La nota stampa di Aldo Caffagnini: "Il camino a singhiozzo continua nel suo incerto procedere, con pause di riflessione sempre più intense e prolungate." -

Parma, 22 maggio 2015 -

"La linea 2 era già stata spenta il 4 maggio, 18 giorni fa, ma il 18 maggio anche la linea 1 è stata messa in fermata e la situazione dura ormai da 4 giorni.
E' il languore di rifiuti che sta diventando vera e propria fame?
Il camino a singhiozzo, forse un unicum nel panorama italiano degli inceneritori, continua nel suo incerto procedere, con pause di riflessione sempre più intense e prolungate.
La vorace fornace, affetta da famelica necessità di rifiuti da bruciare, non trova sfogo nel sistema di raccolta impostato a Parma dal Movimento 5 Stelle e dall'assessore all'ambiente Folli, irrisoluti portatori sani del porta a porta, che a regime riduce drasticamente la necessità di queste macchine infernali che sparano in aria centinaia di migliaia di metri cubi di aria sporca ogni ora.
Così a Ugozzolo la fossa del residuo è sempre più vuota e visto l'avanzare della differenziata porta a porta in tutto il territorio di Parma e Provincia, non si profilano radiosi futuri ricchi di sacchi neri da attizzare.
L'inceneritore di Parma è grande almeno il doppio delle previsioni elaborate nel 2005, ma oggi risulta oltremodo ipertrofico rispetto ai piccoli numeri che rimangono dopo il tornado porta a porta.
Il gestore risponderà a questo nuovo stop con le questioni tecniche, la manutenzione, il controllo.
Ma il problema rimane l'organizzazione della raccolta degli scarti, che con il sistema domiciliare va contro come concezione stessa ad ogni tipo di smaltimento, discarica o inceneritore che sia.
E non potrà che peggiorare, per il forno.
Il sistema porta a porta ha altre frecce al suo arco.
L'obiettivo ora va oltre i numeri ormai alla portata (80%) e sposta la sua attenzione sul rifiuto residuo, che rappresenta ancora un terreno fertile di caccia per il sistema.
Si tratta di ampliare i materiali oggetto di riciclo e di ridurre gli stessi nell'ormai limitato recinto dell'indifferenziato.
Ad esempio si può lavorare sui pannolini, che ancora rappresentano un problema di non facile gestione, ma che oggi con l'avanzare della tecnologia trovano varchi virtuosi di risoluzione.
L'adozione di pannolini lavabili nei nidi darebbe una scossa ai numeri, sia quelli della montagna di usa e getta che sparirebbe, sia per l'impatto ambientale drasticamente ridotto, sia per il risparmio economico per le casse comunali.
Questo è solo un esempio delle ulteriori mosse che il sistema porta a porta può implementare.
Il Pap è un raffinato cecchino che non sbaglia un colpo, e in questo caso nel mirino cadrebbero vittima l'inquinamento e lo spreco, a favore di salute, risparmio e consapevolezza."

(Fonte: ufficio stampa Gestione Corretta dei Rifiuti)

Un nuovo strumento per il Comune di Parma. Online il nuovo portale "Raccolta rifiuti: dove, come, quando" pubblicato da Iren per la raccolta dei rifiuti. -

Parma, 21 maggio 2015 -

Un aiuto a portata di tablet e smartphone per capire esattamente ed in ogni momento le modalità della raccolta differenziata del Comune di Parma. Da ieri è Online il nuovo portale "Raccolta rifiuti: dove, come, quando" pubblicato da Iren. Il nuovo portale è interattivo e di immediata consultazione al pari della App ECOIREN per gli smartphone da tempo scaricabile dall'App-store per i sistemi Apple e da Google play per quelli Android.

Il portale è completamente responsivo per tablet e smartphone, cioè si adatta cioè automaticamente allo schermo di questi terminali ed è direttamente accessibile dal sito di irenambiente e dall'indirizzo diretto servizi.irenambiente.it 

Cosa si può consultare dal nuovo portale?

