Torna in centro a Cavriago, per la settima edizione, la coinvolgente manifestazione “GRADEvoli sere d’estate”, patrocinata dal Comune di Cavriago e realizzata in collaborazione con l’associazione Cuariegh on the road, il cui ricavato sarà devoluto a Fondazione GRADE Onlus per il progetto a sostegno della ricerca scientifica GRADE-No-Limits

Il 7, 8 e 9 giugno , in Piazza Zanti si susseguiranno tre serate di grande musica live, cibo e allegria. Il programma prevede venerdì 7 giugno, dalle 19.30 la tortellata in collaborazione con Madia di Nonno Pepi, e la squisita pizza cotta nel forno a legna. Alle 21.30 il concerto live di Marco J Mammi, cantautore conosciutissimo nel reggiano e non solo, autore di brani diventati di culto come Diotbendèsa. 

Sabato 8 giugno, ancora tortellata dalle 19.30, ma ci saranno anche l'opzione grigliata e sarà aperta la birreria. Alle 21.30 il concerto delle Canne da Zucchero, la grande tribute band di Zucchero "Sugar" Fornaciari il cui nome è ormai una garanzia. 

Domenica 9 giugno, dalle 19.30 ancora tortellata, grigliata e birreria, e dalle 21.30 ancora grande musica live con I Virus e Simpol Piò. I Virus sono un gruppo storico di Cavriago nato nel 1969: da più di 40 anni propongono musica revival anni ’60,'70,'80.
Per informazioni e prenotazioni: Luca 349 7271746, William 335 437256, Fabrizia 334 3673787.

GRADE-No-Limits è il progetto con cui GRADE si è posto l’obiettivo di raccogliere 1 milione di euro per finanziare 6 dottorati di ricerca a favore di giovani medici dell’Ausl Irccs – Cancer Center di Reggio Emilia, e inoltre i costi del finanziamento che ha permesso di acquistare il Digital Spatial Profiling (per circa 400 mila euro): uno strumento altamente innovativo, il primo in assoluto in Italia e fra i primi 5 in Europa, che serve a ottenere informazioni molto più precise e rilevanti sui tumori in diversi ambiti di ricerca.

GRADEvoli-sere-d-estate-2019-cavriago.jpg

 

GLI STUDENTI DEL CHIERICI HANNO REALIZZATO UN MURALES NEL PARCO DEL CENTRO CULTURA MULTIPLO DI CAVRIAGO - Il progetto si propone di coinvolgere le giovani generazioni e sensibilizzarle alla tutela dei beni culturali intesi come luoghi di comunità

CAVRIAGO - Liceo Artistico statale Gaetano Chierici e Comune di Cavriago insieme per la diffusione della cultura e dell'arte. Il Comune di Cavriago pone tra le sue finalità la promozione d'iniziative e attività rivolte ai giovani, allo scopo di stimolar-ne la creatività, il protagonismo e la partecipazione attiva alla vita della comunità fa-vorendo progetti di cittadinanza attiva rivolti alle giovani generazioni e laboratori scolastici di vario tipo. È in questo quadro che si inserisce la collaborazione tra il Liceo Artistico G. Chierici di Reggio e il Centro Cultura Multiplo di Cavriago che vede la realizzazione di un murales pittorico nel parco del Multiplo - nello spazio di fronte al Bar Eighth Day - nell'ambito di un percorso di AsL (alternanza scuola-lavoro).

Il progetto è stato realizzato, da parte dei ragazzi del Chierici, attraverso un murales che interpreti il tema loro proposto dall'amministrazione dal titolo: "Quando la cultura apre la mente, quando è di tutti, quando è la strada per affrontare la complessi-tà della società attuale".

