Visualizza articoli per tag: Territorio Correggio

Mercoledì, 12 Novembre 2014 15:13

Correggio - Nuova regolamentazione della ZTL

Ztl di Correggio: significative variazioni all'attuale regolamento che entreranno in vigore a partire dal prossimo 15 novembre. Riconoscimento dei diritti per residenti e operatori commerciali e tutela del centro storico -

Reggio Emilia, 12 novembre 2014 -

Cambia la regolamentazione della ZTL nel centro cittadino di Correggio. Dopo un percorso di condivisione, avviato nelle scorse settimane con le associazioni di categoria e con tutti i soggetti interessati, l'amministrazione comunale ha infatti deciso di adottare alcune significative variazioni all'attuale regolamento che entreranno in vigore a partire dal prossimo 15 novembre. L'obiettivo che si è posta la Giunta correggese è organizzare al meglio possibile la convivenza tra le esigenze di accessibilità al centro storico da parte di residenti e operatori commerciali con la tutela di un ambito urbano particolarmente delicato.

L'attuale ZTL è stata quindi suddivisa in quattro settori, contraddistinti da diversi colori: blu per corso Mazzini, via Antonioli, via Borgovecchio, via Del Correggio, via Santa Maria, via Montepegni e Galleria Politeama; rosso per via Contarelli; giallo per via Marconi, via Forti, via Del Carmine, piazzetta delle Suore, via Munari, via Cairoli, via Azzo Da Correggio, via San Francesco, via Roma, via Filatoio, via Sirena e via Casati; bianco per via Ruffini, via Bernieri, piazza Don Andreoli, via Del Collegio. Le autorizzazioni e i contrassegni rilasciati avranno validità esclusivamente sul solo settore indicato e non su tutta la ZTL.

Novità importante per quanto riguarda i residenti, che si vedono riconoscere il diritto di accesso in modo gratuito e, soprattutto, permanente: per loro, dunque, non occorrerà più procedere ai rinnovi periodici e solo in caso di cambio dell'auto sarà necessario richiedere i nuovi contrassegni senza alcun esborso.

Tra le altre modifiche si segnalano le nuove regole per la sosta in corso Mazzini (nel tratto est, quello del Municipio fino a piazza Garibaldi), che sarà consentita unicamente per operazioni di carico/scarico (non ci sarà più, dunque, la possibilità di transito e sosta per 30 minuti), e la durata delle autorizzazioni – ovviamente salvo quelle per i residenti – che avranno validità a due anni.
Tutti i permessi rilasciati prima del 15 novembre saranno validi fino al 31 dicembre 2014 e ci sarà poi tempo fino al prossimo 31 gennaio 2015 per presentare la richiesta di nuove autorizzazioni. Queste, insieme ai contrassegni ZTL, saranno rilasciati dall'URP mentre ai residenti saranno inviati direttamente a domicilio.

"La nuova regolamentazione", illustra Monica Maioli, assessore con delega alla valorizzazione del centro storico, "è il frutto di un lavoro iniziato da diverse settimane e di un'ampia condivisione degli obiettivi, elementi che hanno spinto la Giunta, attraverso il coinvolgimento dei due assessorati di riferimento - Mobilità e Centro Storico - a rivedere lo strumento in essere e finora utilizzato. A seguito anche della discussione e del sostanziale apprezzamento, con giudizio positivo espresso dai consiglieri membri della Commissione Territorio, siamo ora nelle condizioni di dare attuazione alle azioni concrete con le quali ci auguriamo poter raggiungere gli obiettivi che ci siamo preposti".

(Fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)

I ragazzi delle scuole correggesi hanno incontrato il giudice Mario Conte e il giornalista Flavio Tranquillo, autori del libro "I dieci passi – Piccolo breviario sulla legalità" -

Reggio Emilia, 27 ottobre 2014 -

La giornata ha rappresentato anche l'occasione per il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, di anticipare il progetto "Costituzione e legalità" che oggi verrà sottoposto dall'amministrazione comunale ai vari dirigenti scolastici degli istituti superiori di Correggio. Grazie infatti alla collaborazione con l'associazione Caracò e Rosa Frammartino, curatrice del festival "Noi contro le mafie", il progetto, interamente sostenuto dall'amministrazione comunale, proporrà a insegnanti e ragazzi un percorso di incontri e approfondimenti sul tema della legalità, intesa nel senso più ampio del termine.

