Il turismo della cittadina termale passa anche dalla musica. Il sindaco Filippo Fritelli sulla tematica della zonizzazione acustica. Intanto su Facebook scambio di opinioni con circa un'ottantina di commenti -

Parma, 10 luglio 2014 - di Paola Tanzi -

A metà stagione per le città turistiche è tempo di bilanci: e quella salsese parte da quanto messo in atto per creare vitalità e movimento in una cittadina termale che vuole tornare a vivere. E la cui stagione passa anche sulla musica. «Per questo abbiamo dato in deroga cinquanta serate al T-Club di Tabiano, che è ripartito con una nuova gestione» ha spiegato il sindaco Filippo Fritelli, intervistato sul tema. «Ora sono in corso accertamenti da parte di Usl e Arpav per definire tutta la pratica, poiché la zona è limitrofa ad abitazioni» continua il primo cittadino.

Fritelli filippo sindaco Salsorid

Ed il ricordo alle numerose polemiche della città termale è naturale: negli anni a Salsomaggiore il tema della zonizzazione ha tenuto banco, dividendo la città in chi a favore della musica per animare la città turistica, chi a favore "del silenzio" della città del riposo. «Io sono favorevole ad offrire questo servizio aggiunto: fin dal nostro insediamento abbiamo avviato un prolungamento di un'ora della musica nei venerdì, adeguandoli al sabato. Certo questo ci ha portato anche a doverose mediazioni tra baristi (che propongono di caffè chantant) e gli albergatori. Ma per quest'anno non ci lamentiamo: per ora poche, anzi nessuna, polemica vera». Forse grazie anche al maltempo che è riuscito a rovinare la maggior parte dei week end salsesi, con annessi concerti e concertini. Certo è che la tematica è ancora dibattuta e presente e che la situazione è continuamente monitorata da tecnici, come Alessandro Capuccini, il professionista settantunenne di Collecchio, investito sulla provinciale proprio mentre era intento nella misurazione dei decibel emessi dal concerto del Festival Beat in scena al Parco delle Feste. In città o in periferia c'è sempre qualcuno che per ragioni diverse, per lo più legate al lavoro, desidera riposare di notte senza dover assistere a concerti e musiche.

Ed il dibattito divampa. Un esempio lo scambio di opinioni con circa un'ottantina di commenti, sul gruppo facebook "Non sei di Salso se...": «vogliamo un dormitorio? Poi non ci si deve lamentare se nn viene più nessuno ...chi è infastidito dalla musica e dalla gente, prenda in considerazione di andare a vivere nelle adiacenti colline di Cangelasio, Scipione, San Nicomede o altro...o tappi alle orecchie!» scrive una salsese.

«Sto rientrando ora dalla riviera romagnola...dove, in occasione della notte rosa, son 3 g che c'è festa da mattina a sera e per festa intendo che il festival di Salso a confronto sembra una festa nel salotto di casa mia! Anche lì certamente ci sarà qualcuno che si lamenta, ma le amministrazioni e le autorità se ne sbattono perché hanno capito che il beneficio di pochi non può essere a discapito di una comunità che vive di turismo e per pochi mesi l'anno. Amministratori, commercianti e albergatori dovrebbero farsi un bel giro in Romagna... varrebbe al pari di un Master in economia del turismo! Romagna docet!» scrive un'altra.

Insomma la stagione turistica salsese prosegue tra la voglia di ritornare agli antichi fasti e delle vecchie nomee di celebrità e vita mondana ed il richiamo della città della salute, quella del riposo e del silenzio. Che il giusto, come dicevano gli antichi, stia nel mezzo, magari puntando alla qualità dell'offerta?

Pubblicato in Cronaca Parma

Trend positivo del turismo a Parma nei primi cinque mesi del 2014. Nel periodo tra gennaio e maggio si è registrato + 9% di arrivi e di presenze in città -

Parma, 4 luglio 2014 -

Gli arrivi, in totale (italiani + stranieri), hanno segnato un incremento del + 9,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno passando da 108.057 a 118.183. Le presenze (pernottamenti), in totale (italiani + stranieri) nello stesso periodo dell'anno, hanno segnato un saldo positivo di + 9,1% passando da 227.041 di gennaio-maggio 2013 a 247.808 del 2014.

