Martedì, 03 Settembre 2019 15:05

Caso accertato di Chikungunya a Novellara

La Direzione del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia informa che è stato accertato un caso di Chikungunya in una persona residente a Novellara, recentemente rientrata da un viaggio all’estero in zone tropicali, in un’area in cui il virus è endemico. La persona si è prontamente ripresa ed è già in buone condizioni di salute.

La Chikungunya è una malattia virale trasmessa attraverso la puntura di zanzara tigre ed è caratterizzata da febbre alta, forti dolori muscolari e rash cutaneo.

Ogni anno, visto il grande numero di viaggiatori in aree in cui la malattia è ormai diffusa, si registrano alcuni casi in Italia e anche nella nostra regione, in persone al rientro da viaggi all'estero.

Come previsto dal Piano regionale di sorveglianza e controllo delle malattie che possono essere trasmesse dalla zanzara tigre si interviene con un protocollo per la disinfestazione che ha la finalità di abbattere la popolazione di zanzare presente nell'area dove la persona ha soggiornato al rientro dal viaggio.

Per tale motivo, in collaborazione con il Comune di Novellara, nell’area potenzialmente interessata dalla trasmissione del virus si è provveduto ad eseguire un primo trattamento adulticida che dovrà essere seguito nei prossimi giorni da un ulteriore specifico intervento di disinfestazione larvicida nei confronti delle zanzare, così come previsto dal Piano regionale di sorveglianza.

Si ricorda che la zanzara tigre è l’unico vettore di questa patologia: la Chikungunya non si trasmette direttamente da uomo a uomo, ma solamente attraverso la puntura di una zanzara infetta. Non vi è, al momento, nessun altro caso sospetto e non sussiste alcun allarme sanitario. 

Per maggiori informazioni sugli interventi messi in atto dalla Regione Emilia-Romagna per la protezione nei confronti delle zanzare invasive: www.zanzaratigreonline.it 

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

A Novellara è tutto pronto per la festa che valorizza il lavoro dei produttori agricoli che ogni anno crescono frutti buonissimi; talmente buoni da ottenere nel 2017 il primo IGP per un prodotto di origine vegetale esclusivo della provincia reggiana e in assoluto il primo IGP in Europa dedicato a questo frutto.

Dopo la positiva esperienza dello scorso anno non si poteva che ripetere l’unione di due manifestazioni quali Miss Anguria e il Rootsway Festival, appuntamenti ormai storici dell’estate novellarese. Ed ecco – allora – tornare “Miss Anguria Blues”, la nuova versione di questi due eventi che unendosi vogliono rafforzare il messaggio lanciato già da tanti anni ai rispettivi pubblici che qui convergeranno in un'unica grande festa.

Sul palco principale e nella piazza di Novellara avremo, come sempre, un ricco cartellone di musicisti in rappresentanza del miglior blues e roots music nazionale.

Venerdì 26 luglio dalle ore 21:00 si esibiranno i Gospel Book Revisited, una delle più belle rivelazioni dell’ultimo periodo musicale italiano; a seguire, dalle 22:15, una delle band leggendarie del blues italiano e non solo: la Treves Blues Band, il cui leader Fabio Treves festeggia nel 2019 settant’anni di una vita dedicata alla musica afro-americana. 
 

Sabato 27 luglio si inizierà alle ore 10:30 con la presentazione della guida enogastronomica “Le radici del gusto” di Carlo Mantovani e con lo show cookingcon lo chef Carlo Gozzi del ristorante l’Incontro.

Si riprenderà alle ore 21:00 - dopo la sfilata dei carri d’anguria – con il concorso del grado zuccherino e della gustosità, presentato da Pietro Casarini e Antonio Boschi, insieme alle note dei Best Before War

Domenica 28, la serata finale con il grande concorso per l’anguria più pesante vedrà invece come lo scorso anno la presenza delle telecamere di TRC che manderanno in diretta la serata presentata da Andrea Barbi, gran cerimoniere degli eventi più importanti in zona. 

Ad accompagnare le aspiranti regine saranno i musicisti della Banda dei tamburi.