Una grande quantità di contenuti interattivi: Informazioni su raccolta differenziata – giorni, orari, contenitori, festività - e relativi calendari; il Rifiutologo interattivo; la sezione Dove siamo: sportelli, centri di raccolta, punti di distribuzione e casette dell'acqua, con relativi giorno, orari e materiali; la prenotazione del ritiro dei rifiuti ingombranti a domicilio; una sezione dedicata alle App per smartphone; una parte dedicata ai social: Twitter e Youtube; le News elencate per categoria.

Dal portale, inoltre, è possibile accedere ad altri contenuti inerenti informazioni sulla raccolta dei rifiuti, sulla raccolta differenziata, sulle azioni per la riduzione dei rifiuti, carta dei servizi, tutto sulla TARI, ed opuscoli informativi sulla raccolta.

rifiuti rid

Pubblicato in Cronaca Parma

Da maggio importanti novità nella organizzazione del servizio di raccolta rifiuti. Cambiano gli orari e i giorni di raccolta. I nuovi calendari sono già in fase di distribuzione da oggi. -

Parma, 20 aprile 2015 -

Una nuova fascia oraria per l'esposizione dei rifiuti, più comoda per i cittadini, migliorerà il decoro urbano per il minor tempo esposizione. A partire da lunedì 18 maggio 2015, le zone di raccolta restano invariate e anche la frequenza dei passaggi ma l'orario di esposizione dei rifiuti passerà dalla fascia diurna a quella serale, nello specifico dalle ore 19,30 alle ore 21.

"In questo modo rispondiamo alle richieste di attenzione al decoro urbano richiesta da tanti cittadini". - afferma l'assessore all'ambiente Gabriele Folli - nella nota del Comune.

I nuovi calendari sono in fase di distribuzione da oggi: lì sono indicati i nuovi giorni ed orari di esposizione dei contenitori per la raccolta differenziata, con l'avvertenza, sempre da tenere presente, che i contenitori andranno esposti sul suolo pubblico per lo svuotamento soltanto nei giorni e negli orari indicati. Il servizio di raccolta sarà garantito anche in occasione delle festività o nella giornata immediatamente successiva, con la sola avvertenza che per la vigilia di Natale e per l'ultimo dell'anno il conferimento dovrà essere anticipato entro le ore 12 per consentire di ultimare al raccolta nel corso del pomeriggio stesso.

L'assessore Gabriele Folli ha confermato che, a completamento delle innovazioni previste per l'anno 2015, dal mese di giugno verranno collocate le prime "casette" fisse con i vari contenitori, utilizzabili solo con i badge in dotazione agli utenti, che verranno collocate in aree di parcheggio a ridosso del centro, fra le tangenziali e la circonvallazione interna, in luglio scatterà la tariffa puntuale con la conta del numero di svuotamenti del bidoncino indistinto, e in settembre arriveranno i mezzi mobili per i conferimenti in situazioni di difficoltà o emergenza. I materiali necessari per praticare correttamente la raccolta differenziata (contenitori, sacchi gialli, sacchi biodegradabili, calendari, materiale informativo ed eventualmente i badge, se sono stati smarriti) possono essere ritirati presso il PUNTO AMBIENTE - sede di lren in strada S. Margherita 6/a, attivo da lunedì a sabato dalle 8.00 alle 14.00, ed il giovedì dalle 8.00 fino alle 17.00.

Info: numero verde 800212607, oppure mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pubblicato in Cronaca Parma

Un ciclo di video promozionali per sensibilizzare alla tematica della raccolta differenziata vedono protagonisti i campioni dello sport -

Parma, 4 aprile 2015 -

Sarete sicuramente già incappati nel primo dei tre video che sta girando sul web da qualche giorno, per sensibilizzare sulla tematica della raccolta differenziata. Baseball, basket e calcio grazie ai nuovi spot lanciati dal Comune di Parma, con la sponsorizzazione di Emiliambiente saranno presto virali e si spera convincenti.

