La Top 10 delle città con i migliori trasporti pubblici d’Italia - L’estate è finita e probabilmente molti sono tornati dalle vacanze alla vita di tutti giorni. Ma c’è una cosa che sia i turisti che i locali utilizzano ogni giorno: i trasporti pubblici! Che sia per visitare i luoghi più belli di una città, o per spostarsi semplicemente da un punto all’altro, sarà capitato a tutti di prendere autobus, metro o tram! Spesso la velocità dei mezzi può cambiare interamente un’esperienza di soggiorno e, si sa, l’efficienza della rete di trasporti può cambiare molto da città a città. Ecco perché Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, ha deciso di stilare una lista delle città con i trasporti più veloci ed efficienti d’Italia utilizzando il database di Google.

screenshot.png

 

1. Milano, Lombardia - efficienza: 10

Al primo posto si trova Milano, e non è certo una sorpresa! Chi, infatti, non aveva proprio pensato al capoluogo lombardo, parlando di efficienza dei trasporti? Qui sembrerebbe funzionare tutto alla perfezione, tanto che, in media, chi prende un mezzo pubblico impiega meno di 8 minuti per percorrere un km, camminando solamente per il 12% del percorso totale. Questo va anche ad influire sul prezzo del biglietto, che è il più alto d’Italia: 2€. La rete metropolitana di Milano, oltre ad essere la più estesa d’Italia, è anche tra le più lunghe d’Europa ed è comprensiva di 4 linee! In città sarà possibile muoversi anche con bus, metro e filobus...più efficiente di così! Atm.it

2. Verona, Veneto - efficienza: 9.9

Al secondo posto si trova Verona, con un punteggio di 9.9, vicinissima all’efficienza milanese. Nella città di Giulietta, la rete di trasporti sembra, infatti, funzionare benissimo! Tanto che servono poco più di 8 minuti per percorrere un km e si dovrà camminare in media solo per il 15% del percorso totale. Il prezzo di un biglietto si assesta in questo caso su 1,30€, un vero sollievo per chi ama viaggiare! Qui sarà possibile muoversi con quasi 30 linee di autobus e ogni 5 minuti, Holidu GmbH Riesstr. 24 Elena Rita Paolo, PR & Online Marketing Manager 80992 Monaco di Baviera E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Germania

4 linee sono pronte per accompagnare tutti gli appassionati dalla stazione centrale all’Arena di Verona! Niente male vero? atv.verona.it

3. Trento, Trentino - efficienza: 9.7

Chiude il podio Trento, con una rete di trasporti che le vale un bel 9.7. Per percorrere un km in questa bellissima città, ci si impiegherà 8 minuti e 11 secondi, camminando per il 17% del percorso. A Trento ci sono 24 linee di autobus per muoversi in città, oltre che la funivia per raggiungere Sardagna. I mezzi saranno la scelta perfetta per godersi il panorama di montagna di questa bellissima città, costeggiare l’Adige e sedersi in completo relax. Qui un biglietto costerà 1,50€ tra i più costosi della Top 10. trentinotrasporti.it

4. Parma, Emilia-Romagna - efficienza: 9.7

Al quarto posto si trova Parma, in Emilia Romagna, con un punteggio di 9.7 su 10 per quanto riguarda l’efficienza della rete di trasporti. Oltre ad essere una città universitaria, Parma è il posto perfetto per fare un tuffo tra le delizie culinarie italiane. Qui, spostarsi sarà facilissimo e il biglietto dell’autobus costerà solo 1,30€! In media, ci vorranno poco più di 8 minuti per percorrere un km, camminando quasi per il 20% del percorso totale. Ci sono ben 15 linee di autobus, che permetteranno di raggiungere ogni posto di questa piccola e accogliente città emiliana! tep.pr.it

5. Prato, Toscana - efficienza: 9.6

Al quinto posto troviamo Prato, che si guadagna un posto nella Top 10 con un’efficienza dei trasporti di 9.6. La città toscana è una vera e propria chicca, che merita sicuramente di essere visitata! Il tutto è reso molto facile dagli autobus, grazie ai quali spostarsi in città prenderà soli 8 minuti e mezzo al km, con una percentuale di camminata del 16%. Spostarsi da un punto all’altro sarà anche economico, dato che il biglietto costa 1,20€. capautolinee.it

6. Padova, Veneto - efficienza: 9.6

Al sesto posto si trova Padova, con pochissimo distacco da Prato e raggiungendo comunque un punteggio complessivo di 9.6. Qui spostarsi sarà un piacere, impiegando circa 8 minuti e mezzo per km, di cui il 19% camminando. I mezzi pubblici sono composti principalmente da autobus (28 linee) e tram, che lavorano in perfetta sincronia, per offrire una mobilità eccellente anche fino ai Colli Euganei. Il prezzo di un biglietto sarà di 1,50€. fsbusitaliaveneto.it