Un dato incoraggiante, per l'assessore al turismo Cristiano Casa. "Si tratta di risultati importanti che danno fiducia rispetto ad un settore in cui crediamo e che può portare un importante indotto anche sulle attività commerciali e di ristorazione della città. Sono numerosi i fronti aperti su cui l'assessorato sta lavorando – spiega l'assessore Casa – per consolidare e potenziare ulteriormente le presenze turistiche in città. In particolare ricordo gli accordi stipulati con la società Explora in vista della promozione di Parma come città del gusto, in occasione dell'Expo di Milano del prossimo anno". Positivo, inoltre, il riscontro da parte di ristoratori, consorzi, attività alberghiere per quanto riguarda l'adesione al Club di Prodotto "Parma nel cuore del gusto che ha come finalità proprio quella di connotare a livello nazionale e internazionale Parma come città di eccellenza per le offerte enogastronomiche".

I dati disaggregati segnano un + 11% di arrivi di cittadini italiani a Parma, che sono passati da 70.789 del 2013 a 78.761 del 2014. Gli arrivi dall'estero hanno segnato un + 6% passando dai 37.268 del 2013 ai 39.422 del 2014, ma anche con un importante +13% rispetto al 2012 e +16% rispetto al 2011. Le presenze di italiani hanno fatto registrare un +10%, si è passati da 148.200 del 2013 a 162.651 del 2014, sempre nei primi 5 mesi. Le presenze di stranieri hanno segnato un + 8% passando da 78.841 del 2013 a 85.157 del 2014.

Da sottolineare poi è il dato relativo al solo mese di Maggio. È vero che nel Maggio 2014 si è tenuto CIBUS, l'appuntamento fieristico biennale più importante per Parma, ma è altrettanto vero che, rispetto a 2 anni fa per l'edizione 2012, si è registrato un aumento importante sia di presenze (+18%) che di arrivi (+20%). Maggio normalmente registra comunque dati positivi per Parma per quanto riguarda la ricettività alberghiera, tanto è che nel 2013, senza CIBUS, ha registrato un maggior numero di presenze (+3%) e di arrivi (+12%) rispetto al 2012 con CIBUS.

(Fonte: Comune di Parma)

Pubblicato in Cronaca Parma

Diventa reporter della tua città e vinci un weekend eco-friendly. C'è tempo fino al 31 Ottobre per partecipare al Premio Letterario Racconta la tua città e vincere una vacanza "green" per due persone in Val d'Aosta e in Liguria -

Parma, 5 luglio 2014 -

Alla scoperta dell'Italia meno nota, quella che solo chi la abita può catturare in un fotogramma. "Racconta la tua città", è il tema del premio letterario organizzato da ViaggiVerdi - la rete italiana di strutture ricettive eco-sostenibili - insieme al festival del turismo responsabile IT.A.CÀ migranti e viaggiatori, con il Patrocinio del Comune di Parma e della Provincia di Parma. Dal piccolo borgo alla grande metropoli, lo spirito del premio è quello di scoprire gli angoli meno noti e più autentici dell'Italia, attraverso i racconti di chi li conosce davvero, perché li ha vissuti, per un giorno o per una vita intera. "Racconta la tua città" vuole creare una guida originale dell'Italia, i cui reporter sono proprio loro, gli abitanti, che condividono storie, esperienze e conoscenze autentiche del proprio territorio. Oltre alla capacità di narrazione, il premio vuole promuovere:

La Sostenibilità: il turismo è la quarta causa di inquinamento ambientale e il modello di turismo che è maggiormente cresciuto negli ultimi anni è quello meno sostenibile: dalle crociere ai voli aerei. ViaggiVerdi vuole promuovere un'idea diversa di viaggio, come scoperta lenta (a piedi, a cavallo o in bicicletta) di luoghi vicini ma incredibilmente affascinanti ed autentici, per dare forza ad un modello di viaggio sostenibile, che arricchisce l'ambiente, i luoghi e le persone che li abitano.
Il Chilometro zero: il festival It.a.cà è un momento di riflessione sui "viaggi corti", a chilometro zero, nel proprio territorio e dentro la propria città, per vivere l'emozione del viaggio senza andare lontano. Perché il viaggio responsabile parte da casa e arriva a casa. Una qualsiasi casa, una qualsiasi "Itaca" da raggiungere, dove più che la meta conta il percorso e il modo in cui ci si mette in cammino.
Il Punto di vista locale: esistono milioni di guide turistiche, cartacee e web. Ma in realtà, quando viaggiamo molto spesso tutte queste informazioni non ci bastano, ci accorgiamo che il punto di vista di chi abita nei luoghi e li vive ogni giorno è di gran lunga più importante. Il Premio vuole promuovere un punto di vista inedito, quello di chi conosce davvero i luoghi perché li abita.
I due migliori elaborati saranno selezionati da una giuria presieduta da Luigi Alfieri, giornalista e scrittore.

