Ex Mercatone Uno. Nuovo incontro al Ministero, nulla di fatto ancora per l'amministrazione straordinaria. La Regione chiede al Governo di mantenere l'impegno affinchè le procedure previste per la tutela dei lavoratori sia attivata prima possibile.

Bologna –

L’amministrazione straordinaria di Mercatone Uno non ha ancora presentato istanza al Tribunale di Bologna per chiedere di tornare a gestire la compagine aziendale di Shernon Holding, la società che aveva acquisito il marchio che è stata dichiarata fallita nei giorni scorsi dal Tribunale di Milano.

La notizia si è appresa ieri pomeriggio, nel corso di un incontro che si è svolto presso il Ministero dello Sviluppo economico, presenti oltre ai rappresentanti dell’amministrazione straordinaria di Mercatone Uno anche rappresentanti del Ministero e delle Regioni coinvolte per la presenza di punti vendita sul loro territorio e dell’associazione dei fornitori di Mercatone Uno e di Shernon Holding. 

L’assessore regionale alle Attività produttive della Regione Emilia-Romagna ha rimarcato come il riavvio della amministrazione straordinaria sia ad oggi l’unico modo attraverso il quale è possibile salvaguardare il reddito dei lavoratori attivando ammortizzatori sociali e riprendere le attività commerciali. Sempre secondo l’assessore, è necessario che il Governo, come peraltro si era impegnato a fare nel corso dell’incontro di lunedì scorso, ponga il massimo impegno affinché si proceda celermente per riattivare l’amministrazione straordinaria, unico modo per garantire il sostegno al reddito ai 1.800 lavoratori dei 55 punti vendita in tutta Italia. /BM

Fonte: Regione ER

Nella Sala Consiglio del Municipio, il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e Nicoletta Paci assessora alle Pari Opportunità hanno consegnano il Premio “Le Parmigiane” ad Angelica Dallara

Parma -

Il Premio, alla prima edizione, è un riconoscimento delle capacità e dei talenti delle donne. Voluto dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Parma il Premio “le Parmigiane” è destinato a donne parmigiane impegnate a favore della comunità o che si sono distinte per capacità professionale, intraprendenza, creatività, talento nel lavoro, nelle arti, nell’impegno sociale e politico.

La vincitrice per l’anno 2019 è Angelica Dallara, ingegnera, vicepresidente della Dallara Automobili. Le motivazioni del premio sono state lette dal Presidente del Consiglio Comunale Alessandro Tassi Carboni.

“Per la straordinaria capacità di applicare le sue competenze professionali all’impresa di Varano Melegari. Angelica è ingegnera aeronautica, inizia il suo percorso professionale occupandosi dell’aerodinamica applicata in galleria del vento, per passare all’analisi strutturale dei telai delle auto da corsa. Il suo intuito e la sua passione hanno determinato anche la creazione della Dallara Accademy la nuova struttura aziendale, centro di formazione per le nuove generazioni. La sua esemplare carriera è di monito e stimolo per le ragazze affinché cresca la consapevolezza della possibilità e capacità d’intraprendere studi tecnici e scientifici. La sua attività manageriale si è prodigata, inoltre, per realizzare un modello organizzativo che  coniughi tempi di vita e di lavoro contribuendo a realizzare un percorso virtuoso per le famiglie di un distretto di giovani che sta conquistando il futuro. Il miracolo della vallata senza disoccupazione creato dal “contadino dei sogni” Giampaolo Dallara, famoso nel mondo.”  Questa la motivazione di un premio che svela la donna che insieme a Giampaolo Dallara è al timone di un’eccellenza italiana.

