Assunzioni flessibili, flessibilità dell'orario di lavoro, appalto di servizi, salario: questi i temi al centro dell'incontro aperto a tutti gli albergatori mercoledì 26 marzo alle 15.30 presso la sede provinciale di Confcommercio Reggio Emilia.

 

Reggio Emilia, 24 marzo 2014

 

A MARGINE PRESENTAZIONE DEI PRIMI DATI SU PERFORMANCE ECONOMICA E REPUTAZIONE ONLINE DEGLI HOTEL REGGIANI

 

Assunzioni flessibili, flessibilità dell’orario di lavoro, appalto di servizi, salario: questi i temi al centro dell'incontro aperto a tutti gli albergatori mercoledì 26 marzo alle 15.30 presso la sede provinciale di Confcommercio Reggio Emilia. Nella stessa occasione verranno presentati anche i primi dati su performance economica e reputazione online degli alberghi reggiani.

L'Associazione provinciale albergatori di Confcommercio Reggio Emilia organizza un incontro per illustrare le novità introdotte dall'accordo per il rinnovo del Contratto nazionale di lavoro del Turismo, siglato nel gennaio scorso. L'incontro avrà luogo mercoledì 26 marzo dalle ore 15.30 alle ore 18.30 presso la sede provinciale Confcommercio in Via Giglioli Valle 10 a Reggio Emilia.

Angelo Candido e Andrea Serra della Direzione nazionale Federalberghi illustreranno tutti i dettagli riguardanti assunzioni flessibili, flessibilità dell’orario di lavoro, appalto di servizi, salario e diversi altri istituti contrattuali piuttosto importanti per l'organizzazione dell'attività e la gestione dell'impresa alberghiera.

Marco Malacrida, fondatore di RES Hospitality Business Developers, presenterà poi i primi dati su Reggio Emilia del barometro alberghiero online che consente di misurare la performance economica e la reputazione online degli alberghi.

«Le importanti novità introdotte dal rinnovo del Contratto nazionale di lavoro del turismo –spiega Francesca Lombardini, presidente Federalberghi - Associazione provinciale albergatori di Confcommercio Reggio Emilia- rendono necessario e doveroso da parte nostra dare un’informazione non solo agli associati ma a tutti gli alberghi perché tutti sono toccati da questi cambiamenti». «In questa occasione –prosegue Francesca Lombardini- forniremo anche i primi risultati di un importante strumento di cui ci siamo dotati a Reggio Emilia grazie al sostegno dell’Ente Bilaterale Unitario Regionale Turismo Emilia Romagna e del suo Centro Servizi Territoriali di Reggio Emilia. Uno strumento dal quale oggi non si può prescindere e che consente di monitorare la reputazione online, l’occupazione e la redditività degli alberghi e della destinazione per poter stare sul mercato coi prezzi più adeguati alla domanda e migliorare così la sostenibilità delle imprese e la loro capacità di garantire lavoro».

In allegato locandina scricabile con dettagli evento 

 

(Fonte: ufficio stampa Confcommercio Reggio Emilia)

 

 

Tra i simboli della città guidati dall'olfatto e dai profumi alla scoperta della bellezza, di se stessi e della buona compagnia -

Modena, 20 marzo 2014 -

E' l'originale proposta di turismo sensoriale dal titolo "A profumar l'aria vengo anch'io", ideata e condotta da Anna Rosa Ferrari fondatrice del pensiero profumalchemico, per scoprire alcuni suggestivi scorci del centro storico di Modena, in una esperienza intima e giocosa tramite l'interazione dei sensi.

L'iniziativa, a cura della associazione culturale Perfvmvm Avia Pervia Rinascimento Olfattivo e Spirituale e con il patrocinio del Comune di Modena e della Circoscrizione del Centro Storico, avrà luogo sabato 22 marzo 2014 alle ore 17, in occasione della giornata Fai di Primavera, e successivamente sabato 19 aprile e sabato 24 maggio.

In ogni appuntamento i temi sensoriali e i luoghi visitati saranno diversi.


Punto di partenza sarà l'Artestetica profumeria in piazzale Torti 9, a due passi dal Duomo.
Dalle ore 16 alle ore 21 nel caratteristico piazzale sarà inoltre allestito all'aperto l'accogliente salotto Profumalchemico, a ingresso libero, dove gli ospiti accompagnati da guide esperte, potranno dedicarsi a degustazioni olfattive di materie prime e profumi naturali di rara qualità.


