Visualizza articoli per tag: Agazzo

Sarà la domenica ecologica del 1° ottobre, a dare il via alle limitazioni al traffico che sino al 31 marzo prossimo, come ogni anno, verranno adottate anche dal Comune di Piacenza nell'ambito del Piano regionale integrato per l'Aria, Pair 2020.

Dal lunedì al venerdì, tra le 8.30 e le 18.30, così come nella prima domenica del mese di ottobre, novembre, gennaio, febbraio e marzo, sarà vietata la circolazione per le seguenti categorie di veicoli: a benzina pre Euro ed Euro 1, diesel (anche per i mezzi commerciali) pre Euro e sino all'Euro 3 compreso, ciclomotori e motocicli a due tempi per Euro. Il provvedimento non sarà in vigore nelle festività del 1° novembre, 8 dicembre, Natale e Santo Stefano, 1° e 6 gennaio, Lunedì dell'Angelo, così come sarà esclusa, dalle giornate ecologiche, la prima domenica di dicembre. Le restrizioni in vigore sanciscono anche l'obbligo di spegnimento del motore per i veicoli in sosta.

Sono escluse dalle limitazioni alla circolazione le aree non sufficientemente servite dal trasporto pubblico locale: Besurica, Montale, Le Mose. Inoltre, per consentire ai mezzi provenienti da aree extraurbane di accedere ai parcheggi serviti da navette o dai bus di linea, saranno sempre percorribili le seguenti arterie stradali: via Emilia Pavese, via Einaudi e il tratto di via I Maggio compreso tra queste due; la bretella da strada Gragnana a via Einaudi, la Tangenziale Sud e il suo prolungamento, strada Agazzana, strada Bobbiese, strada Val Nure, via Gorra (tra strada Val Nure e largo Anguissola), via Motti, via Martiri della Resistenza (tra via Motti e via Manfredi), via Manfredi (tra via Martiri della Resistenza e via Gorra), via Delle Novate, via Emilia Parmense, via Colombo, piazzale Roma, via La Primogenita, viale S. Ambrogio, piazzale Milano, la Statale 9 Emilia che congiunge con la Lombardia, via Legione Zanardi Landi, via Maculani, via XXI Aprile, piazzale Torino, via del Pontiere (tra via Nino Bixio e via XXI Aprile, attraverso il sottopasso ferroviario), via Nino Bixio (tra via Del Pontiere e via Diete di Roncaglia), via Diete di Roncaglia, via Caorsana, via Cremona, il cavalcaferrovia tra via Diete di Roncaglia e via XXI Aprile, via Portapuglia e strada di Borgoforte.

Qualora il bollettino emesso da Arpae il lunedì e il giovedì evidenziasse, in ambito provinciale, il superamento continuativo del valore limite di Pm10 nei quattro giorni precedenti, si adotteranno – salvo condizioni climatiche favorevoli alla dispersione degli inquinanti – misure emergenziali di primo livello. Scatterà già dal primo giorno successivo al controllo l'estensione del divieto di circolazione anche ai diesel Euro 4, nonché l'obbligo di non superare i 19°C negli ambienti domestici, uffici, luoghi di ritrovo e attività commerciali (17°C per gli insediamenti industriali e artigianali), escludendo da tali limiti ospedali, case di cura, scuole e spazi adibiti alla pratica sportiva. Sarà inoltre vietato (in presenza di impianti di riscaldamento alternativo) l'utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa al di sotto della classe ambientale 3 stelle, nonché lo spandimento di liquami zootecnici o l'effettuazione di combustioni all'aperto (falò, fuochi d'artificio, barbecue, ecc.).

Le misure emergenziali resteranno in vigore, weekend compresi, fino al successivo giorno di controllo (incluso) da parte di Arpae. Qualora i livelli rientrassero, si ritornerà alle consuete limitazioni, ma se gli sforamenti ai valori di Pm10 superassero i 10 giorni consecutivi, il divieto di utilizzo di impianti a biomassa includerà anche quelli di classe 4 stelle.

