Alle Fiere di Milano dal 13 al 15 febbraio

- 4 febbraio 2014 -

La rivoluzione parte già dalle date. Tre giornate invece di quattro, da giovedì a sabato, tutte dedicate agli operatori, con ingresso a pagamento per il pubblico dei viaggiatori solo il sabato. Per una formula ancora più concentrata sul business: perché chi per lavoro fa viaggiare le persone sa che la cosa più importante è il ritorno – in tutti i sensi.

Per i visitatori professionali, ingresso gratuito per chi si preregistra entro il 12 febbraio 2014.

Pubblicato in Economia Emilia

Provincia, Camera di Commercio e Comune saranno presenti nello stand della Regione dal 13 al 15 febbraio. Parma: "In programma la partecipazione alle fiere di Mosca, Londra, Rimini e con ogni probabilità Berlino" -

Piacenza, 6 febbraio 2014 -

Piacenza torna alla Borsa internazionale del Turismo, in scena a FieraMilano dal 13 al 15 febbraio, con una formula innovativa improntata sulla vendita dei pacchetti turistici. Il territorio piacentino sarà quest'anno ospitato all'interno dello stand della Regione Emilia-Romagna in due postazioni: una gestita dall'associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza e l'altra dedicata a "Piacenza per Expo 2015".
Il territorio piacentino, ancora una volta, metterà dunque in mostra, grazie alla collaborazione e al sostegno economico della Camera di commercio, della Provincia di Piacenza e del Comune di Piacenza, le proprie buona qualità, le proprie tradizioni e le proprie bellezze nella cornice di uno dei più importanti appuntamenti dedicati al turismo a livello internazionale.
"Anche quest'anno – ha spiegato questa mattina l'assessore provinciale a Turismo, marketing e cultura Maurizio Parma durante la conferenza di presentazione della partecipazione piacentina a Bit 2014 – Piacenza è presente in uno dei palcoscenici più importanti a livello internazionale per portare sotto i riflettori il patrimonio storico, artistico, paesaggistico ed enogastronomico della nostra terra. Per il 2014 Piacenza sarà presente in una forma diversa perché diversa è la forma della stessa manifestazione: la Bit sarà per quest'anno rivolta con maggiore attenzione agli operatori del settore e solo una giornata sarà aperta al pubblico. La scelta è stata dunque quella di proporre e vendere pacchetti turistici del territorio soprattutto in vista dell'esposizione universale del 2015. Non dimentichiamo che la nostra provincia si conferma in vista di Expo 2015 uno dei territori, tra quelli di prima cintura, con la più efficiente dotazione di strutture ricettive. Ricordo infine che il territorio piacentino sarà rappresentato, dopo la Bit di Milano, alle quattro fiere del turismo più importanti a livello internazionale: Mosca, Londra, Rimini e, con ogni probabilità, Berlino". Anche il presidente della Camera di commercio Giuseppe Parenti è intervenuto sul tema: "In un'epoca di tagli delle spese e in un momento difficile per fare impresa, la Camera di Commercio ha deciso di confermare la presenza alla Bit: appuntamenti come quello milanese offrono l'opportunità concreta di far crescere il settore del turismo che sul territorio locale sta conoscendo una crescita". "La partecipazione della città di Piacenza alla Bit – ha aggiunto l'assessore a Politiche culturali e promozione turistica del Comune di Piacenza Tiziana Albasi (rappresentata questa mattina dalla referente del Comune di Piacenza Daniela Tansini) - permette da un lato di promuovere con una valorizzazione mirata un patrimonio storico-artistico in grado di affascinare visitatori e turisti e dall'altro di offrire visibilità a aziende, strutture ricettive e operatori. L'Amministrazione comunale sostiene l'evento anche, ma non solo, in vista di Expo 2015".
Per la prima volta inoltre la Bit ha creato una piattaforma virtuale per il confronto tra domanda e offerta: Piacenza ha già in calendario 25 incontri con operatori stranieri interessati ai pacchetti turistici del territorio locale.
Per presentare i prodotti di eccellenza del territorio di Piacenza, la Strada del Po e dei sapori della Bassa Piacentina e la Strada dei Vini e dei Sapori dei colli piacentini organizzeranno infine all'interno della stand della Regione Emilia-Romagna due degustazioni (in programma giovedì 13 dalle 17 alle 18 e venerdì 14 ancora dalle 17 alle 18) riservate a tour operator stranieri e giornalisti.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