E' previsto un contributo di 8 euro per gli adulti comprensivo di fragranza da espandere durante la gita. Gratis per i bambini e i ragazzi fino ai 18 anni.

Ai turisti durante il percorso verrà offerta la possibilità di profumare l'aria della città,
un'azione per diffondere sia simbolicamente che realmente pensieri positivi nel cuore del luogo visitato.


Un' esperienza singolare e unica che sgorga dalla filosofia profumalchemica in grado di proporre indicazioni tramite il respiro, che ognuno può sviluppare sia durante l'evento a cui partecipa, sia in un secondo momento in un proprio percorso individuale e interiore.

Si tratta di un percorso che attraverso la pietra vissuta con l'aiuto dei profumi, consente di accedere a un vero viaggio interiore alla ricerca di noi stessi.
E insieme si tratta anche di un tragitto nel microcosmo della città costituito da universi sensoriali che sbocciano in luoghi a volte noti e a volte nascosti.

 

(Fonte: ufficio stampa Perfvmvm Avia Pervia Rinascimento Olfattivo e Spirituale)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

Progetto "Gemellaggio", un tirocinio formativo promosso dal Comitato Dante Alighieri con l'istituto Raineri-Marcora di Piacenza per alunni, studenti e insegnanti nel settore turistico e ristorativo: ieri pomeriggio il benvenuto in Provincia alla presenza delle istituzioni -

 

 Piacenza, 20 marzo 2014 -

Togliatti e Piacenza ancora più vicine. Ha preso il via in questi giorni il progetto "Gemellaggio", un tirocinio formativo promosso dal Comitato Dante Alighieri con l'istituto Raineri-Marcora di Piacenza per alunni, studenti e insegnanti nel settore turistico e ristorativo: protagonisti l'istituto Raineri-Marcora e gli studenti russi del PVGUS e del SGBA che hanno raggiunto nelle scorse ore la provincia di Piacenza.
Ad accogliere le studentesse di Togliatti, che rimarranno in Italia fino alla fine del mese, sono stati ieri pomeriggio nel palazzo di corso Garibaldi il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi con il vicepresidente Maurizio Parma e il consigliere provinciale Thomas Pagani, l'assessore alla Cultura del Comune di Piacenza Tiziana Albasi, il presidente dell'associazione La Valtidone Valentino Matti e Michele Maffini di Assoagriturismi.
Il progetto prevede masterclass di cucina italiana e lezioni di italiano e, per la parte turistica, una visita alle bellezze della città e della provincia e di alcune città d'Italia. Infine gli studenti coinvolti nel progetto acquisiranno familiarità con la dimensione dell'agriturismo cimentandosi in cucina e in sala.
"Il legame tra Piacenza e Togliatti – ha detto il presidente Trespidi – si sta rafforzando sempre di più e, anche in vista di Expo 2015, tale relazione istituzionale potrà costituire un punto di forza. E' un onore accogliere gli studenti in arrivo da Togliatti: l'auspicio è che possano visitare tutte le bellezze del nostro territorio e assaggiare i prodotti enogastronomici tipici. Il mondo della scuola, a braccetto con quello delle istituzioni, è in questo caso uno strumento importante di scambio culturale. Un ringraziamento particolare va al consigliere Pagani per l'impegno profuso nel progetto".
Al termine dell'incontro l'insegnate della città di Togliatti ha portato alle istituzioni piacentine il saluto del sindaco di Togliatti.

 

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

Si chiama “The Art Cities of Emilia Romagna” il nuovo eBook, scaricabile su tutti i dispositivi mobili Apple e Android, taccuino on line che racconta le eccellenze tipiche ma anche le esperienze più particolari e autentiche offerte dalle dieci Città d’Arte regionali  - Storia, cultura, enogastronomia, curiosità e “tips” a portata di click con i racconti di viaggio dei 25 travel bloggers internazionali che le hanno visitate – Download al link bit.ly/cda_ebook

 

Parma, 19 marzo 2014 -

Una guida fatta dai viaggiatori per i viaggiatori: “The Art Cities of Emilia Romagna”, disponibile sulla piattaforma digitale turistica della regione, è una raccolta di appunti di viaggio di venticinque travel bloggers internazionali provenienti da Europa, Usa, Canada, Nuova Zelanda ed Australia che sono andati alla scoperta delle dieci città d’arte emiliano romagnole. 