In allegato scaricabili qui sotto le planimetrie

(Fonte: Comune di Piacenza)

A partire da questa settimana, anche i cittadini residenti a Piacenza possono presentare domanda, rivolgendosi agli sportelli comunali Informasociale o Informafamiglie&Bambini, per accedere al Reddito di Solidarietà, misura di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale varata dalla Regione Emilia Romagna. L'iniziativa prevede l'erogazione di un sostegno economico a fronte della sottoscrizione, da parte dei beneficiari, di un progetto di attivazione sociale e inserimento lavorativo.

Possono richiedere il contributo i nuclei familiari – anche unipersonali – di cui almeno un componente sia residente da almeno 24 mesi sul territorio regionale, con reddito Isee pari al massimo a 3000 euro. Qualora si fruisca di altri contributi economici, anche fiscalmente esenti, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, concessi a qualunque titolo dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni, la somma percepita dalla famiglia nel mese antecedente dev'essere inferiore ai 600 euro mensili. E' invece incompatibile con l'assegnazione del Reddito di Solidarietà l'attribuzione, a qualsiasi membro del nucleo familiare, di una delle seguenti forme di assistenza: Naspi (Nuova prestazione di assicurazione sociale per l'impiego), assegno di disoccupazione, Sia (Sostegno per l'inclusione attiva) e Carta acquisti sperimentale.

La domanda di accesso al contributo può essere presentata presso gli sportelli Informasociale di via Taverna 39 (tel. 0523.492731) o via XXIV Maggio 28 (tel. 0523-492022). Qualora vi siano figli di minore età, occorre optare per gli sportelli Informafamiglie&Bambini, con sede presso la Galleria del Sole alla Farnesiana (tel. 0523-492380), in via Torricella 7/9 (tel. 0523-385318) o presso il Servizio Famiglia e Tutela Minori di via Martiri della Resistenza 8/a (tel. 0523-492222). Giorni e orari di apertura sono pubblicati sul sito www.comune.piacenza.it  dove sono consultabili, già in home page, tutte le informazioni relative al Reddito di Solidarietà.

Il beneficio non potrà essere erogato ai nuclei che non accetteranno di sottoscrivere il progetto di attivazione sociale e di inserimento lavorativo. Il versamento del contributo – che va da 80 euro mensili per la singola persona, sino ai 400 euro per una famiglia di 5 o più componenti – avverrà attraverso l'accredito su carta acquisti prepagata, in sei rate bimestrali di pari valore, per il periodo massimo di un anno. E' prevista la possibilità di una proroga, per ulteriori dodici mesi, previa presentazione di una nuova domanda e dopo un periodo di interruzione di sei mesi.
L'importo potrà essere ridotto in proporzione agli altri contributi economici eventualmente già percepiti dai componenti del nucleo familiare.

(Fonte: Comune di Piacenza)

E' stato siglato, in Municipio, il Protocollo d'intesa tra Amministrazione comunale, Curia vescovile di Piacenza – Bobbio, Fondazione di Piacenza e Vigevano e Camera di Commercio, per la candidatura della città a Capitale italiana della cultura 2020. A sottoscrivere l'accordo, approvato dalla Giunta nei giorni scorsi, e in vigore sino al completamento delle procedure previste dal bando ministeriale, il sindaco Patrizia Barbieri, il vescovo monsignor Gianni Ambrosio, il presidente della Fondazione, Massimo Toscani e, per l'ente camerale, il consigliere Raffaele Chiappa in rappresentanza del presidente Parietti.