"La legalità è un argomento che può essere declinato in mille modi", conferma il sindaco presentando l'iniziativa, "perché chiama in causa la responsabilità individuale e quella collettiva nella miriade di azioni quotidiane e di scelte che ognuno di noi si trova a compiere. Il nostro impegno come amministratori, che ci siamo assunti fin dal momento del nostro insediamento, è proprio quello di sollecitare la partecipazione e la discussione riguardo alla buona cittadinanza, partendo dalle scuole e affrontando argomenti, come per esempio il bullismo, che hanno a che fare con la prevaricazione di chi si sente più forte a discapito del senso civico. Il discorso sulla legalità parte dalla conoscenza dei meccanismi di omertà e di silenzio sui quali prosperano le mafie, ma arriva direttamente al senso civico di ognuno di noi. Insomma, il passaggio dalla richiesta del pizzo al sopruso verso chi è considerato più debole o diverso è molto più breve di quanto comunemente si creda. Per questo ci piacerebbe anche costruire, insieme a insegnanti, famiglie ed educatori, una 'biblioteca della legalità' in ogni scuola, fatta di testi, libri, film che educhino e siano di stimolo alla presa di coscienza da parte dei ragazzi".

a lezione di legalita correggio 1rid

È stato proprio il tema del bullismo ad essere affrontato nell'incontro che Conte e Tranquillo, introdotti dal caporedattore di Radio Bruno, Pierluigi Senatore, hanno avuto con i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado (scuole medie) e che, grazie anche a interventi e testimonianze dirette degli stessi ragazzi, ha dato vita e sostanza ad un vero dialogo tra le parti, così come auspicato dai due ospiti.
Con gli studenti delle scuole superiori, il discorso si è invece spostato sull'importanza della "cittadinanza attiva" che contrasta la "cittadinanza passiva", ovvero la rassegnazione che offre fiato e gambe a dinamiche di illegalità. In particolare è stato affrontato il tema del pizzo, partendo da un dato allarmante: secondo gli ultimi numeri resi noti dall'Osservatorio Nazionale sulle mafie, anche nel territorio di Reggio Emilia circa l'8% delle attività commerciali è soggetta a estorsione, generando così parte di quei circa 150 miliardi di euro che ogni anno la criminalità organizzata sottrae allo Stato e all'intera cittadinanza.

"Eppure", ha sottolineato il giudice Mario Conte illustrando ai ragazzi la vicenda dell'associazione "Addio pizzo", "per uscire da un circuito di illegalità, a volte è sufficiente prendere coscienza di quanto ci sta intorno, essere vigili su dinamiche che ci appaiono poco chiare, non tacere, interrogarsi, far sentire la propria voce, non essere passivi".
"La criminalità organizzata va costantemente alla ricerca del consenso", ha spiegato Flavio Tranquillo. "Tanto che ogni giorno si sente qualcuno dire che le mafie, in fondo, danno lavoro dove lavoro non c'è. Non c'è bugia più colossale di questa. Basta rendersi conto di quanto un territorio appaia defraudato e impoverito, da ogni punto di vista, quando è controllato dalle organizzazioni mafiose".

(Fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)

Gran serata al Teatro Asioli di Correggio, venerdì 31 ottobre, con la consegna del riconoscimento e il concerto benefico -

Reggio Emilia, 24 ottobre 2014 -

Sarà una delle coppie considerate dai critici musicali una delle più prestigiose dell'attuale mondo operisticoDaniela Dessì e Fabio Armiliato – a ricevere a Correggio, il prossimo 31 ottobre, il Premio Pavarotti d'Oro 2014. L'iniziativa è stata ufficialmente presentata in conferenza stampa dal sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, dal presidente della Pro Loco correggese, Aimone Spaggiari, e da Franco "Panocia" Casarini, grande amico del tenore modenese e vero e proprio "motore" dell'evento, e Maddalena Nicolini, in rappresentanza del gruppo promotore.

Dopo il grande successo degli scorsi anni, è così giunto all'ottava edizione il Premio patrocinato dal Comune di Correggio e organizzato da Pro Loco Correggio, per rendere omaggio al Maestro Luciano Pavarotti, con la consegna del riconoscimento e il concerto benefico, al Teatro Asioli, alle ore 20,30.
Il riconoscimento e l'istituzione del Premio, che avvengono su specifica autorizzazione della famiglia Pavarotti, discendono proprio dal legame tra Luciano Pavarotti e la città di Correggio, dovuto alla profonda amicizia con Casarini: un affetto reciproco che, nel dicembre del 2002 portò il tenore modenese ad esibirsi all'Asioli in occasione della riapertura del Teatro.