Nell’eBook, con lo stile immediato e informale tipico del web, gli autori includono informazioni utili, e attraverso le personali esperienze, raccontano percorsi alternativi e forniscono suggerimenti curiosi per chi intende godere di tutta la bellezza che appartiene all’Emilia Romagna. La guida si snoda lungo l’asse dell’antica via Emilia: si parte da Piacenza, per poi scendere verso Parma e Reggio Emilia, proseguendo con Modena, Bologna e Ferrara, scendendo verso Ravenna, Faenza, Forlì e Cesena, per approdare, infine, a Rimini. Per ogni destinazione sono indicati i quattro “must” da non perdere, dai siti Unesco ai grandi gioielli architettonici che arricchiscono l’appeal delle singole città, poi il racconto prosegue attraverso tradizioni eccellenti, indirizzi da non perdere e buoni sapori tipici (in alcuni casi con ricetta inclusa). 

“L’idea alla base di questa eBook” dichiara Graziano Prantoni Presidente dell’Unione Città d’Arte dell’Emilia Romagna “è proprio affidare il racconto del territorio all’esperienza vissuta. E’ l’ottica autenticamente soggettiva dei viaggiatori a rinnovare l’idea di tradizionale guida turistica; questo eBook intende essere un compagno di viaggio sincero e accattivante per i turisti 2.0, sempre più alla ricerca di autenticità locali. Il formato digitale, inoltre, lo rende di facile e immediata consultazione rendendo a portata di mano sia informazioni utili che spunti curiosi per aggiungere, via via, appeal al viaggio e alla vacanza”.

Tra gli autori, c’è chi ha suggerito come trascorrere 48 ore a Bologna con 200 euro tra soste golose, shopping, tappe culturali e intrattenimento; c’è poi chi, invece, raccomanda di provare il brivido del rafting lungo il corso del fiume Trebbia (PC); tra i contributi più inattesi anche le testimonianze dedicate al birdwatching sul Delta del Po, alle gite in mountain bike sull’Appennino modenese, allo spettacolo rosa di Comacchio (FE), oasi WWF che ospita una cospicua colonia di fenicotteri. Ampio spazio anche alle tradizioni più ghiotte del territorio, patrimonio prezioso dell’Emilia Romagna, documentate passo passo con immagini e video realizzati estemporaneamente dai bloggers con cellulari e tablet durante la loro permanenza: ed ecco svelate le tecniche di produzione di prelibatezze locali che hanno conquistato il mondo – come l’Aceto BalsamicoTradizionale di Modena e Reggio Emilia, il Prosciutto di Parma, il Parmigiano Reggiano e la pasta fresca fatta a mano e la piadina. Il grande appeal del Made in Italy è protagonista anche attraverso un’altra eccellenza regionale, la Motorvalley: tra i racconti di viaggio più suggestivi raccolti all’interno dell’eBook l’incontro con la famiglia Lamborghini, l’esperienza adrenalinica di guidare una Ferrari sul circuito dell’Autodromo di Modena, la visita alla Ducati e al relativo Museo (BO). Spazio anche alle tradizioni locali illustri che affondano le radici nel tempo come l’arte del mosaico e della ceramica, i cui segreti sono rivelati attraverso le testimonianze dell’incontro con un mosaicista ravennate ed un vasaio faentino. 

“The Art Cities of Emilia Romagna”, rappresenta l’espressione diretta e la sintesi di Blogville, progetto digitale di promozione turistica di APT Servizi avviato nel 2012 che ha richiamato e coinvolto in due anni ben 120 bloggers internazionali provenienti da Europa, Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda, producendo oltre 6 mila immagini postate e condivise, più di 500 articoli pubblicati sui blog tematici più accreditati, che hanno consentito alla destinazione Emilia Romagna di raggiungere oltre 15 milioni di utenti web nel mondo generando,solo su Twitter, oltre 200 milioni di “impressions”. L’eBook, pensato per  il turismo globale del XXI secolo, è interamente in lingua inglese e al suo interno è riportata anche una serie di link ai post pubblicati dai travel bloggers di Blogville sui canali social dei relativi Paesi di provenienza in seguito alla loro permanenza in Emilia Romagna, che ha identificato nel web un canale funzionale alla promozione turistica sia in un’ottica di internazionalizzazione della propria offerta che di ottimizzazione delle risorse.