"Un ciclo di video promozionali, non tanto con l'obiettivo di "insegnare", ma semplicemente di informare, e soprattutto di far riflettere su quali effetti possono produrre i nostri comportamenti nella vita quotidiana" - spiega la nota del Comune -

Un modo sicuramente originale per sensibilizzare i cittadini di Parma su tematiche di tipo ambientale.
"Quali sono le buone pratiche per fare una raccolta differenziata corretta? Cosa comporta la piccola perdita del nostro rubinetto? Lo sapremo entrando sui social media del Comune di Parma" - spiega la nota.

Il primo video già uscito e nei prossimi giorni ne seguiranno altri sulla pagina facebook del Comune di Parma.

- Guarda il video in fondo alla pagina -

Pubblicato in Cronaca Parma

Le festività pasquali sono alle porte: ecco il vademecum per la raccolta dei rifiuti nel Comune di Parma. Di seguito il calendario. -

Parma, 4 aprile 2015 -

Pasqua – 5 aprile. Domenica non è prevista alcuna raccolta.

Pasquetta 6 Aprile. Lunedì verranno effettuate regolarmente tutte le raccolte previste dai calendari di vuotatura (rifiuto residuo, organico, carta e plastica/barattolame). Quindi in tutte le zone del Comune di Parma che prevedono l'esposizione nella giornata di Lunedì, la raccolta dei rifiuti verrà regolarmente effettuata.

Punti di raccolta straordinaria per le festività: per agevolare i cittadini nelle festività in corso d'anno è possibile conferire i rifiuti in due luoghi dedicati alla raccolta straordinaria. Tale servizio mira a dare la possibilità di conferire i rifiuti in giorni diversi da quelli di esposizione stabiliti dal calendario della zona dove risiede.

I punti individuati sono in Strada Baganzola 36/a, presso la sede operativa di Iren Emilia, tutti i giorni 24 ore su 24, e nelle pertinenze del Centro di Raccolta di Largo Simonini il Lunedì, Martedì, Giovedì, Sabato e Domenica dalle 9 alle 13. Il Mercoledì e il Venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15,30 alle 19. (Pasqua e Lunedì di Pasquetta chiuso)

Cosa serve per accedere ai punti di raccolta?

E' sufficiente presentare al personale di sorveglianza la tessera per accedere ai Centri di Raccolta, distribuita a tutte le utenze, oppure copia della bolletta rifiuti.

Chi non fosse ancora in possesso della tessera per i Centri di Raccolta, può richiederla al Numero Verde 800 212607 oppure via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cosa si può conferire?

Il rifiuto secco residuo (pattumiera o sacco da 50 litri o due borse della spesa), la plastica, il barattolame (sacco giallo), l'organico (nel sacco biodegradabile), la carta ed il cartone.

(Fonte: Comune di Parma)

Lunedì, 22 Dicembre 2014 15:49

Parma - Raccolta rifiuti durante le festività

Quando e come esporre i rifiuti durante le festività: le regole per il corretto conferimento delle varie tipologie di rifiuto -

Parma, 22 dicembre 2014 -

In occasione delle prossime festività è importante che i cittadini prestino particolare attenzione ai calendari ed alle modalità di esposizione dei rifiuti per garantire una efficace attività di raccolta e il decoro cittadino. Ecco in breve le regole per il corretto conferimento delle varie tipologie di rifiuto.

Raccolta dei rifiuti all'interno del perimetro delle tangenziali

Occorre attenersi scrupolosamente a quanto indicato dai calendari distribuiti a famiglie e imprese e rispettare i giorni e gli orari di esposizione dei rifiuti appositamente previsti per queste giornate festive.

Raccolta rifiuti nella zona esterna al perimetro delle tangenziali

La raccolta del rifiuto organico nelle giornate di Natale, 25 dicembre, e Santo Stefano, 26 dicembre, non verrà effettuata.