In premio per le migliori opere presentate due weekend per due persone in strutture ricettive eco-sostenibili della rete ViaggiVerdi:

- L'Hostellerie le Lièvre Amoureux, a 1000 metri d'Altezza nel cuore della Valpelline (Val d'Aosta), dove la vacanza è natura, tradizione e relax. Qui potrete rigenerarvi nel centro benessere, tra hammam, sauna e idromassaggio, o gustare l'ottima cucina locale.

- Il resort La Francesca, un'oasi di verde aperta sul mare blu della Liguria, ad ovest del Parco Nazionale Marino delle Cinque Terre. Da qui potrete camminare lungo sentieri panoramici, visitare magnifici borghi colorati della Liguria, ed osservare il passaggio dei delfini e delle balene nel mare.

Chiunque voglia partecipare può farlo inviando via email la domanda di partecipazione scaricabile dal sito web del concorso www.raccontalatuacitta.it insieme al proprio elaborato a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro le ore 24,00 del 31 ottobre 2014. 

(Fonte: Comune di Parma)

La grande festa dell'estate accende 110 chilometri della Riviera Romagnola, dai Lidi di Comacchio a Cattolica e si fa sempre più internazionale: quest'anno undici giornaliste estere seguiranno in diretta il "Capodanno dell'estate italiana", insieme alla Tv tedesca Deutsche Welle.

Parma, 2 luglio 2014 -

Ritorna anche quest'anno la grande festa dell'estate. Con La Notte Rosa tutta la costa si tinge di rosa, dal tramonto all'alba, festeggiando il capodanno estivo. Da venerdì 4 luglio un ricco calendario di eventi, accendera' i 110 chilometri della Riviera Romagnola, dai Lidi di Comacchio a Cattolica, con concerti, feste in spiaggia, spettacoli, intrattenimento per grandi e bambini, mostre, reading letterari, ristorazione, fuochi d'artificio e tanto altro (www.lanotterosa.it).

La Notte Rosa è sempre più internazionale

Undici giornaliste, provenienti da Russia, Germania, Austria, Regno Unito seguiranno la Notte Rosa 2014 rilanciando, nei loro paesi, reportage al femminile dedicati alla grande festa del "Capodanno dell'estate italiana" e alla ricchezza dell'offerta turistica dell'Emilia Romagna. Fino al 5 luglio, cinque giornaliste russe partecipano a un educational tour in Emilia Romagna e festeggeranno, il 4 luglio, la Notte Rosa tra Rimini e Riccione. Le reporter scrivono per il settimanale di eventi e stili di vita "Hello", per i mensili ("Wedding", "Afisha Mir", "Collezioni", specializzati in viaggi di nozze, turismo, moda e lifestyle), per la rivista della compagnia aerea Transaero. Il ricco programma del tour prevede tappe nel Modenese (visita a un'acetaia e degustazione di vino Lambrusco); nel Parmense (sosta in un agriturismo, visita al Centro storico di Parma, al Castello di Tabiano, al Fidenza Village); al "Gelato Museum Carpigiani" di Anzola Emilia (Bologna). Nel Riminese le reporter faranno tappa al Grand Hotel, nella SPA e nella spiaggia di Rimini Terme, visiteranno il centro storico di Rimini, il Borgo San Giuliano e il Museo Tonino Guerra di Santarcangelo di Romagna.

La Notte Rosa parla anche tedesco con l'eductour promosso in regione, dal 3 al 6 luglio, da Apt Servizi con tre giornaliste tedesche e un'austriaca. Le reporter scrivono per il quotidiano della Baviera "Passauer Neue Presse", per il sito web del quotidiano austriaco "Kurier" e per le riviste femminili di moda "Laura" e "Gala". Nel tour sono previste tappe in un'acetaia di Modena, al Museo Ferrari a Maranello, a Cattolica, al Baldinini Factory Outlet di San Mauro Pascoli, nelle vie dello shopping di Riccione. La sera della Notte Rosa il gruppo parteciperà alla serata organizzata da Apt Servizi al Grand Hotel.