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-9.jpg

Angelica Dallara è nata a Modena e dall’età di 6 anni vive a Parma, dove ha frequentato le scuole fino alla maturità scientifica. Frequenta il biennio di Ingegneria a Parma, e poi prosegue il corso di Studi in Ingegneria Aeronautica al Politecnico di Milano, dove si laurea nel 1988 a pieni voti. Subito dopo inizia a lavorare nella società fondata dal padre, la Dallara Automobili con sede a Varano de’ Melegari (PR), che progetta e costruisce auto da competizioni e ad alte prestazioni. Nel suo percorso professionale si è occupata in successione di diversi àmbiti, iniziando dall’aerodinamica applicata in galleria del vento, passando poi all’analisi strutturale dei telai, al settore risorse umane, ed in ultimo alla gestione nel consiglio di amministrazione della Dallara. Insieme al padre, è socia di maggioranza della Dallara Group, holding e capogruppo delle diverse società a brand Dallara. In questo ruolo, si occupa anche delle attività culturali e benefiche sostenute dall’azienda a favore del territorio. Nell’ultimo anno ha collaborato al progetto e alla messa in opera della Dallara Academy, la nuova struttura aziendale sorta a fianco della sede principale dell’azienda, che svolge le funzioni di polo museale e centro di formazione, con laboratori didattici per le scuole e corsi universitari. 

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-1.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-2.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-3.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-4.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-5.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-7.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-8.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-10.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-11.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-12.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-13.jpg

2019_05_29_Pizzarotti_Paci_Tassi-Carboni_Premio_Le_Parmigiane-14.jpg

 

 

 

Seminari di studio sulla Legge europea 2018 (L. n. 37/2019) che all’art. 2 modifica la Legge n. 39/1989 (articolo 5 comma 3) in tema di incompatibilità del mediatore. I seminari si svolgeranno nelle tre macroregioni italiane (nord, centro, sud), in modo da renderli fruibili agli associati delle varie realtà territoriali.

E’ quanto ha stabilito la Consulta dei mediatori merceologici Fimaa - Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari, aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia – che si è riunita a Milano nella sede di Sogemi-Granaria.

L’incontro, che ha visto l’esame di molteplici temi inerenti alla categoria, ha segnato un ulteriore passo in avanti nell’ottica della creazione di un sindacato forte e capace di tutelare, formare e regolamentare la professione del mediatore merceologico.

Ai lavori hanno partecipato il coordinatore della Consulta Massimo Gregori, gli associati Stefano PezzoniAlessandro BarberisPasquale di SantoErvin MoscaAdriano CaramiaSimone RuffatoAngelo BersaniGiuseppe Rivetti ed il referente della Consulta avv. Claudia Bellani.

Pubblicato in Agroalimentare Emilia

Liberex.net incontra i commercianti, le imprese e i professionisti di Piacenza. Giovedì 30 maggio 2019  ore 18.30 – 20.00 presso il Best Western ParkHotel Piacenza, Strada Val Nure 7, Piacenza. L'evento è gratuito e aperto a tutte le imprese ai professionisti e commercianti interessati. A conclusione della serata un aperitivo di networking.

Piacenza -

Liberex.net è il Circuito di Credito Commerciale dell’Emilia Romagna, nato nel 2014 dall’entusiasmante esperienza di Sardex.net. 

Lo scopo di Liberex è quello di connettere le imprese del territorio Piacentino che potranno trovare, all’interno del circuito, beni e servizi strategici per lo sviluppo delle proprie imprese. 

Il fornire ai commercianti, imprese e  professionisti strumenti di pagamento e di credito paralleli e complementari a quelli tradizionali, sono ulteriori vantaggi che Liberex mette a disposizione a gli  appartenenti  al circuito.
Attualmente oltre 370 aderenti tra professionisti e imprese dell’Emilia-Romagna hanno, grazie alla scelta di entrare a far parte del circuito, incrementato fatturato e clienti, trovando nella rete un valido supporto al loro business. 

Negli ultimi mesi il progetto ha suscitato l’interesse di importanti partner locali, la cui collaborazione sarà di stimolo per un ulteriore la crescita del circuito.

www.circuitoliberex.net

Pubblicato in Lavoro Piacenza

Editoriale: - Finalmente, tutti ai seggi! - In discesa il latte scremato, la crema e la panna. - Bonifica, al via gli sfalci sulla rete di 3.600 km. -Report Emilia Centrale: piogge intense e interventi in tutto il comprensorio - Farm Run, un evento sportivo sempre più apprezzato e condiviso - Nicola Bertinelli commenta le indiscrezioni stampa circa l'interesse di Lactalis verso Nuova Castelli -