 

Sfoglia l’ebook “The Art Cities of Emilia Romagna” bit.ly/cda_ebook

 

Approfondimenti su Blogville

 

Approfondimenti sulle Città d’Arte dell’Emilia Romagna

 

(Fonte: Ufficio Stampa Apt Servizi)

 

La vicepresidente della Regione Simonetta Saliera e l'assessore regionale Patrizio Bianchi hanno incontrato una delegazione maltese guidata dal presidente di Gozo, Samuel Azzopardi -

Bologna, 19 marzo 2014 –

Più scambi culturali ed economici, a partire dall’offerta turistica e di viaggi di studio, tra le regioni Emilia-Romagna e quella maltese di Gozo. Ma anche maggiore collaborazione in altri settori economici, in primo luogo nell’agroalimentare e nell’enogastronomia. Questi i temi al centro degli incontri istituzionali che si sono svolti ieri nella sede della Regione Emilia-Romagna, dove prima la vicepresidente della Regione Simonetta Saliera e poi l’assessore regionale a Scuola e formazione Patrizio Bianchi hanno ricevuto una delegazione di amministratori locali e imprenditori di Malta, guidata da Samuel Azzopardi (sindaco di Victoria e presidente della Regione di Gozo) e Joseph Sultana (sindaco di Munxar e vice presidente di Gozo).
La delegazione, composta da diversi sindaci maltesi e da rappresentanti delle categorie economiche dell’isola del Mediterraneo, è giunta in Emilia-Romagna il 16 marzo scorso e ripartirà oggi dopo aver avuto una serie di incontri anche con associazioni economiche di diverse città.
Durante l’incontro si sono poste le basi per una collaborazione tra istituzioni e sistemi educativi e formativi finalizzata alla mobilità di studenti e formatori, al rafforzamento dei partenariati tra i soggetti formativi come strumento per accedere alle risorse comunitarie e allo scambio di buone prassi di metodologie di insegnamento e apprendimento, con particolare riferimento alle competenze linguistiche.
L’incontro in Regione è stata anche l’occasione per porre le basi per una futura intesa tra Emilia-Romagna e Gozo per promuovere il turismo, intensificare gli scambi culturali e cooperare in specifici settori economici.

 

(Fonte: ufficio stampa Regione Emilia Romagna)

 

Giornalisti d'importanti mezzi di comunicazione della Russia saranno in visita nel Piacentino dal 9 al 15 marzo alla scoperta della via Francigena e delle eccellenze del territorio - L'iniziativa è promossa dal nuovo Club di Prodotto "Terre francigene piacentine" in collaborazione con Apt Servizi Emilia Romagna -

 