Tante anche le attività collaterali tra cui, per la prima volta, un coinvolgente laboratorio didattico dedicato alla musica e destinato a bambini e ragazzi in collaborazione con Jam Sound School in collaborazione con A-Z Blues dal titolo “Around The World”; e poi artisti di strada, mercatini, incisori di frutta e verdura, riproposizione di antichi mestieri, trattori, laboratori e spettacoli per bambini, il ristorante della Pro Loco con prodotti di qualità e naturalmente la mlonera (melonaia) con le gustosissime angurie di Novellara.

 

Dal 9 luglio al 29 agosto 2019 torna il cinema estivo a Novellara: una rassegna di diciotto film che spazia dai grandi classici alle pellicole che hanno segnato la passata stagione cinematografica, fra successi di critica e pubblico.

Come per l’anno passato, visto il gradimento suscitato, l’Amministrazione ha deciso di riproporre alcune visioni gratuite nelle frazioni di San Bernardino (31 luglio, “Le avventure di Peter Pan”) e Santa Maria (18 luglio, “Gli Aristogatti”; 1 agosto, “Mary Poppins”).

Fra i film in visione segnaliamo “Il vegetariano” (25 luglio), pellicola girata proprio a Novellara, per la quale saranno presenti i due attori Sukhpal Singh e Mudassar Ashraf; “La mia seconda volta” (ingresso unico 2 euro, 7 agosto), tratto dalla storia di Giorgia Benusiglio, che era già stata a Novellara per raccontare di come una singola pastiglia di ecstasy le abbia sconvolto la vita, portandola ad un passo dalla morte e a gravissime conseguenze che tutt’ora subisce.

I primi film ad essere proiettati saranno “Ralph spacca internet” (9 luglio) e “Non ci resta che il crimine” (11 luglio).

Per tutte le informazioni sulle proiezioni consultate il sito www.comune.novellara.re.it o la pagina Facebook Estate in Rocca – Cinema a Novellara.

Locandina_Cinema_Novellara_2019.jpg

 

 

Martedì, 02 Aprile 2019 10:16

BUYHOOP - Market Place innovativo

Solo incontrando persone è possibile condividere informazioni e quindi stabilire connessioni, ma soprattutto confrontarsi e scoprire differenze o coincidenze, visioni comuni e magari trovare punti di accordo. Filosoficamente l'idea di fondo a carattere sociale sviluppa il concetto che sta alla base del progetto di Buyhoop!

da L'Equilibrista Verona 28 marzo 2019 -
Ogni giorno camminiamo per i nostri centri storici vedendo serrande abbassate laddove c'era l'amico di una vita o magari nuove insegne laddove si era soliti andare da bambini e che oggi restano un vago ricordo perché le mode sono passate e hanno ceduto il passo ad altro. La moda è ciclica, i gusti anche, e le persone sono legate ai ricordi in modo indissolubile tanto che non si fatica a mantenere continuità ma solo distinzione ed ecco che rivoluzionare il processo d'acquisto diventa davvero complesso e assai costoso.

Tutti vogliono qualcosa dalla rete e chiunque voglia acquistare un prodotto deve sempre avere una relazione con la controparte non paritaria perché chi vende è sempre un gigante per il compratore e noi siamo sempre maledettamente piccoli.

Il singolo ha poco potere contrattuale verso il venditore e quindi che fare?

L'idea da sempre è quella di unire le forze no? Così da unirsi ad altri compratori per ottenere prezzi migliori e per essere più grandi tanto da formare un gruppo di acquisto molto forte, tanto che a poco a poco, si arriva ad essere più grandi e formare un gruppo di acquisto molto forte non è più impossibile.

Questa condotta ci fa ottenere il miglior prezzo possibile, permette alle persone di diventare un unico gruppo coeso con interessi condivisi facendo maturare una consapevolezza ed una opinione, ma con un pagamento e consegna indipendente rende ognuno legato all'altro ma non interdipendente in senso stretto e qui a mio avviso, ecco dov'è la vera evoluzione della specie...ed eccoci finalmente a Buyhoop.

