Visualizza articoli per tag: bambini

In Piazza Matteotti, Largo Porta Bologna e Largo San Francesco ci scalderemo con le tipiche caldarroste e con l'animazione dedicata ai più piccoli. Si comincia oggi, 7 ottobre con lo spettacolo "A SCUOLA DI MAGIA CON HARRY".

Modena, 7 ottobre 2016

Per il quarto anno consecutivo, Modenamoremio, società di promozione del centro storico, propone un programma ricco di eventi per riscaldare le passeggiate nel centro della nostra città.

Tutti i giorni fino a domenica 20 novembre si potranno gustare le tipiche caldarroste autunnali in Piazza Matteotti, in Largo Porta Bologna e in Largo San Francesco. Per i più golosi torna "L'Angolo della delizia", stand con dolci, piadine, ciambelle, crêpes e croccante, durante i seguenti weekend 30 sett-1-2 ottobre – 7-8-9 – 14-15-16 – 21-22-23 – 28-29-30 ottobre 4-5-6 – 11-12-13 – 18-19-20 novembre.

Non solo prelibatezze, ma anche tanto divertimento per i più piccoli

Tutti i venerdì, dalle 16.30 alle 17.30, animazione e divertenti spettacoli in Piazza Matteotti, si alterneranno pomeriggi con spettacoli di magia, laboratori, sculture di palloncini e tanto altro ancora, a cura dello Staff Oplà di Modena.

Si comincia oggi, 7 ottobre con lo spettacolo "A SCUOLA DI MAGIA CON HARRY", laboratorio creativo per la realizzazione di piccoli oggetti magici.

 

Pubblicato in Dove andiamo? Modena
Sabato, 01 Ottobre 2016 14:27

Primo Giocampus Day: un autentico successo

Allo stadio Tardini nasce la prima edizione di Giocampus Day: una festa aperta a tutti, con ospiti del mondo dello sport e dell'alimentazione, per rendere omaggio ad una comunità di grandi impegnata per il futuro dei più piccoli.

Di Pietro Razzini

Parma, 1 ottobre 2016

Una giornata per futuri campioni, non solo nello sport ma anche nella vita, perché cresciuti secondo principi corretti che portano a stili di vita in grado di influire positivamente sul loro presente. La prima edizione del Giocampus Day allo stadio Ennio Tardini è stato un autentico successo. Erano tantissimi i bambini protagonisti di questo evento che, in realtà, è stata una festa per tutta la famiglia. A partire dalle 9 del mattino, maestri del movimento e maestri del gusto hanno diretto le danze, portando i presenti alla scoperta della didattica di Giocampus.

AMICI DI GIOCAMPUS

Non solo divertimento e formazione durante la giornata organizzata allo stadio. Tempio dello sport per eccellenza nella città ducale, il Tardini ha accolto quattro pesi massimi nella propria disciplina, quattro atleti di fama internazionale capaci di fare emozionare i numerosi italiani che li hanno seguiti (e li stanno seguendo) nell'arco della loro brillante carriera. Filippo Magnini (elemento di spicco del nuoto azzurro da molti anni), Davide Cassani (attuale commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo), Giulia Ghiretti (recentemente vincitrice di due medaglie alle parolimpiadi in Brasile) e Ayomide Folorunso (a Rio 2016 con la staffetta italiana 4x400, specialista nei 400 metri ostacoli) hanno abbracciato i ragazzi, mandando messaggi positivi a giovani e meno giovani.