Piacenza, 7 marzo 2014 -

Per una settimana, dal 9 al 15 marzo, giornalisti d'importanti mezzi di comunicazione russi saranno nel Piacentino alla scoperta della via Francigena e delle eccellenze del territorio. L'iniziativa è promossa dal nuovo Club di Prodotto di operatori turistici privati "Terre francigene piacentine" in collaborazione con Apt Servizi Emilia Romagna.
La delegazione di reporter russi è composta da una troupe televisiva di tre persone del principale canale russo "1 TV" (con 250.000.000 di spettatori in tutto il mondo); da due giornalisti del giornale russo "Vechernyaya Moskva" (1.150.000 copie); da un giornalista della rivista enogastronomica "Buon Italia" (80.000 copie); da una giornalista che scrive per diversi giornali e siti online ("Italia", "Tumbler", "Russkaya Vodka"," www.winepages.ru", "www.gurway.ru", www.italia-magazine.ru). Sarà presente anche il vice-direttore della Camera di Commercio Italo/Russa.
Domenica pomeriggio 9 marzo, dopo l'arrivo a Milano Malpensa, i giornalisti russi arriveranno in città e inizieranno il tour di Piacenza. Riprenderanno lunedì mattina, sempre a Piacenza, con la visita alla Banca di Piacenza e alla Galleria d'arte moderna "Ricci-Oddi" dove è previsto l'incontro con il sindaco e le autorità cittadine. Nel pomeriggio trasferimento a Vigoleno, per vedere il Borgo e il Castello, cui seguirà una degustazione di vini in una cantina della zona. Un'altra perla turistica del Piacentino, Castell'Arquato, sarà la prima tappa del programma di martedì 11 marzo che proseguirà con la sosta in un salumificio locale, la visita al Castello di Gropparello , all'Abbazia di Chiaravalle della Colomba e all'Outlet "Fidenza Village" (Parma). Tappa Parmense mercoledì mattina 12 marzo - dedicata a Giuseppe Verdi (nella sua Busseto) e sosta a Fidenza in un caseificio di Parmigiano Reggiano – prima del ritorno nel Piacentino per la visita al Castello di San Pietro in Cerro. Mentre il 13 marzo il programma prevede visite a Bobbio, Grazzano Visconti ed al Castello di Rivalta, venerdì 14 marzo faranno sosta alla Rocca d'Olgisio , a Ziano Piacentino (per degustazioni di prodotti tipici) ed una visita guidata del centro storico di Piacenza. In serata, i giornalisti russi, avranno un "assaggio" della qualità dell'offerta lirica del territorio assistendo, presso il Teatro Municipale, al "Simon Boccanegra" di Giuseppe Verdi. Sabato pomeriggio 15 marzo, dopo una mattinata di shopping a Piacenza, il gruppo rientrerà a Mosca.
La valorizzazione delle terre Piacentine legate alla via Francigena da parte del nuovo Club di prodotto è una grande opportunità da cogliere, per i flussi turistici internazionali che attiverà, anche in vista dell'EXPO 2015 di Milano e rientra nel progetto "Vie Francigene di Montagna", realizzato in collaborazione con Regione, Provincia, comuni e categorie economiche e turistiche del territorio.
Questo tour di giornalisti russi si inserisce nelle attività previste in occasione dell'anno del turismo italo-russo presentate il 6 febbraio a Piacenza in un incontro promosso dalla Fondazione Gorbaciov, Auropa Organizzazione Servizi, Scepi's man of peace e operatori commerciali piacentini che hanno incontrato, in quella occasione, il Console generale russo in Italia Aleksander Nurizade e il direttore generale della Camera di Commercio Italo-Russa Oleg Shegolev.

(Fonte: Ufficio Stampa Apt Servizi)

 

L'offerta turistica dell'Emilia Romagna è in vetrina a Berlino dal 5 al 9 marzo nell'importante rassegna fieristica internazionale ITB - Sono 17 gli operatori turistici regionali presenti ospitati in uno stand che rilancia la campagna di comunicazione "Emilia Romagna. Terra con l'anima e col sorriso" - Spazio regionale anche nell'area Medienlounge per incontri con i media tedeschi - A Berlino sarà presentata l'edizione 2014 di BlogVille Emilia Romagna.

 