Piacenza 5 settembre 2017 - La firma odierna segna quindi la costituzione ufficiale del Comitato promotore, dando formalmente avvio all'iter di affidamento dell'incarico per la redazione del dossier di presentazione del territorio e sancendo l'impegno congiunto delle istituzioni nel predisporre la documentazione necessaria, nel curarne la promozione e nel coinvolgere tutte le realtà locali interessate.
Il dossier dovrà essere consegnato entro il 15 settembre, ma già nei prossimi giorni si terrà l'incontro tra istituzioni e associazioni per la designazione di un Comitato organizzatore, nonché per mettere a punto e focalizzare i tanti progetti che il territorio può esprimere. "Siamo chiamati a uno sforzo corale – hanno rimarcato stamani i presenti – nel quale la città per prima deve credere. In queste settimane si è lavorato molto per la raccolta dei materiali da inserire nel dossier, che sarà sottoposto al vaglio di un'apposita commissione da cui scaturirà, successivamente, la short-list delle dieci città finaliste. A quel punto si aprirà la seconda fase, relativa all'approfondimento delle proposte, degli aspetti organizzativi, del calendario di eventi e del quadro economico. E' una sfida che affronteremo insieme, istituzioni e associazioni, con il massimo impegno".
"Questo Protocollo – sottolinea il sindaco Patrizia Barbieri – è il frutto di un lavoro di squadra per il quale ringrazio tutti i soggetti coinvolti, in particolare monsignor Ambrosio, che per primo ha avuto, in questa fase così delicata, un ruolo strategico nel valutare l'importanza di un'unità di intenti per la qualità del progetto".
Sul tema è intervenuto anche l'assessore alla Cultura, Massimo Polledri, il quale ha ribadito come in questa fase stiano pervenendo numerose proposte: "Penso ad esempio – ha affermato – al contributo e all'impegno della Banca di Piacenza, i cui progetti culturali non solo sono importanti per il contenuto, ma poggiano su una solida copertura finanziaria che ne garantisce la realizzabilità". Infine Polledri ha aggiunto che il Protocollo ha già suscitato l'interesse di altre realtà, quali Genova e Alessandria.

Pubblicato in Cultura Piacenza

Autodifesa femminile. per quattro sabati consecutivi, torna a Piacenza il corso gratuito di difesa personale Sakura dedicato alle donne. Il 9 settembre sarà la prima lezione.

Sui siti www.comune.piacenza.it  e www.judosakurapiacenza.it  sono disponibili i moduli di iscrizione.

20170904-difesa personale

A partire da lunedì 4 settembre e sino a lunedì 23 ottobre, i genitori degli studenti delle scuole secondarie di I e II grado (scuole medie e superiori ) appartenenti a famiglie con un reddito Isee fino a 10.632,94 euro potranno presentare domanda di contributo per l'acquisto dei libri di testo per l'anno scolastico 2017/2018.

La richiesta potrà essere effettuata esclusivamente on-line, registrandosi e utilizzando l'applicativo sul sito https://scuola.er-go.it per l'utilizzo del quale occorre la disponibilità di un indirizzo e-mail e un numero di cellulare con scheda attivata in Italia. Dopo la registrazione, si dovrà accedere alla casella di posta elettronica indicata per attivare l'account e quindi entrare nel programma.

"La modalità di presentazione in via telematica, già prevista nel passato anno scolastico – sottolinea l'assessore alle Politiche Scolastiche ed Educative, Erika Opizzi –, consentirà di accelerare considerevolmente l'erogazione del contributo alle famiglie. E' importante che le famiglie si attivino, perché il termine di presentazione del 23 ottobre, previsto dalla Regione, è tassativo. Dopo quella data il sistema regionale informatizzato verrà chiuso e non sarà più possibile accedervi. Da quest'anno per presentare la domanda si potrà usufruire della collaborazione dei Centri di assistenza fiscale (Caf) convenzionati con la Regione, il cui elenco è pubblicato sulla pagina di accesso all'applicativo all'indirizzo https://scuola.er-go.it. L'auspicio è che questo intervento a favore del diritto allo studio possa trovare compimento anche grazie all'attenzione di chi ne beneficerà".

Il Comune di Piacenza, è competente sui benefici previsti agli studenti residenti e frequentanti scuole site nel territorio urbano, nonché per gli studenti residenti a Piacenza e frequentanti scuole site in altro Comune (la richiesta, in questo caso, va inoltrata al Comune di Piacenza, a meno che la scuola frequentata faccia parte di Regioni che applicano il criterio della frequenza ). Gli studenti ripetenti che si iscrivono allo stesso istituto scolastico e/o allo stesso indirizzo di studi possono richiedere il beneficio solo se riferito all'acquisto di libri di testo diversi da quello precedente.