GIOCHI E PREMIAZIONI

Alla presenza di Elio Volta, coordinatore del progetto Giocampus, dell'Assessore Giovanni Marani, del responsabile relazioni scientifiche Barilla Group Roberto Ciati, i ragazzi hanno dimostrato talento e passione nelle varie discipline sportive proposte durante l'arco della mattinata: dal calcio al basket, dal rugby al baseball, passando anche dal golf e dal ping pong. E poi tante altre attività che hanno fatto divertire futuri ballerini e amanti delle arti circensi. Inoltre cinque rappresentanti del progetto sono stati premiati con una targa celebrativa per l'impegno quotidiano che hanno dedicato durante tutti questi anni di crescenti risultati positivi. La chiusura? Non poteva essere che un gustoso pasta party curato dalla cucina mobile della Protezione Civile in coordinamento con Barilla: un pranzo collettivo tra risate e chiacchiere. Il tutto all'insegna dello spirito di festa e della condivisione.

giocampus day tardini

giocampus 12

giocampus 14

giocampus 10

giocampus 9

giocampus day tardini 3

Le foto continuano nella galleria in fondo alla pagina

Pubblicato in Cronaca Parma
Mercoledì, 28 Settembre 2016 10:44

Giocampus Day: una festa aperta a tutta la città

Happy giocampus day! Sabato 1 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 14.30 Giocampus accende lo stadio Tardini con una festa aperta a tutti, con ospiti del mondo dello sport e dell'alimentazione.

Parma, 28 settembre 2016

Il progetto dedicato agli stili di vita delle future generazioni festeggia con tutta la città i protagonisti di Giocampus. Allo stadio Tardini nasce la prima edizione di Giocampus Day: una festa aperta a tutti, con ospiti del mondo dello sport e dell'alimentazione, per rendere omaggio ad una comunità di grandi impegnata per il futuro dei più piccoli.
In continua evoluzione e senza mai tradire lo scopo condiviso dal giorno della costituzione dell'Alleanza Educativa, Giocampus è da anni impegnato nella promozione di corretti stili di vita che possano influire positivamente sul futuro delle nuove generazioni coinvolgendo a cascata le loro famiglie, il contesto in cui vivono e di conseguenza l'intera comunità.
Sabato 1 ottobre a partire dalle ore 9.00 anche chi non ha mai avuto modo di sperimentare Giocampus potrà confrontarsi con i molteplici contenuti di un modello vincente da un punto di vista didattico e scientifico per il benessere dei bambini. I Maestri del Movimento e i Maestri del Gusto condurranno tutti i partecipanti alla scoperta della didattica di Giocampus. Durante la giornata, inoltre, cinque rappresentanti del progetto saranno infine premiati con una targa celebrativa per l'impegno quotidiano che hanno dedicato durante tutti questi anni.

Il programma
9.00 - 12.00 Giocampus per tutti: attività e percorsi di educazione motoria ed alimentare;
12.15 Premiazioni;
12.45 Pasta Party, curato dalla Cucina Mobile della Protezione Civile in coordinamento con Barilla: un pranzo collettivo all'insegna dello spirito di festa e condivisione.

La mattinata con Giocampus sarà aperta al pubblico e a ingresso libero. Grandi e piccini avranno anche modo di incontrare alcuni volti noti del mondo sportivo e non solo, amici da tempo del progetto e testimoni di valori condivisi.
Per maggiori informazioni www.giocampus.it 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Consegnati all'Associazione Giocamico 7.000 euro, grazie all'iniziativa benefica "Ciga Day. Un sorriso che non si dimentica". La somma raccolta contribuirà a realizzare un impianto multimediale per la proiezione in tutte le stanze di film e cartoni animati.

Parma, 13 settembre 2016

Arrivano da un bellissimo evento di solidarietà organizzato per ricordare Andrea Cigala, il sedicenne fidentino, appassionato di calcio, scomparso nel 2014, i 7.000 euro a favore dell'Associazione Giocamico.
I fondi, raccolti grazie al "Ciga Day. Un sorriso che non si dimentica" una due giorni di sport e divertimento organizzata a Fidenza nel maggio scorso, dall'Associazione "Amici di Andrea", andranno a sostenere insieme ad altre donazioni la realizzazione di un sistema multimediale per la visione di cartoni animati e film in tutte le stanze di degenza dell'ospedale dei Bambini "Pietro Barilla". I bimbi dal televisore potranno quindi selezionare attraverso una lista di film e cartoni animati la loro proiezione preferita e gustarsela insieme nelle loro camere.