Assoviaggi chiede alla Regione Emilia Romagna di tutelare i consumatori/turisti nel settore delle agenzie viaggi -

Bologna, 3 febbario 2014 -

"Nella nostra regione esistono per la legge cittadini/ turisti di serie A e di serie B – sostiene Amalio Guerra, Presidente nazionale e regionale di Assoviaggi - I primi utilizzando le imprese turistiche (agenzie di viaggio e tour operator) come ad esempio le "Agenzie Sicure" riconosciute della nostra Regione, per la scelta dei loro viaggi, con le dovute tutele assicurative e della professionalità degli operatori del settore, mentre gli altri rivolgendosi a associazioni non professionali o alle Onlus che organizzano viaggi turistici senza ottemperare a tutti gli obblighi e controlli a cui sono soggette le agenzie viaggi o Tour operator, sono privi di tutela . Ora a fronte di queste problematiche dagli incontri avuti in questi giorni con le Associazioni di categoria, sembra emergere da parte dell'Assessorato Regionale al Turismo l'intenzione di non modificare la normativa al fine di limitare il notevole abusivismo che esiste nella nostra Regione. Così facendo – prosegue Amalio Guerra – verrebbe completamente ignorata la legge nazionale (art. 4 e art. 5 del Codice del turismo ) dove si evidenza che chi svolge attività economica, organizzata per la produzione e commercializzazione di prodotti e servizi è un'impresa e come tale deve essere assoggettata ai criteri previsti per le imprese cioè alle autorizzazioni e alle garanzie previste. Nel caso delle associazioni, chi non vuole diventare un'impresa deve utilizzare le agenzie di viaggio regolarmente autorizzate.
La revisione della normativa regionale, ad avviso di Assoviaggi Confesercenti Emilia Romagna, è quindi l'occasione per salvaguardare le imprese delle agenzie viaggi regolari e contrastare la concorrenza sleale e le attività non professionali.

(Fonte: L'Ufficio Stampa Confesercenti Regione Emilia Romagna)

 

Lunedì, 03 Febbraio 2014 09:29

Nuove strategie per il turismo a Pavullo

L'assessore Katia Salsi propone una rete fra tutti i soggetti interessati per rilanciare con eventi mirati le tante peculiarità del territorio, con un occhio al mercato estero -

Pavullo, 3 febbraio 2014 -

"Con l'avvio del nuovo anno è opportuno tracciare un bilancio di quello passato, cogliendone gli aspetti positivi, cercando di migliore quelli negativi e mettendo in campo, con il contributo di tutti, nuove strategie per aiutare il rilancio del turismo a Pavullo e, con esso, quello del commercio e delle attività collegate" L'assessore al turismo al commercio e alle attività produttive, Katia Salsi propone una rinnovata collaborazione fra l'amministrazione comunale e tutti i soggetti a vario titolo interessati, per dare un nuovo impulso all'offerta turistica del capoluogo del Frignano. "Siamo sempre disponibili a confrontarci con chi abbia idee da proporre - prosegue - ricordando però, che, in molte circostanze, si deve cercare di conciliare esigenze spesso quasi opposte e che occorre da parte di tutti essere ben consapevoli di questo. È necessario considerare, anche, che la crisi, che è bene non dimenticarlo, è globale, colpisce tutti, ha diminuito notevolmente la capacità di spesa delle famiglie e costringe anche le amministrazioni locali, a operare con attenzione e senso di responsabilità. A mio parere, per il futuro, credo che, senza nasconderci le difficoltà, occorra innanzitutto lavorare per acquisire e far acquisire più fiducia a famiglie e mondo del commercio e dell'impresa. Oggi si percepisce pessimismo e da parte tutti, vedendo il futuro incerto, si riducono i consumi e le spese. Ritengo che con la collaborazione di associazioni di categoria, del mondo del volontariato e di chi, sotto le forme più varie, è interessato, si debba mettere in piedi una rete attraverso la quale creare eventi mirati, che possano abbinare turismo e conoscenza del territorio nelle sue varie forme: dall'arte, all'ambiente, alle eccellenze gastronomiche, con un occhio di riguardo verso il turismo estero, che presenta sbocchi interessanti e spesso sottovalutati, anche verso il mondo dell'impresa. Senza dimenticare un aspetto altrettanto importante, ovvero quello dell'accoglienza".
L'assessore, poi, fa il punto sulle recenti vacanze natalizie e volge lo sguardo al prossime iniziative: "Per Natale, abbiamo scelto di privilegiare le proposte dalle varie associazioni del territorio - spiega - che svolgono un'opera fondamentale e che va loro riconosciuta. Pensiamo di aver contribuito alla loro valorizzazione e alla divulgazione di quello che mettono in atto per favorire una sempre miglior conoscenza di Pavullo, delle sue tante frazioni e delle sue bellezze storico – ambientali. Dopo il grande successo di "Befana in Musica", che ha chiuso il programma natalizio, ora guardiamo al prossimo carnevale. Il 9 febbraio, così, ci sarà "Carnevale e Pavullo" evento dedicato in particolare ai bambini, mentre il 1 marzo ospiteremo la Famiglia Pavironica. Ribadisco infine, che siamo aperti al confronto, senza dimenticare che per accontentare qualcuno, inevitabilmente si scontenta qualcun altro".