SOMMARIO Anno 18 - n° 21 26 maggio 2019
1.1 editoriale - Finalmente, tutti ai seggi!
2.1 lattiero caseario Lattiero caseari. In discesa il latte scremato, la crema e la panna.
2.1 Bis lattiero caseario Lattiero tendenze 21 maggio 2109
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. Il "meteo" spinge sui prezzi.
3.1 bis cereali e dintorni Cereali e dintorni.
7.1 ambiente parma Bonifica, al via gli sfalci sulla rete di 3.600 km.
7.2 maltempo emilia Report Emilia Centrale: piogge intense e interventi in tutto il comprensorio
8.1 eventi sportivi Farm Run, un evento sportivo sempre più apprezzato e condiviso.
8.2 parmigiano reggiano Nicola Bertinelli commenta le indiscrezioni stampa circa l'interesse di Lactalis verso Nuova Castelli
10.1 clima e ambiente Palazzo del Governatore per il secondo appuntamento della rassegna "Maggio 2019 con la Bonifica Parmense"
11.1promozioni "vino" e partners
12.1 promozioni "birra" e partners

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI)  

 

cibus-21-26mag19-COP.jpg 

 

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FUTURE JOB SUMMIT con in testa il 2029. Come sarà il mondo del lavoro tra dieci anni? L'incontro della seconda giornata del Festival The future: next stop Parma (alla sua prima edizione a Parma dal 20 maggio al 25 giugno con incontri, idee, proposte, suggestioni, visioni che guardano ai temi del domani) è stata aperta dal Vice Sindaco Marco Bosi con delega al Personale del Comune di Parma e moderato da Adriano Cappellini Dirigente scolastico del Liceo Marconi. Esplorare il lavoro e l’impresa dei prossimi 10 anni. Prepararsi al nuovo mondo digitale, attraverso la scuola e i sistemi formativi è stato l'obiettivo di questa due giorni presso l'Auditorium G.B. Bodoni che ha visto coinvolti molti studenti delle scuole superiori. 
 
 
"Tutto è cambiato. Le macchine sostituiscono sempre più l'attività umana e ci prepariamo alla rivoluzione robotica. Ma l'uomo rimarrà centrale" ha detto Marco Bosi "Anche negli Enti Locali, c'è bisogno di figure con un profilo di più alto livello, persone che sappiano analizzare i numeri. Abbiamo enormi quantità di dati ma non sappiamo analizzarli e quindi utilizzarli per realizzare scelte consapevoli. Le grandi società di capitali non assumono laureati in economia ma in matematica. Il mondo cambia, molti lavori non sopravviveranno. Rimarranno quei lavori dove la componente umana fa la differenza. Il mio consiglio è pensate a quello che siete. A chi volete diventare. Non formatevi sull'idea di un lavoro che pensate andrete a svolgere. Perchè prima di diventare lavoratori dovete diventare persone soddisfatte. Coltivate le vostre passioni, esplorate, viaggiate: vi sarà d'aiuto nel mondo del lavoro e nel complesso della nostra società".
 
Il summit è proseguito con il contributo di Denis Santachiara, designer di fama internazionale che dagli anni '80 ha ispirato la sua attività alle nuove tecnologie e alle nuove potenzialità comunicative del suo settore.

 

 

Determinare l’indennizzo per il licenziamento illegittimo limitandosi all’anzianità di servizio del lavoratore è incostituzionale. Lo ha reso noto la Corte Costituzionale con il comunicato del 26 settembre 2018 e confermato con la pubblicazione della sentenza n.194 dell’8/11/2018. Nello specifico la Corte ha dichiarato illegittimo l’articolo 3 comma 1 del Jobs Act sul contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, ritenendolo contrario ai principi di ragionevolezza e di uguaglianza. Ovvero, non garantisce gli stessi diritti a tutti i lavoratori.

Il Decreto 150 del 2015, comunemente chiamato Jobs Act, prevedeva un’indennità di licenziamento, compresa tra 4 e 24 mensilità, calcolata conteggiandone due per ogni anno di servizio prestato. Il Decreto Dignità ha modificato il numero delle mensilità passando da minimo 6 a un massimo di 36 ma non il meccanismo, che resta quello contestato.