7. Salerno, Campania - efficienza: 9.5

La prima meridionale in classifica è Salerno, con un’efficienza di 9.5. La città campana, conosciuta per la bellissime spiagge vicine, è un’eccellenza anche nei trasporti. Ci vorranno infatti 8 minuti e 47 per percorrere un km in città, con quasi un 15% di camminata nel percorso. Il biglietto in questo caso è più economico e si assesta su 1,32€. Vale davvero la pena visitare questa meravigliosa destinazione nel cuore del Cilento, e sarà anche facile grazie alla velocità di bus e alle 24 linee totali. cstp.it

8. Brescia, Lombardia - efficienza: 9.4

All’ottavo posto torniamo in Lombardia con Brescia, che si aggiudica un punteggio totale di 9.4. La seconda classificata della regione, dopo Milano, trova il suo posto in classifica, con un totale di 8 minuti e 42 secondi per km percorso con i mezzi pubblici. Qui, nonostante l’ottima rete di Holidu GmbH Riesstr.trasporti, tra autobus re metro, il biglietto costerà 1,20€. Visitare la leonessa e i complessi di Santa Giulia sarà, quindi, molto piacevole, oltre che estremamente facile! bresciamobilita.it

9. Livorno, Toscana - efficienza: 9.3

Al nono posto troviamo Livorno, la seconda toscana in classifica, dopo Prato. Anche qui la rete di trasporti sembra essere molto efficiente, con un punteggio totale di 9.4. In città ci vorranno 8 minuti e 43 secondi al km per spostarsi da un punto all’altro, anche se si dovrà camminare per il 21% del percorso. Un biglietto costerà 1,25€ e ci saranno a disposizione ben 19 diverse linee di autobus, per andare facilmente dal centro al mare e viceversa! livorno.cttnord.it 

10. Bologna, Emilia-Romagna - efficienza: 9.3

Il capoluogo emiliano chiude questa classifica con un punteggio di 9.3, conquistandosi anche il secondo posto della regione, dopo Parma. A Bologna sarà possibile muoversi con i mezzi pubblici molto facilmente, impiegando all’incirca 8 minuti e 44 secondi al km. La bellissima città universitaria merita quindi di essere esplorata in tutti i suoi portici e in tutte le sue piazze, spendendo solo 1,50€ per un biglietto! tper.it

Metodologia
Per valutare la qualità della rete di trasporti pubblici in ogni città, Holidu ha testato l'efficienza dei collegamenti verso il centro da una varietà di località sparse per la città. In primo luogo, una serie di anelli concentrici sono stati disegnati intorno al centro di ogni città con un raggio crescente (1500 m, 2300 m, 3100 m e 3900 m). Su ogni anello è stato poi fissato un numero di punti, proporzionale al diametro di ogni anello, ed è stata estratta la durata del viaggio da ogni punto al centro, insieme alla percentuale di camminata che ciò comportava. I dati di ogni città sono stati poi aggregati calcolando la velocità mediana e la percentuale di camminata per città. Poi sono stati normalizzati i dati relativi alla velocità e all'andatura per città e ad ogni città è stato assegnato un punteggio che è maggiore per il trasporto pubblico più veloce e per la percentuale di camminata più bassa. Le informazioni sulla durata e sulla percentuale di spostamenti a piedi sono state recuperate da Google Directions API. Solo le vie di trasporto pubblico valide che hanno restituito un risultato valido sono state incluse nei calcoli. Sono stati considerati solo i viaggi all'interno della città. È stato stabilito un minimo di 15 viaggi per città per considerare il punteggio rappresentativo. La data di partenza scelta per tutti i viaggi è stata il 7 ottobre 2019 alle 8:30 del mattino. Solo le città più grandi d’Italia (quelle con una popolazione superiore a 100.000 abitanti) sono state prese in considerazione per lo studio.

I prezzi dei biglietti dei trasporti sono stati estrapolati dal database di Numbeo. numbeo.com/cost-of-living/ Holidu GmbH Riesstr.