Nella domanda si deve indicare e allegare la spesa effettivamente sostenuta per l'acquisto dei libri di testo per l'anno scolastico 2017/2018, ed è necessario conservare la documentazione originale da esibire a richiesta.

Il bando che regolamenta nel dettaglio l'accesso ai contributi, è pubblicato sul sito www.comune.piacenza.it , dove è possibile trovare anche una scheda riepilogativa degli adempimenti e le istruzioni per la compilazione on line oltre all'elenco dei Caf convenzionati di Piacenza.

Per informazioni di carattere generale è disponibile il numero verde dell'Urp della Regione Emilia Romagna 800.955157, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, lunedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30, oltre all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per assistenza nella compilazione della domanda on line è possibile contattare l'help desk tecnico di Er.Go allo 051.0510168, il lunedì e mercoledì dalle ore 10 alle 13 e il giovedì dalle 14.30 alle 16.30.

Sono pesanti le accuse per un uomo di trentatré anni, residente nella provincia di Piacenza, arrestato per aver perseguitato l'ex compagna.

A far scattare le indagini da parte del Nucleo investigativo scientifico e sicurezza (Niss) della Polizia Municipale è stata una giovane donna non ancora trentenne, dalla cui denuncia è emerso un quadro di violenze, psicologiche e fisiche, che l'ex fidanzato perpetrava da alcuni mesi nei suoi confronti, ovvero dalla fine della loro relazione. L'uomo è così finito direttamente in carcere su disposizione del sostituto procuratore, Ornella Chicca.

I due, colleghi di lavoro, avevano iniziato una relazione nel 2013, successivamente interrotta dalla ragazza nel novembre dello scorso anno. Da quel momento l'uomo, non accettando la separazione, ha cominciato a perseguitarla con telefonate, sms, post sui social e numerosi appostamenti sotto casa per spiare e tenere sempre controllata la giovane in ogni suo movimento. E costringendo talvolta la stessa a chiedere di essere accompagnata a casa da conoscenti o amici per maggiore sicurezza.

In un'occasione, in auto da sola e dopo un concitato inseguimento, la giovane per sfuggire al suo persecutore si era precipitata all'interno di un centro commerciale, per poi chiamare un'amica con la quale fare rientro a casa. A volte, il semplice like di un amico a una sua frase o a un post su facebook, erano in grado di scatenare il tormento inquisitorio da parte dell'uomo per sapere se l'amico era o no il nuovo fidanzato.

La ragazza, dopo aver tentato nonostante la paura di mettere fine alla drammatica situazione attraverso alcuni incontri chiarificatori, fidando in un cambiamento e in ricordo del sentimento che li aveva uniti, ormai all'esasperazione per le vessazioni psicologiche, morali e fisiche che stava subendo, si è rivolta quindi alla sezione investigativa della Polizia Municipale, che da subito si è adoperata al fine di garantire la sicurezza della giovane e ricercare le prove necessarie per richiedere un'idonea misura cautelare all'autorità giudiziaria (dal contenuto dei messaggi - oltre mille in due giorni tra email, whatsapp e sms – gli agenti avevano capito che l'uomo pedinava la ragazza e che spesso era appostato nei pressi della casa).

L'arresto in flagranza è avvenuto lo scorso 17 agosto, quando la giovane, pronta per trascorrere una serata in compagnia delle amiche, come ormai non aveva più fatto da alcuni mesi, si era accorta della presenza del suo aguzzino nei pressi dell'abitazione, pronto a seguirla in auto. Sempre in contatto telefonico e anche visivo con gli agenti della Municipale, la ragazza era quindi uscita in auto con le amiche e una volta arrivata a destinazione era stata avvicinata dallo stalker. A questo punto gli agenti del Niss sono intervenuti, per arrestare e poi condurre in carcere alle Novate l'uomo, che dopo l'interrogatorio del gip è stato rimesso in libertà e a cui è stato notificato un provvedimento di divieto di avvicinamento alla giovane.

