Il sindaco Patrizia Barbieri ha fatto visita, ieri, all'Hospice "La Casa di Iris", dove ha incontrato i dirigenti della struttura, il personale e alcuni tra i 35 volontari che prestano assistenza ai pazienti e ai loro cari.

"Per me – spiega il primo cittadino, presidente della Onlus "Insieme per l'Hospice" – l'appuntamento odierno non è solo occasione per conoscere una realtà di importanza prioritaria tra i servizi socio-sanitari del Comune di Piacenza, ma rappresenta innanzitutto il momento in cui esprimere riconoscenza e gratitudine nei confronti di chi, con grande umanità e dedizione, è ogni giorno al fianco dei pazienti e delle loro famiglie, costituendo per loro un prezioso punto di riferimento".

Presenti il presidente di Proges (cooperativa che gestisce la struttura) Antonio Costantino, la direttrice amministrativa Lorena Masarati, la direttrice sanitaria Giovanna Albini, la responsabile dell'Unità Operativa Cure Palliative dell'Azienda Usl Raffaella Bertè e il consigliere comunale Carlo Segalini.

Il sindaco Patrizia Barbieri ha appreso con piacere che nel settembre prossimo partirà un nuovo corso per volontari, definendoli "una ricchezza inestimabile" per la comunità. "In un contesto come questo – ha rimarcato – si fa evidente il ruolo della politica come servizio alla collettività, in un approccio fondato sul rispetto della persona e sull'ascolto delle esigenze di chi soffre, spesso dandoci un esempio di coraggio e dignità cui dobbiamo guardare con sensibilità e doverosa attenzione. Nel ringraziare, per la professionalità e per l'impegno, anche lo staff medico e tutto il personale che opera presso l'Hospice cittadino, non posso che condividere le parole che ho ascoltato stamani dai responsabili: il cammino percorso sin qui deve avere continuità, sia per quanto riguarda il lavoro insostituibile che viene svolto ogni giorno all'interno della struttura, sia per le testimonianze di solidarietà scaturite dall'incontro tra la Casa di Iris e il territorio".

Hanno preso parte all'incontro anche la direttrice della Fondazione Teatri Vittoria Avanzi in qualità di segretaria della Onlus "Insieme per l'Hospice" e, per il Comune di Piacenza, Sergio Fuochi, volontario de "La Casa di Iris".

(Fonte: Comune di Piacenza)

Polizia Municipale, nell'ambito dei controlli per la fiera patronale un nuovo Ordine di allontanamento.

Piacenza, 6 luglio 2017

Il neo costituito Nucleo operativo di Sicurezza tattica della Polizia Municipale ha eseguito martedì, nell'ambito dei controlli territoriali nelle aree limitrofe alla fiera patronale di Sant'Antonino, un nuovo Ordine di allontanamento: il terzo da quando, sabato 1° luglio, la misura di attuazione del Decreto 14/2017 materia di sicurezza urbana è entrata in vigore.
Destinatario del provvedimento – che consente alla Questura di adottare le successive disposizioni temporanee di divieto di accesso – un 38enne di nazionalità senegalese che stazionava nel parcheggio di viale Malta. All'uomo sono state contestate anche violazioni legate alla vendita non autorizzata, procedendo al sequestro della merce e comminando la relativa sanzione, di importo pari a circa 5164 euro.
In merito all'attività di contrasto all'abusivismo commerciale, il comandante Piero Romualdo Vergante sottolinea che "la massiccia e costante presenza di agenti nell'area della fiera, garantita non solo dalla Polizia Municipale con numerose pattuglie dedicate ma da tutte le Forze di Polizia, ha consentito lo svolgimento della kermesse senza che emergessero criticità in materia di vendite abusive".