Il Jobs Act aveva introdotto infatti un meccanismo sanzionatorio in sostituzione di quello previsto dall’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori, ma applicabile solo ai lavoratori assunti a tempo indeterminato a partire dal 7 marzo 2015. Il meccanismo prevede un’indennità in misura fissa e crescente solo in base all’anzianità di servizio. 

La questione sulla modalità di calcolo dell’indennità, era stata sollevata per la prima volta dal Tribunale di Roma, nel 2017, perché in contrasto con gli articoli 3, 4, 35, 76 e 117 della Costituzione. Proprio il Tribunale capitolino chiedeva che la Corte Costituzionale valutasse la legittimità del contratto a tutele crescenti nella parte in cui si prevede quale unico criterio di determinazione dell’indennità, spettante al lavoratore ingiustamente licenziato, l’anzianità di servizio. Secondo la Corte il sistema così strutturato non rappresenta un adeguato risarcimento per i lavoratori assunti dopo il 7 marzo 2015 licenziati ingiustamente. 

Quali le decisioni definitive della sentenza n. 194?

La misura risarcitoria uniforme è un’omologazione ingiustificata di situazioni diverse e contrasta con il principio di eguaglianza. Secondo la Corte, con l’uso di un unico parametro (l’anzianità di servizio), si viene meno alle esigenze di personalizzazione del danno subito dal lavoratore, necessarie per rispondere con maggiore equità alle differenti situazioni. 

Sotto il profilo dell’indennità, la Corte segnala che la rigida dipendenza all’aumento dell’indennità in base alla sola crescita dell’anzianità di servizio, mostra limiti evidenti nei casi di anzianità di servizio non elevata. In questi casi appare molto inadeguato per il lavoratore licenziato ingiustamente e contrasta anche con il principio di ragionevolezza.

Infine, in relazione alla Carta sociale europea, secondo cui le parti si impegnano a riconoscere un congruo indennizzo o altra adeguata riparazione, la disposizione viola gli articoli 76 e 117, primo comma, della Costituzione, non assicurando l’effettiva tutela dei diritti dei lavoratori in caso di licenziamento

E’ delineato quindi un sistema flessibile in cui il Giudice valuterà caso per caso l’entità del risarcimento dovuto al lavoratore ingiustamente licenziato. E’ un sistema che proprio per la sua flessibilità, può però esporre il fianco a interpretazione non uniformi in casi analoghi, rischiando di mettere in crisi proprio i principi di ragionevolezza e uguaglianza che si è cercato di tutelare.

archimede nuovo logo

Pubblicato in Comunicati Lavoro Emilia

Cerchi lavoro? Archimede Spa, Agenzia per il lavoro, propone ogni settimana delle posizioni aperte in diversi settori e con diverse mansioni. 

Zona ceramiche 20/05/2019

Saldatore a Casalgrande (RE)
Si richiede esperienza pregressa, anche breve, nella mansione, conoscena dei primi rudimenti di saldatura a filo, proattività, serietà, volontà di crescere e di professionalizzarsi completano io il profilo.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2VQ3RFv 

Addetto alle macchine di stampa a Casalgrande (RE)
Il candidato/a verrà inserito all'interno del reparto produzione e si occuperà di gestire le macchine di stampa digitale.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2w63HL8 

Parrucchiera a Casalgrande (RE)
Si ricerca risorsa da inquadrare in apprendistato per un salone di bellezza. Si richiede preferibile studio professionale per acconciatori, preferibile minima esperienza nel ruolo, disponibilità oraria part time, disponibilità immediata, Patente B/automunita.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2w63HL8 

Impiegato amministrativo a Casalgrande (RE)
L'impiegata inserita in supporto all'ufficio amministrativo si dovrà occupare di registrazione fatture, prima nota, contabilità ed essere autonoma fino alle scritture per la predisposizione del bilancio.
Info e candidature al seguente http://bit.ly/30yOCQg 

Fuochista addetto forni Fiorano Modenese (MO)
Si richiede preferibile precedente esperienza nella conduzione di forni per il settore ceramico e disponibilità al lavoro su turni a ciclo continuo.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2LSpAbh 

Elettricista cablatore tasfertista a Fiorano Modenese (MO)
Si richiede titolo elettrotecnico, buona autonomia di cablaggio bordo macchina sulla base degli schemi elettrici, ottima manualità, precisione, problem solving
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2WZTwDO 