GIOCAMICO OSPEDALE DEI BAMBINI PARMA SETTEMBRE 2016 029

La donazione si è concretizzata grazie al sostegno delle tantissime realtà del territorio e alle tante persone che hanno partecipato con entusiasmo alle iniziative in ricordo di Andrea ed è stata consegnata oggi dal papà e dalla zia di Andrea, Alessandro e Fiorenza Cigala, a Corrado Vecchi, presidente dell'Associazione Giocamico. Presenti al momento della donazione Massimo Fabi, direttore generale Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Gian Luigi de'Angelis, direttore dipartimento Materno- Infantile, Patrizia Bertolini, direttore facente funzione unità operativa Pediatria e Oncoematologia.

Ospedale dei bambini Parma GIOCAMICO SETTEMBRE 2016 010

"Il 20 e 21 maggio scorso - spiega Alessandro Cigala - abbiamo organizzato uno spettacolo serale di Paolo Cevoli e una giornata di sport giovanile, a Fidenza. Abbiamo quindi pensato di devolvere il ricavato della manifestazione all'associazione Giocamico per aiutarla e sostenerla nelle loro iniziative e nella loro quotidianità, perché nei quattro anni in cui Andrea ha ricevuto le cure presso l'Ospedale di Parma abbiamo conosciuto l'Associazione apprezzandone l'operato e scoprendo quanto importante e vitale sia regalare un sorriso ai piccoli pazienti che quotidianamente frequentano l'ospedale".
"Sapere – aggiunge Corrado Vecchi- di essere stati di sostegno ad Andrea e ai suoi genitori nel periodo trascorso insieme ci riempie di gioia e come volontari ci spinge a migliorarci ogni giorno". "Voglio ringraziare di cuore – conclude Massimo Fabi - l'Associazione Amici di Andrea, Giocamico e tutte le persone che hanno sostenuto l'iniziativa, per contribuire al miglioramento continuo dell'accoglienza nelle strutture ospedaliere. Una donazione che dimostra ancora una volta l'attaccamento di tutta una comunità all'Ospedale dei Bambini "Pietro Barilla".

assegno donazione GIOCAMICO SETTEMBRE 2016 022

Tutte le foto proseguono nella galleria in fondo alla pagina

Pubblicato in Cronaca Parma

"Piazze in gioco": divertimento, animazione e arti di strada in piazzali e zone verdi della città hanno coinvolto bambini e genitori. L'ultimo appuntamento, tenutosi in piazza Garibaldi, ha visto anche la presenza della vicesindaco Nicoletta Paci. 

Giovedì 9 settembre 2016 

Foto ph. Francesca Bocchia

L'allegria dei bambini ha riempito Piazza Garibaldi per l'ultimo appuntamento di "Piazze in gioco". Il progetto realizzato dal Comune di Parma in collaborazione con l'Associazione Culturale Circolarmente è giunto alla sua terza edizione portando allegria in città, estendendosi quest'anno anche alle zone periferiche. Gioco, animazione e arti di strada in diversi piazzali e zone verdi della città hanno coinvolto bambini e genitori per stimolare fantasia e socievolezza.

08092016-CIRCOLARMENTE PIAZZA ULTIMO 040

Presente ieri la vicesindaco Nicoletta Paci, che ha espresso la sua soddisfazione per la riuscita dell'iniziativa: "È bellissimo vedere la piazza piena di bambini e genitori che giocano insieme. È stato un successo, sia per la grande partecipazione delle famiglie, sia, soprattutto in questa edizione, per l'estensione dell'iniziativa alle zone periferiche della città. È stata portata tanta allegria in tutti i quartieri, vivacizzati da colori e sorrisi – ha proseguito la vicesindaco – e di questo ringrazio i Servizi Educativi del Comune e la professionalità di Circolarmente, che offre sempre spettacoli molto belli per tutte le età".