 

Riguardo a Holidu
La missione di Holidu è di rendere finalmente facile la ricerca e la prenotazione di case vacanza. Il suo motore di ricerca di case vacanza permette ai viaggiatori di prenotare l'alloggio ideale al prezzo più basso. L'azienda aiuta anche i proprietari di case vacanza a moltiplicare le loro prenotazioni con meno lavoro attraverso il suo software e la sua soluzione di servizio sotto il marchio Bookiply. I fratelli Johannes e Michael Siebers hanno fondato Holidu nel 2014. La startup in forte crescita ha sede a Monaco di Baviera e ha uffici locali nelle destinazioni di viaggio più interessanti d'Europa.
Seguici su:
Twitter www.twitter.com/Holidu
Instagram www.instagram.com/holidu/
Facebook www.facebook.com/holiduit/
Linkedin www.linkedin.com/company/holidu/

Per ulteriori informazioni, consultare https://www.holidu.it/ e https://www.bookiply.it

L'abbonamento TEP si acquista su appuntamento in biglietteria. Nuovo servizio per prenotare un appuntamento con gli operatori delle biglietterie per acquistare l’abbonamento senza attese e senza code.

Parma, venerdì 9 agosto 2019 - Novità in arrivo da quest’anno per chi deve sottoscrivere o rinnovare un abbonamento urbano o extraurbano TEP. Oltre ai tradizionali sistemi di ricarica da remoto (web, bancomat, tabaccherie) sarà possibile continuare a rivolgersi agli sportelli TEP, ma con la garanzia di poter trovare un operatore a disposizione e di compiere l’operazione rapidamente, senza il rischio di affrontare code e lunghe attese.
Dal 12 agosto sarà attivo un servizio di acquisto degli abbonamenti su appuntamento. Sarà sufficiente collegarsi via web all’indirizzo http://bit.ly/appuntamentoTEP per prenotare l’appuntamento con un operatore presso lo sportello desiderato (Barriera Bixio, P.le Paer angolo via Garibaldi o in Cicletteria presso la Stazione).


Fin dall’entrata in funzione del sistema di tariffazione Mi Muovo, TEP ha attivato diversi servizi di ricarica che permettono a chi acquista un abbonamento di compiere l’operazione senza recarsi fisicamente in biglietteria, con risparmio di tempo e senza inutili attese. Diverse persone però continuano a compiere l’operazione agli sportelli perché alcuni abbonamenti (ad es. quelli per gli studenti universitari) richiedono delle certificazioni che comprovino il diritto a fruire di tariffe agevolate o semplicemente perché prima di acquistare il titolo di viaggio il cliente ha la necessità di chiedere informazioni e chiarimenti direttamente agli operatori. Nei periodi in cui le sottoscrizioni di abbonamenti tradizionalmente si intensificano –tra la seconda metà di agosto e la prima metà di settembre per chi va a scuola in bus – c’è il rischio di dover restare a lungo in biglietteria in attesa del proprio turno. L’appuntamento permetterà di usufruire del servizio all’orario prefissato, senza ritardi e senza perdite di tempo.
TEP raccomanda a quanti hanno necessità di accedere alle biglietterie per le operazioni di acquisto e di ricarica di prenotare il proprio appuntamento in tempo utile per non arrivare all’ultimo minuto quando gli appuntamenti disponibili risulteranno già tutti occupati. Gli appuntamenti saranno prenotabili già dal 19 agosto anche per chi ha l’abbonamento in scadenza a settembre. Per chi rinnova il proprio titolo prima della scadenza, infatti, la validità non sarà rinnovata in anticipo, ma partire dal giorno successivo la naturale scadenza dello stesso.
La prenotazione degli appuntamenti non sarà attiva solo per l’estate, ma anche nei mesi successivi e per tutti i titoli di viaggio –annuali, ma anche mensili e trimestrali. In questa prima fase sarà possibile prenotare appuntamenti dal 19 agosto e fino all’11 ottobre.


Chi non dispone di un collegamento ad Internet o di un device per la navigazione (pc, smartphone o tablet) potrà prenotare l’appuntamento anche telefonicamente, contattando il numero 0521 214 441, attivo dal 19 agosto dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.30.


Per chi ha necessità di compiere operazioni diverse dall’acquisto o rinnovo dell’abbonamento (es. pagamento sanzioni, richiesta informazioni ecc.) presso la biglietteria di Barriera Bixio sarà comunque disponibile uno sportello dedicato, con accesso diretto in base alla priorità di arrivo.

Ufficio Stampa TEP spa

Parma, 7 dicembre 2018 – Continua l'operazione di rinnovo del parco mezzi Tep. Sono stati, infatti, presentati questa mattina presso la sede Tep i nuovi bus urbani che saranno in servizio già da oggi sulle principali linee cittadine prolungate anche fuori città.