Parma, 4 marzo 2014 -

Il turismo dell'Emilia Romagna gioca in attacco, dal 5 al 9 marzo all'ITB di Berlino, con le proposte commerciali di 17 operatori con diversi incontri con media e tour operator tedeschi per presentare le novità 2014.
Apt Servizi coordina all'ITB una duplice presenza promozionale articolata in uno stand di 30 metri quadrati in area ENIT (personalizzato con immagini della campagna "Emilia Romagna terra con l'anima e col sorriso") e con un corner nell'area-stampa Medienlounge per incontri con i più importanti media tedeschi. Mercoledì 5 marzo saranno i rappresentanti istituzionali della Repubblica di San Marino (con cui l'Emilia Romagna ha accordi turistici) ad incontrare i giornalisti tedeschi mentre, giovedì 6 marzo, sarà protagonista la città di Rimini, rappresentata dal sindaco Andrea Gnassi, che illustrerà alla stampa le novità e gli eventi 2014 della capitale europea delle vacanze.
All'ITB sarà presentata (la sera del 5 marzo presso il "25 Hours Hotel") anche l'edizione 2014 di "Blogville Emilia Romagna" nel corso di un evento organizzato dai blogger di iAmbassador.net con la presenza di oltre 350 blogger e rappresentanti di agenzie del settore travel & new media.
Nel centrale mercato turistico tedesco Apt Servizi ha messo a punto per il 2014 un articolato Piano di iniziative, in primo luogo con i tour operator. Con ITS sono previste campagne di direct marketing, mentre pagine dedicate al turismo regionale sono presenti nei cataloghi dei tour operator Dertour, TUI, 1-2 Fly FTI e Neckerman,. Altri interventi sono in programma col tour operator RUF (per il target giovani) e Geldhauser. Si è invece appena conclusa la campagna affissioni di grandi dimensioni, durata due settimane, a Monaco e Stoccarda, realizzata in collaborazione con il tour operator FTI. Diversi bus operator tedeschi saranno invece coinvolti nel progetto di co-marketing a sostegno dei viaggi in regione. Il tema di comunicazione di quest'anno con i tour operator tedeschi è il nuovo progetto "Riviera dei Parchi" (che raggruppa 11 realtà della costa emiliano romagnola) che presentano l'iniziativa promozionale dell'ingresso gratuito dei bambini fino a 10 anni abbinata al soggiorno in Emilia Romagna. Altre azioni 2014 in Germania interesseranno i progetti MICE (Meeting, Incentive, Congressi ed Eventi), golf, quello dedicato (assieme alla regione Lombardia) alla valorizzazione del Patrimonio Unesco presente nei territori di confine tra le due regioni, assieme ai progetti sperimentali 2014 sul Turismo enogastronomico e del Turismo Bike, con proposte turistiche di qualità, in vista dell'EXPO 2015.
Sarà ripetuta, anche nel 2014, la collaborazione con l'agenzia di marketing Corporate Benefit che diffonde le offerte di vacanza per dipendenti delle più importanti aziende tedesche (360 tra cui Lufthansa, Siemens, Daimler Benz) e che si estende anche all'Austria e alla Svizzera e al mercato tedesco è dedicato il sito Internet www.emiliaromagnaturismo.it/de dove, oltre a informazioni dettagliate sull'offerta turistica regionale, si può accedere a proposte vacanza messe a punto dagli operatori regionali.
Questi sono gli operatori turistici presenti all'ITB di Berlino: Bologna Welcome by Bologna Congressi, Cattolica In, Consorzio Riccione Turismo, Consorzio Visit Ferrara, Emilia Romana Golf, Firmatour (Rimini), Grand Hotel Terme & Spa - Centro Benessere Castrocaro, Grand Hotel Terme della Fratta (Bertinoro), Itemar (Cattolica), Modenatur, Ospitalità a Bologna, Parma Incoming, Prima Tour, Ravenna Incoming Convention & Visitors Bureau, Relais Bellaria Hotel & Congressi by Welcome Bologna, The Cooking Loft By La Rotta dei Sogni (Reggio Emilia), Trekkingitaly.net by Promappennino (Zocca - Modena).

 

 

(Fonte: Ufficio Stampa Apt Servizi)

 

L'obiettivo è il riconoscimento del Cammino di San Colombano tra gli itinerari europei. Parma: "Importante coinvolgere anche gli altri Paesi che si affacciano sul percorso" -