08092016-CIRCOLARMENTE PIAZZA ULTIMO 046

Rossana Allegri, del settore Servizi Educativi del Comune, ha sottolineato l'intento principale che ha portato a rinnovare anche quest'anno l'iniziativa: "L'Amministrazione ha voluto creare degli spazi di aggregazione per fare incontrare le diverse generazioni, come bambini, genitori, zii e nonni".

Quest'anno la manifestazione è stata dislocata anche nelle aree più periferiche della città, per favorire una maggiore diffusione territoriale. L'iniziativa ha avuto come obiettivo quello di creare momenti di autentica aggregazione sociale nelle piazze e negli spazi cittadini in un'ottica di sostenibilità ambientale, divulgando un messaggio fortemente ecologista: valorizzare spazi cittadini poco conosciuti e ri-significarli nella loro componente comunitaria e sociale, sostenere l'autentica partecipazione di bambini, bambine e famiglie, favorendo processi sociali di inclusione.

08092016-CIRCOLARMENTE PIAZZA ULTIMO 100

Inoltre, è stata messa al centro la socializzazione fra bambini di diversa età, genere, appartenenza culturale e sociale, abbattendo stereotipi e pregiudizi sociali. Nelle attività ludiche è stata valorizzata la componente espressiva, creativa e immaginativa, per valorizzare il corpo e le sue innumerevoli forme di espressività e dare spazio alle emozioni, sostenendo il diritto al divertimento, alla gioia, alla curiosità.

CIRCOLARMENTE PIAZZA GARIBALDI BAMBINI 033

08092016-CIRCOLARMENTE PIAZZA ULTIMO 055

Pubblicato in Cronaca Parma
Venerdì, 22 Luglio 2016 09:24

Le vacanze degli animali

Estate...tempo di vacanze per grandi e piccini, senza dimenticare i nostri amici animali! E se proprio non potete portarli con voi assicuratevi che siano ben custoditi!!!! La nostra sensibilizzazione all'ANTI-abbandono degli animali si collega alla divertente proposta di lettura di SUSANNA VOLIANI perchè, anche se non lo sapete, anche gli animali vanno in vacanza! Dove?....trovate la risposta nell'articolo odierno! Enjoy Summer Holidays.

Di Susanna Voliani

L'autrice ed illustratrice canadese Marianne Dubuc propone, dopo Le case degli animali, questo Le vacanze degli animali (ancora per l'Editore Orecchio Acerbo), la storia di Topo Postino alle prese con le ferie estive e con una serie di pacchetti da consegnare ai suoi amici in giro per il mondo. In campeggio, su un'isola vulcanica, in mezzo alla giungla: un giro del globo con la sua famiglia, per rilassarsi, consegnare puntualmente i pacchi ma anche per osservare attentamente l'ambiente di ogni singola tappa. Moglie e figli di Topo Postino si adattano perfettamente e con gioia a tutti gli habitat, in questa vacanza che ha dell'incredibile.

le vacanze degli animali libro illustrato bambini 1

Un albo che è una sorta di catalogo delle case vacanza degli animali, in tutte le zone e tutti gli ambienti, ognuna immersa nella natura. Dalla roulotte alla tenda da campeggio alla tana delle marmotte, senza dimenticare l'interno fresco di un cactus nel deserto o un igloo del Polo Nord. Insomma, una ricca rassegna di abitazioni di ogni tipo e dimensione, illustrate con estrema precisione in quanto tutte finemente arredate. Dimore superaccessoriate, belle, colorate e confortevoli per accogliere ogni specie di animale in ogni parte del mondo.