Pubblicato in Cronaca Piacenza

A partire da oggi 28 agosto alle 18,30, come per altro sostenuto in più occasione anche in campagna elettorale, il sindaco Patrizia Barbieri effettuerà una serie di incontri in tutte le frazioni della città, dove inconterà i residenti, per discutere e affrontare criticità e problematiche nelle zone più periferiche del territorio urbano, valutare problemi e disagi e individuare possibilità - dove possibile - di soluzioni.

Ecco l'elenco completo:

28 agosto ore 18,30 frazioni di Pittolo e La Verza presso il Centro Civico Parrocchiale Don Giovanni Savi, via G. Galilei 38 Pittolo

29 agosto ore 19,00 frazioni di S. Bonico e Mucinasso presso il Circolo Anspi, via Forlini 8 - Mucinasso.

30 agosto ore 18,30 frazioni di I Vaccari e Montale presso il Circolo Anspi, via Ghizzoni 33 - Ivaccari.

12 settembre ore 18,30 frazioni di Vallera e Quarto presso l'area verde dedicata ai soci Unms con anfiteatro (in caso di pioggia saletta chiesa).

13 settembre ore 18,30 frazioni di Gerbido, Mortizza, Bosco dei Santi e al Capitolo presso il circolo Anspi a Bosco dei Santi.

19 settembre ore 18,30 frazioni di Roncaglia, Borghetto e Le Mose presso l'ex scuola di Roncaglia in via della Scuola.

20 settembre ore 18,30 frazioni di S. Antonio e Borgotrebbia presso la parrocchia Santi Angeli Custodi in via Trebbia 89.

Pubblicato in Cronaca Piacenza

Tre mezzi fermati dalla Polizia Municipale questa settimana. Proseguono i controlli della Polizia Municipale sui veicoli immatricolati con targa estera, stratagemma talvolta utilizzato per circolare regolarmente in Italia senza pagare la tassa di proprietà, evitando costi per la revisione e ottenendo sconti sull'assicurazione.

Piacenza 25 agosto 2017 - La pattuglia del Nucleo operativo Sicurezza tattica (Nost), in servizio lunedì scorso in via Farnesiana, ha intimato l'alt a una Ford Fiesta.

I documenti di circolazione relativi al veicolo, esibiti al momento del controllo, indicavano alcune difformità rispetto alle verifiche compiute attraverso varie banche dati telematiche: nonostante l'apparenza estera, l'auto in questione risultava non solo già immatricolata in Italia senza essere mai stata radiata, ma anche coinvolta in tre provvedimenti di fermo amministrativo fiscale, per un totale di circa 1.000 euro.

La conducente, una 37enne di origine rumena residente in provincia di Lodi, è stata sanzionata per aver violato diversi articoli del Codice della strada per un importo pari a quasi seimila euro, mentre la vettura è stata sottoposta a sequestro amministrativo finalizzato alla confisca e a fermo amministrativo per tre mesi. Le targhe romene apposte al veicolo sono risultate originali ma irregolarmente ottenute, pertanto sono state rimosse dagli agenti per essere inviate alla locale motorizzazione.

Sempre lunedì 21 agosto, durante un posto di controllo in via Colombo, dal controllo documentale è emerso che il conducente, un italiano 40enne residente in Sicilia, alla guida di una Bmw di grossa cilindrata immatricolata in Romania, non aveva sottoposto il veicolo alla prescritta revisione, scaduta nel dicembre dello scorso anno. All'uomo è stata contestata la relativa sanzione di 120 euro, con pagamento immediato agli agenti e indicazione di tornare in Romania nel più breve tempo possibile, per sostenere il controllo tecnico sul veicolo.

E' di questa mattina, infine, il controllo su un Fiat Doblò con targa bulgara fermato in via Colombo all'incrocio con via Dei Pisoni: il conducente, un piacentino di 57 anni, al controllo dei documenti era privo della carta di circolazione. Gli accertamenti tramite banche dati hanno confermato che il veicolo, radiato in Italia e immatricolato regolarmente in Bulgaria, non era stato revisionato. Inoltre, risultavano alcuni passaggi in zona a traffico limitato non pagati. Anche in questo caso, la sanzione – pari a oltre 300 euro per le diverse violazioni contestate – è stata corrisposta immediatamente agli agenti, con l'indicazione di rientrare nel più breve tempo possibile in Bulgaria per sostenere il controllo tecnico obbligatorio sul furgone. La Polizia Municipale ricorda, a questo proposito, l'importanza di eseguire verifiche minuziose e capillari sui mezzi circolanti, per garantire la sicurezza di tutti gli utenti.