Sono 19 i nuovi Scania Citymood, lunghi 12 metri, veicoli molto spaziosi e confortevoli, dotati di 30 posti a sedere, che insieme ai 60 posti in piedi portano ad una capienza totale di 90 passeggeri. Il 91esimo posto, situato in una postazione dedicata, è riservato a passeggeri non deambulanti in carrozzella o, in alternativa, alle mamme che viaggiano con bambini in passeggino.
I passeggeri in carrozzella potranno salire a bordo dalla porta centrale, provvista di pedana a ribaltamento manuale. L'accesso è facilitato dal pianale superribassato e dalla funzione kneeling che consente al bus di inclinarsi sul lato destro, riducendo l'altezza del mezzo da 32 cm a soli 24 cm, per garantire a tutti i passeggeri una salita e discesa dal mezzo più comoda.

I nuovi autobus Scania saranno in servizio già nella giornata di oggi sulle principali tratte urbane prolungate alla prima cintura extraurbana, fruibili quindi dagli abitanti della città così come da quelli di buona parte della provincia di Parma. Si tratta di linee a lunga percorrenza, per le quali TEP ha scelto questi mezzi in virtù degli spazi interni più ampi, uniti ad un allestimento con una maggiore dotazione di posti a sedere rispetto a quelli normalmente previsti per le tratte urbane, così da garantire il comfort di viaggio anche per i tragitti più lunghi.
Per le lunghe percorrenze, peraltro, è necessaria un'ampia autonomia che consenta di coprire i chilometraggi richiesti senza bisogno di effettuare i rifornimenti. Per questo motivo si è scelta per queste vetture un'alimentazione a carburante diesel, con l'aggiunta di dispositivi idonei a ridurre al minimo le emissioni inquinanti, che per questi mezzi risultano ampiamente inferiori ai limiti Euro 6.
I filtri antiparticolato SCR eliminano la maggior parte delle particelle di fuliggine (PM10) contenute negli scarichi diesel, portando l'efficienza ambientale di questi autobus a livelli superiori rispetto a quelli dei normali bus a metano.
Il vano motore è provvisto di un dispositivo antincendio che, in caso di necessità, può erogare schiuma ignifuga nebulizzata in grado di neutralizzare in pochi secondi un eventuale principio d'incendio.
Arricchiscono le dotazioni di bordo l'aria condizionata regolabile separatamente per vano autista e per passeggeri e le porte USB utilizzabili per la ricarica di device elettronici durante il viaggio.

Il piano investimenti: nuovi autobus in arrivo
L'acquisto dei nuovi Scania Citymood ha comportato un investimento complessivo di 4,1 milioni di euro totalmente autofinanziati da TEP, che fa parte del programma di spesa di oltre 24 milioni di euro stanziati dall'azienda per l'acquisto di 86 nuovi autobus nel triennio 2018-2020.
Solo 10 giorni fa, il Consiglio di Amministrazione aziendale ha deliberato l'acquisto di 10 ulteriori nuovi bus a metano, con consegna prevista a inizio estate del 2019.
Per quanto riguarda, invece, gli acquisti già pianificati nei mesi scorsi, entro fine 2018 arriveranno a Parma altri 9 autobus destinati al servizio urbano, cui se ne aggiungeranno 7 nel mese di aprile. A inizio luglio, inoltre, anche il servizio extraurbano - già potenziato nel 2018 con 17 vetture - potrà usufruire di 4 nuove corriere.

Per il presidente di TEP Roberto Prada "La presentazione dei nuovi autobus dà concretezza al piano di rinnovo del parco mezzi che avevamo preannunciato nei mesi scorsi".
Presente alla presentazione anche Tiziana Benassi, assessora alle Politiche per la Sostenibilità Ambientale del Comune di Parma: "La riforma della mobilità che questa amministrazione ha in mente vuole essere attrattiva, sostenibile ed ecologica. Questi nuovi mezzi vanno senz'altro nella direzione della sostenibilità e rendono il trasporto pubblico più attrattivo per i cittadini.".
Per Gianpaolo Cantoni, consigliere delegato per le Società Partecipate della Provincia di Parma: "E' una giornata importante per il nostro territorio. Questi nuovi autobus andranno a collegare il centro con i principali comuni della prima cintura extraurbana, rendendo la provincia più vicina alla città".

 

TEP-nuovi_BUS_Scania_12_MTDSC_1177_1.jpg

 

TEP-nuovi_BUS_Scania_12_MTDSC_1178_1.jpg

 

 

 

 

Di Partito Socialista Italiano federazione di Parma - La Segreteria Provinciale del Psi di Parma e tutti i compagni Socialisti esprimono la propria solidarietà ai dipendenti della Tep spa che da tempo lamentano la continua e preoccupante carenza di manutenzione dei mezzi e la scarsa attenzione alla prevenzione della sicurezza dei mezzi.