le vacanze degli animali libro illustrato bambini 2

Pagine che fanno viaggiare con la fantasia grandi e piccini, che sprigionano calore e gioia e che insegnano ai bambini come ogni ambiente abbia le sue caratteristiche e come le abitazioni si adattino ad esso. Durante le prossime vacanze estive, cari genitori, aiutate i più piccoli, albo alla mano, ad individuare le tane di animali nei boschi, le tipologie di case tipiche di ogni zona di mare o montagna, immaginando il loro interno. - Dai 4 anni.
Preparate le valigie! Avrete da divertirvi!
..... e NON abbandonate i vostri amici animali!

le vacanze degli animali libro illustrato bambini 3

CREDITS : - ecoo.it – viaggi.corriere.it – collemagico.it – grenme.it – theguardian.com- intelligonews.it – mameli11.blogree.net

Pubblicato in Cultura Emilia
Mercoledì, 06 Luglio 2016 17:03

L'estate delle cicale

Vi è mai venuta voglia di crogiolarvi su un albero in un dolce "far niente" tra calura estiva e il ritmante cicaleccio di sottofondo? Sicuramente è la passione di molti bambini e che in realtà manteniamo un pò anche noi più grandicelli. SUSANNA VOLIANI ci porta oggi proprio lì con una lettura a metà tra natura, sogni, speranze e relax.....e poi magari ci viene pure voglia di cantare quella famosa sigla indimenticabile di una strepitosa Heather Parisi! Delle Cicale..

Di Susanna Voliani

Chi di noi non ha mai desiderato, da bambino, una casa sull'albero? E forse alcuni di noi sono anche riusciti ad averla! Sfogliamo questo magico albo e riaffioreranno nella memoria ricordi e sogni d'infanzia...

l estate delle cicale libro 1

Con grande intensità e poesia, l'autrice Janna Carioli e l'illustratrice Sonia Maria Luce Possentini ci regalano proprio la storia di una casa sull'albero, costruita su un grande ciliegio in riva ad un lago da due bambini che ne faranno il suggello della loro amicizia estiva.

l estate delle cicale libro 2

Dopo giochi, risa e giorni senza fine in un'estate assolata da non dimenticare mai, tra fiori, ciliegie, matite, pirati, marinai, progetti, tesori trovati nei dintorni o sottratti da casa, un litigio segnerà la fine dell'amicizia.
Ma la casetta rimarrà e diverrà il simbolo dello scorrere del tempo. Sarà testimone delle stagioni che si susseguiranno, nel corso degli anni, rifugio per piccoli animali e protettrice di momenti preziosi e di memorie. Fino all'arrivo, molti anni dopo, di un'altra bambina, di un altro bambino, di un nuovo incontro.

l estate delle cicale libro3

Una nuova amicizia, nuove emozioni, nuovi giochi, nuove avventure, un nuova passione che si accende. Amici forse per sempre. O forse il tempo di un'estate. Una casa sull'albero per un'estate che dura tutta la vita.
Colori vividi, dettagli in primo piano, gli occhi grandi dei bambini e le parole del racconto, essenziali ma evocative.
Ci sembra di udirle magicamente, tra le pagine, le cicale che cantano, le risa, il bisbiglio dei segreti, il profumo dei fiori ed il sapore dei frutti.
Dagli 11 anni.

l estate delle cicale 4

CREDITS: - arredareilgiardino.it – karakteria.org – designmag.it – gold.libero.it – tempostretto.it – black-flag.it – heatherparisi.com

Pubblicato in Cultura Emilia
Venerdì, 17 Giugno 2016 15:27

Open Day Giocampus 2016

Una mattinata di approfondimento dedicata al modello educativo Giocampus: partner, istituzioni e nuovi possibili sostenitori sono intervenuti in questa giornata speciale.