(Fonte: ufficio stampa Comune di Pavullo)

 

Un percorso alla scoperta del territorio che parte dalla provincia di Parma e non solo, per spingersi oltre i confini nazionali, attraverso un uso consapevole della bicicletta: Bicinsieme presenta il Programma 2014 -

Parma, 24 gennaio 2014 -

Esplorare il territorio immersi nella natura, scoprire tragitti poco battuti e trafficati, solo per il piacere di pedalare insieme, senza agonismo. Tante escursioni aperte a chiunque voglia partecipare e non solo; un programma ricco di sfaccettature, quello che l'Associazione Bicinsieme, che rappresenta a Parma, la Federazione Italiana Amici della Bicicletta, organizza per il 2014, per promuovere il concetto di mobilità sostenibile.
Pedalate insieme, alla scoperta del territorio utilizzando la bicicletta come mezzo di promozione per un turismo sostenibile, dolce e lento, che sarà sviluppato con varie iniziative, in collaborazione con altri settori del territorio, dalla Provincia, alla Confesercenti, a Viaggi Verdi nell' ambito del Festival ITACA sul turismo sostenibile. Dal 2 marzo a fine novembre, un ricco programma di biciclettate per tutti i gusti e per "tutte le gambe" dalle gite di poche ore, a quelle di alcuni giorni, vedranno la scoperta di luoghi della provincia di Parma e non solo. Dalla Bassa alle montagne del Trentino, dalla ciclabile della Fata Bema a Montechiarugolo, per spostarsi poi in Toscana, dal Chianti alle crete senesi, da Colorno e Torrecchiara alla Costa Adriatica. Biciclettate di gruppo, per il piacere di stare insieme, che partono principalmente da Parma, ma non solo, e si spingono anche oltre i confini nazionali, prediligendo il treno sui cui trasportare tranquillamente la propria bicicletta, per una mobilitazione sostenibile. Una fitta rete di percorsi, ciclo-turistici caratterizzati da due principali assi: la "Ciclo-Po" che da Piacenza attraversa tutta la provincia di Parma passando sull'argine del Po per arrivare a Guastalla e la "Ti-Bre-Dolce" che da Sacca passa a Colorno, Parma, Sala Baganza, Calestano, Berceto per arrivare al Passo della Cisa e proseguire in Lunigiana.
Tante le mete, con itinerari culturali o eno-gastronomici, tra cui il November Porc, divenuta tappa fissa dell'associazione negli anni e l'introduzione per il 2014 dell'escursione natalizia ai presepi di Bazzano.
Escursioni consapevoli, punto di arrivo di un percorso teorico-pratico, che inizia dalla conoscenza del mezzo, dagli effetti benefici per l'ambiente e per la salute che ne derivano e dalle regole da seguire per un utilizzo appropriato, con incontri che l' associazione organizza per preparare i partecipanti alle ciclo-escursioni. L'importanza del tema della sicurezza è messo in risalto nel nuovo programma, in semplici regole che Bicinsieme invita a seguire per viaggiare in maniera consapevole. L'associazione ha in programma inoltre, molte attività in cui verranno coinvolte l'ACI, l'AVIS e la Polizia Municipale con la collaborazione dell' amministrazione comunale proprio per collaborare sul tema della sicurezza stradale e realizzare una mobilità sostenibile e sicura.