Ma tutto questo in concreto cosa ci porta ?
Sostentamento del commercio locale, più acquisti in negozi famigliari o del centro storico e seguenti possibili benefici per le città che vanno incontro ad inevitabile spopolamento, forse uno delle conseguenze socialmente più particolari del nuovo millennio che dapprima le aveva popolate dalle campagne ed ora le rigetta via.
Le attività nei centri storici hanno bisogno di vitalità e di grande adattabilità alle nuove tendenze e il cambiamento da qualsiasi parte lo si veda, perché sarà centrale per lo sviluppo di tutti.

Quindi i ragazzi di Buyhoop, Simone Furattini, Alessia Panizza, Andrea Chiericati, hanno creato una sorta di "Social shopping" cioè un vero e proprio acquisto on-line attraverso il passaparola sui social !

Ecco perché di recente la start-up guastallese è stata ospitata anche ad #Ampiès, l'evento ideato e svolto a Reggio Emilia grazie al quale è nata l'occasione concreta per far incontrare le diverse aziende innovative sul territorio reggiano e farle dialogare e far conoscere.
Tutte attività nate dal basso per esigenze locali con la finalità di salvaguardare il bene comune. All'interno di questo evento Buyhoop è stata chiamata a testimoniare la propria proposta innovativa per salvaguardare i negozianti di paese in forte difficoltà nell'era di internet.

Quindi fondamentale è la ricerca che vuole mettere insieme utenti per ottenere sconti aggiuntivi, il concetto è quello del gruppo di acquisto ma attraverso gruppi virtuali di persone che si coordinano via social network ma finalmente con pagamento singolo, consegna domicilio o ritiro direttamente nei negozi che beneficiano indirettamente del nuovo approccio alla vendita e riporta traffico sul punto vendita.

L'idea sta arrivando a consolidarsi a Boretto, Novellara,Viadana e Reggiolo, ma ovviamente è la loro Guastalla a far parlare di loro e quindi a dare una visione moderna ad un sistema che ha bisogno estremo di innovarsi.

www.buyhoop.social 
Referente: Simone Furattini

 

BuyHoop-25542480_10212985018833030_1549148534521661426_o_1.jpg

BuyHoop-37998745_848860271986192_2512979085647413248_o_1.jpg

Pubblicato in Economia Emilia
Lunedì, 26 Novembre 2018 10:49

Una mobilità ecologica è possibile

Novellara, 26 novembre 2018 – Una mobilità più ecologica è possibile: a Novellara sono entrate ufficialmente in funzione le due colonnine installate recentemente da Enel X, che permettono di ricaricare le auto elettriche.

Il progetto, realizzato da S.a.ba.r. in collaborazione con Enel, è stato presentato ufficialmente a settembre e sta vedendo gradualmente la luce in tutti gli otto Comuni della Bassa Reggiana.

L'obiettivo della Regione Emilia Romagna è quello di arrivare all'installazione di 2.000 colonnine elettriche entro il 2020. Una cifra importante, soprattutto se si considera che in tutta Italia le colonnine sono oggi solamente 2.108. Le cose però sono destinate a cambiare, se è vero che entro 20 anni dovranno circolare nel mondo 600 milioni di auto elettriche, contro i 2 milioni di oggi.

A Novellara le due colonnine elettriche si trovano in via C. Malagoli (presso il parcheggio della Coop) e in via Roma, vicino al semaforo che porta alla stazione dei treni.

Con le colonnine installate sul territorio degli 8 Comuni di S.a.ba.r., la Bassa Reggiana arriva ad avere una postazione per la ricarica per ogni 5.000 abitanti: un traguardo d'eccellenza, facilmente accessibile anche grazie all'APP Enel X Recharge, che geolocalizza le diverse colonnine e segnala se siano libere o occupate.

 

 

Sabato, 29 Settembre 2018 15:12

Novellara, Una Vera Citta' Slow

La Rocca, la piazza, la gente del posto, le fragranze dei ribollire dei tini, che avvolgono un assolata giornata di Ottobre, faranno da cornice al movimento che ormai pare inarrestabile, una scia di innovazione che riprende le radici dal passato e che vuole conquistare il Mondo. Sono le città slow.

da L'Equilibrista Novellara 28-09-2018

Alla mente torna l'entusiasmo della storica "Novellara balsamica", perché ha il profumo del mattino, i raggi di sole umido che fanno capolino su piazza Unità d'Italia, senza mai opprimere la gente che con occhiata fugace ha la mente occupata all'allestimento della fiera, concedendosi la sola distrazione del rumore smodato delle ruote del cariolo che spinge con incosciente sorriso.