Parma 17 giugno 2016

Martedì mattina l'Alleanza Educativa di Giocampus insieme al Comitato Scientifico e a tutto lo staff, tra cui i Maestri del Movimento e i Maestri del Gusto, hanno aperto le porte del progetto Giocampus, con l'obiettivo di far vivere un'esperienza unica a tutti gli invitati raccontando un'eccellenza didattica a livello nazionale dedicata alla promozione del benessere delle future generazioni.
Nella cornice dell'area del Parco delle Scienze, presso il Campus universitario di Parma, Elio Volta - Coordinatore Giocampus – ha presentato agli attuali partner, alle istituzioni coinvolte e ai possibili futuri sostenitori non solo gli eccellenti risultati che il progetto ha raggiunto, sia in ambito alimentare che motorio, ma anche le innumerevoli attività che si svolgono presso il Campus: dalla cura dell'orto al laboratorio di falegnameria, da quello di giocoleria alle nobili arti sportive tra cui la danza, la pallavolo, il calcio e tante altre attività. Alla base delle scelte fatte in questi anni lo stesso obiettivo, comune a tutti: promuovere attraverso il gioco, il divertimento e il contatto con la natura aspetti educativi rivolti alla crescita e al benessere delle nuove generazioni.

Dopo la visita guidata al Campus è seguito un momento più istituzionale presso il Centro Sant'Elisabetta dove si sono ripercorsi tutti i valori e i numeri che hanno caratterizzano e continuano a rappresentare il progetto: 38.000 bambini di Parma coinvolti con le loro famiglie durante tutti questi 15 anni, una comunità di oltre 100.000 persone a contatto diretto con Giocampus. Giocampus Scuola coinvolge ogni anno circa 9.000 studenti con 387 insegnanti, a Giocampus Estate partecipano circa 3.600 bambini annualmente, mentre Giocampus Neve, ogni anno, coinvolge circa 450 bambini.
«Oggi è una giornata di festa– ha sottolineato il coordinatore Elio Volta – potervi coinvolgere nel progetto Giocampus dal vivo è, oggi, una grande soddisfazione e motivo di gioia. Giocampus è un progetto che mette tutti d'accordo e questo grazie al contributo di tutte le persone e di tutti i partner che ci sostengono».

fotoVincitori rid

L'assessore allo Sport e Politiche giovanili del Comune di Parma Giovanni Marani ha dichiarato: «Giocampus è un progetto radicato, vissuto e sentito dal territorio, un'idea che riesce a mettere tutti d'accordo – ha poi continuato – Il futuro delle nostre generazioni è una nostra responsabilità, è quindi importante investire su questo tipo di progetto che crede nei ragazzi e nel loro futuro».
È poi intervenuto il Dott. Luigi Amore - Direttore Generale di Fondazione Cariparma: «Giocampus è un esempio virtuoso di collaborazione e di collettività rappresentato dall'alleanza tra pubblico e privato. In questi anni abbiamo visto come le cose che riescono di più, proprio nella città di Parma, sono quelle in cui avviene una coesione sociale e dove laicamente si fa lo sforzo di mettere in comune le idee per trovare un terreno di collaborazione».

La presentazione si è conclusa con l'intervento di Luca Virginio - Direttore comunicazione e relazioni esterne del Gruppo Barilla: «Giocampus è un progetto d'eccellenza, di cui tutto il territorio deve essere orgoglioso, che contribuisce al rafforzare il senso di comunità ed il prestigio di Parma. Per questo motivo e per rafforzare tutti gli elementi del progetto continuiamo nell'opera di allargamento dell'Alleanza Educativa a tutti: enti, istituzioni, aziende ad anche privati. Il nostro auspicio è sempre di fare crescere ancora Giocampus e farlo adottare da tutti».

A seguito del successo dell'incontro di questa mattina, la volontà di Giocampus è quella di continuare a tenere aperte le porte del Campus per le realtà istituzionali e private che vogliono conoscere, approfondire e sostenere il progetto. In questo ambito saranno programmati nuovi appuntamenti che permettano di entrare in contatto, approfondire e sostenere il progetto e l'Alleanza Educativa.