Gli allievi del Chierici hanno presentato alcune proposte grafiche, che hanno tenuto in considerazione il Multiplo e il suo parco come un unico luogo di cultura, di gioco, di agio, di collaborazione e di tutte le realtà che vi convivono: utenti adulti, bambini, adolescenti e cittadini impegnati in attività di volonta-riato come l'associazione La Rondine che gestisce il chiosco del parco o i volontari Auser che curano il verde. Un'apposita commissione ha scelto il soggetto realizzato in questi giorni.
"La creazione è tutta opera dei ragazzi: dall'idea, al disegno, alla scelta dei colori – spiega l'assessore alle politiche culturali Vania Toni - Il progetto si propone di coin-volgere le giovani generazioni e sensibilizzarle alla tutela dei beni culturali intesi come luoghi di comunità e patrimonio di tutti dando ai giovani artisti la possibilità di esprimersi e di lavorare in sinergia e collaborazione con figure professionali del settore". Sono infatti affiancati dall'architetto Giorgio Menozzi, che ha progettato il Multiplo e coordinati dal docente del Chierici Emanuele Murdaca.

"Questo grande murales è il frutto dell'attività AsL svolta al termine di questo anno scolastico - spiega la dirigente del liceo Chierici, la professoressa Maria Grazia Diana - è un' opportunità che permette agli studenti di misurare le proprie competenze e di operare per la cittadinanza, di riflettere sull'importanza della cultura in modo comunicativo e con un senso estetico decorativo arricchisce i luoghi e permette di ricordare più a lungo pensieri che non devono disperdersi".
I ragazzi coinvolti nel progetto sono: Chiara, Edilia, Mariano, Aurora, Tommaso, Li-sa, Alice, Angelica, Lorenzo e Marta della classe 4D.

IL CONCETTO A CUI SI ISPIRA IL MURALES
La cultura quando apre la mente, quando è di tutti, quando è la strada per af-frontare la complessità della società attuale. La cultura è come un giardino: va coltivata e curata. Curandola, inoltre, si aggiunge inevitabilmente qualcosa dal proprio bagaglio di esperienze personali. Così grazie al contributo di cia-scun singolo, si crea un patrimonio di tutti, senza distinzioni di età, genere, et-nia, ed estrazione sociale. Ho scelto colori vivaci e luminosi su uno sfondo bianco per trasmettere purezza ed energia. Energia vitale in continua evolu-zione e trasformazione. Energia che può e deve essere tramandata di genera-zione in generazione. Una vera e propria, effettiva, "rotazione delle culture", in entrambi i sensi del termine che si fondono in un unico murales.

Murales_1_1.jpg

murales_4_1.jpg

murales_13_1.jpg

murales_15_1.jpg

 

Dopo i recenti casi di violenza nel comune di Reggio Emilia, il problema sicurezza continua a crescere sempre più anche nella provincia.

Questa volta in Piazza della Repubblica e vicino viale Ruggeri, in centro a Guastalla, dove una pensionata, di ritorno a casa dopo aver fatto visita al figlio, si è ritrovata minacciata da due stranieri in stato di ebbrezza alcolica che l'hanno inseguita fino a quando la donna non è riuscita a raggiungere un bar e attendere aiuti.

Scene che si ripetono quotidianamente sempre con vittime delle donne e sempre in comuni amministrati dal centrosinistra dove i cittadini sono abbandonati al loro destino: Reggio Emilia, Correggio, Cavriago e ora Guastalla. Tutti comuni dove le Donne Emiliane si stanno radicando sil territorio per dare voce a questi gravissimi casi e fronteggiare questa sgradevole situazione venutasi a creare da un illogico disinteressamento alla sicurezza dei propri cittadini, lasciando soli anziani, donne e bambini anche nel pieno centro della città. Commenta Claudia Bellocchi, Lega Nord e presidente delle Donne Emiliane

Grazie al progetto promosso dalla Provincia e coordinato con Acer, in otto comuni risparmiate circa 570 tonnellate di petrolio in scuole superiori, residenze per anziani, palestre e municipi.

Reggio Emilia, 19 aprile 2016

Interventi di riqualificazione energetica e di illuminazione pubblica, installazione di impianti fotovoltaici, allacciamenti alla rete di teleriscaldamento in scuole, residenze per anziani, palestre, municipi ed edifici pubblici per oltre 6,8 milioni di euro, di cui 555.000 finanziati dalla Regione Emilia-Romagna, in grado di produrre un risparmio annuo complessivo di circa 570 Tep (tonnellate equivalenti di petrolio) con il conseguente beneficio di ridurre notevolmente le emissioni inquinanti. Questo il risultato del Progetto ABC Energia, promosso dalla Provincia e coordinato insieme ad Acer Reggio Emilia, a cui hanno aderito otto Comuni reggiani: Campegine, Cavriago, Sant'Ilario d'Enza, Toano, Vetto, Villa Minozzo, Castelnovo ne' Monti e Quattro Castella.