Il Partito Socialista si renderà parte attiva affiancando i lavoratori della partecipata locale chiedendo un incontro ai vertici della Tep, al Sindaco di Parma e al Presidente della Provincia, l'incendio che Sabato 6 ottobre ha coinvolto e distrutto un autobus fortunatamente vuoto, non è un caso isolato e non può più essere considerato solamente un caso isolato, non possiamo aspettare che la lista degli incendi aumenti, non possiamo permetterci un altro incendio sulla Linea 9 o sulla Linea Parma Fornovo.

Convinti che il futuro della mobilità locale debba essere sempre più sostenibile e smart, confidiamo che gli esiti dei progetti europei in atto e l'ascolto e la comprensione delle evidenze dei lavoratori, portino in acque sicure la nostra società di trasporto pubblico.

La Segreteria Provinciale di Parma del Partito Socialista Italiano

Rinnovamento ai vertici della società SMTP, società per la mobilità e il trasporto, detenuta al 50% dal comune e per il restante 50% dalla provincia.

S.M.T.P. è l'Agenzia per la Mobilità ed il Trasporto Pubblico nel territorio di Parma. Opera nei territori del Comune e della Provincia di Parma (cd. Ambito Taro) con il compito di progettare, organizzare e promuovere i servizi pubblici di trasporto integrati tra loro e con la mobilità privata. Gestisce e sviluppa il patrimonio immobiliare e infrastrutturale funzionale all'esercizio del trasporto pubblico locale. E' il soggetto responsabile dell'esperimento delle procedure per l'affidamento dell'esercizio del trasporto pubblico. Propone, Studia e Realizza nuove soluzioni nell'ambito della mobilità sostenibile. La TEP invece, si occupa direttamente del servizio di trasporto.

Alla scadenza del mandato triennale l'assemblea dei soci ha deciso di rivoluzionare la guida societaria abolendo la figura dell'Amministratore Unico e istituendo un consiglio di amministrazione composto datre membri. Esce quindi definitivamente l'ex amministratore unico Pierdomenico Belli e entra il piacentino Paolo Rezoagli che assume anche la carica di Presidente.

Gli altri due membri  sono l'avvocato Eugenia Monegatti, indicata dal Comune, ed infine, il socialista iscritto alla federazione di Parma, Francesco Castria, di professione commercialista, indicato dalla Provincia.

Giovedì, 14 Giugno 2018 15:07

Bimbi in Bus

Abbonamento urbano gratuito per un anno intero ai bambini di Parma per cambiare le abitudini di mobilità della famiglia

Parma, giovedì 14 giugno 2018 – Parte da oggi "Bimbi in bus", il progetto ideato da TEP, in collaborazione con Comune e Provincia di Parma per promuovere nuove abitudini di mobilità all'interno dei nuclei famigliari.
Da oggi e fino al 31 luglio i genitori dei bambini che nel 2018 compiono da 6 a 10 anni, che frequenteranno le scuole primarie nel prossimo anno scolastico, potranno ricevere per il proprio figlio un abbonamento annuale urbano gratuito, normalmente in vendita al costo di € 185,00.

L'idea risponde ad un duplice obiettivo. Da un lato, quello di promuovere l'educazione all'uso del mezzo pubblico tra le famiglie di Parma, partendo dai più piccoli quali soggetti più sensibili all'adozione di comportamenti virtuosi. Dall'altro, l'iniziativa fa leva sul ruolo importante dei bambini per modificare le abitudini di mobilità dell'intero nucleo famigliare.

L'abbonamento gratuito, infatti, è utilizzabile quando il bambino viene accompagnato nei suoi spostamenti da almeno un genitore oppure da un nonno, provvisto di un regolare titolo di viaggio (biglietto o abbonamento). I ragazzi in questa fascia d'età, peraltro, sono troppo piccoli per viaggiare non accompagnati. Annullando i costi della mobilità per i più piccoli, si vuole incoraggiare il genitore (o il nonno) a prendere in considerazione l'autobus come mezzo di trasporto per la mobilità famigliare, magari decidendo di diventare un utente regolare, con l'acquisto di un abbonamento per sé.

Secondo il presidente di TEP Antonio Rizzi: "L'iniziativa presentata oggi si inserisce in una serie di progetti che TEP sta realizzando. Per convincere i parmigiani a rinunciare all'auto privata dobbiamo fornire nuovi servizi, autobus di ultima generazione e tecnologie innovative. Un'azienda pubblica non deve pensare soltanto a fare business, ma soprattutto ad offrire servizi che vadano incontro ai bisogni della comunità.".