Per il rifiuto residuo, la carta e il contenitore giallo, se nel calendario consegnato è prevista la raccolta nella giornata di Natale, 25 dicembre, i contenitori dovranno essere esposti DOMENICA 28 DICEMBRE ENTRO LE ORE 8. Se, invece, la raccolta è prevista nella giornata di Santo Stefano, 26 dicembre, i contenitori dovranno essere esposti regolarmente.

Dal 1° gennaio 2015 gli utenti dovranno attenersi al nuovo calendario 2015 che è stato distribuito nelle scorse settimane.

Per tutte le zone della città le informazioni e i calendari sono disponibili sul sito Iren Ambiente o sulla app ECOIREN per Smartphone e Tablet.

Inoltre per agevolare le persone anziane e le famiglie con bambini piccoli, i contenitori destinati ai presidi sanitari (pannoloni, pannolini, ecc...) possono essere esposti con le consuete modalità. Fanno eccezione le giornate del 25 dicembre e del 1° gennaio in cui l'esposizione dei contenitori è posticipata alla domenica seguente (domenica 28 dicembre e domenica 4 gennaio).

Il Numero Verde 800212607 che fornisce informazioni sui servizi di raccolta, è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, il sabato dalle 8 alle 13. Nelle giornate del 24 e del 31 dicembre il Numero Verde sarà operativo dalle ore 8 alle ore 13, mentre non sarà attivo nelle giornate festive.

Punti di raccolta per le festività

Durante le festività i cittadini possono anche portare i rifiuti in due luoghi dedicati alla raccolta straordinaria. Tale servizio offre la possibilità di conferire i rifiuti in giorni diversi da quelli di esposizione stabiliti dal calendario della zona di residenza.

I punti individuati sono in Strada Baganzola 36/a, presso la sede operativa di Iren Ambiente, aperto tutti i giorni 24 ore su 24, e nelle pertinenze del Centro di Raccolta di Largo Simonini nei giorni di Lunedì, Martedì, Giovedì, Sabato e Domenica dalle 9 alle 13. Il Mercoledì e il Venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15,30 alle 19.

I Centri di Raccolta – compreso quello di Largo Simonini - resteranno chiusi nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2014, 1 gennaio e 6 gennaio 2015.

Cosa serve per accedere ai punti di raccolta?

E' sufficiente presentare al personale di sorveglianza la tessera per accedere ai Centri di Raccolta, oppure copia della bolletta rifiuti. Chi non fosse ancora in possesso della tessera per i Centri di Raccolta, può richiederla al Numero Verde 800 212607 oppure via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Cosa si può conferire?

Il rifiuto secco residuo (pattumiera o sacco da 50 litri o due borse della spesa), la plastica, il barattolame (sacco giallo), l'organico (nel sacco biodegradabile), la carta ed il cartone.

(Fonte: Comune di Parma)

La nota del Comune informa che è possibile ritirare il kit con i bidoncini per effettuare la raccolta differenziata fino al 30 settembre presso il Centro di Distribuzione di via Lazio. Coloro che non ritirassero i contenitori potranno incorrere nell'avvio di un procedimento amministrativo a loro carico con la contestuale emissione di una sanzione corrispondente -

Parma, 3 settembre 2014 -

La nota, inviata dall'assessore all'ambiente Gabriele Folli a circa 6.800 utenti che non avevano provveduto ancora al ritiro del kit, ha spinto nei mesi di luglio ed agosto circa 3.600 cittadini a recarsi presso il punto di distribuzione di via Lazio, per mettersi nelle condizioni di operare correttamente la raccolta.

Le attività informative avviate nei mesi scorsi avevano visto l'introduzione del nuovo sistema di raccolta nei vari quartieri della città con gli operatori Iren effettuare almeno tre passaggi nelle singole abitazioni, oltre all'attivazione di vari Punti Informativi ad hoc per almeno tre mesi a servizio delle diverse zone.