I risultati sono stati presentati ieri mattina dai presidenti di Provincia di Reggio Emilia e Acer, Giammaria Manghi e Marco Corradi, insieme ai sindaci di Cavriago e Quattro Castella, Paolo Burani e Andrea Tagliavini, ed al dirigente del Servizio Infrastrutture della Provincia, Valerio Bussei. "Il volume finanziario davvero rilevante che siamo riusciti a investire sul territorio è importante per tre ragioni – ha detto il presidente della Provincia, Giammaria Manghi – Ci ha permesso di riqualificare un patrimonio pubblico, in particolare scuole ed edifici municipali, sul quale si fatica tradizionalmente a intervenire a causa dell'assenza di risorse; di ridurre il consumo di energia attraverso le energie rinnovabili, un tema di etica ambientale caro anche a molti cittadini; ma anche di movimentare una serie di lavori che, in questi tempi di crisi, ci hanno permesso di generare Pil locale, sostenendo un sistema economico che ha sicuramente risentito del calo di investimenti in opere pubbliche".

"Siamo alla conclusione del progetto "ABC Energia", di cui oggi rendicontiamo un'attività già realizzata che ha sicuramente anticipato i tempi rispetto ai temi dell'efficienza energetica", ha aggiunto il presidente di Acer Reggio Emilia, Marco Corradi, sottolineando come l'Azienda Casa Emilia-Romagna "sia da tempo impegnata a promuovere e a sensibilizzare i cittadini sui temi del risparmio e dell'efficienza energetica, mettendosi al servizio della Provincia e dei Comuni per realizzare un programma di riqualificazione sul proprio patrimonio, una iniziativa virtuosa di esempio e stimolo per i cittadini".

Il dirigente Valerio Bussei ha infine illustrato gli interventi realizzati dalla Provincia in un quindicina di istituti superiori, in particolare installando pannelli solari su una dozzina di sedi, oggi in grado di produrre ben 1,4 milioni di kwh/anno.

Il progetto

Gli Enti locali coinvolti si sono subito attivati per lo sviluppo dei progetti e per l'avvio dei programmi di riqualificazione energetica, individuando gli interventi da effettuare e mettendo a disposizione le ulteriori risorse necessarie per il completamento delle opere.
A sostegno dell'iniziativa, avviata nel 2011 allo scopo di promuovere azioni di sistema volte al risparmio e all'efficienza energetica, la Provincia ha svolto un importante lavoro di raccordo tra i Comuni, che ha permesso di realizzare un progetto di forte impatto economico e ambientale. "ABC Energia", infatti, non solo ha avviato un processo di riqualificazione del patrimonio pubblico aumentandone il valore, ma ha creato anche nuove opportunità di lavoro per le imprese locali chiamate a realizzare i lavori.
Gli interventi effettuati, inoltre, stanno producendo un risparmio annuo complessivo di circa 570 Tep (tonnellate equivalenti di petrolio) con il conseguente beneficio di ridurre notevolmente le emissioni inquinanti, di cui gli edifici sono tra i principali produttori.
Acer Reggio Emilia ha supportato la Provincia in tutte le fasi di lavoro, dalla predisposizione del programma degli interventi di riqualificazione alla ricerca dei finanziamenti, alla realizzazione di alcuni progetti esecutivi fino alla successiva rendicontazione.

Con il completamento di questo progetto, la Provincia di Reggio Emilia conferma il proprio impegno per l'attuazione di azioni volte ad aumentare le quote di efficienza energetica sul proprio territorio e, in collaborazione con Acer Reggio Emilia, svolge un'importante attività di assistenza tecnico amministrativa e di coordinamento tra i Comuni, promuovendo attività di riqualificazione energetica di prospettiva. Obiettivo condiviso con la Regione Emilia-Romagna che nel Piano energetico regionale, recependo le priorità dettate dal Piano di efficienza energetica dell'Unione Europea, promuove azioni per la riduzione del consumo di energia e le emissioni di gas serra e l'aumento dell'utilizzo delle energie rinnovabili al fine di diffondere una nuova cultura per il benessere ambientale e sociale.