Presente alla conferenza stampa anche l'assessore Tiziana Benassi del Comune di Parma: "Il progetto fa seguito anche alle istanze di alcuni cittadini che avevano lamentato la congestione del traffico davanti alle scuole negli orari di entrata e di uscita. La proposta risponde sia allo scopo di scoraggiare l'uso dell'auto privata per portare i ragazzi a scuola che a quello di incoraggiare l'uso del mezzo pubblico. L'idea, in linea con i progetti di miglioramento della mobilità urbana di questa Amministrazione, è quella di cambiare le abitudini della famiglia partendo dai bambini. Una buona abitudine che dovrebbe diventare un modus vivendi per tutti."

L'assessore Ines Seletti rimarca: "E' di pochi giorni fa la notizia di una bimba investita da un'auto davanti ad una scuola. Fuori dagli istituti abbiamo creato zone pedonali presidiate da vigili e Auser, all'esterno delle quali, purtroppo si verificano fenomeni di parcheggio selvaggio da parte dei genitori. Questa proposta si aggiunge ad altre, come l'Happy Bus e i servizi scolastici, che offrono concrete alternative di mobilità ai genitori. Per accompagnare i ragazzi da oggi c'è un abbonamento gratuito: un costo in meno, quindi, per tutte le famiglie"..

L'abbonamento, peraltro, può essere utilizzato non solo per andare a scuola, ma per tutti gli spostamenti della famiglia anche in orari e in giorni extrascolastici.

ABBONAMENTO GRATIS: COME RICHIEDERLO
C'è tempo fino al 31 luglio 2018 per presentarsi presso uno degli sportelli TEP (Barriera Bixio, via Garibaldi o Stazione FS c/o Cicletteria) per compilare il modulo di richiesta dell'abbonamento, presentando una fototessera del bambino. L'abbonamento omaggio sarà valido dal 1° settembre 2018 al 31 agosto 2019.
L'unico costo a carico dei genitori sarà quello pari a € 5,00 necessario per attivare la card Mi Muovo, valida 5 anni. Sulla tessera sarà caricato un abbonamento gratuito intestato al bambino, del valore di € 185,00.
La tessera potrà essere ritirata dal genitore direttamente presso la biglietteria.
La mancata richiesta o ritiro dell'abbonamento gratuito entro la data indicata verrà intesa come rinuncia del genitore al titolo stesso. Nessun titolo diverso da quello omaggio potrà essere richiesto in sostituzione o a compensazione del titolo non ritirato.
Qualora dopo il 31 luglio il genitore cambiasse idea e desiderasse ritirare l'abbonamento omaggio, ciò sarà possibile unicamente nel periodo tra il 15 e il 31 ottobre 2018. In quel caso, l'abbonamento ritirato avrà comunque come scadenza il 31 agosto 2019.

CONDIZIONI D'USO E LIMITAZIONI
L'abbonamento è utilizzabile solo se il bambino è accompagnato da un genitore o da un nonno, in ragione di massimo 2 bambini per genitore/nonno dotato di regolare titolo di viaggio (abbonamento in corso di validità o biglietto singolo/multicorse).
Salito a bordo, il genitore dovrà ricordare di validare anche l'abbonamento gratuito del bambino, semplicemente passandolo davanti all'obliteratrice e attendendo l'accensione della luce verde.

Contestualmente alla validazione, sul display apparirà la data di scadenza dell'abbonamento. Sarà cura del genitore verificare che l'abbonamento gratuito non sia utilizzato oltre la data di scadenza dello stesso.

Il minore titolare dell'abbonamento, accompagnato dal genitore o da un nonno, potrà utilizzare il titolo per un intero anno su tutti i servizi diurni ordinari della rete urbana di Parma. Sono esclusi il servizio Prontobus, il servizio Happy Bus e altri servizi urbani non di linea, per il cui utilizzo sarà necessario provvedere all'acquisto di un idoneo titolo di viaggio.

L'abbonamento gratuito, inoltre, non è utilizzabile per uscite didattiche e scolastiche o per altre uscite di gruppo (ad esempio gite scolastiche, visite d'istruzione con la scuola, gruppi Scout ecc.), ove il bambino non sia accompagnato dal genitore o da un nonno. Per le uscite scolastiche, infatti, esiste un regolamento ad hoc e un apposito voucher scolastico, che prevede l'attivazione di corse bis ove necessario.
L'iniziativa è attiva per l'anno 2018/2019 in via sperimentale. Se gli esiti saranno positivi, TEP potrà valutare di riproporla anche per gli anni a venire.