Il nuovo kit comprende diverse strumenti essenziali per effettuare una corretta raccolta differenziata, tra cui il nuovo bidoncino marrone traforato per la raccolta dell'organico con i relativi sacchetti biodegradabili in dotazione, i sacchi gialli per plastica e barattolame, il bidoncino grigio per il residuo, bidoncino che è personalizzato con microchip in vista dell'applicazione della tariffazione puntuale. Inoltre ci sono il calendario con le indicazioni degli orari e dei giorni di esposizione dei rifiuti ed anche il "Rifiutologo", un pratico vademecum in cui vengono indicate le modalità di smaltimento dei vari rifiuti.

La raccolta differenziata è, infatti, un obbligo di legge e non essere in possesso delle dotazioni necessarie per effettuarla (sacchi gialli per plastica e barattolame, sacchetti in mater-bi e bidoncini per l'umido, mastello con microchip o sacco bianco per l'indifferenziato) si tramuta automaticamente nell'impossibilità per gli utenti a conferire correttamente i rifiuti prodotti. Interessante evidenziare che il contributo alla produzione di rifiuto residuo di 6800 utenze, secondo stime approssimative, ammonta a circa 2000 tonnellate/anno, che ovviamente senza le adeguate dotazioni non possono essere correttamente raccolte e smaltite.

Chi non avesse ancora ritirato i kit lo può fare al Centro di Distribuzione di via Lazio aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13, il giovedì dalle 15 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13.

Per farlo c'è tempo fino a martedì 30 settembre, coloro che non ritirassero i contenitori entro i termini prescritti potranno incorrere nell'avvio di un procedimento amministrativo a loro carico con la contestuale emissione di una sanzione corrispondente alle specifiche norme che sono state disattese in base al Regolamento del servizio di gestione rifiuti urbani (Approvato con delibera Assemblea Autorità d'Ambito Territoriale di Parma del 29.11.2010, www.comune.parma.it/comune/Amministrazione-Trasparente/Informazioni-ambientali_m23.aspx). il cui ammontare, per ogni infrazione accertata, può andare da un minimo di 30 ad un massimo di 500 euro. Per informazioni è possibile contattare Iren Ambiente al numero verde dei servizi ambientali 800.212607 o inviare una mail ad: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.<mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>.

Il nuovo sistema di raccolta differenziata ha permesso di raggiungere risultati eccellenti, a maggio si è arrivati al 70% il che, come ha sottolineato l'assessore all'ambiente Gabriele Folli, permetterà una riduzione di circa 14 mila tonnellate di rifiuti ad incenerimento per il 2014 con contestuale riduzione dei costi.

(Fonte: Comune di Parma)

Pubblicato in Cronaca Parma

Lunedì 28 luglio alla libreria Feltrinelli la presentazione del libro di Rossano Ercolini "Non bruciamo il futuro", in uno scambio di opinioni con il Sindaco Federico Pizzarotti. L'incontro sarà condotto da Pietro Ferraguti, direttore di Teleducato -

Parma, 22 luglio 2014 -

Rossano Ercolini, maestro elementare in un piccolo comune della Toscana, è fondatore di Ambiente e Futuro, associazione nata con l'obiettivo di informare sui rischi ambientali dell'incenerimento e per proporre strategie alternative per la corretta gestione dei rifiuti.
Lunghi anni di battaglie lo hanno portato allo scontro aperto con gli apparati politici e i poteri economici locali e nazionali, ma alla fine ha vinto lui.
Nel 2007 il comune di Capannori è stato il primo in Italia ad adottare la strategia Rifiuti Zero, ideata dal chimico americano Paul Connett, ed è diventato in poco tempo il centro di un movimento che, da Napoli a Milano, coinvolge ora sempre più cittadini e tanti amministratori.