"Due sono gli aspetti che qualificano questo evento", illustra Aimone Spaggiari. "Omaggiare la memoria di un grande personaggio di caratura mondiale, e ricavare fondi da devolvere in beneficienza. In questi anni, grazie al Pavarotti d'Oro abbiamo infatti potuto distribuire circa 50mila euro ad associazioni – da SiAMO con te, alla Casa della Carità agli Amici del Cuore, alla Fondazione Dopo di Noi e ad altri – presenti e attive sul nostro territorio".
"La coppia Dessì-Armiliato", spiega Franco Casarini, "da vent'anni calca i più importanti palcoscenici del mondo. Ma quest'anno siamo sicurissimi di esprimere un livello di qualità alta anche con i giovani artisti che si esibiranno nel corso della serata all'Asioli".

"Una tra le caratteristiche più importanti dei cast che in questi anni Panocia e il maestro Paolo Andreoli sono sempre riusciti a mettere in piedi", conferma Maddalena Nicolini, "è quella di riuscire a dare spazio e visibilità a promesse e cantanti all'inizio della loro carriera, che hanno così l'occasione di confrontarsi su un palcoscenico prestigioso con alcuni tra i più grandi interpreti dell'opera e della lirica".
"Ritrovo un appuntamento che avevo visto nascere in qualità di assessore alla cultura e che ora è cresciuto e si affermato ben oltre la nostra dimensione territoriale", conclude il sindaco Ilenia Malavasi. "Il grazie va a Panocia, naturalmente, alla Pro Loco, sempre pronta a supportare e a impegnarsi nell'organizzazione di questi appuntamenti, ma soprattutto ai numerosi sponsor che dimostrano un senso di impresa sociale, caratteristica di un territorio che vuole bene alla propria città".

Daniela Dessì e Fabio Armiliato riceveranno il Premio nel corso di una serata che vedrà salire sul palco dell'Asioli la grande tradizione della romanza italiana grazie alle esibizioni della mezzosoprano Antonella Carpenito, del basso Antonio Carmelo Di Matteo e del baritono Giuseppe Altomare.
Di grande spessore anche il cast dei musicisti, a partire dal maestro Paolo Andreoli al pianoforte e da Gennaro Cardaropoli al violino. A presentare la serata Francesca Manzini.
Come sempre, numerosi sono i partner e gli sponsor dell'evento: Warrant Group, Angelo Marani, Banca Popolare dell'Emilia Romagna, Cantine Riunite, Il Resto del Carlino, Modateca Deanna, Albergo dei Medaglioni-Ristorante Il Correggio, Lini910 e Carlo Riccò.

Prevendita: alla biglietteria del Teatro Asioli, domenica 26 ottobre dalle ore 9 alle 13 e venerdì 31 ottobre dalle ore 17.
Da lunedì 27 ottobre possibile prenotare i biglietti telefonicamente allo 0522.637813 o via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ingressi: 30 euro per la platea, 20 euro per i palchi di primo e secondo ordine, 10 euro i palchi di terzo ordine e il loggione.
Info: Teatro Asioli, tel. 0522.637813 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.pavarottidoro.it

(Fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)

Il racconto della "Grande guerra", attraverso la posta militare: sabato 25 ottobre inaugura a Correggio una ricchissima mostra curata da Gianni Giannoccolo.

Reggio Emilia, 25 ottobre 2014 -

Inaugura a Correggio, sabato 25 ottobre, alle ore 16, al museo civico "Il Correggio" la mostra "La Grande Guerra 1914 - 1918. Percorsi storici attraverso la posta militare", a cura di Gianni Giannoccolo.
L'esposizione, realizzata grazie alla collaborazione del "Circolo filatelico numismatico Mario Farina" di Correggio, ripercorre nelle sue varie sezioni e grazie al ricchissimo apparato iconografico e documentario raccolto dal curatore, le vicende del primo conflitto mondiale, esaminato da numerosi e non sempre convenzionali angoli visuali.

"Uno dei nuclei fondamentali", illustra il curatore Gianni Giannoccolo, "è certamente rappresentato dalle cartoline che tracciano una storia completa della posta militare durante il conflitto. Accanto, altre sezioni illustrano, attraverso documenti originali, aspetti poco noti relativi alla guerra psicologica, alla propaganda militare, alla solidarietà ricevuta dagli alleati, alle operazioni belliche e alla società del tempo".

"Apriamo con questa mostra", afferma il sindaco Ilenia Malavasi, "le celebrazioni del centenario della Prima guerra mondiale: una tragedia che coinvolse milioni di uomini e donne, segnò la fine degli imperi e aprì le porte ai totalitarismi degli anni '20 e '30. Ricordare quelle vicende attraverso le parole e le immagini di coloro che per primi la patirono, è un dovere della memoria ed è un omaggio ai tanti uomini e donne che ebbero la vita spezzata da ben quattro lunghi anni di guerra, patimenti e miseria. Ai giovani in questo modo intendiamo far arrivare un messaggio di consapevolezza: la storia, soprattutto quella meno conosciuta, come monito per il presente, perché la guerra sia bandita dall'orizzonte del futuro".