In allegato scaricabile il programma 2014

 

Una vetrina per far conoscere produzioni artigianali da non perdere -

Parma, 10 gennaio 2014 -

«Parma Made In - Luoghi da non perdere vuole essere una vetrina di produzioni di alta qualità. Confartigianato ha realizzato questa mini guida per permettere ai turisti di scoprire più da vicino le eccellenze realizzate dai nostri artigiani in vari ambiti: artistico, moda e alimentare. Partiamo con una trentina di pagine che abbiamo però intenzione di ampliare, sperando di poter aggiungere altri imprenditori». Queste le parole di Leonardo Cassinelli, presidente di Confartigianato Imprese Apla Parma, intervenuto alla presentazione della guida e del sito internet ieri mattina, al Gran Caffè del Teatro Regio.

Visitare in pochi giorni una città utilizzando le guide "classiche" non permette sempre di scoprire alcuni dei suoi aspetti e luoghi più caratteristici. Per questo Confartigianato Imprese APLA di Parma ha realizzato la piccola guida che vuole dare la possibilità di conoscere alcuni laboratori pelletterie, sartorie, camicerie, oreficerie che producono a mano e su misura pezzi unici, tuttavia non sempre sono facilmente identificabili, soprattutto dai turisti. L'intenzione è di segnalare queste produzioni artigianali, il vero made in Italy, offrendo la possibilità ai visitatori anche di assistere al processo produttivo. Con Parma Made In sarà più facile individuare i punti produzione e vendita dei prodotti alimentari del territorio, prodotti che hanno reso Parma famosa tutto il mondo: il Prosciutto di Parma, il Culatello di Zibello, il Salame di Felino, la Spalla cotta di San Secondo e il Parmigiano Reggiano.

«Grazie per aver realizzato questa guida – ha esordito Cristiano Casa, assessore provinciale al Turismo e Attività Produttive - Parma Made In è un progetto perfettamente in linea con quanto vogliamo fare per valorizzare le imprese artigiane, comparto quello dell'artigianato molto trascurato a livello nazionale, massacrato a livello fiscale e che invece andrebbe valorizzato. Il Comune c'è e aiuterà la distribuzione attraverso gli IAT».

«È dalle piccole cose che si creano grandi opportunità – ha detto Andrea Zanlari, presidente della Camera di Commercio – dietro questa guida c'è la grande organizzazione del mondo artigiano, questo può essere un punto di partenza per intercettare il turista che oggi si aspetta di essere sorpreso, e ha voglia di novità».

La guida è divisa in aree tematiche (arte, moda, alimentazione) e comprende sia luoghi in città che in Provincia e sarà distribuita negli hotel, nei b&b e negli IAT.

Confartigianato si propone, inoltre, di aiutare i turisti, compresi quelli stranieri, a organizzare visite con accompagnatore. Contattando l'associazione si può programmare un itinerario ad hoc e anche un pranzo in un locale tipico. La mail di riferimento è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure si può contattare il 331 1819169.

Contestualmente è stato creato anche un sito internet madein.aplaparma.com, on-line da ieri, di facile consultazione, dove si possono trovare, fra le altre cose, approfondimenti sulle imprese partecipanti.

Il progetto, realizzato da Confartigianato, al quale hanno aderito 29 imprese, ha ricevuto il contributo della Camera di Commercio di Parma e il patrocinio del Comune di Parma.