Nell'aprile 2013, per questo suo impegno ad affermare e diffondere una rivoluzionaria gestione dei rifiuti che salvaguardia l'ambiente e promuove l'economia, Ercolini, è stato invitato alla Casa Bianca dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che gli ha consegnato il Goldman Environmental Prize.

ridnon-bruciamo-il-futuro-libro-76514

"Non bruciamo il futuro" è la testimonianza fiera e coinvolgente di questo percorso, la dimostrazione chiara e diretta delle enormi possibilità di un modo di fare politica nuovo e capace di organizzarsi dal basso. È anche uno straordinario manifesto educativo: in tutti questi anni l'autore non ha infatti mai smesso di insegnare.
Rossano Ercolini è oggi il simbolo di un ambientalismo capace di incidere in maniera efficace nello sviluppo di un territorio, andando oltre le ideologie e gli schieramenti.
Perché è solo con l'impegno di tutti a prendere parte al cambiamento che la democrazia respira e, con essa, prende vita la speranza di un futuro migliore.

Parma ha voluto seguire l'esempio di Capannori adottando nel 2013 la strategia Rifiuti Zero che oggi conta 205 Comuni italiani per un totale di 4,315 milioni di abitanti.
In queste settimana Parma ha anche aderito all'Associazione Comuni Virtuosi per indicare decisamente la strada che vuole imboccare per garantire futuro ai cittadini di domani. Oggi la differenziata è al 70%, il porta a porta è esteso a tutta la città, non ci sono più cassonetti per le strade, è calato di 15 mila tonnellate il rifiuto residuo da smaltire.

Presso la libreria Feltrinelli di via Farini, il 28 luglio alle ore 18, verrà presentato il libro di Ercolini, in un interessante scambio di opinioni tra l'attivista toscano e il sindaco 5 Stelle di Parma, Federico Pizzarotti. L'incontro sarà condotto da Pietro Ferraguti, direttore di Teleducato. La pagina facebook dell'evento: http://goo.gl/vF9XhX

(Fonte: Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR)

Pubblicato in Ambiente Parma

A maggio col nuovo sistema di raccolta differenziata si è arrivati al 70%. C'è tempo fino al 30 settembre per non incorrere in sanzioni per i 6 mila utenti che non hanno ancora ritirato il kit -

Parma, 11 luglio 2014 -

Entro la fine di quest'anno Parma sarà dotata di un servizio integrale di raccolta rifiuti porta a porta. Ad oggi, però, mancano ancora all'appello circa 6 mila utenti che non hanno ritirato il kit nonostante il passaggio, avvenuto fino a tre volte, degli incaricati Iren dalla loro abitazione e nonostante che in ogni quartiere siano stati attivati Punti Informativi ad hoc per almeno tre mesi dopo l'attivazione delle nuove modalità di raccolta.

I Punti Informativi erano stati pensati proprio per consegnare il materiale a coloro che non erano stati trovati a casa. Nei prossimi giorni verrà recapitata ai 6 mila utenti una lettera a firma dell'assessore all'Ambiente Gabriele Folli in cui si forniscono tutte le indicazioni per ovviare a questa situazione. Il Centro di distribuzione di via Lazio, aperto il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13, il giovedì dalle 15 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13, provvederà alla fornitura di tutto il materiale necessario per gestire i rifiuti prodotti dalle famiglie.

La raccolta differenziata infatti è un obbligo di legge e non essere in possesso delle dotazioni necessarie per effettuarla (sacchi gialli per plastica e barattolame, sacchetti in mater-bi e bidoncini per l'umido, mastello con microchip o sacco bianco per l'indifferenziato) si tramuta automaticamente nell'impossibilità per gli utenti a conferire correttamente i rifiuti prodotti. C'è tempo fino al 30 settembre per non incorrere in sanzioni. Dopo di che, verrà avviato un procedimento amministrativo volto ad emettere la corrispondente sanzione prevista dal Regolamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani (approvato con delibera dell'Assemblea Autorità d'Ambito di Parma il 29/11/10). Ogni infrazione accertata può variare da un minimo di 30 euro ed un massimo di 500 euro. Per maggiori informazioni i diretti interessati possono contattare Iren Ambiente al numero verde 800.212607, o inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il nuovo sistema di raccolta differenziata ha permesso di raggiungere risultati eccellenti, a maggio si è arrivati al 70% il che, come ha sottolineato l'assessore all'ambiente Gabriele Folli, permetterà una riduzione di circa 14 mila tonnellate di rifiuti ad incenerimento per il 2014 con contestuale riduzione dei costi. Allegato alla lettera si trova anche un piccolo vademecum che ripercorre le principali novità legate all'introduzione della raccolta differenziata porta a porta, indicando le tipologie di contenitori, di rifiuti e la frequenza di raccolta.