La mostra, che rimarrà aperta fino al prossimo 7 dicembre, costituisce un importante momento di presa di contatto con il conflitto di cui ricorre il primo centenario e si propone anche verso il mondo della scuola come occasione di conoscenza e di stimolo all'approfondimento di temi meno consueti e meno trattati nella manualistica.
Ingresso gratuito.
Orari: sabato 15,30 - 18,30; domenica 10 - 12,30 e 15,30 - 18,30.

Nato nel 1922, Gianni Giannoccolo è stato sindaco di Veglie (LE), per due mandati, dal 1956. Partigiano e combattente in Jugoslavia (dove venne ferito), è considerato fra i più noti collezionisti e studiosi del primo Novecento e, più in generale, di tutto il periodo che terminò con la seconda guerra mondiale. A conclusione della sua esperienza amministrativa si trasferì a Correggio, paese della moglie, dove è stato segretario del PCI di zona e assessore provinciale, oltre che impegnato al Coreco di Reggio Emilia.

(Fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)

Domani l' esordio di Francesco Messori, capitano della Nazionale italiana amputati, in una gara ufficiale tra normodotati. Una data importante per tutto lo sport italiano -

Reggio Emilia, 20 ottobre 2014 -

Martedì 22 ottobre sarà un giorno speciale per Francesco Messori, per la Polisportiva Virtus Correggio e, più in generale, per lo sport italiano: il capitano della Nazionale italiana amputati, farà infatti il suo esordio a Guastalla (RE), nella partita che la sua squadra giocherà, con inizio alle ore 17,30 al campo parrocchiale di Pieve di Guastalla, contro i pari età del Saturno Guastalla, gara valevole per il campionato provinciale under 14 CSI. Sarà la prima volta, dunque, che Messori, agli ordini di mister Nicola Simonelli, potrà agire nel suo ruolo di centravanti in una partita ufficiale tra normodotati. Il che rappresenta una "prima volta" assoluta anche nell'ambito dello sport nazionale, motivo di grande gioia ed emozione non solo per Francesco, ma anche per la Virtus Correggio, società per la quale Messori è tesserato da quest'anno.

Un altro capitolo di una storia che sta emozionando un po' tutta Italia e che trasmette alcuni tra i valori più importanti nello sport e nella vita. "Siamo molto felici di poter condividere con Francesco questa tappa importante della sua vita – commenta il Presidente della Virtus Correggio, Roberto Magnani – per noi rappresenta una nuova sfida in coerenza al progetto educativo e formativo che, nato come espressione del coordinamento e della collaborazione di alcuni Oratori di Correggio (RE), ha l'obiettivo di promuovere attraverso lo sport iniziative e attività a forte vocazione inclusiva. Nella nostra società sportiva – continua Magnani - non esiste la classica selezione sportiva ma cerchiamo di tradurre sul campo e in palestra la nota parabola evangelica dei talenti e quindi aiutare ciascun ragazzo e ragazza ad esprimere al meglio le qualità uniche e preziose di cui sono portatori. In Virtus tutti gli atleti sono dei talenti! Francesco sotto questo profilo – conclude il Presidente - con la sua tenacia e il suo spirito di sacrificio, ci sta certamente facilitando in questo nostro meraviglioso e impegnativo compito".

La storia di Francesco Messori, ragazzo nato a Correggio (RE), privo di una gamba, prende il volo nel 2011 quando il CSI, tramite il presidente nazionale Massimo Achini, si attiva per realizzare i suoi due desideri: giocare a calcio disputando partite vere e non solo amichevoli e formare una squadra Nazionale amputati.
Grazie a una speciale deroga concessa dalla Federazione, Francesco ha fatto dunque il suo esordio in un torneo ufficiale il 5 febbraio 2012, a Cremona, e l'8 dicembre dello stesso anno ad Assisi è nata la squadra Nazionale amputati, grazie alla rete di contatti messa in piedi tramite i social network. Gli Azzurri hanno disputato il primo match ufficiale l'anno seguente, il 27 aprile 2013, ad Annecy, in Francia. La Nazionale italiana amputati aderisce alla WAFF (World Amputee Football Federation) e si sta preparando per i Mondiali di categoria, in programma in Messico nel prossimo dicembre.