In Emilia Romagna, per la Notte Rosa 2014, sarà presente anche la tv tedesca Deutsche Welle (DW). L'emittente è uno dei principali canali satellitari internazionali visto da 210 milioni di telespettatori in tutto il mondo. La troupe guidata dalla giornalista Birte Struntz raccoglierà immagini sulla Notte Rosa, sulla città di Rimini e le Giornate Internazionali di studi dedicate a Francesca da Rimini. Durante la festa della Notte Rosa la tv tedesca registrerà immagini del concerto di Elisa in piazzale Fellini a Rimini intervistando la cantante e il sindaco di Rimini Andrea Gnassi. Dal 5 al 12 luglio sarà presente in Emilia Romagna, per un tour post Notte Rosa, anche la reporter del quotidiano del Regno Unito "The Sun" Jane Atkinson. Il programma della visita prevede nel Modenese con tappe alle Terme della Salvarola, la visita in un'acetaia e la partecipazione ad una lezione di cucina mentre, nel Riminese, la reporter andrà alla scoperta della ricca offerta balneare delle Spiagge del Benessere.

La stampa tedesca: "E' un evento che rilancia un'immagine nuova dell'offerta turistica con un fortissimo richiamo a livello internazionale" - Un articolo - firmato da Johanna Rüdiger pubblicato il 14 giugno nella pagina viaggi del quotidiano del centro della Germania "Main-Echo" (73.822 copie diffuse) - sintetizza bene, nel titolo "Un futuro roseo", la rinnovata offerta turistica di Rimini e della Riviera dell'Emilia Romagna, frutto della mentalità creativa e delle capacità di tutti i protagonisti del turismo. Una realtà - si legge nell'articolo - dove c'è molto da scoprire e vivere oltre la vita di spiaggia e la Notte Rosa rilancia un'immagine nuova, da Dolce Vita, di questa offerta turistica. Questi altri "volti" dell'Emilia Romagna riguardano la valorizzazione dell'offerta culturale e delle bellezze dell'entroterra, la nascita di nuovi eventi espressivi delle eccellenze enogastronomiche come la rassegna "Al Mèni" di Rimini, la possibilità di vivere una vacanza all'insegna del wellness in spiaggia grazie al ricco calendario di proposte delle Spiagge del Benessere. Il cambiamento di passo dell'offerta turistica trova conferma nelle parole del sindaco di Rimini Andrea Gnassi, l'inventore della Notte Rosa, che sottolinea: "Questo appuntamento, che contagia tutti, come allegria e creatività, esprime molto bene i tratti caldi e accoglienti di questa straordinaria terra ospitale e la sua capacità di proporsi sempre in maniera nuova". Un altro articolo sulla Notte Rosa è uscito, sabato 28 giugno, sul quotidiano del centro sud della Germania "Rhein-Neckar-Zeitung" (98.000 copie diffuse) firmato da Wolf H. Goldschmitt che ha partecipato all'edizione 2013 della festa. Anche questo articolo, dal titolo "Un gioco di colore", mette in risalto la grande creatività dei romagnoli che hanno saputo superare il cliché della sola vacanza "mare e ombrellone" proponendo un evento di fortissimo richiamo a livello internazionale. La grande festa della Notte Rosa 2014 è stata presentata, come evento clou dell'estate italiana, anche dalle riviste "Glamour" (Germania), "Woman" (Austria) e dalla rivista distribuita nei supermercati della Coop Svizzera.

(Fonte: Ufficio Stampa Apt Servizi)

Sabato, 28 Giugno 2014 08:10

Parma in un' App

Al via "Parma per te", la nuova App del Turismo, per saperne di più sulla città: dove alloggiare, dove andare a cena o a pranzo, quali itinerari seguire, ma anche per essere aggiornati sul turismo in generale e i servizi che offre il Comune -

Parma, 28 giugno 2014 -

Si chiama "Parma per te", la nuova applicazione semplice e intuitiva scaricabile da Iphone e Android, che permette di accedere facilmente alle quattro sezioni di cui è composta: città, itinerari, esplora e news.  Un comodo strumento utile ai turisti, ma anche ai parmigiani, disponibile sia in italiano che in inglese, "Parma for you" e presto anche in francese, che si può scaricare gratuitamente dall'App Store o da Google Play, attraverso smartphone o table. Nella prima sezione, quella dedicata alla città, è possibile visualizzare informazioni relative alla storia, all'arte ed informazioni pratiche, per esempio in merito ai parcheggi. Gli itinerari offrono spunti legati agli aspetti storico culturali della città, del centro storico ed anche dell'Oltretorrente. Vi sono anche itinerari a tema dedicati a Maria Luigia ed alla musica. In "Espolara" vi sono indicazioni su dove dormire, mangiare, sulle attività culturali e sulla mobilità. Le "News" forniscono un quadro di quanto accade oggi a Parma.