(Fonte: Comune di Piacenza)

Primi impegni istituzionali per il sindaco Patrizia Barbieri, che dopo aver incontrato nei giorni scorsi il presidente della Provincia Francesco Rolleri è stata ricevuta, stamani, dal prefetto Anna Palombi e da monsignor Gianni Ambrosio, vescovo della Diocesi di Piacenza – Bobbio. Due appuntamenti dal tono cordiale, che hanno avuto come oggetto i temi prioritari che il Comune di Piacenza condivide con le istituzioni del territorio.

prefetto-AnnaPalombi.jpg

Nel colloquio con il prefetto Anna Palombi, presso gli uffici di via San Giovanni, il sindaco Patrizia Barbieri ha affrontato innanzitutto le questioni inerenti alla sicurezza, a partire dall'applicazione del nuovo Decreto ministeriale, anche in relazione alle restrizioni previste per la tutela dell'ordine pubblico in occasione di manifestazioni culturali e commerciali. Con monsignor Gianni Ambrosio si è approfondito in particolare il tema della solidarietà, l'emergenza delle nuove povertà e il sostegno socio-economico ai cittadini in condizioni di disagio. Monsignor Ambrosio ha inoltre mostrato al neo sindaco le storiche sale del Palazzo vescovile.
Entrambi gli incontri (di cui sono allegate le immagini) sono stati caratterizzati dal reciproco impegno a favorire il dialogo e la collaborazione, nell'ottica dell'impegno congiunto per la collettività.

(Fonte: Comune di 

A Palazzo Mercanti il passaggio di consegne tra Paolo Dosi e il neo sindaco Patrizia Barbieri. Ufficializzata la composizione del Consiglio.

Piacenza, 29 giugno 2017

La Commissione competente ha concluso ieri, mercoledì 28 giugno, le operazioni di verifica inerenti ai risultati del turno elettorale di ballottaggio. Il verbale è stato consegnato, intorno alle 17, a Palazzo Mercanti, al primo cittadino uscente Paolo Dosi e al neo sindaco Patrizia Barbieri, che ha quindi formalmente assunto la carica. Il passaggio di consegne è avvenuto alla presenza del segretario generale Vincenzo Filippini.

Ufficializzata, di conseguenza, anche la composizione del Consiglio comunale. Otto i consiglieri spettanti alla Lega Nord: Massimo Polledri, Luca Zandonella, Stefano Cavalli, Carlo Segalini, Paolo Mancioppi, Davide Garilli, Marco Montanari e Marvin Di Corcia. Cinque i seggi di Forza Italia: Filiberto Putzu, Mauro Saccardi, Michele Giardino, Ivan Chiappa, Sergio Pecorara. Altrettanti per Fratelli d'Italia: Tommaso Foti, Erika Opizzi, Gian Carlo Migli, Giuseppe Caruso, Gianluca Micconi. Due i consiglieri che rappresenteranno la lista Prima Piacenza: Gian Paolo Ultori e Antonio Levoni.

Per quanto riguarda i seggi di minoranza, uno spetterà al candidato sindaco Paolo Rizzi, mentre quattro – Stefano Cugini, Giulia Piroli, Christian Fiazza e Giorgia Buscarini – saranno i consiglieri comunali del Partito Democratico e uno, Roberto Colla, per la lista Piacenza Più. Un seggio andrà al candidato sindaco Massimo Trespidi, affiancato da due rappresentanti della lista civica Trespidi Sindaco: Gloria Zanardi e Mauro Monti. Un seggio, quello del candidato sindaco Luigi Rabuffi, spetta alla lista Piacenza in Comune e due, infine, al Movimento 5 Stelle: il candidato sindaco Andrea Pugni e Sergio Dagnino.
Il verbale integrale, attualmente depositato presso la Segreteria generale del Municipio, sarà pubblicato a partire da oggi all'Albo Pretorio del Comune.

(Fonte: Comune di Piacenza)

Hanno preso servizio il 15 giugno scorso e saranno impegnati, sino al 15 settembre prossimo – suddivisi in turni diversi – i 20 studenti della classe 3° E del liceo Respighi coinvolti in un progetto di alternanza scuola-lavoro presso i Musei civici di Palazzo Farnese.