(Fonte: ufficio stampa Polisportiva Virtus Correggio)

Doppia inugurazione: domani alle ore 14,30, al campo sportivo di Mandrio dei nuovi spogliatoi e domenica della nuova tribuna al campo sportivo di Lemizzone -

Reggio Emilia, 17 ottobre 2014 -

Doppia inaugurazione, nel corso del weekend, per gli impianti sportivi di Correggio: sabato 18 ottobre, infatti, alle ore 14,30, al campo sportivo di Mandrio, taglio del nastri al termine dei lavori per i nuovi spogliatoi, alle presenza di Ilenia Malavasi, sindaco di Correggio, Fabio Testi, assessore ai lavori pubblici del Comune di Correggio, Elena Veneri, assessore allo sport, Emore Manfredi, presidente del Comitato FIGC di Reggio Emilia, e Stefano Ferrari, presidente Virtus Mandrio. I lavori hanno riguardato la costruzione di due spogliatoi per gli atleti e uno spogliatoio per l'arbitro, completamente arredati, più vari locali di servizio (una lavanderia, un deposito e un'autorimessa per il trattore utilizzato per gli sfalci). La superficie occupata è di circa 200 mq su un unico livello, per un costo totale di 200.000 euro.

Domenica 19 ottobre, alle ore 10,30, al campo sportivo di Lemizzone, l'assessore allo sport, Elena Veneri, e il presidente del comitato regionale della Federazione Italiana Rugby, Mario Spotti, inaugurano la nuova tribuna per gli spettatori i cui lavori di sistemazione, comprendenti anche le opere di urbanizzazione e quelle idrauliche a corredo, hanno visto un costo di circa 33mila euro. All'iniziativa seguirà rinfresco offerto dal Circolo ARCI di Lemizzone e dagli atleti de "I Lupi di Canolo".

"Crediamo molto nel valore educativo dello sport", commenta l'assessore Veneri, "perché attraverso la pratica sportiva è possibile promuovere quei valori di rispetto e di convivenza che stanno alla base di una buona cittadinanza. In modo particolare quando, come in questi casi, il lavoro delle associazioni sportive è rivolto ai giovani e alle famiglie. Per questo investiamo nell'impiantistica, per promuovere l'attività sportiva in contesti adeguati e funzionale e che, oltre tutto, in frazione rappresentato importanti centri di aggregazione e socializzazione".

(Fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)

"Gli ori dell'autunno", la Fiera di San Luca a Correggio in programma oggi e domani, come ormai consuetudine è caratterizzata dai temi legati all'autunno, al mondo contadino e alla valorizzazione dei prodotti agricoli ed enogastronomici della tradizione reggiana -

Reggio Emilia, 18 ottobre 2014 -

Tra le "eccellenze" di questa fiera autunnale correggese, naturalmente, non poteva mancare il "Raccontavino", seguitissima gara enologica tra vini prodotti in casa secondo le antiche usanze, giunta quest'anno alla 25esima edizione.
Atteso ritorno, inoltre, anche per "Utile Netto", la fiera-mercato dei prodotti e delle scelte sane e consapevoli.
"Le fiere sono un eccezionale momento di socialità, di promozione del territorio, della città e dei nostri prodotti tipici", commenta Monica Maioli, assessore alle attività produttive e promozione del territorio del Comune di Correggio. "In particolare, la fiera di San Luca è da sempre quella che maggiormente si caratterizza quale vetrina delle nostre eccellenze produttive ed eno-gastronomiche. Un settore, quello alimentare, cui prestiamo particolare attenzione e nel quale sappiamo di avere grandi potenzialità da esprimere anche in occasione del prossimo EXPO 2015 una manifestazione unica nel suo genere, un insieme di opportunità che il nostro territorio, insieme al tessuto economico, intende cogliere con ogni mezzo possibile".

SABATO 18 OTTOBRE
Ore 8,30 - 18,30, corso Mazzini
Antiquariato e Artisti dell'ingegno "Ai portici dell'antico"

Ore 9 – 19, corso Mazzini
Esposizione e vendita dei prodotti ortofrutticoli, a cura dei produttori agricoli correggesi

Ore 10 - 19, corso Mazzini
Esposizione automobili

Ore 10 - 19, piazza Garibaldi
I sapori d'Italia

Ore 10, Biblioteca-ludoteca "Piccolo Principe", via Fazzano 9
"Una biblioteca da favola!": "La ballata degli orsi" (letture). Orsi ballerini, musicisti, pazienti narratori, amici ospitali, orsi per tutti i gusti!