Il mosto cotto, le assi alla base del palco in mezzo la piazza che risuonano al primo calpestio degli operai, l'aroma del pubblico che sorseggia il caffè e che si gode lo spettacolo dai portici ai lati, sembra sempre lo stesso ogni anno e costruisce una tela di colori che rimane intatta. Perché quello che cambia è solo l'approccio, tanto che da "Balsamica" si evolve in Gusterò, aumentando la presenza ed il numero dei partecipanti al banchetto offerto dalla città di Novellara. Omaggio alle parole gusto in Rocca, innovativa mostra mercato proprio delle città slow che si avvale dei suoi contadini e della forza lavoro delle Aziende locali per ravvivarsi e fare modernità basando la sua immagine sulla tradizione.

Novellara come centro direttivo e laboratorio di idee visto che sarà la sede dell'Assemblea italiana di tutti gli amministratori di Città Slow, ovvero i Sindaci e gli Assessori che già hanno tracciato il progetto innovativo di essere garanti del rinascimento rurale italiano. Sono continue e proficue infatti le richieste che vogliono allargare le città slow che ricevono interesse perfino dalla lontana Cina, in cerca di ammodernamento e bisognosa di apprendere come questo sistema riesca dalla tradizione ad auto prodursi segnando la differenza.

Il programma della manifestazione prevede Sabato 6 e Domenica 7 Ottobre il mercato in Piazzale Marconi con accesso aperto a tutti anche all'interno della Rocca, dove per tutta la giornata di sabato, il circuito Cittaslow sarà attivo regalando esposizione delle eccellenze enogastronomiche ed artigianali delle Cittaslow italiane.

All'offerta già ricchissima, si aggiunge, per il secondo anno consecutivo, quella delle aziende della rete Agrobiodiverso, produttori di nicchia del territorio locale e dell'Appennino Reggiano che portano in campo il concetto portante dell'agro biodiversità. La giornata conclusiva sarà domenica, dove si potranno trovare anche i produttori locali del tradizionale mercatino del venerdì novellarese.

Ormai collaudato è la rete di iniziative a corollario della manifestazione che prevede una serie di iniziative che prende parte dai laboratori per i bambini, letture per bambini, mostre e collaborazioni con il CAI, conferenze, tavole rotonde e musica.
I locali del circondario, vere e propri musei della cultura cittadina saranno aperti a serate e degustazioni a tema. Si parte dall'Antico Bar Roma, L'Enoteca Il Vecchio Borgo, il Ristorante Macondo e l'Osteria Bar La Rocca che hanno già pianificato menù ed incontri con le tipicità locali.

Domenica 7 ottobre saranno ospitate anche l'inaugurazione della stagione teatrale 2018-19 dal titolo: "Differenze" al Teatro Franco Tagliavini, alle ore 16.00 (ingresso gratuito) ed il compleanno dell' Acetaia comunale, con le premiazioni del Palio dell'aceto Balsamico Città di Novellara.

Per ulteriori informazioni sarà attiva la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Che dire, non si tratta di un evento qualunque perché l'essenza della riscoperta delle emozioni che riportano all'infanzia in chiave moderna , non lo sono mai.

vista_cortile_internobiciclette.jpg

 

 

Cucine A Motore Food Truck Festival 14-15-16 Settembre 2018 @ Novellara (Re) - Piazza Unita' D'italia - Street Food Gourmet & Buskers

Il tour di Cucine a Motore continua il suo gustoso viaggio nelle migliori piazze d' Italia e dal 14 al 16 settembre fa tappa nel cuore dell'Emilia, in piazza Unità d'Italia a Novellara. L'evento è organizzato da Novellara Viva, in collaborazione con Studioventisette, grazie alla collaborazione del Comune di Novellara che, inoltre, patrocina l'evento. Quello di Novellara, sarà un appuntamento davvero speciale, tra gli irresistibili sapori dello street food in versione gourmet, preparato con amore e passione dalle migliori cucine su ruote, e uno strepitoso Buskers Festival tra musica e performance circensi.