(Fonte: ufficio stamp Provincia di Reggio Emilia)

Domenica, 14 Dicembre 2014 15:45

Premio per la Pace "Giuseppe Dossetti"

Ottava edizione del Premio per la Pace "Giuseppe Dossetti", premio conferito alle associazioni e ai singoli cittadini che operano in Italia e nel mondo, portando avanti il sogno di pace di Dossetti

Di Federico Bonati - 
Cavriago (RE) – "Credo che questo debba essere un compito affidato ai più giovani: di non darsi pace se non facendo veramente opere di pace in tutti i sensi". Questa citazione di Giuseppe Dossetti funge da incipit all'ottava edizione del Premio per la Pace ad esso intitolato. Una premiazione alla quale erano presenti i vertici delle istituzioni locali, provinciali e regionali: hanno partecipato, infatti, il sindaco di Cavriago Paolo Burani, il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, il presidente della provincia di Reggio Emilia Gianmaria Manghi e il neoeletto governatore della regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini. È il primo cittadino cavriaghese a fare gli onori di casa parlando del Premio: "Ricordiamo Dossetti per il suo aspetto educativo e per essere stato portatore di una cultura della pace.

La premiazione

 

Con questa premiazione desideriamo far emergere quell'Italia diversa da quella proposta dai media, quell'Italia che fa progetti basati sulla cultura della pace". Un premio quanto mai attuale come rileva il presidente Manghi, che focalizza la propria attenzione sul ruolo della cultura nell'ambito della pace. La figura di Dossetti deve, a detta del sindaco Vecchi, essere un punto di riferimento, e come lui tanti altri, per avere fiducia nel domani e per esorcizzare il rischio del declino morale, un rischio che ogni giorno viene sottoposto ai nostri occhi, come dimostra la recente vicenda di "Mafia Capitale". Il presidente Bonaccini parla di quanto sia importante mantenere viva la memoria di figure come Dossetti: "Non possiamo rischiare di perdere la memoria storica, ed ecco perché ci stiamo attivando con l'Unione Europea per realizzare progetti di pace e per mantenere vivo il ricordo delle vicende del passato, dalle quali trarre utili insegnamenti per il futuro".

Ben quaranta i progetti candidati alla vittoria finale, vinta da due associazioni e da un cittadino, come di consuetudine. Si tratta di Alberto Bonifacio, lecchese, per le sue opere di carità nelle zone dei Balcani funestate da guerre e scontri, dell'Associazione Assefa Italia di Sanremo (IM), attiva in India da trentacinque anni, educando i bambini e i ragazzi indiani alla cultura della non violenza e del rispetto portata avanti da Gandhi, ed infine dell'Associazione Cooperativa Internazionale per lo Sviluppo, proveniente da Torino, che opera in Giordania, lavorando con giovani disabili e favorendo la promozione dell'incontro e della cooperazione fra culture e religioni differenti. Il sogno di Giuseppe Dossetti continua, e a dimostrarlo sono questi gesti d'amore e di pace compiuti da queste persone. Spiragli di luce in un cielo nuvoloso, ma che grazie ad essi non promette tempesta.

Pubblicato in Cultura Reggio Emilia

I Carabinieri di Reggio Emilia hanno messo le mani su due spacciatori di cocaina ghanesi, che effettuavano anche consegne a domicilio. Si tratta di un filone dell'indagine iniziata l'anno scorso a Cavriago con la morte di un giovane per overdose da eroina.

Reggio Emilia, 12 luglio 2014 - di Ivan Rocchi

Nella serata di ieri, i Carabinieri dell'Aliquota Operativa di Reggio Emilia, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 9 luglio scorso dal Tribunale di Reggio Emilia, nei confronti di due cittadini ghanesi, un 32enne clandestino e un 34enne, ritenuti responsabili di aver messo in piedi almeno dal 2011 una fitta rete di spaccio di sostanze stupefacenti, prevalentemente cocaina.