Ore 11, via Mandriolo Superiore
Inaugurazione dei nuovi "Orti comunali"

Ore 15, corso Mazzini
"L'Arte del fornaio: l'impasto, le figurine di pane, la cottura".
Momento ludico rivolto ai bambini a cura di Ct9, Comitato turistico Novellara

Ore 15, piazzale Carducci
14a esposizione correggese di trattori d'epoca (A.M.A.C.) e caldarroste e ciccioli

Ore 15, corso Mazzini
Stand di prodotti tipici: preparazione sughi, saba e savòr

Ore 16, corso Mazzini
Preparazione e cottura della forma di parmigiano reggiano, a cura di Az. Agricola "Il Tralcio"

Ore 16 - 18, per le vie del centro
Concerto itinerante della Banda cittadina "L. Asioli"

Ore 16, Corso Mazzini
"Mustèm e inturciém in piàsa": pigiatura e torchiatura dell'uva come una volta, a cura del Gruppo Trattoristi Novesi di Novi di Modena

Ore 16, Piazzale Carducci
Stand gnocco fritto, a cura delle Società Sportive e A.M.A.C.

Ore 16,30, Palazzo Principi, sala conferenze "A. Recordati"
Presentazione del libro "Il lavoro nello spirito del tempo e dei luoghi", a cura di Giuseppe Baricchi

DOMENICA 19 OTTOBRE
Ore 9 - 18, Corso Mazzini
"Dalla macina, all'impasto, al forno: il pane": preparazione e cottura del pane in antichi forni a legna, a cura di Ct9, Comitato turistico Novellara

Ore 9 - 19, Piazzale Carducci
14a Esposizione correggese di trattori d'epoca (A.M.A.C.): ore 11,30 partenza sfilata. Ciccioli caldi per tutti

Ore 9 - 19, Piazza Garibaldi
La piazza dei sapori

Ore 9 - 19, Corso Mazzini
Esposizione e vendita dei prodotti ortofrutticoli, a cura dei produttori agricoli correggesi

Ore 9 - 19, Corso Mazzini
Gli artisti dell'ingegno presentano le loro creazioni

Ore 10 - 18, Via Carlo V°
"I mestieri del passato": sfoglia, treccia, cucito, ricamo, pigiatura.

Ore 10 - 19, Corso Mazzini, 15/b
"Il Cioccobaffo" e i mille colori dell'autunno

Ore 10 - 19, Corso Mazzini
Esposizione automobili

Ore 10,30, Lemizzone (impianto sportivo)
Inaugurazione tribuna campo sportivo

Ore 10,45, Corso Mazzini, 33, sala del Consiglio Comunale
Incontro con i produttori di vino fatto secondo le antiche usanze: 25a edizione del "Raccontavino"

Ore 11, Corso Mazzini (Monumento ai Caduti)
Saluto alla cittadinanza e onore ai caduti in occasione della Festa del Comitato C.R.I. di Correggio

Ore 11,30, Corso Mazzini
Premiazione concorrenti del "Raccontavino", con degustazione dei vini in gara

Ore 14,30 Corso Mazzini
Appuntamento enogastronomico "I salam ed na volta": lavorazione casalinga del suino. Preparazione porchetta allo spiedo, ciccioli, sughi d'uva, saba e sàvόr.
Stand di prodotti tipici autunnali, latterie e cantine sociali, caldarroste e derivati, degustazione dei vini partecipanti alla 25a edizione del "Raccontavino".

Ore 15,30, Piazzale Carducci
Stand gnocco fritto, a cura delle Società Sportive e A.M.A.C

Ore 16, Corso Mazzini
Preparazione e cottura della forma di parmigiano reggiano, a cura di Az. Agricola "Il Tralcio"

Ore 16, Corso Mazzini
"Mustèm e inturciém in piàsa": pigiatura e torchiatura dell'uva come una volta, a cura del Gruppo Trattoristi Novesi di Novi di Modena

Ore 17, via Borgovecchio (Correggio Art Home)
Conversazione d'arte: "Assai lontano e molto vicino, sempre da scoprire: le principali destinazioni di viaggio e i modi di giungervi raffigurati nella storia dell'arte", a cura di Andrea Semeghini

UTILE NETTO
Sempre presenti: Sostenibilità/Solidarietà/Sport ... in piazza!
Ore 9 - 19, Corso Cavour
"Il Corso delle associazioni": percorsi espositivi delle associazioni di volontariato, micromercatino dell'usato domestico, mercatino biologico, le aziende sostenibili
Ore 9 - 19, Piazza S. Quirino
"Animazioni in piazza": intrattenimento per adulti e bambini, sano ed equilibrato, giochi riciclati, ecokart a pedali per bambini "tosti" da 3 a 9 anni

MOSTRE
Palazzo Principi, sala dei Putti
Mostra "Giuseppe Andreoli. La camera di San Paolo: omaggio a un capolavoro del Correggio".
La mostra rimarrà aperta dall'11 al 26 ottobre.