 Piacenza, 26 febbraio 2014 -

Nascerà ufficialmente sabato 8 marzo a Bobbio l'Associazione Europea del Cammino di San Colombano che avrà il compito di presentare la candidatura per il riconoscimento del Cammino di San Colombano tra gli itinerari europei. Soggetti fondatori della nuova realtà saranno la Provincia di Piacenza, il Comune di Bobbio, la diocesi di Piacenza e Bobbio e l'Associazione degli Amici di San Colombano per l'Italia, il Comune di Luxeuil-les Bains e Association des Amis de Saint Colomban per la Francia e North Down Borough Council e le chiese di Bangor per l'Irlanda del Nord. Ma l'obiettivo è quello da un lato di raccogliere numerose altre adesioni di privati o associazioni e dall'altro di coinvolgere i Paesi europei che si affacciano sul percorso di San Colombano.
"Con il cammino dedicato a San Colombano – ha detto ieri mattina durante la presentazione dell'evento il vicepresidente della Provincia di Piacenza Maurizio Parma - Piacenza ha dimostrato unità di intenti e di impegno: crediamo fortemente in un progetto che sarà in grado di unire diversi Paesi europei. Il progetto prende le mosse da un anniversario importante: i 1400 anni della morte di San Colombano che si celebreranno nel 2015". "Ringrazio – ha continuato il sindaco di Bobbio Marco Rossi – in particolar modo la Provincia e l'assessore Parma per l'impegno profuso nell'iniziativa. La giornata dell'8 marzo sarà storica: la firma dell'atto costitutivo, alla presenza delle autorità italiane, irlandesi e francesi è in programma alle 10 nel Museo della città di Bobbio nel chiostro di San Colombano". "In quell'occasione – ha aggiunto Giovanni Pattoneri (Cammini d'Europa) – sarà presentato ufficialmente il logo del Cammino di San Colombano". "La Diocesi – ha quindi assicurato monsignor Domenico Ponzini (Diocesi di Piacenza-Bobbio) – si adopererà per il riconoscimento di San Colombano come patrono d'Europa: la sua figura è il simbolo dell'Europa unita". "Siamo orgogliosi – ha concluso Luisa Follini dell'Associazione Amici di san Colombano – di poter provare a dare un'ufficialità ad un Cammino che per 1400 anni ha vissuto senza riconoscimento".
L'itinerario culturale dedicato a San Colombano – promosso in diverse occasioni dalla Provincia di Piacenza (si ricordi ad esempio l'edizione 2012 della Bit di Milano) – si pone come finalità principale la conoscenza e la valorizzazione dei luoghi toccati dall'abate e il dialogo tra i Paesi che in passato ospitarono il Santo (da Bangor a Luxeuil-les Bains fino a Bobbio attraversando ben sette Paesi). Nello scorso mese di novembre a Bangor (Irlanda del Nord) era stato siglato il protocollo di intesa tra Italia, Francia e Irlanda del Nord per la promozione del cammino europeo: il prossimo passo sarà invece la costituzione di un comitato scientifico che avrà il compito di presentare la candidatura del cammino dedicato al Santo all'Istituto europeo degli itinerari culturali di Lussemburgo.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

 

 

 

Emilia, 15 febbraio 2014 ----

Grande affluenza allo stand della Regione Emilia-Romagna, che alla BIT di Milano ha presentato oltre 1000 proposte tra Appennino, Terme, Riviera e Città d`Arte. 39 operatori hanno illustrato a privati e operatori del settore le opportunità di vacanza e di business nello stand di 502 metri quadrati. Tante anche le occasioni per degustare i prodotti tipici della regione, tra Parmigiano Reggiano, aceto balsamico, culatello, piadina e salumi.

- Gli Obiettivi - 

Aumento della quota di turismo estero (in Germania, Russia e tradizionali paesi europei di riferimento), consolidamento delle posizioni in Italia, maggiore presenza nel Web, sempre più decisivo per la scelta della vacanza.
Queste le linee d’intervento del Piano promozionale turistico 2014 dell’Emilia Romagna messo a punto da APT Servizi.

Il BIT di Milano è il grande banco di prova dove i 39 operatori turistici regionali stanno presentando lo “scrigno turistico” dell’Emilia Romagna che ha la cantante Laura Pausini sua “ambasciatrice” nel mondo. La ricchezza delle proposte di soggiorno – in questa “Terra con l’anima e col sorriso” come afferma lo slogan della campagna promozionale – spaziano dalla splendida corona di città d’arte (alcune Patrimonio Unesco) alla ricca offerta balneare lungo 110 chilometri di costa; dai luoghi di vacanza per un turismo slow, all’aria aperta e termale, all’eccezionale proposta enogastronomica fatta di 39 prodotti DOP e IGP apprezzati in tutto il mondo e legata a pacchetti speciali. Tutto questo è arricchito da una rete unica di parchi tematici (La Riviera dei Parchi), da un circuito di 25 campi da golf, da una straordinaria Motor Valley con la presenza dei prestigiosi marchi internazionali Ferrari, Ducati, Lamborghini, Maserati (che nel 2014 festeggia i 100 anni d’attività). Presenti nello stand anche postazioni Internet collegate ai siti www.emiliaromagnaturismo.it e www.visitemiliaromagna.com

 

Affollatissime le postazioni piacentine sostenute da Provincia, Camera di Commercio e Comune nello stand della Regione: presi contatti con Paesi di tutto il mondo. Questa mattina la visita istituzionale - 