Opereranno, in questo periodo, come supporto ai visitatori nelle sale espositive, rivolgendosi in particolare ai coetanei che vogliano conoscere più da vicino, nel periodo estivo, il patrimonio artistico cittadino.
Il progetto, più a lungo termine rispetto alle omologhe iniziative che attualmente vedono impegnati gli studenti di svariati istituti superiori per un periodo di stage presso gli uffici comunali, proseguirà anche nel prossimo anno scolastico, con lo studio di reperti e la realizzazione di un video dedicato alla Piacenza Romana, valorizzando così la nuova sezione museale per la quale sono stati stanziati i finanziamenti del Por-Fesr Emilia Romagna 2014-2020.

(Fonte: Comune di Piacenza)

Mercoledì, 31 Maggio 2017 10:54

Nasce la Destinazione turistica Emilia

Destinazione turistica Emilia: a Parma l'insediamento, alla provincia di Piacenza andrà la vicepresidenza.

Piacenza, 31 maggio 2017

Prima seduta di insediamento ufficiale, ieri mattina nell'aula magna dell'Istituto Bodoni di Parma, per la Destinazione turistica Emilia, organismo di promozione territoriale istituito dalla legge regionale 4/2016 di riordino del settore, unendo, in un'ottica di sistema, Piacenza, Parma, Reggio Emilia e i relativi ambiti provinciali.

All'incontro, cui è intervenuto l'assessore regionale Andrea Corsini, hanno preso parte l'assessore alla Cultura Tiziana Albasi (anche in rappresentanza del sindaco Paolo Dosi) e, per l'Amministrazione provinciale, il presidente Francesco Rolleri e il consigliere delegato Stefano Perrucci. Unanime il giudizio positivo in merito all'avvio della nuova struttura, anche a fronte della partecipazione di numerosi Comuni i cui esponenti hanno votato come presidente del Cda l'assessore al Turismo di Reggio Emilia Natalia Maramotti. Informalmente è già stata approvata – anche se la ratifica formale avverrà durante la prima seduta del Consiglio d'amministrazione – l'assegnazione della vicepresidenza alla Provincia di Piacenza.

Proprio sul ruolo propositivo del nostro territorio e sugli obiettivi conseguiti anche apportando modifiche allo Statuto della nascente Destinazione turistica Emilia, esprimono particolare soddisfazione gli amministratori piacentini. A cominciare, spiega Tiziana Albasi, da un risultato importante: "L'introduzione del diritto di voto ad ogni Comune partecipante, non più in proporzione alla ricettività calcolata sui posti letto, come originariamente previsto dalla Regione, ma con criteri di assoluta parità. Inoltre, si è sancito di estendere la rappresentanza di ogni territorio, all'interno del Cda, a tre enti pubblici: per Piacenza si tratterà del Comune capoluogo, della Provincia e del Comune di Bobbio".

Ieri l'assemblea riunita a Parma ha approvato all'unanimità anche l'ammissione dei Comuni di Pianello e Piozzano, mentre altre due municipalità del Piacentino – Castelvetro e Castelsangiovanni – hanno avviato in Giunta l'iter che porterà, dopo l'approvazione da parte dei rispettivi Consigli comunali, al loro ingresso nel nuovo organismo. In tal senso, il presidente Rolleri rinnova, "ai Comuni che ancora non lo hanno fatto, l'invito ad adottare le delibere di adesione alla Destinazione turistica Emilia, come opportunità preziosa per far conoscere, come meritano, le eccellenze locali". Gli fanno eco le parole di Stefano Perrucci, che rimarca come "alla sinergia con Parma (già consolidata, ad esempio, col circuito dei Castelli del Ducato), si affianchi ora anche quella con Reggio Emilia, che permetterà di dare nuovo impulso alla valorizzazione dell'Emilia occidentale e delle sue risorse paesaggistiche, culturali e artistiche, rilanciando realtà che potranno trarre vantaggi considerevoli dalla reciproca promozione".

"Con la Destinazione Emilia – concludono gli amministratori piacentini – si è sancita l'importanza di una strategia di marketing territoriale capace di superare i confini amministrativi e di attuare proposte condivise, che possano non solo dare visibilità al nostro patrimonio culturale, storico, enogastronomico e naturalistico, ma anche sostenere la filiera dei servizi dedicati al turismo e l'indotto economico che ne deriva, facendo emergere la nostra identità e l'impegno congiunto degli enti locali per darle il giusto valore".