(Fonte: Ufficio stampa Confartigianato Imprese Apla Parma)

 

Un patto tra istituzioni e privati per incentivare i reggiani a scegliere il nostro Appennino. Da domenica prossima con il biglietto di SETA sconti anche per lo skipass giornaliero: 12 euro invece di 28 -

Reggio Emilia, 8 gennaio 2014 -

Proseguono le iniziative per incentivare i reggiani a frequentare la stazione sciistica del Cerreto. Un vero e proprio patto che vede unite istituzioni e gestori in un continuo lavoro di valorizzazione.
A partire da domenica prossima, 12 gennaio, sarà infatti attivo un collegamento con autobus tra Reggio e Cerreto Laghi organizzato dall'Agenzia per la mobilità e effettuato da SETA.
Uno sciatore reggiano, con attrezzatura al seguito, potrà raggiungere il Cerreto al costo di 12,60 euro andata e ritorno, in questo modo non pagherà il costo per il trasporto delle attrezzature.
La partenza da Reggio è fissata alle 6.30 da Piazzale Europa, seguendo il percorso e le fermate della linea SETA Reggio-Cerreto Laghi. In particolare la corsa prevede nel Comune di Reggio le fermate a Porta Castello e a Rivalta, per proseguire verso Puianello, Vezzano, La Vecchia, Bettola e Bocco e raggiungere Castelnovo Monti, effettuando quindi le fermate di Casina, Marola Cantoniera, Feriolo, Felina e Croce.
A Castelnovo Monti è prevista una fermata di due minuti per poi proseguire per il Cerreto, con arrivo per le ore 9.00.
Nel pomeriggio il servizio ripartirà alle ore 17.00 dal Cerreto con rientro in città alle 19.25.
Chi arriverà a Cerreto con questo mezzo, esibendo il titolo di viaggio SETA alla biglietteria degli impianti, potrà anche usufruire dello Skipass giornaliero alla tariffa ridotta di 12 euro anziché 28.
Quindi con meno di 25 Euro lo sciatore reggiano potrà godersi una giornata sulle splendide piste della stazione sciistica più attrezzata del nostro Appennino, effettuando il viaggio comodamente seduto, senza l'onere della guida.
Per chi non scia e vuole passare una giornata piacevole al Palaghiaccio di Cerreto Laghi, esibendo sempre il titolo di viaggio SETA, potrà usufruire dell'ingresso al Palaghiaccio alla tariffa di 8 Euro, anziché 14, comprensiva del noleggio pattini e casco.

L'iniziativa è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa, cui hanno partecipato il vicepresidente della Provincia Pierluigi Saccardi, il sindaco di Villa Minozzo Paolo Bargiacchi, il direttore di Act Michele Vernaci, il direttore commerciale di SETA Massimiliano Cantoni, e il direttore della stazione sciistica Federico Murro.
"Il nostro obiettivo – ha spiegato il vicepresidente Saccardi – è quello di offrire un pacchetto tutto compreso che invogli i reggiani ad usare la nostra stazione sciistica. Devo ringraziare l'Agenzia per la mobilità e SETA per la grande disponibilità dimostrata e oggi, possiamo dire, che con meno di 25 euro si può passare una giornata a sciare al Cerreto. Vorrei aggiungere che sono in via di definizione anche dei pacchetti enogastronomici, è già pronto il gestore del Park Hotel, che è anche il gestore delle piste, ma noi vogliamo coinvolgere anche gli altri operatori del settore".
Il Sindaco Paolo Bargiacchi ha sottolineato la ulteriore sinergia tra pubblico e privato che sta facendo del Cerreto una delle stazioni meglio attrezzate dell'Appennino, con una offerta diversificata, non solo sci quindi, ma anche palaghiaccio, sentieri e enogastronomia di alta qualità.
Soddisfazione per l'accordo raggiunto è stata espressa dal direttore della stazione Federico Murro: "Tutto è partito in dicembre, quando alcune famiglie ci hanno chiesto se c'era la possibilità di mandare i ragazzi a sciare. Noi abbiamo coinvolto Provincia e Comune, quindi la risposta ė stata velocissima, e ci ha permesso di creare un pacchetto attrattivo, senza dimenticare che in questo modo si lascia anche la macchina a casa con innegabili benefici per l'ambiente".