Giovedì, 26 Maggio 2016 15:36

Le case degli altri bambini

Un meraviglioso albo per bambini scritto da Luca Tortolini ed illustrato da Claudia Palmarucci (Orecchio Acerbo Editore), che invita ad uscire dalla nostra casa per entrare in quelle degli altri per osservarle con lo sguardo puro di un fanciullo.


Di Susanna Voliani

Questo meraviglioso albo di grande formato, scritto da Luca Tortolini ed illustrato da Claudia Palmarucci (Orecchio Acerbo Editore), ci invita ad uscire dalla nostra casa per entrare in quelle degli altri per osservarle con lo sguardo puro di un fanciullo.

la casa dei bambini libri 1

Undici case per altrettanti bambini, da quella di Giacomo nel rione Monti a quella di Lorena che è un intero palazzo molto antico, da quella di Sindel che è una capanna vicino al fiume a quella di Mimmo che ha una stanza per la musica dove suona il suo papà.
Ad ogni pagina una diversa casa, una nuova rappresentazione, una vita da immaginarci dentro.

I testi sintetici delle descrizioni di ogni singola abitazione accompagnano illustrazioni di forte impatto, ricchissime di particolari, realistiche, corredate di figure umane che ci paiono vicine e conosciute.
Case ricche, case popolari, case colte, case che non sono un albergo, case che sono un albergo, seconde case, case silenziose o rumorose, case vuote o piene di persone.
Sembra quasi di sentirli bene i rumori, i profumi, le voci: il pavimento che scricchiola, l'odore di cavolo, le parole della mamma.

Le case degli altri bambini libri 3

Ogni piccolo dettaglio di ciascuna casa ci racconterà qualcosa di chi ci abita e l'esplorazione dell'intimità altrui stimolerà la conoscenza dell'amico. I bambini che sfoglieranno queste pagine si apriranno alla curiosità verso ciò che non conoscono e senza diffidenza potranno apprezzare, con la sensibilità dell'infanzia, anche il diverso.
Un albo di rara bellezza e delicatezza.
Dai 6 anni.

CREDITS : - myluxury.it – style.it – homelidays.it – romatreproject.com

Pubblicato in Cultura Emilia

Al Fidenza Shopping Park da questo sabato 28 maggio al 3 luglio spettacoli teatrali, laboratori e attività creative gratuite dedicate al cibo, la cucina e l'educazione alimentare per bambine e bambini dai 3 ai 10 anni.

Parma, 25 maggio 2016

Il Fidenza Shopping Park si trasforma per più di un mese nella cittadella della cucina, dal 28 maggio al 3 luglio ogni giovedì, sabato e domenica dalle 16.30 arriva Cuciniamo insieme: 16 giornate dedicate alla scoperta della cucina, del cibo e dell'educazione alimentare attraverso tante attività gratuite. Un'occasione per i bambini e le bambine dai 3 ai 10 anni di avvicinarsi al cibo e alla cucina attraverso diversi linguaggi espressivi come il teatro, i laboratori creativi o la lettura, per scoprire le ricette e i valori di una sana e corretta alimentazione e imparare a vivere la tavola come momento di convivialità. E, in un'atmosfera allegra e giocosa, potranno dilettarsi a realizzare qualche ricetta con i laboratori di cucina.

Si comincia sabato 28 maggio alle 16.30 (con replica alle 17.30) con lo spettacolo teatrale, a cura della Compagnia Ambaradan, Un pic nic con G.Coniglia, una performance sulla condivisione della tavola e sul cibo come momento di socialità. Domenica 29 maggio, alle 16.30 e alle 17.30, show e cucina in un colpo solo con Oggi cucino io!: uno spettacolo di edu-tainment sull'alimentazione con la possibilità di realizzare una ricetta con le proprie manine, guidati da due simpatiche cuoche/animatrici, per diventare chef per un giorno.

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Pagina 3 di 7