All'interno dell'App una sezione dedicata al Comune per fornire informazioni di pubblica utilità, ma anche sulla storia, info generali e contatti utili. Si possono trovare i principali musei e monumenti della città e della provincia, tutte le strutture ricettive, i ristoranti e trattorie, i trasporti, i parchi e tutte le eccellenze del nostro territorio. L'App, inoltre, è arricchita con una sezione dedicata interamente alle news ed eventi, attraverso la quale il Comune di Parma, grazie al sito del Turismo, può veicolare informazioni e novità agli utenti. E' uno strumento strategico per i turisti che desiderano visitare il territorio e i suoi luoghi caratteristici perché trovano tutte le informazioni di cui hanno bisogno direttamente sullo smartphone o tablet. Gli utenti potranno attivare il geolocalizzatore per essere avvisati in automatico, della vicinanza di un punto di interesse. Scegliendo la «distanza d'allerta» saranno avvisati con un messaggio "push" della vicinanza di un punto di interesse. Scegliendo invece la «distanza rilevamento» potranno decidere di essere avvisati relativamente a tutti i punti di interesse sulla mappa entro una determinata distanza settata. Gli utenti potranno selezionare/deselezionare categorie-sottocategorie accedendo alle impostazioni dell'App. Costata al Comune 7mila euro l'applicazione è stata realizzata grazie alla collaborazione della società Gioca Srl, una Software House specializzata nella realizzazione di siti web e portali, e-commerce e cms.

(Fonte: Comune di Parma)

 

Si terrà domani un seminario promosso dal CAT-Centro Assistenza Tecnica Confcommercio Emilia Romagna sulla valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale dei parchi. L'evento si inserisce in un ciclo di seminari per presentare i progetti avviati e realizzati con il finanziamento dei Fondi Europei  -

Reggio Emilia, 26 giugno 2014 -

Domani, Venerdì 27 giugno 2014, presso l'albergo Tre Re – Via Roma 17, a Castelnovo ne' Monti, Reggio Emilia – a partire dalle ore 15.30 si terrà il seminario "NUOVE OPPORTUNITÀ PER ARRICCHIRE L'OFFERTA DEL TERRITORIO", dedicato alla promozione dei progetti di valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale legati ai Parchi Nazionali e Regionali e realizzati con i finanziamenti regionali dell'Asse IV del POR FESR (Programma operativo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2007-2013.
L'evento si inserisce in un ciclo di seminari promossi ed organizzati da CAT-Centro Assistenza Tecnica Confcommercio Emilia Romagna in collaborazione con le sedi Confcommercio del territorio, su iniziativa della Regione Emilia Romagna, per presentare i progetti avviati e realizzati con il finanziamento dei Fondi Europei della precedente programmazione, con l'obiettivo di far conoscere gli interventi di riqualificazione attuati e avviare un percorso di condivisione del patrimonio del territorio, favorendo lo sviluppo di nuove opportunità di offerta turistica.
"In questi anni il sistema dei Parchi della nostra Regione – dichiara Alessandro Grande, Direttore di Confcommercio Reggio Emilia – si sta sempre più affermando come un significativo elemento di attrattività per gli amanti della vacanza attiva e del turismo naturalistico-culturale, sia sul mercato nazionale sia rispetto alla domanda estera. E' necessario continuare a investire in questa direzione, anche promuovendo forme di turismo sostenibile che possano valorizzare al meglio l'intero sistema regionale delle aree protette, dando continuità agli interventi già intrapresi per rendere competitiva la nostra offerta soprattutto sui mercati esteri".
I nuovi spazi recuperati per migliorare i servizi di accoglienza e informazione e i nuovi percorsi pensati per una sempre più efficace fruizione delle aree naturalistiche nel rispetto dei luoghi (come, ad esempio, i Percorsi naturalistici della Valle del Fiume Trebbia, Le porte del Parco, Valorizzazione dei castelli e degli edifici storici delle Terre di Canossa, Le piccole capitali del Po) rappresentano un arricchimento del patrimonio culturale e ambientale del territorio, e contribuiscono ad esprimerne ulteriormente l'unicità.
"Il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano – conclude Alessandro Grande – rappresenta un punto di forza di questo territorio, su cui occorre maturare una consapevolezza nuova, anche come Associazione. E' infatti indispensabile un'attenta valutazione delle esigenze che esprime il mercato per rendere il più efficace possibile l'impiego delle risorse e finalizzarle su progetti realmente rispondenti agli obiettivi di qualificazione e promozione del territorio".