Pubblicato in Cronaca Piacenza

Alla guida di un auto sotto sequestro e con la patente sospesa. Denunciato dalla Municipale 58enne recidivo

Gli agenti del Nucleo mobile della Polizia Municipale lo avevano già fermato nel febbraio scorso per un controllo, scoprendo che viaggiava a bordo di un'auto priva di assicurazione, di cui era alla guida nonostante la sospensione della patente. Lo scenario si è ripetuto martedì 22 agosto: il conducente, un piacentino 58enne residente in provincia, incurante della notifica – ricevuta nei mesi precedenti – che gli comunicava il sequestro del veicolo finalizzato alla confisca, si è messo al volante della medesima vettura a dispetto della patente sospesa a tempo indeterminato.

La pattuglia lo ha notato e fermato in piazzale Torino, all'imbocco di via Taverna. Già noto agli agenti, alla loro richiesta di fornire i documenti l'uomo ha tentato di sottrarsi al controllo, dichiarando di essere di fretta perchè atteso all'ospedale, dove avrebbe dovuto sottoporsi a una non meglio precisata terapia medica.

Conclusi gli accertamenti attraverso le banche dati della centrale operativa, il 58enne si è visto costretto ad ammettere il falso pretesto di fronte all'evidenza delle contestazioni e ha dovuto invece recarsi con gli agenti – che si erano comunque offerti di accompagnarlo presso la struttura sanitaria – al Comando di via Rogerio, per la stesura dei verbali. Di qui la denuncia all'Autorità giudiziaria per guida con patente sospesa e con un mezzo sottoposto a confisca, mai conferito al centro recuperi individuato dalla Prefettura.

Pubblicato in Cronaca Piacenza

Dureranno oltre un mese, da lunedì 4 settembre al 6 ottobre, i lavori di riqualificazione della rete di distribuzione del gas metano in programma, nel periodo citato, in via Abbondanza e nel tratto di via Nasalli Rocca compreso tra via Damiani e via Raineri. Ne conseguiranno alcune modifiche alla viabilità in entrambe le zone interessate.

Per quanto riguarda via Abbondanza, dalle ore 7 di lunedì 4 settembre alle 24 del 6 ottobre sarà vietata la circolazione – fatta eccezione per i residenti e per coloro che debbano accedere a proprietà private, che potranno eccezionalmente transitare in entrambi i sensi di marcia, non superando il limite dei 30 km orari – mentre varrà per tutti il divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati della carreggiata. Contestualmente, sosta vietata su entrambi i lati anche nel tratto di via Benedettine tra l'incrocio con le vie Abbondanza e Trebbiola e quello con via Abbadia; nello stesso tratto stradale verrà invertito il senso unico di marcia, con direzione da via Abbondanza e Trebbiola verso via Abbadia.

In via Nasalli Rocca, nel tratto tra via Raineri e via Damiani, sarà vietata la circolazione dalle ore 7 di lunedì 4 settembre sino al 6 ottobre, nelle aree interessate dai lavori di scavo; i residenti e coloro che devono accedere a proprietà private potranno circolare eccezionalmente in entrambi i sensi di marcia, nei tratti non interessati dal cantiere, rispettando il limite dei 30 km orari. Varrà per tutti, invece, il divieto di sosta su entrambi i lati della carreggiata. In questa zona, il cantiere interesserà in fasi successive gli incroci con alcune strade limitrofe, determinando i seguenti provvedimenti temporanei: quando i lavori di scavo saranno all'altezza dell'intersezione con via Zecca, in quest'ultima sarà vietata la circolazione, ma i residenti e coloro che debbano accedere a proprietà private potranno comunque transitare in entrambi i sensi di marcia, con accesso e uscita su viale Dante Alighieri; lo stesso varrà per via Negrotti e via Zago, in entrambi i casi con ingresso e uscita su via Boselli.