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)

 

Nel decreto Milleproroghe una norma che permette la continuità per i prossimi sei mesi. Bernazzoli: un risultato importante ma non il solo, dal Governo l'impegno a cambiare le regole -

Parma 2 gennaio 2014 –

Potrà tornare presto in funzione la seggiovia di Lagdei. Grazie all'articolo 4, comma 7, del decreto cosiddetto Milleproroghe varato dal governo, l'impianto del Cornigliese avrà da subito altri sei mesi di vita.
"L'ottenimento della proroga è un risultato importante ma non il solo – spiega il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli – C'è infatti l'impegno del governo a modificare la norma attuale che sancisce la fine di questi impianti a partire dall'anzianità, introducendo invece un criterio di idoneità. Poiché la seggiovia di Lagdei è stata in funzione fino al settembre scorso riteniamo che abbia le caratteristiche di idoneità per poter continuare a funzionare".
La Provincia è impegnata a riaprire l'impianto appena possibile, cosa che accadrà con l'entrata in funzione del regolamento applicativo al decreto.

(Fonte: Provincia di Parma)

 

Domenica, 22 Dicembre 2013 10:33

Enoturismo: la Toscana batte Bordeaux

 

VINO  - Il premio lancia la corsa a Anteprime di Toscana, l’evento che si terrà dal 15 al 22 febbraio 2014

 

Gli utenti di Wayn.com, colosso social di viaggi e lifestyle, incoronano la Toscana come regione più amata al mondo

Firenze, 19 dicembre 2013 – 5801 a 5005. La Toscana supera di 800 punti la francese Bordeaux e si aggiudica l’edizione 2013 del Wayn Award, premio indetto annualmente da Wayn.com, la più ampia piattaforma social al mondo dedicata al viaggio e al lifestyle che conta 21milioni di membri in 193 paesi. Al concorso, votato da 27mila persone, hanno partecipato le 7 ‘enomeraviglie’ del mondo: assieme a Toscana e Bordeaux, i territori finalisti del contest erano La Rioja (Spagna), Napa Valley (California), Franschhoek (South Africa), Maipo (Chile) e South Eastern Australia. Sul podio, oltre a Toscana e Bordeaux, è salita la spagnola La Rioja (3526 preferenze), tallonata dalla California (Napa Valley), con 3434 voti.

Un risultato importante che conferma quanto la Toscana e i suoi vini siano amati nel mondo.  «E’ interessante  -  ha commentato  Peter Ward, CEO e Co-Fondatore di  Wayn.com  - in tempi in cui  il “nuovo mondo” del vino è molto popolare e alla moda, i nostri membri hanno scelto le regioni tradizionali del vino come loro preferite». 

E grande soddisfazione ha espresso Alberto Peruzzini, dirigente del settore turismo di Toscana Promozione, l’Agenzia regionale che si occupa di promuovere nel mondo la Toscana: «Siamo entusiasti per aver vinto questa competizione internazionale, superando  le altre regioni vinicole del mondo e desideriamo esprimere il nostro ringraziamento ai membri Wayn.com per aver scelto la nostra regione. Saremo lieti di darvi il benvenuto nella nostra  magica terra molto presto!». E il momento giusto per scoprire la Toscana del vino è già alle porte. Dal 15 al 22 febbraio 2014, infatti, tutto il territorio regionale sarà animato dall’evento Anteprime di Toscana che si aprirà alla Fortezza da Basso di Firenze con Buy Wine (15-17 febbraio),  workshop internazionale dedicato alle denominazioni emergenti – che qui organizzeranno le loro anteprime – per poi estendersi all’intero territorio toscano e alle anteprime dei consorzi toscani più blasonati: Vino Nobile di Montepulciano, Vernaccia di San Gimignano, Chianti Classico e Brunello di Montalcino.

Il Wayn Award conferma l’alto gradimento degli enoappassionati di tutto il mondo per la Toscana, dopo le affermazioni al Travelers’ Choice Wine Destinations Awards di Tripadvisor e al sondaggio sulle destinazioni enoturistiche preferite del Movimento Turismo del Vino.