Le indagini erano partite nell'agosto 2013, a seguito del decesso per overdose di Marco Abatiello. Il giovane 37enne era morto in casa a Cavriago nel giorno di Ferragosto e il suo cadavere era stato ritrovato dopo due giorni. Gli sviluppi investigativi hanno ora dimostrato come i due giovani ghanesi, che avevano tra la propria clientela diversi soggetti della 'Reggio bene', in molte occasioni effettuavano un vero e proprio servizio a domicilio, cercando così di tutelare i personaggi più in vista da possibili identificazioni. I resoconti dell'indagine, durata oltre un anno, sono stati recentemente posti all'attenzione della magistratura reggiana, che condividendo appieno le ipotesi investigative ha emesso il provvedimento cautelare nei confronti dei due uomini.

Quindi, ieri sera verso le 22, i carabinieri sono piombati nell'appartamento in zona Foscato dove i due ghanesi si erano recentemente trasferiti, mettendo fine alla loro attività illecita e sequestrando, tra l'altro, ancora cocaina e sostanza da taglio, cinque telefoni cellulari utilizzati per i contatti con i clienti, svariate schede Sim e denaro contante per circa 150 euro, ritenuto provento dell'attività di spaccio. Accompagnati in caserma i due sono stati arrestati e, questa mattina, tradotti in carcere a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Parte stasera la Festa Emilia Verde a Cavriago (RE), la prima organizzata dalla Lega Nord emiliana. L'ospite di oggi è Roberto Maroni, e domenica arriva il segretario Matteo Salvini. Tre giorni tra stand, cucina, musica e incontri politici.

Reggio Emilia, 11 luglio 2014 - di Ivan Rocchi

Sarà Roberto Maroni ad aprire la Festa Emilia Verde a Cavriago, organizzata dalla Lega Nord emiliana. L'ex segretario parlerà tra le altre cose dell'Expo 2015 a Milano e delle opportunità che questo può ancora offrire. A seguire, nell'arena esterna ci sarà il concerto del gruppo Le Minigonne.

La serata di domani sarà invece dedicata ai giovani e all'insegna del divertimento, con la Strana Coppia di Radio Bruno. I militanti che provengono dalle altre regioni si fermeranno a dormire in tenda in un'area destinata. Il politico della serata sarà il segretario della Lega Nord emiliana, Fabio Rainieri.

Ma la giornata clou sarà domenica, quando a sera arriverà il Segretario federale Matteo Salvini, che parlerà degli equilibri nazionali ed europei a solo una settimana dal Congresso di Padova del 20 luglio. Un incontro atteso per il popolo leghista, dove potrebbe essere aggiornato lo statuto del partito e potrebbero essere prese in considerazione ipotesi di alleanze con altri partiti. Al termine del comizio, Salvini si tratterrà insieme ai presenti per guardare i Mondiali e tifare, ovviamente, Argentina. Nell'arena esterna ci sarà intrattenimento con i comici del Costipanzo Show.

E probabilmente la serata sarà anche l'occasione per parlare delle prossime elezioni regionali, che si terranno a seguito delle recenti dimissioni del governatore Errani. "La Lega Nord emiliana – dice il segretario provinciale reggiano Gianluca Vinci - dopo l'ultimo ottimo risultato elettorale che la vede al 6% anche nella nostra regione, ha il pieno appoggio e l'impegno di tutti i vertici nazionali per la tornata elettorale di novembre".

Pubblicato in Politica Reggio Emilia

La bambina è recentemente rientrata dalla Repubblica Dominicana, dove è in corso l'epidemia. La malattia si trasmette solamente tramite puntura di zanzara tigre.

Reggio Emilia, 9 luglio 2014 -

L' Azienda USL di Reggio Emilia informa che è stato diagnosticato un caso di Chikungunya in una bambina residente a Cavriago, recentemente rientrata dalla Repubblica Dominicana, area in cui è in corso un'epidemia dello stesso virus.

La bambina è attualmente ricoverata e le sue condizioni di salute risultano discrete. 