Per info:
http://www.tep.pr.it/area_stampa/nuova_sezione/bimbi.aspx 
Servizio informazioni TEP: tel. 840 22 22 22

Sabato, 12 Maggio 2018 08:47

TEP - nuovi tablet per i verificatori.

Foto del trasgressore sprovvisto di documento per evitare le false generalità, con i nuovi tablet in dotazione ai verificatori.

Parma, 11 maggio 2018 - Tempi duri per i portoghesi sui bus di Parma e provincia. Sono, infatti, in arrivo nuovi strumenti a sostegno dell'attività di verifica dei titoli di viaggio a bordo dei bus TEP. Dalla prossima settimana, il personale di controllo avrà in dotazione nuovi tablet digitali per l'emissione automatizzata delle sanzioni, che permettono di scattare foto qualora un passeggero multato dichiari di essere sprovvisto di documenti.

La legge dà titolo ai pubblici ufficiali di chiedere al passeggero di esibire un documento, in mancanza del quale è ammessa la possibilità di autocertificare le generalità tramite un'autodichiarazione da rendere al verificatore. Qualcuno, però, ne approfitta per fornire dati falsi, magari quelli di qualche "amico" o parente sgradito. Dalla prossima settimana, in casi come questi il personale di controllo allegherà alla sanzione la fotografia dell'utente multato.

Le foto ai sanzionati sono state sperimentate nel mesi scorsi sui bus di SETA, l'azienda dei trasporti di Piacenza, Reggio Emilia e Modena. Per introdurle a Parma, TEP ha preferito prima superare gli ultimi problemi che avrebbero potuto costituire potenziale conflitto con la legge sulla privacy.

I nuovi dispositivi sono oggi utilizzabili per il servizio di verifica nel pieno rispetto delle norme in vigore.

Gli autobus TEP, peraltro, sono già luoghi pubblici videosorvegliati. Le immagini filmate dalle videocamere di bordo, tuttavia, possono essere conservate solo per un tempo limitato e pertanto non consentono di accertare l'identità del trasgressore una volta che è verificata la non veridicità delle generalità comunicate. La foto, invece, rimane agli atti diventando parte integrante della sanzione.

L'azienda confida che l'associazione della foto alla sanzione possa costituire un'azione di deterrenza alla pratica di fornire false generalità al controllore.

Le false generalità non sono solo di un comportamento scorretto, ma un reato penale – essendo i controllori dei pubblici ufficiali – di cui rimane traccia sulla fedina penale del trasgressore. Sapere che alla sanzione potrà essere allegata la foto del trasgressore (esattamente come già accade in presenza di autovelox o varchi elettronici) dovrebbe scoraggiare l'utente sprovvisto di titolo di viaggio dal commettere azioni illecite. Ciò permetterà, di conseguenza, di tutelare quelle persone cui oggi capita la sgradevole esperienza di vedersi recapitare a casa multe mai prese.

E' evidente, in ogni caso, che le foto saranno scattate solo se necessario. Quando la persona sanzionata sarà in grado di esibire un documento d'identità non ci sarà alcun bisogno di ricorrere alla riprova fotografica.

Non è ancora chiaro quale sia stata la scintilla che ha scatenato la brutale, violenta e inumana, reazione del giovane di colore ai danni del 51enne autista della TEP di Parma.

L'episodio, avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri alla stazione dei Bus ha visto come protagonista un autista della locale azienda dei trasporti, che stava prendendo servizio, e un gruppo di giovani che "bivaccavano" nel piazzale degli autobus da dove il mezzo avrebbe dovuto intraprendere la corsa sino a Mezzani.

Qualsiasi fosse la motivazione, non si può giustificare una così inumana reazione da parte del gruppo e in particolare del giovane, dalla apparente età di 20 anni, che riesce a forzare la porta e, come una furia, aggredire l'autista.

Le immagini sono eloquenti. E' evidente e limpida la volontà di fare male.

"Cosa fai? Cosa fai? Chiamate la polizia", urla il conducente con voce terrorizzata. L'uomo viene sbattuto a terra dal ragazzo che lo aggredisce con pugni e calci anche quando il conducente è a già a terra.

Un'aggressione che è stata condannata senza riserve da Forza Italia, da Casa Pound, dalla CGIL, dalla Lega Nord e da Fratelli d'Italia-AN.

 

Pubblicato in Cronaca Parma

Posizionata la segnaletica verticale su viale Toscanini e viale Mariotti, in vista dell'attivazione delle nuove corsie preferenziali dei bus.

Parma, 23 agosto 2016. Autobus più veloci, meno traffico, accessibilità garantita con le nuove corsie preferenziali per i bus sul lungoparma. Oggi è stata posizionata la segnaletica verticale con cui si avvisano gli automobilisti che, a decorrere dal 26 settembre, verranno attivate le nuove corsie preferenziali sia in viale Toscanini, che in viale Mariotti.