Cucine a Motore Food Truck Festival "serve in tavola" il mondo colorato, gustoso e irresistibile del "cibo di strada in formato Food Truck: street food gourmet per tutti i gusti ad ingresso rigorosamente gratuito. Nella tre giorni a Novellara si potrà gustare la miglior tradizione delle regioni italiane e tante specialità pronte a soddisfare anche i palati più esigenti: il fritto di pesce di Fish & Chic by Albino Pesce Fino, gli arrosticini di Abruzzo on the Road, la cucina siciliana con Peri Peri, la cucina tipica emiliana di Fast and Food; hamburger per tutti i gusti con Rockburger, Bufalo500Grill, Happy Train, e poi gli speciali panini, quelli con il lampredotto de Gli Ostinati e il pastrami di Casa Largher; le specialità internazionali con la cucina greca di Taberna Itaca, la paella di Hispanico e l'american food di Streattruck e per finire i dolci con il gelato e i waffle di Meneghino Bistrot e i cannoli di Bike Cannoli.

Ad accompagnare questa tre giorni di cibo ci sarà la birra, grazie alla partnership con FORST che proporrà una selezione dei propri prodotti tradizionali e speciali.

Grande protagonista di questa tappa, il BUSKERS FESTIVAL di Cucine a Motore, un evento nell'evento davvero imperdibile: nella tre giorni artisti di strada, buskers, giocolieri e artisti circensi animeranno Piazza Unità d'Italia con esibizioni spettacolari tra musica, giocoleria, funambolismo e performance artistiche.

CUCINE A MOTORE BUSKER FEST - Programma

Venerdì 14
ENRI MANTOVANI blues & folk
ARMATA BRANCALEONE NON UFFICIALE traditional american sound
Sabato 15
BRIGANTI DEL FOLK folk popolare
CIRCO TUTU' il magico mondo dei clown Pigi e Pastello con la loro giocoleria, acrobazia e le giganti bolle di sapone
Domenica 16
CADILLAC CIRCUS blues folk & performance circensi
PORCAPIZZA experimetal ecologic sound

Divertimento assicurato quindi sia per i più grandi che per i più piccoli a cui è, inoltre, dedicata l'area bimbi con i gonfiabili. Cucine a Motore è un evento che unisce davvero tutti, famiglie, bambini, giovani, e meno giovani all'insegna del divertimento e dell'amore per il buon cibo. Si inizia venerdì 14 settembre dalle 18 fino alle 24 e poi sabato e domenica dalle 11 fino alle 24. La manifestazione è ad ingresso gratuito.

 

Foto-panino_1.jpg

 

_________


CUCINE A MOTORE FOOD TRUCK FESTIVAL
14-15-16 settembre 2018 @ NOVELLARA (RE) - PIAZZA UNITA' D'ITALIA
Orari: venerdì dalle 18 alle 24, sabato e domenica dalle 11 fino alle 24.
INGRESSO GRATUITO | Info: pagina ed evento Facebook.

Il 20- 21 -22 luglio la pro loco con l'aiuto dei produttori locali, e di tanti volontari organizza una tre giorni con musica, giochi, artisti di strada e come sempre cocomeri buonissimi.

Dopo l'edizione dello scorso anno in cui per mettere in evidenza l'ottenimento del riconoscimento IGP da parte dei nostri agricoltori, si allestì una festa di Miss Anguria grandiosa con convegni di altissimo livello scientifico e il grande concerto dei Nomadi molti si aspettavano un anno sabbatico o almeno una manifestazione più raccolta. Invece i volontari della Pro Loco e gli agricoltori reggiani del consorzio dell'Anguria Reggiana hanno deciso di fare uno sforzo per offrire ai cittadini di Novellara un'altra grande festa.

Non si faccia l'errore di dare la cosa per scontata, oggi allestire un grande evento pubblico è diventato sempre più complicato, con norme sempre più stringenti e che moltiplicano i costi di realizzazione, per questo noi novellaresi dovremmo essere orgogliosi di gruppi e associazioni che continuano a realizzare feste popolari. Non dappertutto è così.