Perito Meccanico/Meccatronico a Fiorano Modenese (MO)
Si richiede diploma di Perito Meccanico o Meccatronico, flessibilità oraria, Patente B/automunito.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2LU8f1T 

Operaio carrellista a Sassuolo (MO)
L'operaio carrelista si occuperà di carico e scarico con utilizzo del carrello elevatore per spostamento merce.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2Vzj0X2 

Responsabile del personale a Sassuolo (MO)
Il responsabile del personale si occuperà della gestione dei dipendenti diretti, rapporto con agenzia di somministrazione, mansionari, formazione, gestione presenze, selezione del personale per nuovi inserimenti.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2JR8IiB 

Addetto taglio lamiera a Scandiano (RE)
L'addetto si dovrà occupare di taglio e lavorazione lamiera per preparazione pannelli, movimentazione e taglio coils acciaio, inserimento distinte di taglio.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2JMK4Qi 

Disegnatore meccanico a Scandiano (RE)
La risorsa, inserita in un percorso di crescita professionale, dovrà occuparsi del disegno e della messa in tavola di impianti d'automazione industriale e disegni per carpenteria metallica.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2WWtMIm 

Addetto scelta manuale e inscatolamento a Scandiano (RE)
La risorsa si occuperà di scelta manuale, inscatolamento e preparazione bancali.
Si richiede preferibile esperienza nella mansione o in mansioni affini, disponibilità immediata, residenza in zone limitrofe.
Info e candidature al seguente link http://bit.ly/2HsQv9C 

Resta sempre aggiornato visitando la nostra sezione lavoro!

archimede nuovo logo

Pubblicato in Comunicati Lavoro Emilia

Editoriale: - Elezioni europee 2019 - I programmi, questi sconosciuti - Lattiero caseari. Latte in forte salita, Grana e Parmigiano stabili da due mesi. - Cereali e dintorni. Sopraggiunti i fattori esterni a scombussolare i mercati - Stop al fake Parmesan: a Genova bloccate 7.560 confezioni di prodotto contraffatto dalle Filippine -

SOMMARIO Anno 18 - n° 20 19 maggio 2019
1.1 editoriale
Elezioni europee 2019 - I programmi, questi sconosciuti
2.1 lattiero caseario Lattiero caseari. Latte in forte salita, Grana e Parmigiano stabili da due mesi.
2.1 Bis lattiero caseario Lattiero tendenze 14 maggio 2109
3.1 cereali e dintorni Cereali e dintorni. USDA tranquillizzanti ma fondi molto corti
3.1 bis cereali e dintorni Cereali e dintorni. Sopraggiunti i fattori esterni a scombussolare i mercati
6.1 ambiente piacenza Il progetto di Ronchi nasce da un impegno durato 15 anni
6.2 ambiente appennino della Val d'Enza": weekend con le geoesplorazioni della Bonifica
8.1 maltempo emilia romagna Emilia Romagna, Maltempo. Situazione meteo migliora
9.1 fake parmesan Stop al fake Parmesan: a Genova bloccate 7.560 confezioni di prodotto contraffatto dalle Filippine
9.2 maltempo emilia I 100 Lambruschi di Viadana
10.1 acqua Acqua: la tutela del territorio passa attraverso la conoscenza
12.1promozioni "vino" e partners
13.1 promozioni "birra" e partners

(per seguire gli argomenti correlati clicca QUI)  

 

cibus-20-19mag19.jpg 

 

(Scarica il PDF alla sezione allegati)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì, 17 Maggio 2019 10:06

Legacoop Bologna presenta tre nuove startup

15.000 euro ai vincitori di coopstartup - Sabato presentazione e premiazione nell'ambito dello Startup Day dell'Università di Bologna

• I progetti vincitori: una risposta etica a Airbnb; una piattaforma cooperativa per musicisti del settore lirico sifonico; una agenzia per la rigenerazione ad alta sostenibilità sociale
• Alla call promossa da Legacoop Bologna e Coopfond hanno aderito in 168
• Ghedini: La forma cooperativa è una risposta al bisogno dei giovani di fare impresa in modo responsabile e sostenibile

Bologna, 16 maggio 2019 – Tre assegni da 15.000 euro per le tre startup cooperative vincitrici del bando Coopstartup Bologna, promosso da Legacoop Bologna e Coopfond con il sostegno di diverse cooperative, tra le quali Coop Alleanza 3.0, Granarolo e Camst.
Il premio verrà consegnato sabato 18 maggio, nel corso di un evento all'interno dello Startup Day, il più importante evento italiano per lo sviluppo dell'imprenditorialità giovanile, organizzato dall'Università di Bologna con la partnership di Legacoop Bologna.