La febbre di Chikungunya è una malattia virale trasmessa attraverso la puntura di zanzara e caratterizzata da febbre alta, forti dolori articolari e muscolari, rash cutaneo. 
Sono stati inoltre attivati immediatamente, in collaborazione con il Comune di Cavriago, i protocolli del caso che contemplano l'effettuazione, in un area corrispondente al luogo di permanenza del caso segnalato, di una serie ripetuta di disinfestazioni contro la zanzara tigre, sia in area pubblica sia privata – con modalità "porta a porta".

La zanzara tigre è l'unico vettore di questa patologia: la febbre Chikungunya infatti non si trasmette direttamente da uomo a uomo ma solamente attraverso la puntura di una zanzara infetta.

 Non vi è, al momento, nessun altro caso sospetto e non sussiste alcun allarme sanitario.

 Per maggiori informazioni sugli interventi messi in atto dalla Regione Emilia-Romagna per la protezione nei confronti delle zanzare invasive: www.zanzaratigreonline.it

(Fonte: Ausl Reggio Emilia)

 

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

In 21 uffici postali è attivo uno sportello dedicato al solo pagamento dei bollettini di conto corrente. Per gli ultra settantenni uno sconto sulla commissione dei bollettini -

Reggio Emilia, 11 giugno 2014 -

In 21 uffici postali del Reggiano (Reggio Emilia Centro, Reggio Emilia 1 in viale Timavo, Reggio Emilia 2 piazzale Marconi, Reggio Emilia 3 via Borsellino, Reggio Emilia 4 viale Umberto I, Reggio Emilia 5 via Fratelli Cervi, Reggio Emilia 7 via Martiri di Cervarolo, Reggio Emilia 8 via Kennedy, Bagnolo in Piano, Castellarano, Castelnuovo di Sotto, Castelnuovo ne' Monti, Cavriago, Correggio, Guastalla, Montecchio, Novellara, Rubiera, San Maurizio, Sant'Ilario d'Enza e Scandiano) è operativo uno sportello dedicato al solo pagamento dei bollettini di conto corrente.
L'innovazione permette di rendere ancora più veloci le operazioni di pagamento, soprattutto quando c'è grande concentrazione di clientela per il pagamento delle imposte locali o la riscossione delle pensioni.
Il bollettino di conto corrente postale può essere pagato presso gli uffici postali con il contante, con le carte Postamat dei titolari di conto BancoPosta e con i bancomat di tutti gli Istituti bancari.
Inoltre, in tutti gli uffici postali per gli "over 70" c'è lo sconto della commissione sui bollettini.
Poste Italiane ha avviato una campagna di comunicazione rivolta a coloro che hanno già compiuto 70 anni per ricordare che possono pagare le bollette (ovviamente a loro intestate) ed in genere i bollettini postali (fatture per le utenze luce, gas, acqua, telefono, le rate dei finanziamenti, bollo auto, canone Rai, multe e tutti i soggetti muniti di conto corrente postale) versando una commissione di € 0,70 anziché € 1,30.

(Fonte: ufficio stampa Poste italiane)

 

Il comunicato stampa del Circolo PD di Cavriago che ha festeggiato il primo maggio con Elly Schlein, candidata alle Europee per il nord est -

 

Reggio Emilia, 2 maggio 2014 -

Elly Schlein, candidata alle Europee per il nord est, ha deciso di festeggiare il 1° maggio a Cavriago.

Sono qui per festeggiare un anno di belle battaglie politiche fatte assieme e per una campagna elettorale che ci vede impegnati, ancora una volta insieme, per strada, a piedi e in bicicletta, per dare un messaggio di vicinanza e di ascolto

Una giornata di festa organizzata dal Circolo PD che vede nell’attuale vicesindaco, Paolo Burani, il candidato sindaco con la lista “Cavriago Democratica”

Affrontiamo le tante sfide in Europa come investire in cultura, sapere, innovazione.

Lasciatemi sognare che faremo insieme questa campagna, 25 giorni, per le nostre città, i nostri comuni, e per riportare l’Europa sognata in principio e mai compiuta

La giovane candidata alle Europee ha salutato emozionata la folla presente, ringraziando il forte impegno portato avanti dal PD in grado di abbattere l’indifferenza e l’allontanamento dalla politica.

 

 

(Fonte: ufficio stampa PD Cavriago)

 

Pagina 1 di 2