(Fonte: Comune di Parma)

Pubblicato in Cronaca Parma
Venerdì, 30 Maggio 2014 12:39

Parma - Scuole a rifiuti zero

Il progetto per portare nelle scuole la cultura del riciclo e della riduzione dei rifiuti, organizzato dall'associazione Gestione Corretta Rifiuti, ha coinvolto 80 scuole per corrispondenti 14 mila alunni. A primeggiare nella classifica dei riciclatori, il nido d'infanzia Pinocchio con 285 litri per alunno, la scuola primaria Rodari, con 246 litri, il nido d'infanzia La Trottola, 140 litri.

Parma, 30 maggio 2014 -

Rifiuti?Risorse! è il progetto per portare nelle scuole della città la cultura del riciclo e della riduzione dei rifiuti.
Organizzato dall'associazione Gestione Corretta Rifiuti, R?R! ha goduto del patrocinio e della piena e convinta collaborazione del Comune di Parma, attivo in particolare con i servizi ambientali ed educativi.
L'anno scolastico in corso corrisponde con la seconda edizione del progetto, che ha coinvolto 80 scuole per corrispondenti 14 mila alunni.
In questi giorni sul sito dedicato all'iniziativa, rifiutirisorse.weebly.com, sono stati pubblicati i risultati dei primi tre mesi di "raccolta", quelli di gennaio, febbraio e marzo.
I "numeri" sono particolarmente importanti e rendono merito a insegnanti e alunni di Parma per l'impegno e le capacità espresse in questo progetto.
I materiali riciclabili "conteggiati" sono stati la carta, la plastica e il barattolame.
In questi 3 mesi sono stati raccolti da Iren, che si è messo a disposizione del progetto, 1 milione e 600 mila "litri" di materiali, 1 milione tra plastica, vetro e barattolame, e 600 mila litri di carta.
Numeri imponenti che devono far riflettere.
Quanti rifiuti non sono tali se correttamente gestiti?
A primeggiare nella classifica dei riciclatori, il nido d'infanzia Pinocchio con 285 litri per alunno, la scuola primaria Rodari, con 246 litri, il nido d'infanzia La Trottola, 140 litri.
Il riciclo dei materiali come carta, plastica, vetro e alluminio permettono un doppio risparmio.
Il primo è quello di non dover ricorrere a materie prime vergini per produrre nuovi manufatti.
Il secondo l'imponente risparmio di energia che si ottiene dalla lavorazione di un materiale già pronto, rispetto alla produzione a partire da elementi naturali prelevati in natura.
I risultati a livello nazionale sono sorprendenti.
Il comparto del riciclo occupa 37 mila addetti, fattura 10 miliardi di euro con 1400 aziende.
Nei 15 anni di operatività del riciclo nazionale sono stati risparmiati 125 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 e 350 miliardi di kWh.
Il progetto Rifiuti?Risorse! sta attirando attenzione non solo a livello locale.
Il gruppo di 500 associazioni che ha presentato la proposta di legge rifiuti zero ha in animo di sviluppare un progetto nazionale sulla scuola che prenda spunto dall'iniziativa parmigiana.
Rifiuti Zero è a un passo, ed è già realtà nelle nostre scuole.

(Fonte: ufficio stampa Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR)

Pagina 3 di 4