre alle famiglie, saranno colpite anche alcune categorie professionali come i taxisti, gli autonoleggiatori, gli agenti di commercio e i trasportatori.

 

Mestre, 26 febbraio 2014 - 

 

Brutte notizie per gli automobilisti italiani: da sabato 1° marzo scatta un nuovo aumento delle accise sui carburanti. Per questo motivo, segnala la CGIA, dal prossimo week-end fare il pieno alla nostra autovettura costerà un po’ di più. L’incremento medio annuo in capo a una famiglia italiana con un’auto a benzina che percorre mediamente 15.000 Km all’anno sarà di 13 euro, mentre per un’autovettura alimentata a gasolio l’aumento sarà di 17 euro.

Si tratta di ritocchi, sottolinea la CGIA, tutto sommato abbastanza contenuti. Tuttavia, è bene ricordare che una famiglia con un’auto alimentata a benzina con una percorrenza annua di 15.000 Km quest’anno sborserà 257 euro in più rispetto al 2010. Nel caso di automobile diesel, invece, l’incremento rispetto a quattro anni fa sarà addirittura di 388 euro.

Questi aumenti sono riconducibili al fatto che in questi ultimi cinque anni le accise sui carburanti sono state ritoccate ben 10 volte, mentre l’Iva è stata aumentata due volte.

Il ritocco che scatterà sabato prossimo, fa notare la CGIA, è stato previsto dal cosiddetto “Decreto del fare”, approvato dal Governo Letta nel giugno dell’anno scorso. Questo aumento delle accise, pari a 2,40 euro ogni 1.000 litri consumati, garantirà, secondo le stime, 75 milioni di euro di gettito che finanzierà alcuni interventi per il rilancio dell’economia (nuova legge Sabatini, conferma del credito di imposta per il settore cinematografico, rilancio della nautica e della produttività del sistema portuale).

 “Oltre alle famiglie – segnala il segretario della CGIA Giuseppe Bortolussi – questi aumenti interesseranno le categorie che utilizzano professionalmente un mezzo di trasporto. Mi riferisco, in particolar modo, ai taxisti, agli autonoleggiatori, agli agenti di commercio e ai trasportatori. Ricordo che l’80 per cento circa delle merci italiane viaggia su gomma. E’ vero che grazie al rimborso delle accise gli autotrasportatori, ad esempio, possono recuperare gli aumenti fiscali che subiscono alla pompa; tuttavia, bisognerà vigilare affinché i prezzi dei prodotti che giungeranno sugli scaffali di negozi e supermercati non subiscano degli aumenti ingiustificati”.

 

Accisebenzina gde

 

Accisegasolio gde

Pubblicato in Trucks Emilia
Mercoledì, 05 Febbraio 2014 07:18

Primo sguardo al nuovo Opel Vivaro

 

Rüsselsheim. 4/2/14  Il nuovo Opel Vivaro sta arrivando – con un design rinnovato, nuovi motori e tecnologie innovative - e dall’inizio dell’estate porterà una ventata d’aria fresca nel segmento dei veicoli commerciali leggeri. Oggi diamo un primo sguardo al nuovo modello. La nuova generazione di Vivaro monta motori ancora più efficienti e dalle prestazioni superiori. Vanta inoltre tecnologie ultramoderne ed equipaggiamenti che portano nel mondo dei veicoli commerciali le dotazioni e le funzionalità tipiche delle automobili. Il nuovo Opel Vivaro si distinguerà per un aspetto più moderno e preciso. Con una griglia anteriore larga e la grafica ad ala, avrà le forme e gli elementi tipici dei modelli Opel.

A breve ulteriori informazioni sulla nuova generazione di Opel Vivaro e le prime foto.

 

 

 

Pubblicato in Trucks Emilia

 

 

 

Sul web il video viral che racconta la storia dei venticinque Iveco Daily che percorrono ogni giorno i terreni impervi del continente africano. Dal Sudafrica alla Namibia.

Una mattina di ordinaria quotidianità di un Iveco Daily, versione minibus, in Sudafrica: partenza alle 6 da Soweto, direzione Johannesburg. La prima tappa effettuata dal veicolo è alle 6.45, alla periferia di Johannesburg per caricare i passeggeri diretti in Namibia. Dalla città ai terreni impervi, talvolta desertici, della savana. Animali selvatici, guadi da attraversare e un contachilometri che incalza verso il 999.999esimo chilometro e che, inevitabilmente, raggiungerà il milione di chilometri.

È questo, in sintesi, quanto raccontato in immagini nel nuovo video viral “Iveco Daily. Come nuovo dopo un milione di chilometri” di Iveco, protagonista in Sudafrica di una storia tanto grandiosa quanto reale. Una storia che inizia ogni mattina in Sudafrica e finisce ogni notte in Namibia.