(Fonte: Ufficio stampa Confcommercio Reggio Emilia)

Mercoledì, 25 Giugno 2014 10:50

Parma protagonista di "Panorama d'Italia"

Quattro giornate e un calendario di 20 eventi gratuiti, organizzati con il patrocinio del Comune di Parma, vedranno la città protagonista della quarta tappa del tour Panorama d'Italia. Tra gli ospiti, Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. In calendario anche incontri per le giovani imprese -

Parma, 25 giugno 2014 -

Dopo lo straordinario successo delle tappe di Reggio Calabria, Lecce ed Ancona, arriva oggi a Parma "Panorama d'Italia", il viaggio che il newsmagazine Panorama sta percorrendo in giro per l'Italia, tra informazione, cultura, spettacolo, gastronomia e divertimento. Fino a sabato 28 giugno si susseguirà un calendario di 20 iniziative aperte a tutti, per stabilire un legame con le eccellenze della città, nel mondo dell'impresa, dell'economia, della cultura e dell'enogastronomia. L'obiettivo della manifestazione, realizzata con il patrocinio e il supporto del Comune di Parma, in particolare dell'assessorato al turismo, è quello di raccontare il meglio del territorio direttamente dai luoghi più rappresentativi e con i suoi protagonisti, come esempio di un'Italia creativa e originale, che non si arrende alla crisi.

"E un'occasione per far conoscere Parma fuori dai nostri confini – ha affermato il sindaco Federico Pizzarotti nell'introdurre l'incontro di presentazione in Municipio insieme all'assessore al turismo Cristiano Casa – siamo ben felici di essere pienamente partecipi di questa iniziativa ricca di incontri e di eventi, che può essere utile per far conoscere e valorizzare Parma, in linea con il lavoro che stiamo facendo per esaltarne la vocazione turistica".

Ad inaugurare la quattro giorni di eventi, il talk show esclusivo in cui il direttore di Chi Alfonso Signorini e il direttore di Panorama Giorgio Mulè incontreranno Gene e Charlie Gnocchi. Alle ore 17.30, in piazza Garibaldi, verrà ufficialmente aperto il "Dome", il quartier generale di "Panorama d'Italia". La struttura altamente tecnologica a forma di cupola ospiterà incontri dedicati ai social media, proiezioni in alta definizione di video art e un social wall per l'interazione con il pubblico.

Tutte gli appuntamenti sul sito del Comune di Parma.

(Fonte: Comune di Parma)

Dal 25 giugno al 10 settembre ritornano gli appuntamenti sul Lungo fiume a cura di Arti e Pensieri con "Il Po ricorda", seconda edizione. Un ricco calendario di incontri-laboratorio alla scoperta del fiume e dalla cultura che porta con sé, scanditi da presentazioni multimediali, filmati di ambientazione storica, immagini di reperti, sculture e dipinti legati al fiume, lettura di fonti, esperienze di reenactment con comparse in costume -

Piacenza, 19 giugno 2014 -

Al via la seconda edizione de "IL PO RICORDA. Storie di confine, trasformazioni e incontri, tra Acqua e Terra, Nord e Sud, Antico e Nuovo", la rassegna di incontri sul Lungo Po piacentino a cura dell'Associazione culturale Arti e Pensieri, in collaborazione con il Comune di Piacenza, con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano e di Selecar e con la partecipazione di Arci Cinemaniaci, Società Canottieri Vittorino da Feltre, Motonautica Associazione Piacenza, Ufficio Stranieri CGIL, Centro interculturale Piacenza, Caba Associazione culturale, Banca Centropadana, Gregori Gaetano Sas e La Tana di Roncarolo. La manifestazione è, inoltre, inserita nel calendario del prestigioso Francigena Festival.