Palazzo Principi, Salone degli Arazzi
Mostra fotografica "Vittorio Cottafavi. Un uomo (di cinema) libero".
Due anniversari, una mostra (1954: " Una donna libera "; 1964: " I cento cavalieri ").
La mostra rimarrà aperta dal 18 ottobre al 9 novembre.

Cortile di Palazzo Contarelli
Mostra delle immagini scattate durante "Fricandò buskers festival" nel concorso fotografico "Clickandò": premiazione dei vincitori

Nei negozi sconti e promozioni fiera, vetrine a tema: colori d'autunno.

(Fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)

Riqualificazione della scuola statale "Madre Teresa di Calcutta" di Prato: sabato, alle ore 9, inaugurazione con il sindaco per tagliare simbolicamente il nastro. L' importante riqualificazione dell'area, realizzata da ISECS nel corso dei mesi estivi ha comportato un impegno di poco superiore a 80mila euro -

Reggio Emilia, 9 ottobre 2014 -

Inaugurazione, sabato 11 ottobre, alle ore 9, per il nuovo piazzale della scuola primaria statale "Madre Teresa di Calcutta" a Prato di Correggio. Sarà il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi, a tagliare simbolicamente il nastro per l'importante riqualificazione dell'area, realizzata da ISECS nel corso dei mesi estivi e che ha comportato un impegno di poco superiore a 80mila euro.

L'intervento ha riguardato principalmente il rifacimento dell'area cortiliva della scuola e degli accessi principali dalla strada, con la posa di una nuova pavimentazione autobloccante e il rifacimento di tutta la recinzione sul fronte strada, compresi i nuovi cancelli pedonale e carraio entrambi con apertura elettrificata e videocitofono. L'intervento è stato completato all'interno della scuola provvedendo al tinteggio quasi integrale dei locali interni (aule classi, refettorio, laboratori e corridoi) con fornitura e posizionamento di listelli a parete per esposizione dei materiali e documenti didattici.

"Abbiamo consegnato a bimbi e insegnanti della scuola di Prato spazi più accoglienti e vivibili, attrezzati per una didattica cosiddetta 2.0", illustra l'assessore all'Istruzione del Comune di Correggio, Elena Veneri. "Correggio vanta un patrimonio di edilizia scolastica importante e di qualità. È nostra priorità garantire un programma di manutenzioni costanti per consentire ai nostri bimbi e ragazzi di fruire di ambienti confortevoli, attrezzati e sicuri".

(Fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)

Martedì, 30 Settembre 2014 15:40

Correggio - Torna il servizio bus "Quirino"

Domani, torna a Correggio il servizio bus "Quirino" per il collegamento tra il centro storico e la prima periferia, con tariffe invariate, ma validità del biglietto più lunga -

Reggio Emilia, 30 settembre 2014 -

Mercoledì 1 ottobre ritorna in circolazione a Correggio "Quirino", il servizio bus che tanto successo riscuote tra i correggesi. Il percorso è quello consueto, di collegamento tra il centro storico e la prima periferia di Correggio. "Quirino" è infatti pensato soprattutto per i cittadini che devono raggiungere i servizi e i negozi del centro e della prima periferia.

Il minibus sarà in funzione tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle 7 alle 14: via Vecchia Ferrovia, via Righi, via Leonardo (tre fermate), ospedale, autostazione, Porta Reggio, via Repubblica, piazzale Finzi, via Conventino, via Falcone, Piscina comunale, piazzale Moro, via Dalla Chiesa, via Manzotti, via Fosse Ardeatine, via Conte Ippolito, via Cavour (Teatro Asioli), corso Mazzini (Muncipio), viale Saltini, via Don Minzoni, via Cimitero.
Invariati i costi dei biglietti: biglietto singolo a 1,30 euro, con validità di 75 minuti (rispetto ai 60 minuti dello scorso anno); abbonamento "multicorsa" (10 corse) a 10,40 euro; abbonamento mensile "Quirino" a 17 euro.

I biglietti acquistati prima della sospensione del servizio e non ancora utilizzati avranno comunque validità fino al febbraio del 2015.
I biglietti sono in vendita in tutte le rivendite SETA provinciali, mentre è allo studio l'apertura di una biglietteria anche a Correggio, come auspicato dall'amministrazione.

"Riparte un servizio pubblico collettivo molto importante soprattutto per una certa fascia di cittadini, penso agli anziani e a chi non in possesso di patente o auto propria, cui consente spostamenti in modo autonomo ed in sicurezza e a costi contenuti", commenta Fabio Testi, assessore con delega alla mobilità del Comune di Correggio. "Riteniamo che tale servizio sia anche un vantaggio per i commercianti visto che consente ai cittadini un spostamento più agevole verso le attività del centro".