(Fonte: Comune di Piacenza)

Siglata oggi a Reggio Emilia l'intesa tra i Comuni capofila di Iren (Parma, Piacenza, Reggio Emilia) e i sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil. 

Piacenza, 11 aprile 2017

E' stato firmato stamani a Reggio Emilia il Protocollo di intesa tra i Comuni capofila del gruppo Iren (Parma, Piacenza, Reggio Emilia) e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, "mirato a consolidare – come rimarca il sindaco Paolo Dosi – alcuni fondamentali impegni reciproci".
"In primo luogo – sottolinea il vicesindaco Francesco Timpano, presente anch'egli alla sottoscrizione – si riconosce il ruolo strategico che la società riveste per le Amministrazioni comunali e l'importanza del suo controllo pubblico, realizzato anche attraverso l'introduzione del voto maggiorato che ha premiato i soci con prospettive di medio-lungo periodo. Secondariamente, si sottolinea come l'attuazione del Piano industriale del gruppo Iren, per gli investimenti nello sviluppo dei cicli integrati e dei servizi alla clientela finale, sia un elemento strategico essenziale nell'interesse dei cittadini. L'obiettivo è rafforzare la società nel presidio delle filiere idriche, dell'ambiente e dell'energia, tenendo conto dei nuovi orientamenti di questi servizi tra cui, ad esempio, la valorizzazione delle filiere del riciclo e del riuso".
L'intesa stabilisce anche che le parti si impegnino a implementare i contratti di appalto nei casi in cui ciò si renda necessario per ragioni tecnico-produttive, mantenendo comunque requisiti stringenti in materia di organizzazione del lavoro e di aggiudicazione degli appalti in base al migliore rapporto qualità-prezzo. Sono previsti, inoltre, diversi momenti di consultazione tra Comuni e Sindacati, allo scopo di garantire aggiornamenti reciproci sull'evoluzione delle scelte strategiche della società.
Un accordo rispetto al quale il sindaco Dosi esprime soddisfazione "perché segna un momento avanzato di relazione tra le Amministrazioni comunali e le confederazioni sindacali. In questi anni ci siamo impegnati per rafforzare Iren: ottimi risultati sono stati conseguiti dal management e, nonostante le difficoltà insite in qualsiasi fase di trasformazione, la capacità dell'impresa di creare valore e servizi di qualità è un dato oggettivo. In questo quadro, penso che il Protocollo firmato oggi possa migliorare in modo significativo la comunicazione tra soci e lavoratori, assicurando un'efficiente condivisione delle informazioni e segnando un punto importante a conferma di quanto abbiamo sostenuto, in questi cinque anni, circa il ruolo strategico di Iren per la città e il territorio piacentino". Anche il vicesindaco Timpano, assessore alle Società partecipate, si dichiara soddisfatto dell'intesa, in particolare "perchè si sono inclusi elementi sui quali, con le organizzazioni sindacali, abbiamo sviluppato un dialogo concreto in questi anni, anche firmando accordi avanzati sia sul tema delle partecipate che sul tema degli appalti. Proprio venerdì prossimo si riunirà il Tavolo informativo sulle partecipate, previsto in un accordo stipulato con i Sindacati due anni fa."

(Fonte: Comune di Piacenza)

In concomitanza con il Jazz Fest, come da tradizione ritornano gli appuntamenti in musica per i bambini che si recano a scuola con il Pedibus. Protagonisti oggi, martedì 21 marzo, gli alunni della primaria Giordani partiti alle 8 all'angolo tra piazza Duomo e via Pace, per poi proseguire lungo via Chiapponi, piazza Sant'Antonino e via Giordani, dove i compagni di classe hanno accolto i piccoli camminatori e i volontari.

Ad accompagnarli lungo il tragitto, Gianni Satta alla tromba, Andrea Zermani con il suo sax tenore, Alberto Venturini al sax baritono e Luca Mezzadri al tamburo.