(Buy Wine - Tuscany taste)

 

 

Presentate le offerte della stagione 2013-2014. Con soli 10 euro studenti un giorno sulle piste, pranzo e 1 ora di maestro. Sci in notturna dalle 20 alle 23 e 1 euro in meno nei giorni festivi -

Reggio Emilia, 10 dicembre 2013 -

Cerreto Laghi val bene una vacanza, e i motivi sono tanti. Innanzitutto la sua storia. Cerreto Laghi si è sviluppata da decenni come attrezzata stazione sciistica intorno a un lago appenninico di età glaciale a 1344 metri di altitudine, alle falde del monte La Nuda. La consistente dotazione di impianti di risalita, la ricchissima offerta di servizi offerti al turista insieme alla diversificata possibilità  di praticare ogni tipo di sport invernale (discesa, sci di fondo, pattinaggio su ghiaccio) – e tutto nel raggio di un paio di centinaia di metri - rendono Cerreto Laghi una delle stazioni invernali più frequentate ed attrezzate del centro-nord Italia.
La stagione 2013-2014 oltre ad aprirsi con ottimi auspici per il precoce innevamento, presenta molte novità che sono state illustrate questa mattina in Provincia - alla presenza del vicepresidente con delega al Turismo Pierluigi Saccardi, dell'assessore all’Istruzione Ilenia Malavasi e del sindaco di Collagna, Paolo Bargiacchi - dal titolare della stazione Marco Giannarelli e dal direttore di esercizio Federico Murro.
Lo Snowpark con una nuova gestione, la ski-test card (solo 10 euro per chi scia al pomeriggio dalle 14 in poi), lo sci in notturna in esclusiva per l’Appennino  (dalle 20 alle 23 durante le vacanze di Natale e tutti i sabati di gennaio), il Palaghiaccio sono opportunità che interessano tutti, ma Cerreto Laghi quest’anno rivolge una particolare attenzione al mondo della scuola. La Provincia di Reggio Emilia, con diverse iniziative nel corso degli anni, ha sostenuto concretamente tutte le proposte rivolte ai giovani e agli studenti perché l'offerta riservata alle scuole è strategica per il nostro turismo invernale. Riavvicinare le nuove leve alla pratica dello sci significa investire nel futuro, così come è importante far conoscere ai giovani reggiani le bellezze del nostro territorio. Il ricambio generazionale non è un fatto automatico e scontato. Occorre intervenire anche sul fronte della convenienza economica, specialmente in un momento difficile come l'attuale. L'offerta di Cerreto Laghi per le scuole e i gruppi per la stagione 2013-2014 è particolarmente allettante, con una giornata bianca a soli 10 euro che comprende lo skipass oppure il giornaliero al Palaghiaccio, un pranzo convenzionato (pizza+bibita oppure primo o secondo+acqua) e un'ora col maestro di sci. “In più – hanno aggiunto il titolare e il direttore della stazione Marco Giannarelli e Federico Murro – quest’anno abbiamo deciso di abbassare di 1 euro il costo dello skipass. 
“Una iniziativa coraggiosa e innovativa di questi gestori reggiani degli impianti che stanno compiendo un ottimo lavoro e che tanto la Provincia quanto la Regione, attraverso l’Unione di prodotto Appennino e Verde, stanno cercando di sostenere”,  ha detto il vicepresidente Pierluigi Saccardi. “Speriamo in una risposta positiva da parte delle scuole ad una iniziativa che diffonderemo insieme all’Ufficio scolastico non solo perché promuove uno sport sano, ma anche perché favorisce la conoscenza del nostro patrimonio e del nostro territorio”, ha aggiunto l’assessore Ilenia Malavasi.
“Le scuole rappresentano un segmento di utenza turistica interessantissimo, la vera sfida è far innamorare bambini e ragazzi reggiani di questo nostro bellissimo Appennino che soffia aria pulita sulle pianure e che disseta la città - ha concluso il sindaco di Collagna, Paolo Bargiacchi – Moltissimi reggiani purtroppo non conoscono questi luoghi tra i più belli della nostra provincia. Il Cerreto, oltre a garantire sicurezza e certezza di neve, dispone di alternative come il Palaghiaccio che garantiscono una offerta davvero unica in tutta l’Emilia-Romagna. Vogliamo colpire al cuore e alla testa i reggiani perché facciano scoprire ai loro figli questo tesoro”.


(Fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)