L'ufficio viabilità del Comune ha previsto la seguente tempistica: Dal 23 agosto , oggi, l'apposizione di transenne lato strada (sui marciapiedi di Via Basetti e Via Mariotti) con la scritta in nero su fondo giallo che dà l'avviso dell'imminente partenza delle corsie. Dal 29 agosto al 31 agosto, è in programma il tracciamento della segnaletica orizzontale gialla sulle corsie. Dai primi di settembre, è previsto il presidio dei vigili a titolo informativo per agli automobilisti. Entro il 15 settembre, è prevista l'Installazione della segnaletica fissa (debitamente coperta); Dal 16 al 22 settembre, l'informazione continuerà durante la Settimana della Mobilità Sostenibile. Dal 26 settembre, è in programma la scopertura cartelli e partenza formale delle corsie.

Dall'istituzione delle corsi riservate ai bus nei viali Mariotti e Toscanini i cittadini di Parma avranno benefici ben più rilevanti rispetto a qualche piccolo disagio, peraltro solo per chi, utilizzando i permessi di transito, fa un uso improprio del Lungoparma come asse di scorrimento per attraversare la città da nord a sud. Autobus più veloci e puntuali (quindi più appetibile e meno costosi da gestire), riduzione del traffico non necessario, garanzia per l'accesso a chiunque vi abbia titolo con uno scorrimento più rapido: questi sono i capisaldi e gli obiettivi che il Comune di Parma si prefigge di raggiungere con l'imminente istituzione di due nuovi tratti di corsie riservate ai bus (ma accessibili anche ai taxi, agli invalidi e alle auto elettriche) sul Lungoparma in corrispondenza del ponte di Mezzo.

Il Comune, ben consapevole di cosa comportino le modifiche alla viabilità, non ha preso decisioni estemporanee, nè dettate dalla volontà di utilizzarle come "spot" da sbandierare nel rendiconto delle cose fatte. E soprattutto non lo ha fatto a cuor leggero, bensì ha deciso anche sull'istituzione delle corsie bus nei tratti terminali dei viali Mariotti e Toscanini, sulla base di precisi riscontri tecnici e su obiettivi ben chiari individuati già nella prima fase del piano urbano della mobilità sostenibile, che è stato oggetto di un'ampia consultazione e che, per sua stessa natura, richiede una visione strategica all'interno della quale si attuano scelte graduali volte a raggiungere gli obiettivi.

A proposito del servizio di trasporto pubblico, va tenuto presente che è stata da poco introdotta la linea di forza con bus lunghi sul percorso della linea 7, che anche la linea 23 è stata dirottata sul Lungoparma per ragioni di efficienza di servizio collegando la stazione ferroviaria per i viaggiatori provenienti da diversi comuni della provincia. Si pensi che sull'asse del Lungoparma in direzione sud - nord e viceversa transitano oggi 11 linee urbane su 15, che effettuano ogni giorno 1050 corse e trasportano 30.000 persone, alle quali si aggiungono altre 5.000 persone sulle corriere extraurbane. Da notare anche che da fine anno entreranno in funzione i nuovi bus da 18 metri acquistati da TEP per la linea 7.

Quanto al traffico privato, i permessi al momento attivi per la ztl, che consentono quindi l'attraversamento della città sul Lungoparma, sono 29.000, di cui residenti 7.000, non residenti 2.800, altri 4.900 ( Enti, Commercianti, Giornalisti, Medici, Artigiani, Assistenza, etc), disabili 3.300, e "Auto Amica Ambiente (gas metano, gpl ecc.) 11.000. E' importante far notare che il traffico privato diretto in centro storico non subirà con questo provvedimento alcuna penalizzazione, e che comunque nelle 12 ore diurne l'ingresso nei due viali era e resta riservato ai veicoli autorizzati. Infatti, l'unico effetto rilevante sarà quello di rendere impossibile l'attraversamento della città sul Lungoparma (funzione questa che può essere benissimo assolta dai viali di circonvallazione, con un modesto aumento di carico di traffico nelle ore di punta).

L'amministrazione sta valutando la possibilità di mantenere attiva la corsia preferenziale sulle 24 ore (come in tutti gli altri casi) oppure se istituirla soltanto per la fascia oraria di vigore della ZTL (7.30-19.30), in armonia con la chiusura dei varchi di accesso, quindi con libera circolazione per tutti nelle 12 ore dalle 19,30 alle 7,30 del mattino.

TOSCANINICARTELLO