Confermati i concorsi legati all'anguria. Quello del grado zuccherino e della gustosità (che si preannuncia di grande livello, almeno a sentire Ivan Bartoli) non sarà quest'anno presentato dall'amico Pietro Casarini, impegnato altrove e che aspettiamo di nuovo il prossimo anno. A prendere il suo posto sarà Maurizio Faulisi conosciuto come Dr Feelgood, speaker di Virgin Radio.
La serata finale con il grande concorso per l'anguria più pesante sarà presentata di nuovo da Andrea Barbi, gran cerimoniere degli eventi più importanti in zona, e sarà ripresa dalle telecamere di TRC che manderanno in diretta (e probabilmente in replica diverse volte) gare e premiazioni. Ad accompagnare le aspiranti regine saranno i percussionisti della banda dei tamburi coordinati da Adriano Lasagni.

La grande novità di quest'anno è però l'abbinamento al Rootsway Roots and Blues festival. Ricordiamo che la manifestazione mette insieme i due generi musicali che più di altri hanno rappresentato e rappresentano "l'origine della musica moderna": il ROOTS e il BLUES.

Non cambia invece il contesto della manifestazione che offre tante attività di contorno: artisti di strada, mercatini, incisori di frutta e verdura, riproposizione di antichi mestieri, trattori, spazi commerciali, il ristorante della pro loco con prodotti di qualità e naturalmente la mlonera (melonaia) con le gustosissime angurie di Novellara.
Vi aspettiamo perciò in piazza anche quest'anno a vedere i nostri cocomeri giganti!

Potevano due manifestazioni come Miss Anguria e il Rootsway Festival continuare a restare divise? Ovviamente no, perché il filo conduttore di entrambe sono le "radici" (o roots come si dice in America), perché alla base di tutto c'è la volontà di stare assieme, socializzando a tavola gustando piatti delle nostre tradizioni (quasi sempre contadine) o di quelle al di là dell'Oceano in un territorio - quel "profondo Sud statunitense" legato a doppio filo con le nostre "Terre di Po". Ed ecco - allora - nascere questo "Anguria Blues", la nuova versione di questi due storici eventi che unendosi vogliono rafforzare il messaggio lanciato già da tanti anni ai propri pubblici che, qui convergeranno in un'unica grande festa.

Il Rootsway - Roots'n'Blues & Food Festival (A Tavola Col Blues) è una manifestazione nata nel 2005 lungo le rive del Po in provincia di Parma con lo scopo di tenere vive le tradizioni locali unite a quelle del lontano Mississippi che mai come in questa fetta di terra italiana riesce a trovare una serie di punti di contatto. Il Festival, ideato e organizzato dall'omonima Associazione Culturale vanta il celebre "Keepin' The Blues Alive Award", gli Oscar del blues mondiale conferitogli dalla Blues Foundation di Memphis quale miglior festival europeo del 2008. Nella data novellarese del festival avremo, come sempre, un ricco cartellone di musicisti in rappresentanza del miglior blues e roots music nazionale che si esibiranno sul palco principale e nella piazza di Novellara, come tipico per questo genere musicale che vuole arrivare a contatto col proprio pubblico senza tante barriere.

festa_anuguria_2018.jpg

Sul palco si esibiranno:
Venerdì 20 luglio

  • Poor Boys feat. Angela Esmeralda & Sebastiano Lillo, artefici di un blues genuino e sanguigno, fatto di passione e grande bravura. Una delle più belle sorprese degli ultimi anni in Italia che presenteranno il loro ultimo CD "Room 21". Assieme a loro Angela e Sebastiano col loro sound che esprime radici e contaminazioni con grande feeling.
  • Mora & Bronski, un po' idoli locali e balzati alla grande attenzione dei media nazionali con il loro terzo album "50/50" che verrà proposto in questa serata. Mora & Bronski sono un power duo musicale in bilico tra folk, blues e cantautorato italiano che ci propongono un viaggio tra le Americhe attraverso classici del Blues, Country, Folk e Rock'n'Roll, unitamente a brani originali di propria composizione.

