Venerdì, 04 Ottobre 2013 16:09

Rally Day Alta Val Tidone: in 130 al via

Piacenza, 4 ottobre 2013
 
Tutto è pronto per Rally Alta Val Tidone, in programma sabato e domenica. All'invito degli organizzatori hanno risposto 130 equipaggi -
 
"Ci eravamo imposti un limite al numero dei partecipanti – spiegano gli organizzatori della Rally & Promotion - e lo abbiamo superato, alzando la soglia dei partenti. Davvero l'evento motoristico parte sotto i migliori auspici. Abbiamo studiato un tracciato vario, con prove in salita e altre in discesa, tratti più guidati che si alternano ad allunghi che richiamano le strade finlandesi. In questa capacità di rileggere una eredità importante come quella del rally delle Valli piacentine vedo le ragioni del consenso di piloti e navigatori. Abbiamo voluto offrire un interessante week end motoristico all'insegna della nuova formula competitiva sperimentale "Rally Day". Il nostro impegno è stato premiato da una partecipazione davvero significativa". Impossibile azzardare un pronostico. Al via ci sono davvero tante auto auto in grado di puntare al successo. A partire dalle 11 Super 1600 in gara, indubbiamente favorite in assenza di pioggia. Per lo più si tratta di Renault Clio. Fanno eccezione la Fiat Punto di Andrea «Tigo» Salviotti, pilota di Salice Terme, in coppia con Alessandro Pozzi, portacolori della Scuderia piloti Oltrepo e la Peugeot 206 di Mirko Vercesi e Davide Pisati, che dopo le buone prove offerte con la Clio Williams gr. A si presentano al via con un mezzo che gli permetta di puntare alla classifica assoluta.
Non meno agguerriti gli equipaggi delle Clio. A partire da Franco Leoni, pilota toscano ma grande habitué dei rally emiliani. O, ancora Destefani, che al Circuito di Cremona ha già dimostrato di saper aggredire le strade delle nostre colline. In caso di pioggia, invece, potrebbe essere la motricità delle vetture N4 potrebbe avere la meglio sulla agilità delle S1600. In gara ci sono cinque equipaggi, tutti su Mitsubishi Lancer. Tra i più forti Tinaburri Tedeschi, sulla vettura dalla MFT Motors, Il pilota di Vicobarone parte con l'obiettivo chiaro di finire nelle zone alte della graduatoria assoluta. Ma tute le categorie si preannunciano ugualmente combattute. A partire dalla R3, quasi un monomarca per le Renault Clio. A corollario delle auto moderne sono in gara le auto d'epoca. Favorita è la Porsche 911 di Coppolino – Mancuso. Sono pronte ad approfittare di ogni piccolo errore le Opel di Paganini – Razza e di Fiori Zanini. Il primo ha scelto l'Ascona, il secondo la Kadet gte. Come outsider restano le Fulvia di Zigliotti - Stradiotti, reduci dal successo nella gara di campionato europeo in Finlandia, e di Melli – Oberti. Certo della vittoria nel primo raggruppamento Cortimiglia Radicchio, unico equipaggio al via con la loro Lotus Elan.

Dopo le verifiche e le ricognizioni, in programma sabato, la gara partirà domenica mattina, alle 12,30 scatterà la gara vera e propria, mentre la bandiera a scacchi si abbasserà alle 17.30 con arrivo e premiazione sul palco. I concorrenti si confronteranno su un circuito di 3 prove speciali, che si sviluppano nei comuni di Pecorara e di Bobbio, da ripetere due volte. per un totale di quasi 36 km cronometrati ed una percorrenza complessiva di 145 km. Tra i due passaggi sono previsti un riordino e un parco assistenza. Base logistica della manifestazione sarà Pianello Val Tidone.
 
(Fonte: Rally & Promotion s.s.d.r.l)
Pubblicato in Motori Emilia
Parma, 20 settembre 2013
 
Torna il tradizionale Camion raduno del Team Rosina a favore dei piccoli degenti presso l'Ospedale dei Bambini di Parma con autoarticolati e Harley Davidson per la gioia degli appassionati -