Gli appuntamenti previsti sono sette: il 25 giugno, il 2-9 e 19 luglio, il 27 agosto, il 3 e il 10 settembre. Una serie di conferenze di taglio storico, archeologico e storico artistico curate dai professionisti di Arti e Pensieri sul tema del paesaggio fluviale, alle quali si abbineranno dimostrazioni pratiche a opera di artisti-artigiani contemporanei, laboratori creativi, lettura di fonti, momenti teatrali e musicali. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti; per ogni incontro sul fiume sarà possibile usufruire di una navigazione per piccoli gruppi e di una merenda a tema a offerta libera.

terry daviesrid

Si racconteranno "Storie di Confine" per comprendere come il Po presenti, anche sul piano simbolico, una funzione di limen, di separazione, ma anche di passaggio, luogo di incontro tra diversità, portatore di trasformazione, arricchimento e perdita allo stesso tempo. Il fiume sulla carta geografica appare come una linea che separa il nord dal sud, l'est dall'ovest, 'noi da 'loro'. In realtà spesso ha rappresentato un luogo di incontro e di scambio, più che una reale divisione. Aprirà la rassegna "La città dal volto di fiume", che si terrà mercoledì 25 giugno alle ore 18: la storia di Piacenza è quella di una città di confine, di "frontiera", fin dalle sue origini romane, quando venne fondata in una terra in cui già si mescolavano culture diversissime. Questa caratteristica, che rende ancora oggi la nostra identità complessa e difficile da afferrare, è in parte riconducibile alla vicinanza del fiume Po, barriera naturale, confine politico ma anche punto di passaggio di uomini e idee. Alla conferenza seguirà un laboratorio di pittura a cura di Chiara Belloni, artista e insegnante di discipline pittoriche, e una merenda a base di prodotti tipici delle diverse zone afferenti all'area del Po.

Il 2 luglio alle ore 21.30, all'interno della Rassegna estiva di cinema all'aperto a cura di Cinemaniaci e Arci Piacenza, all'Arena Daturi (V.le Risorgimento 4) sarà proiettato "Il risveglio del fiume segreto. In viaggio sul Po con Paolo Rumiz": omaggio al più grande fiume italiano che, come afferma il giornalista e scrittore Rumiz, "visto da dentro non sembra neanche Italia". Il regista Alessandro Scillitani sarà presente per un incontro con il pubblico. L' ingresso sarà gratuito. Si prosegue con "Piroghe sacre, piroghe profane", che mercoledì 9 luglio alle ore 18 affronterà come la dimensione di luogo di confine si possa già ravvisare nella Preistoria, quando i corsi d'acqua rappresentano lo spazio privilegiato per una vera mutazione antropologica. Le piroghe, che nel Neolitico e nell'età del Bronzo solcavano le acque per l'approvvigionamento di materie prime da territori talora lontanissimi, popolano anche l'immaginario simbolico, quando, guidate da uccelli sacri, trainano il disco del Sole. Il laboratorio prevede la creazione di modellini in argilla di piroghe, ispirati agli originali preistorici, le quali verranno cotte nel successivo incontro del 19 luglio. Non mancherà la merenda a tema e la consueta navigazione fluviale per piccoli gruppi.

Il quarto appuntamento si terrà il 19 luglio alle ore 18 e sposta l'attenzione sulle merci, in particolare quelle richieste per i banchetti e arrivate via fiume. "Dimmi come mangi e ti diro' chi sei" ci parlerà delle vie d'acqua come tramite per la circolazione di merci ma anche, e soprattutto, di idee e stili di vita. Non bisogna però dimenticare che i fiumi sono anche i luoghi del "rimosso", da intendere sia in senso fisico e materiale che in senso ideale, come confine tra la vita e la morte. Nel corso della giornata il noto ceramista Terry Davies creerà sul Lungo Po una fornace con materiali di recupero, alla cui realizzazione la cittadinanza è invitata a partecipare. Nel forno si cuoceranno i modellini di piroghe preistoriche realizzati dai partecipanti in occasione del precedente incontro e la cottura culminerà, in una vera e propria performance, con l'apertura della fornace durante la notte. Nel corso della serata sarà possibile partecipare a laboratori di manipolazione dell'argilla a cura di Caba Associazione culturale di Certaldo (FI), a momenti musicali a tema con la fisarmonicista Petra Cavaliere e a una cena tra il "trimalcionesco" e il paese di Bengodi. Ci si ferma poi nel mese più caldo, per riprendere il 27 agosto alle ore 17.30 con "Il fiume racconta", come protagonista di fiabe appartenenti a diverse culture. Grazie a racconti letti da rappresentanti delle diverse comunità straniere presenti nella città di Piacenza e territorio limitrofo si potrà rinnovare il nostro modo di intendere il Po. L'immersione nelle differenti culture proseguirà con degustazioni di ricette "esotiche" e con laboratori di sperimentazione di tecniche tradizionali di paesi stranieri, in collaborazione con l'Ufficio Stranieri CGIL e con il Centro Interculturale di Piacenza.