"La risposta a Coopstartup Bologna è stata estremamente positiva, sia per i numeri che per la qualità dei progetti – commenta Rita Ghedini, presidente di Legacoop Bologna – Una conferma del fatto che la forma cooperativa è una risposta al bisogno di tanti giovani di fare impresa in maniera responsabile. Se i giovani hanno bisogno di cooperazione, anche la cooperazione ha bisogno di giovani: continueremo a puntare sull'innovazione per restare competitivi, per rispondere ai bisogni di milioni di soci e per creare valore per il territorio, operando in maniera sostenibile".
Le tre startup cooperative vincitrici sono:

Fairbnb, una piattaforma digitale, che opera a livello internazionale nel rispetto di alcuni selezionati principi etici. La piattaforma non speculativa consente ai viaggiatori/turisti l'accesso a stanze e alloggi proposti in affitto a breve termine. Le offerte di locazione devono garantire il minor impatto socio-ambientale. I ricavi dell'attività della piattaforma sono destinati al finanziamento di progetti sociali.

DyonisoS, una cooperativa che nasce dall'esperienza dell'Orchestra Senzaspine, associazione di quasi 450 giovani musicisti che ha sede al Mercato Sonato di Bologna. È una piattaforma di consulenza, servizi, progettazione, produzione e distribuzione artistica che nasce con l'obiettivo di tutelare e migliorare la professione del musicista e stimolare la creatività artistica per la generazione di opportunità e diffusione della cultura, con un focus particolare al settore lirico-sinfonico.

Kiez agency, una cooperativa fondata da tre giovani architetti che promuove processi di trasformazione e rigenerazione urbana ad alta sostenibilità sociale, attraverso l'urbanistica e l'architettura. L'agenzia ha le competenze per gestire l'intero processo di rigenerazione, dall'ideazione alla definizione di un modello di servizio gestionale, passando attraverso le fasi di realizzazione e attivazione delle comunità di supporto.

COOPSTARTUP: I NUMERI E IL PROGETTO
Alla prima edizione di Coopstartup Bologna hanno partecipato 168 giovani under 40; per tutti i partecipanti formazione on line; per i finalisti 30 ore di formazione in aula e 22 ore di sessioni formative one to one.
Il progetto Coopstartup non è limitato all'erogazione di fondi. È stato pensato come un percorso articolato di sviluppo di idee di impresa in forma cooperativa: tutti i partecipanti al bando hanno avuto accesso a programmi di formazione finalizzati alla creazione di startup. I gruppi che hanno superato la prima selezione, hanno avuto accesso ad un percorso di affiancamento e tutoraggio per la trasformazione dell'idea in progetto di impresa. Ai tre migliori progetti di impresa, oltre al contributo di 15.000 euro, sarà garantito un accompagnamento post startup di 36 mesi e la possibilità di accedere a servizi e spazi a costi ridotti.

"L'obiettivo di promuovere nuova cooperazione, la necessità di innovare il sistema cooperativo e di coinvolgere i giovani, si incrociano in Coopstartup. I numeri – dichiara Simone Gamberini, direttore di Legacoop Bologna – ci dicono che c'è bisogno di sostegno alle startup cooperative e ai giovani. Potenzieremo il nostro impegno in questa direzione, estendo la rete di partnership con imprese, Università italiane e estere e Business School per formare i cooperatori del futuro e supportare le cooperative nel percorso di digital transformation".

L'evento di premiazione di Coopstartup Bologna è in programma sabato 18 maggio, alle ore 15.30, nella Sala Re Enzo di Palazzo Re Enzo, in piazza del Nettuno 1C, a Bologna.

Pubblicato in Comunicati Lavoro Emilia