Uno spettacolo di motori rombanti, bellissimi e potenti, che esprimono forza e senso di libertà: il Camion raduno del Team Rosina è quest'anno composto da circa 40 camion e 70 Harley Davidson. Un momento atteso da tutti coloro che amano il mondo dei colorati ed enormi autoarticolati e le moto più amate e sognate, protagoniste di tanti film americani di successo.
Domenica 22 settembre questi potenti mezzi saranno protagonisti sulle strade di Parma per un evento originale, collegato con un importante obiettivo di solidarietà: sostenere l'Associazione Noi per loro dell'Ospedale dei Bambini di Parma, che grazie all'attività di tanti bravissimi volontari si propone di assicurare ad ogni giovane affetto da gravi patologie, come quelle ematologiche ed oncologiche, un trattamento ottimale e la migliore qualità della vita possibile, per lui e per i suoi familiari.
La partenza del raduno è prevista alle ore 9.45 dal Parcheggio della Fiera di Collecchio (ad.ze Coop di Collecchio), per approdare al palasport B. Raschi di Parma in via Sandro Pertini dove caricherà i piccoli del Reparto di Oncologia dell'Ospedale di Parma, per accompagnarli in uno spettacolare giro per la città a cavallo dei rombanti camion!
Parliamo di piccoli costretti a trascorrere lunghi periodi in ospedale, sottoposti a terapie pesanti e complesse, che domenica avranno una giornata tutta dedicata a loro.
Dopo il fantastico giro a bordo degli enormi e luccicanti mezzi, a fianco dei simpatici autisti, i bambini del Reparto di Oncologia dell'Ospedale di Parma vengono accolti presso il Centro Eurosia, dove c'è una festa tutta per loro.
Alle ore 11.00 è prevista la tappa del tour al Centro Commerciale Eurosia, che ha un rapporto speciale con l'Ospedale dei Bambini: lo scorso anno grazie ad una lotteria di beneficienza sono stati raccolti oltre 22.000 euro a favore dell'Ospedale.
È bellissimo – spiega il Direttore del centro Commerciale Eurosia Fabrizio Pacini – poter accogliere i bambini domenica. Li aspettiamo con gioia, con la volontà di offrire loro una giornata speciale. Siamo molto legati all'Ospedale dei Bambini e ogni occasione per aiutare i volontari che operano nella struttura è ben gradita. Le animazioni iniziano alle 10:00 e abbiamo invitato tutti i bimbi delle scuole di Parma e provincia perché vengano ad accogliere i loro coetanei e a vivere con loro questo momento di amicizia e solidarietà.
Ad accoglierli ci sarà tanta animazione, un aperitivo, giochi e divertimento per tutta la famiglia. Ma ci saranno soprattutto i loro coetanei, tanti bambini con cui giocare, per non pensare alla malattia e vivere il loro tempo libero spensierati e allegri.
Tutti i bimbi presenti potranno lasciare il loro messaggio su appositi foglietti che verranno appesi ai palloncini e liberati in aria in segno di amicizia nei confronti di tutti bimbi del mondo!
L'evento vuole quindi essere l'occasione per sensibilizzare i più piccoli e i ragazzi sul valore della solidarietà, invitandoli a riflettere sul suo significato: attenzione all'interesse comune, compartecipazione al benessere della comunità, impegno a favore di chi è in difficoltà.
Una lezione importante che domenica diventa festa, allegria, socialità genuina e autentica, grazie al Team Rosina, ai volontari di Noi per loro e a tutte le famiglie che vorranno unirsi all'iniziativa.
 
(Fonte: Segreteria organizzativa Indalo Comunicazione)
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Sabato, 07 Settembre 2013 09:59

Una giornata con ZOE

 

A spasso per la città con la RENAULT ZOE

Di Cristiano – Parma, 7 settembre 2013 --
Per agevolare la presa di contatto del potenziale acquirente con il "mondo dell'elettrico", Renault ha concesso la possibilità di provare per una intera giornata la ZOE ultima nata nella gamma "zero emission".
L'impatto è senz'altro di effetto: la sensazione, più psicologica che reale, di essere in un mondo completamente distinto dal consueto e caotico traffico cittadino rappresenta certamente una delle peculiarità della Zoe. Una leggera pressione sul freno (non c'è frizione) e al tasto dello start e ... silenzio. Solo un trillo elettronico ed una scritta sul cruscotto avvertono che si è pronti per partire. La guida rilassata ed ecologica quasi per osmosi "prende" immediatamente anche il guidatore che si trova ad utilizzare il veicolo nella maniera più "risparmiosa" e rilassata possibile, imparando ad utilizzare, di volta in volta, il "freno motore" dato dal meccanismo di recupero automatico di energia nelle fasi di rallentamento, piuttosto che il tasto "ECO" che limita la potenza del motore. Per il resto è un auto di quattro metri piacevole dal punto di vista estetico, originale e spaziosa e decisamente comoda ad un livello tale da pregiudicare leggermente la stabilità a velocità oltrei codice. Il motore dell'auto rappresenta sicuramente il pezzo forte del veicolo: con il tasto eco inserito non si va oltre i 100km./h e l'accelerazione è sufficiente per una guida cittadina "no stress", senza questa limitazione l'accelerazione si fa decisamente più interessante e la velocità massima si avvicina ben presto ai 140 km.h tachimetrici. La visibilità risulta disturbata, e non poco, da frequenti riflessi sulle superfici vetrate, compresi retrovisori, in presenza di allestimenti interni di colore chiaro, mentre il cruscotto potrebbe essere migliorato nella visibilità per le persone oltre il metro e ottanta che si trovano costretti a dover alzare il volante per evitare che lo stesso vada a coprire alcune informazioni riportate sullo schermo. Sulle finiture siamo sui consueti standard Renault.
Premesso che l'autonomia garantita dalle batterie (200 km.) garantisce tranquillamente la copertura di un normale uso quotidiano giornaliero cittadino, rimane comunque la limitazione ad utilizzi a più ampio raggio. Come risaputo i veicoli mossi esclusivamente da energia elettrica, differentemente da quelli ibridi "soffrono" di questo problema: solo una diffusione delle ormai famose stazioni di ricarica, unito ad un "consistente" incentivo statale compreso tra i 4/5.000euro, al pari di quanto già avviene in Francia ed in Germania, che renderebbe il prezzo molto vicino ad una normale vettura con motore termico della medesima categoria, potrebbe finalmente indurre il potenziale acquirente al fatidico passo.
La strada comunque è tracciata è solo questione di tempo.

ZOE Interno

 

Pubblicato in Motori Emilia

 

 

Automobilisti attenzione: con l’inizio del 2013 in Italia aumentano le multe: chi violerà le norme sul divieto di sosta, sull’obbligo di allacciare la cintura, sul divieto di telefonare al cellulare, sui limiti di velocità e così via, sarà confrontato a sanzioni più care del 5,9%

Pubblicato in Motori Emilia