Storia comune a 25 mezzi in Africa

È la storia di sacrifici, emozioni e chilometri che hanno in comune venticinque Iveco Daily - prodotti In Europa nello stabilimento spagnolo Iveco di Valladolid - che ogni giorno percorrono i terreni impervi del continente africano. Un viaggio di mille chilometri per 365 giorni all’anno, un numero impressionante di strada che in soli tre anni sorpassa il milione di chilometri. Nel video, un Team di tecnici Iveco Service arriva tempestivamente sul posto a “soccorrere” l’autista del veicolo, sconcertato alla vista di sei zeri consecutivi sul display del contachilometri, per un finale divertente e inaspettato. 

Il video è visualizzabile all’indirizzo:  http://youtu.be/YL_2YBLt8B8 -

 

1ml km iveco gde

Pubblicato in Trucks Emilia
Domenica, 02 Marzo 2014 07:08

Autotrasporto, Taglio di 49 milioni

 Il presidente di Fai Conftrasporto, Paolo Uggè, denuncia il taglio di 49 milioni di euro alle risorse per l'autotrasporto.

 
 02 Marzo 2014 -

“Vergogna. Attraverso una manovra di palazzo, nel silenzio, la ragioneria dello Stato ha tagliato 49 milioni di euro dalle somme destinate all’autotrasporto. Diciannove di questi verranno defalcati dai 330 milioni di euro definiti nel protocollo sottoscritto tra Unatras e il ministro Lupi nel novembre scorso, i restanti 30 milioni erano destinati a finanziare il pagamento dell’Ecobonus che gli autotrasportatori siciliani attendono ormai da 4 anni. La categoria non potrà che rispondere in maniera ferma e determinata, non è possibile tollerare un tale furto operato peraltro di soppiatto senza coinvolgere le parti sociali che sempre si sono mostrate disponibili al dialogo. Pensiamo che tale mossa possa essere riferita al precedente governo Letta, e quindi facciamo appello al nuovo Esecutivo Renzi affinché convochi le sigle sindacali e faccia chiarezza su quanto accaduto operando per scongiurare il fermo dell’autotrasporto”. Lo dichiara il presidente di Fai-Conftrasporto, Paolo Uggè”.

Il Governo manterrà gli impegni presi

Pronta la replica del Ministro Lupi il quale rassicura il presidente circa gli impegni presi nello scorso novembre.

"Comprendo l'allarme lanciato da Paolo Uggè per l'annunciato decurtamento del fondo per l'autotrasporto. Già ieri ho affrontato il problema in Consiglio dei Ministri, i soldi dati all'autotrasporto verranno prontamente reintegrati. Con gli autotrasportatori c'è un dialogo responsabile iniziato sin da quando sono arrivato al Ministero e ci sono precisi impegni assunti. Un Governo che non mantiene i propri impegni non è un Governo serio. Io intendo esserlo".

Pubblicato in Trucks Emilia
Sabato, 22 Marzo 2014 07:03

Borsatrasporti.eu è online

 

 

 La Borsa Trasporti è uno strumento moderno atto a facilitare l’incontro e l’offerta, una vera e propria Borsa dei viaggi. A confronto i CARICHI IN ATTESA con i VIAGGI in PARTENZA. 

Basta registrarsi si può controllare in tempo reale tutte le aziende del settore che hanno necessità di “spedizione” e come contro altare gli autotrasportatori che hanno mezzi disponibili a effettuare il servizio.

Evidentemente la piattaforma è su WEB raggiungibile attraverso l’indirizzo di seguito linkabile borsatrasporti.eu

Un sito, o meglio un portale, destinato prevalentemente alle PMI di trasporti e logistica il cui obiettivo principale è quello di ridurre, sino a annullare, i viaggi a vuoto a tutto beneficio della marginalità delle tratte che, di questi tempi, è come vincere al lotto.

L’iscrizione al portale comporta ovviamente la sottoscrizione di un abbonamento e l’accettazione del relativo regolamento.

 

La società Acxelera 2.0, proprietaria del portale Borsa Trasporti, gestisce i pagamenti, le fatturazioni e l’amministrazione del business del portale. La Acxelera 2.0 emette fattura di servizio verso l’Azienda che ha spedito la merce e si fa carico del pagamento verso il Trasportatore o Player che ha effettuato il trasporto. L’Azienda è tenuta a rispettare il pagamento entro 30 giorni d.f.f.m. nei confronti di Acxelera 2.0.
Acxelera 2.0 disporrà il pagamento nei confronti del Trasportatore o Player che ha effettuato il trasporto a 30 d.f.f.m. più 10 giorni. I ritardi nei pagamenti saranno motivo di rescissione del contratto di abbonamento, di cancellazione dell’utente dal portale Borsa Trasporti e di azione legale”

06 Febbraio 2014 -

 

Pubblicato in Trucks Emilia