Piacenza, 21 marzo 2017

(Fonte: Comune di Piacenza)

Uscita naturalistica nel Parmense, martedì 14 marzo, per le classi 2°C e 2°H del liceo scientifico Respighi di Piacenza, che insieme ai referenti dell'Ente Parchi del Ducato e del Ceas Infoambiente del Comune di Piacenza hanno visitato l'habitat del Naviglio Taro, canale con oltre 800 anni di storia, nei pressi di Corte Giarola.

Un'iniziativa legata al progetto Life Barbie, che ha visto gli studenti piacentini protagonisti anche della reimmissione in acqua delle specie autoctone di barbio europeo, i cui esemplari sono stati ricollocati in un bacino d'acqua confinato.

studenti piacentini-NaviglioTaro9

Gemellaggio fra i licei Respighi di Piacenza e Marconi di Parma, promosso dai Parchi del Ducato con la collaborazione di Ceas Infoambiente del Comune di Piacenza.

Piacenza, 9 marzo 2017

E' ufficialmente iniziato il gemellaggio fra i licei Respighi di Piacenza e Marconi di Parma, promosso dai Parchi del Ducato con la collaborazione di Ceas Infoambiente del Comune di Piacenza. L'occasione nasce da un progetto di valenza europea, premiato dal finanziamento Life Barbie per la conservazione e il recupero di popolazioni autoctone di barbo (pesce d'acqua dolce) nei principali corsi d'acqua delle nostre province.

Gli studenti di due classi seconde del Respighi hanno già assistito a una presentazione in aula – curata da Federica Piccoli del Dipartimento di Scienze chimiche, della vita e della sostenibilità ambientale dell'Università di Parma e da Sonia Anelli per i Parchi del Ducato – volta a evidenziare l'importanza della biodiversità e il ruolo delle aree protette nella sua conservazione. I ragazzi si cimenteranno, nei prossimi giorni, in attività di monitoraggio e ricerca sulle sponde del Taro. La stessa attività coinvolgerà cinque classi del liceo parmense, che verranno accolte nel territorio piacentino del Parco Fluviale del Trebbia.

L'iniziativa concretizza, come sottolinea l'assessore all'Ambiente Giorgio Cisini, "l'impegno di Piacenza come Comune rivierasco del fiume Trebbia, ponendo l'accento sulla necessità di valorizzare il nostro Parco Fluviale facendo riconoscere, agli studenti, le caratteristiche che lo rendono unico all'interno del sistema più vasto costituito dalla rete dei Parchi del Ducato". A esprimere soddisfazione è anche il presidente dell'Ente Parchi, Agostino Maggiali: "Grazie alla pluriennale esperienza maturata in questi anni, siamo stati individuati come capofila delle azioni di educazione ambientale, il che ci rende orgogliosi e ci offre la possibilità di divulgare, tra i giovani, il valore della biodiversità, fortemente legato alla nostra mission, centrale per le attività formativa in tema di sostenibilità e fondamentale per fornire, a bambini e adulti, un basilare bagaglio di competenze. Il progetto Life Barbie ci permetterà di sperimentare nuovi metodi di comunicazione su temi complessi".

Ampia adesione delle scuole anche per le varie proposte di offerta educativa promosse dall'ente Parchi del Ducato e affidate, per il territorio fluviale del Trebbia, agli esperti di Eureka Cooperativa Sociale: dalla scoperta della fauna all'ecologia del bosco o del fiume, sino alla geologia e alla paleontologia, passando attraverso la ricerca dei macroinvertebrati, l'osservazione degli uccelli e la convivenza uomo-animali. Per le scuole dei Comuni nel cui territorio si estendono i Parchi e le Riserve, le attività sono gratuite. Gli studenti possono inoltre fruire del Museo Multimediale di Camposanto Vecchio, inaugurato nel giugno 2016 a Borgotrebbia e allestito con dispositivi tecnologici che consentono un approccio multisensoriale e l'interazione personale per tutte le fasce di età.

(Fonte: Comune di Piacenza)