Piacenza, 13 febbraio 2014 -

Piacenza è tornata alla Borsa internazionale del Turismo, in scena a FieraMilano da oggi fino a sabato, con una formula innovativa improntata sulla vendita dei pacchetti turistici e sulla promo-commercializzazione del territorio. Moltissimi sono stati, già nelle prime ore della giornata, i contatti e gli appuntamenti presi con tour operator di diversi Paesi del mondo: Cina, Lettonia, Olanda, Slovacchia, India, Russia, America, Serbia, Germania, Stati Uniti. Per la prima volta quest'anno, infatti, la Bit ha creato una piattaforma virtuale per il confronto tra domanda e offerta che ha consentito agli operatori di intercettare le richieste degli acquirenti.
"Piacenza – hanno spiegato gli operatori piacentini impegnati nella vendita dei 34 itinerari turistici proposti – può essere inserita in tour a livello nazionale come tappa per un turismo di tipo esperienziale. Molto interesse suscitano l'enogastronomia con dimostrazioni pratiche e laboratori hand made, la navigazione sul Po, il cicloturismo, gli itinerari religiosi. E' stata inoltre richiesta Piacenza come meta per soggiorni e pernottamenti nei mesi dell'Expo".
Il territorio piacentino è ospitato a FieraMilano all'interno dello stand della Regione Emilia-Romagna in due postazioni: una gestita dall'associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza (che propone al pubblico la possibilità dalla primavera 2014 di gite in mongolfiera sui castelli, tour in motocicletta o auto d'epoca, laboratori didattici, escursioni a cavallo e cene preparate da chef stellati) e l'altra dedicata a "Piacenza per Expo 2015". Grazie alla collaborazione e al sostegno economico della Camera di commercio, della Provincia di Piacenza e del Comune, Piacenza sta mettendo in mostra le proprie buona qualità, le proprie tradizioni e le proprie bellezze nella cornice di uno dei più importanti appuntamenti dedicati al turismo a livello internazionale.
"Quest'anno – ha spiegato questa mattina in fiera l'assessore provinciale a Turismo, marketing e cultura Maurizio Parma – Piacenza è presente in modo compatto in vista dell'esposizione universale del 2015. Fare sistema significa proporsi con un messaggio unico e così è stato fatto. Gli operatori piacentini stanno intercettando le richieste in arrivo da moltissimi Paesi del mondo. Siamo all'inizio di un nuovo percorso: Expo 2015 non dovrà essere l'obiettivo finale ma il punto di partenza di una nuova era del turismo piacentino. Ricordo infine che il territorio piacentino sarà rappresentato, dopo la Bit di Milano, alle quattro fiere del turismo più importanti a livello internazionale: Mosca, Londra, Rimini e, con ogni probabilità, Berlino". "La Bit - ha aggiunto l'assessore a Politiche culturali e promozione turistica del Comune di Piacenza Tiziana Albasi – si conferma l'occasione ideale per la promozione di pacchetti turistici del territorio della città e della provincia oltre che la via per trasformare l'offerta culturale-turistica in opportunità economica".
Anche il presidente della Camera di commercio Giuseppe Parenti era intervenuto nei giorni scorsi sottolineando che: "In un'epoca di tagli delle spese e in un momento difficile per fare impresa, la Camera di Commercio ha deciso di confermare la presenza alla Bit: appuntamenti come quello milanese offrono l'opportunità concreta di far crescere il settore del turismo che sul territorio locale sta conoscendo una crescita". "Gli operatori dell'Emilia Romagna – ha poi rilevato questa mattina a Milano l'assessore regionale al Turismo Maurizio Melucci – sono particolarmente impegnati sui mercati esteri. L'Emilia ha una grande occasione e non solo perché è la porta di Milano ma anche perché culla di un turismo pionieristico: Piacenza in particolare può contare sui castelli, sull'enogastronomia, sul Po. Quello su cui bisogna puntare sono i club di prodotto: l'individualismo non paga".
Per presentare i prodotti di eccellenza del territorio di Piacenza, la Strada del Po e dei sapori della Bassa Piacentina e la Strada dei Vini e dei Sapori dei colli piacentini hanno organizzato infine all'interno della stand della Regione Emilia-Romagna due degustazioni (in programma oggi dalle 17 alle 18 e domani ancora dalle 17 alle 18) riservate a tour operator stranieri e giornalisti. La Bit rimarrà aperta agli operatori ancora domani e sabato (nella giornata di sabato le porte saranno aperte anche al pubblico).

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)