Info: "Mobidì" – Ufficio per la mobilità sostenibile del distretto di Correggio – tel. 0522.630778 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info biglietti: servizio informazioni SETA, tel. 840.000.216 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(Fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)

"Un GRAZIE lungo 5 ANNI": la Fondazione "Dopo di noi" di Correggio festeggia i cinque anni di attività con un incontro-tavola rotonda cui prenderà parte anche il ministro del welfare, Giuliano Poletti -

Reggio Emilia, 25 settembre 2014 -

Domani, venerdì 26 settembre, alle ore 14, il Teatro Asioli di Correggio ospiterà "Un GRAZIE lungo 5 ANNI", incontro-tavola rotonda promosso dal Comune di Correggio e dalla Fondazione "Dopo di Noi" del distretto di Correggio, che in questo modo intendono esprimere un ringraziamento "corale" alle tante persone, imprese, istituzioni, associazioni che hanno accompagnato, con il loro sostegno morale e materiale, la Fondazione "Dopo di Noi" nei suoi primi cinque anni di vita.

Sarà un pomeriggio di festa e di ulteriore sensibilizzazione, perché il domani della Fondazione è in larga parte legato agli uomini e alle donne di questo territorio che nel sostegno ai più deboli, diano un forte segnale che riaffermi il voler essere "comunità solidale". Saranno presenti all'incontro il Ministro del welfare e del lavoro Giuliano Poletti, l'assessore regionale alle politiche sociali Teresa Marzocchi e il sindaco Ilenia Malavasi, che, insieme ai ragazzi della Fondazione consegneranno gli "attesati di ringraziamento", i "50 grazie", ai tanti che hanno aiutato le Fondazione a nascere e a crescere.
A seguire una tavola rotonda sul tema "Dalla sperimentazione al progetto per il futuro dei nostri ragazzi: esperienze a confronto". Parteciperanno Gianmarco Marzocchini, vicesindaco del Comune di Correggio e assessore al welfare e alla coesione sociale, Giuliana Turci, direttore del distretto sanitario di Correggio, Claudia Guidetti, presidente Anffas, Luciana Redeghieri, presidente "Sostegno e Zucchero" e Emma Davoli, presidente della cooperativa sociale Coress.

"La Fondazione Dopo di noi e i suoi progetti sono un esempio di impegno lungimirante nei confronti dei ragazzi disabili e delle loro famiglie", commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. "Dare opportunità di vita autonoma, di esperienza e crescita con altri ragazzi al di fuori della protezione famigliare, significa occuparsi della qualità della loro vita presente e futura. Il Comune di Correggio ha sostenuto fin dall'inizio 'Dopo di noi', perché fosse riconosciuta anche ai ragazzi disabili la possibilità di una vita autonoma, in un percorso di crescita comune, e anche perché solo una comunità pienamente responsabile verso i suoi componenti, soprattutto i più fragili, può dirsi civile. Correggio, con il grande supporto di tanti suoi cittadini, conferma ancora una volta di essere una comunità solidale, coesa, accogliente e sicura".

"Dopo di Noi" di Correggio nasce infatti alla fine del 2008 per volontà delle tre associazioni territoriali – "Anffas", "Sostegno e Zucchero" e "Traumi cranici" – e con il sostegno dei Comuni del distretto correggese per riaffermare la scelta di civiltà che li contraddistingue, cioè l'essere una "comunità solidale". Nasce inoltre dalle famiglie, delle centrali cooperative, Legacoop e Confcooperative, dalla Fondazione Manodori e da singoli cittadini. La finalità principale della Fondazione è quella, e non solo statutaria, di costruire un domani per le persone disabili che non avranno più l'appoggio familiare.

Dal 2008 tante le iniziative messe in campo: i progetti "Weekend" e "Settimana" durante i quali i ragazzi/e hanno concretamente sperimentato spazi di vita insieme, lontano dai genitori, dalla protezione quotidiana, dalla famiglia.
I due progetti vengono svolti in un appartamento messo a disposizione da cooperativa d'abitanti locale, arredati grazie ad un contributo, mentre il resto dei costi viene coperto da una convenzione con l'Unione dei Comuni e l'ASL distrettuale, dalle famiglie e dalla stessa Fondazione. La gestione è coordinata da un gruppo di lavoro composto dalla Fondazione, dal Servizio Sociale dell'Unione dei Comuni, dall'AUSL distrettuale, dalla cooperativa Coress di Reggio Emilia che fornisce il personale educativo. Ma c'è anche tanto volontariato che ruota intorno ai due progetti: l'Auser, la Fondazione e persone, giovani e meno giovani, che generosamente danno il loro apporto, traendo il beneficio di sentirsi ed essere veramente utili.

(Fonte: Ufficio stampa Comune di Correggio)