Sabato 21 luglio

  • Feelgood & The Black Billies: ovvero una delle voci storiche di Virgin Radio e grande conoscitore della musica popolare americana assieme alla sua band che ci spiegherà, tra un brano e l'altro, la storia dell'anguria tra Stati Uniti ed Italia invitando sul palco diversi ospiti protagonisti dell'Anguria di Novellara recentemente divenuta IGP.
  • Strada
  • Ciosi: L'italo-argentino Federico Franciosi, in arte Ciosi, è un cantante echitarrista acustico flatpicker con un viscerale amore per la musica. Le caratteristiche principali dello stile di Ciosi sono la sua tecnica chitarristica flat-style pulita, un'anima compositiva intensa e uno spiccato senso melodico.
  • Best Before War: giovane band modenese nata come progetto di studio con una grande passione per quella musica tradizionale USA che ha le proprie radici nel Delta del Mississippi, sui Monti Appalachi, passando per New Orleans.
  • Simone Romei feat. Marco Parmiggiani: un progetto - conosciuto anche come Des Moines - nato dalla passione della folk music americana e quella britannica basata su uno stile fingerpicking alla chitarra. Affianca Simone Marco Parmiggiani, chitarrista dei Rufus Party, alla pedal steel a colorare i suoni con la sua nota passione per la musica.

festa-anguria-novellara.jpg

 

Per informazioni:
Pro Loco Novellara
Piazzale Marconi, 1
42017 Novellara
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
www.proloconovellara.it 
0522-651378

Venerdì, 18 Maggio 2018 11:48

Zanzara tigre day a Novellara

Novellara, 17 maggio 2018 – Sabato 19 maggio presso l'isola ecologica di Strada provinciale Nord e presso l'URP del Comune di Novellara sarà possibile ritirare gratuitamente e fino ad esaurimento scorte un kit di larvicida per la zanzara tigre. Il prodotto elimina le larve prima che queste si trasformino nel fastidioso insetto pungente. La distribuzione verrà effettuata dalle 9.00 alle 12.00.

 

Banner_zanzara_tigre_day_1.jpg

Pubblicato in Ambiente Reggio Emilia

Novellara, 29 agosto 2017 – Le fiamme in poche ore hanno distrutto tutto, causando danni alla struttura e distruggendo gli arredi interni. Alle 4.00 della scorsa notte un incendio è divampato all'interno del tempio indu situato in Strada provinciale Nord 142/144 a Novellara.

Si apre una fase delicata per la comunità indu di Novellara, che nel tempio aveva investito energie e somme di denaro, contando solamente sulle proprie forze. Si tratta, fra l'altro, di una piccola comunità, che può contare su un centinaio di membri. L'inaugurazione del tempio era avvenuta solamente il 21 maggio 2017, con una cerimonia alla quale avevano partecipato molte autorità, fra le quali il Prefetto Vicario De Notaristefani di Vastogirardi. Il coronamento di un lungo percorso di avvicinamento alla comunità novellarese, cominciato già nel 2010.

Nel 2013 si era costituita l'associazione Jai Vaishno Mata Mandir, e nel giugno dello stesso anno era stato inaugurato il primo tempio indu, in uno stabile in affitto in via Nova. Si trattava, e si tratta tutt'ora, dell'unico tempio indu nella provincia di Reggio Emilia. La loro volontà di rimanere sul territorio novellarese e di costruire una relazione con esso era forte, tanto forte da far crescere il desiderio di possedere un immobile in modo stabile. Così, nel tempo, sono stati raccolti molti fondi, e il risultato è stato l'acquisto del capannone di Strada provinciale Nord 142/144, inaugurato nel maggio di quest'anno.

Il Sindaco e tutti gli amministratori hanno sin da subito dichiarato la propria solidarietà e la disponibilità a fornire supporto in questo difficile momento. «La comunità indu ha una storia relativamente recente a Novellara, ma abbiamo da sempre collaborato con loro in un clima disteso e sereno. La notizia ci ha colpiti perché sappiamo quanto fosse stato complesso per loro arrivare all'acquisto del tempio. Il giorno della sua inaugurazione era stata una festa tanto per la comunità indu quanto per tutti i cittadini novellaresi. Questo episodio non deve compromettere il processo di avvicinamento e di conoscenza tra le comunità» hanno dichiarato congiuntamente il Sindaco Elena Carletti e l'Assessore Marco Battini.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia
Pagina 1 di 20