Visualizza articoli per tag: azienda ospedaliera universitaria parma

Ancora aperte le prenotazione per il personale sanitario che deve ricevere la prima dose

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Il primario Marcello Zinelli: “Queste macchine sono un supporto fondamentale, utilizzate per oltre 10mila pazienti nel corso della loro vita”

Un sostegno che si rinnova per garantire continuità scolastica ai pazienti ricoverati all’Ospedale dei bambini

Pubblicato in Cronaca Parma

Una stanza preparatoria a misura di bambino, il regalo di Natale della multinazionale americana JBT per il nuovo Centro oncologico di Parma

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Serena Chiari consegna il frutto della raccolta fondi lanciata su fb per sostenere la struttura che l’ha seguita durante la malattia

Una presa in carico multidisciplinare, cinque giorni della settimana, per il servizio che fa riferimento alla Clinica pediatrica dell’Ospedale dei bambini

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Dal padiglione Centrale al 6° piano della Torre con miglioramento degli spazi e concentrare le funzioni mediche in un’unica palazzina dedicata.

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Dopo la trasferta al Dalla Rosa Prati a seguito dell’emergenza Covid, gli ambulatori dell’Oncologia medica tornano in Ospedale, con tutte le misure di sicurezza previste in questa fase.

Da lunedì 1° giugno il Day hospital e Day service oncologico dell’Ospedale Maggiore di Parma torna al padiglione Cattani, dopo uno spostamento di due mesi al Poliambulatorio Dalla Rosa Prati che lo ha ospitato dal 1° aprile scorso. Il trasloco si era reso necessario per trasferire in zona più protetta rispetto al perimetro ospedaliero gli ambulatori oncologici e per allestire in quei locali un’eventuale reparto per malati Covid se si fosse presentata la necessità di ulteriori posti letto.

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Il personale dell’Ospedale Maggiore risponde ai familiari dei pazienti ricoverati e tutti i servizi a supporto degli operatori sanitari impegnati nell'emergenza

Grazie alla collaborazione del personale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma si rafforza la rete a sostegno delle famiglie dei pazienti ricoverati e dei cittadini. E’ infatti operativo un team di medici impegnati quotidianamente a informare le famiglie sulle condizioni di salute dei pazienti ricoverati nei reparti destinati all'accoglienza dei pazienti Covid-19.

Il lavoro è stato possibile grazie alla disponibilità dei professionisti operativi in ogni Covid Hospital del Maggiore: Pronto soccorso, Rianimazione, Padiglione Barbieri, Padiglione Ortopedia, e Torre delle medicine, ex Pediatria e Clinica medica. I familiari dei pazienti che si trovano in Ospedale possono contattare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico al numero 0521 703174 tutti i giorni dalle 8 alle 20.00 sia per il collegamento con i medici competenti a fornire le informazioni cliniche dei pazienti che per ricevere aggiornamenti sugli spostamenti del proprio familiare come il reparto di ricovero, trasferimento ed eventuale dimissione.

Per informazioni è attivo 24 ore su 24 anche il servizio telefonico del centralino dell’Ospedale ai numeri 0521 702111 - 0521 703111.

In questo momento d’emergenza l’Ospedale di Parma ha inoltre attivato un punto d’ascolto telefonico di supporto psicologico. L’obiettivo è duplice: da un lato rispondere ai bisogni emotivi delle famiglie colpite dal virus COVID-19 e dall'altro supportare i professionisti sanitari costantemente impegnati in assistenza. Il servizio, gestito dal Sevizio di psicologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, è attivo 7 giorni su 7 dalle 8 alle 20. Può essere richiesto dai medici dei reparti Covid-19 ma anche dai cittadini attraverso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (tel. 0521 703174; e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nome, cognome e numero di telefono di riferimento).

Un ulteriore supporto a favore dei professionisti dell’Ospedale che affrontano in prima persona l’emergenza, arriva dal volontariato. L’iniziativa solidale si inserisce nell'ambito del progetto ParmaWelfare, in cui l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma partecipa con il Punto di Comunità alla “Cittadella dell’Accoglienza”. I volontari sono disponibili per dare un aiuto a chi è impegnato costantemente nella gestione dell’emergenza e ai colleghi momentaneamente a casa con necessità e bisogni logistici per sé e per la propria famiglia come fare la spesa, acquistare farmaci, svolgere commissioni e nel caso di figli minori è attivo il servizio di babysitter.

Come aderire? Via e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando: nome e cognome, numero di telefono, Unità Operativa di afferenza, zona di residenza e necessità rilevata. I referenti del Punto di Comunità prenderanno in carico le richiesta per valutare i possibili aiuti da attivare.

Terminati i lavori presso il day hospital al secondo piano, cominciano su due fasi gli interventi nell'area degenze al terzo piano.

Ristrutturazione dei controsoffitti con utilizzo di materiali antisismici, sanificazione e installazione di nuove apparecchiature per la chiamata dai posti letti al personale dell'assistenza: gli interventi riguardano i piani primo, secondo e terzo della Torre delle medicine (pad. 1), che ospitano l'attività di reparto, day hospital, ambulatori e laboratori della struttura di Malattie infettive ed Epatologia diretta da Carlo Ferrari.

Al day hospital e presso gli ambulatori al secondo piano delle Torri, le opere sono terminate domenica 20 agosto e le attività sono tornate alla normalità già lunedì 21 agosto.

Alla sezione di epatologia, al terzo piano delle Torri, dove i ricoveri sono stati contenuti per consentire i lavori, il rifacimento del controsoffitto con installazione di materiali antisismici, la sanificazione dei soffitti, e la collocazione dei nuovi dispositivi per la chiamata, si concluderanno mercoledì 23 agosto e l'attività tornerà alla normalità a partire da giovedì 24. Venerdì 25 sarà la volta della sezione infettivi, dove la ristrutturazione durerà circa due settimane. In questo periodo, i pazienti ricoverati saranno trasferiti in modo temporaneo nell'area attigua dell'epatologia. Infine, dal 2 al 9 settembre, le opere di manutenzione riguarderanno i laboratori al primo piano della Torre delle medicine dove i lavori verranno condotti in modo da permettere una continuità delle attività diagnostiche. Le misure e gli accorgimenti per consentire la riqualificazione senza interferire con l'attività assistenziale sono stati individuati e messi in opera dalla direzione sanitaria dell'Ospedale in collaborazione con il personale addetto all'assistenza dell'unità operativa, a cui vanno i ringraziamenti della direzione aziendale.