Visualizza articoli per tag: elezioni

Il Comune ha attivato la ricerca di scrutatori da impiegare nei seggi elettorali durante le operazioni di voto e scrutinio. Per dare la propria disponibilità c'è tempo fino al 24 aprile -

 

Parma, 9 aprile 2014 -


In vista delle prossime consultazioni elettorali, che si terranno il 25 maggio prossimo, anche quest'anno, il Comune ha attivato la ricerca di scrutatori da impiegare nei seggi elettorali durante le operazioni di voto e scrutinio.

Chi fosse interessato, può lasciare la propria disponibilità, recandosi agli sportelli del DUC o collegandosi al portale del Comune di Parma, sezione "elezioni europee" www.elezioni.comune.parma.it e utilizzando il servizio on line dedicato agli scrutatori.

In entrambi i casi, è necessario essere elettori del Comune di Parma ed essere iscritti all'albo degli scrutatori alla data del 1 aprile.

Mercoledì 30 aprile alle ore 8, presso la sala 2 del DUC, la Commissione Elettorale Comunale procederà alla nomina dei componenti dei seggi, scegliendo anche tra coloro che abbiano dato la propria disponibilità.

Quest'anno la Commissione Elettorale Comunale ha deciso di nominare una quota (non superiore al 40%) del numero totale degli scrutatori, sorteggiandoli tra tutti coloro che risulteranno iscritti al Centro per l'Impiego della Provincia di Parma e avranno dato la propria disponibilità, essendo anche iscritti all'albo degli scrutatori. La restante quota del 60%, o comunque fino alla totale copertura dei posti, verrà sorteggiata tra tutti gli altri iscritti all'albo che avranno dato la propria disponibilità, entro il giorno 24 aprile.
Nei giorni immediatamente successivi, le nomine verranno notificate ai diretti interessati presso il loro indirizzo di residenza.

Il compenso previsto è di 96 euro per i seggi normali e di 49 euro per i seggi speciali.

Per informazioni: www.elezioni.comune.parma.it.

 

(Fonte: Comune di Parma)

 

Una Proposta di Legge alle Camere che disciplina l'attribuzione del diritto di elettorato attivo nelle elezioni regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali ai cittadini che hanno compiuto il sedicesimo anno di età -

Bologna, 7 febbraio 2014 -

Dodici consiglieri del Partito Democratico – primo firmatario Rita Moriconi – hanno depositato una Proposta di Legge alle Camere, per modificare il DPR 223/1967 che disciplina l'attribuzione del diritto di elettorato attivo nelle elezioni regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali ai cittadini che hanno compiuto il sedicesimo anno di età.

Abbassare la soglia per votare alle elezioni amministrative da 18 a 16 anni, sarebbe "una scelta che coglie i grandi cambiamenti che hanno riguardato la nostra società negli ultimi decenni. Una società dove informarsi e partecipare è più facile, dove la scolarizzazione di massa ha portato a un innalzamento del livello culturale generale e dove i ragazzi maturano più in fretta".

Il Pdl si compone di 3 articoli. Nel primo si stabilisce l'elettorato attivo a sedici anni per tutti i cittadini italiani che abbiano i requisiti per votare, in occasione di elezioni regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali. Nel secondo, si prescrive l'iscrizione nelle liste elettorali anche di coloro che compiono il sedicesimo anno di età (sempre ai fini delle citate elezioni).

La Proposta di Legge alle Camere, ai sensi dell'articolo 121 secondo comma della Costituzione, è stata sottoscritta dai consiglieri Pariani, Mori, Piva, Fiammenghi, Monari, Paruolo, Zoffoli, Montanari, Alessandrini, Vecchi e Mumolo.

(rg)

(Fonte: ufficio stampa Regione Emilia Romagna)

 

Emilia, 20 Maggio 2013 -

Domenica 26 e lunedì 27 maggio elezioni amministrative in 16 Comuni emiliano-romagnoli (di cui due con più di 15mila abitanti, Imola e Salsomaggiore). Gli elettori chiamati alle urne sono 111.395 (il 3,3% del corpo elettorale della regione): 54.312 uomini e 57.083 donne.

Pagina 5 di 5