E' possibile partecipare vestiti a tema mercoledì 3 Settembre alle ore 17.30 all'incontro "Buonjour Monsieur Courbet" con la partecipazione della storica dell'arte Elena Fava: tra la seconda metà dell'800 e l'inizio del secolo successivo, con l'Unità d'Italia, il Po non costituisce più un confine ma un'opportunità di sviluppo. Con la costruzione dei due ponti sul fiume e l'intervento della tecnologia nelle opere di bonifica, va delineandosi un nuovo paesaggio "moderno". La componente arcaica della civiltà contadina, tuttavia, non scompare e l'avanzare del nuovo si incontra con la persistenza di antiche tradizioni, come la sopravvivenza di magiche credenze e di rituali apotropaici. Insieme alla dimostrazione di lavorazione del ferro a cura di Massimiliano Bertuzzi, e ad animazioni teatrali ispirate al mondo della Belle Époque, sarà possibile dedicarsi a un picnic sull'erba in omaggio alla pittura tardo ottocentesca con abbigliamenti e/o accessori in stile con l'epoca in esame.

"Il Po ricorda" chiude mercoledì 10 settembre alle ore 17.30 spostandosi alla Galleria di arte moderna Ricci Oddi. "Il paese immaginato" racconta la "modernizzazione" attraverso i dipinti collezionati da Giuseppe Ricci Oddi entro i primi anni del Novecento: un paesaggio fortemente idealizzato, che evoca una dimensione naturale mitica e che, in generale, appare sistematicamente evasivo rispetto alle trasformazioni portate dalla cosiddetta civiltà della macchina. Essi evidenziano come i confini del concetto di "modernità", siano, in fondo, sfuggenti e come mutino continuamente in relazione con le dinamiche sociali e culturali. Le visite guidate e i laboratori in collaborazione con Altana, saranno intervallati da punti narrativi con proiezioni multimediali e performance di danza ispirata alle tendenze orientaliste in voga tra Otto e Novecento.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Piacenza)

 

18.000 km di percorsi ciclabili della rete Bicitalia e oltre 2.000 strutture ricettive "amiche della bicicletta" su Albergabici.it. Dalle Dolomiti alle suggestive terre del Carso, dai castelli della Loira alla natura selvaggia della Sardegna e alle tradizioni della Puglia: sono moltissime le proposte di vacanze e tour in bicicletta. E, per pedalare in famiglia, i consigli di Silvia Malaguti (FIAB) e Roberto Furlan (WWF) nel nuovissimo manuale "Bimbi in bici"-

Parma, 19 giugno 2014 -

In forte crescita negli ultimi anni, il cicloturismo sta diventando il fenomeno più rilevante dell'estate 2014. Spinti da una passione personale per la bicicletta o, spesso, semplicemente dal desiderio di fare nuove esperienze e di vivere una vacanza attiva a contatto con la natura e alla scoperta delle ricchezze del territorio, sono sempre più numerose le persone che scelgono una vacanza a due ruote lungo percorsi e itinerari che rigenerano corpo e spirito. A tutti loro è dedicata da venticinque anni l'attenzione e l'impegno di FIAB - Federazione Italiana Amici della Bicicletta che, attraverso le oltre 140 associazioni attive sul territorio, propone itinerari di ciclovacanze in Italia e all'estero, con soluzioni per ciclisti appassionati, sportivi, gruppi di amici, amanti del turismo "slow" e anche per famiglie con bambini.

Un viaggio a due ruote è adatto proprio a tutti: chi sceglie di partire insieme ai più piccoli può fare affidamento su "consigli e buone pratiche per pedalare in famiglia", anche in vacanza, raccontati da Silvia Malaguti (FIAB) e Roberto Furlan (WWF) nel nuovissimo manuale "Bimbi in bici" di Ediciclo Editore (www.ediciclo.it). Chi si affaccia alla scelta di una vacanza in bicicletta, con o senza bimbi, ha oggi la certezza di trovare, finalmente anche in Italia, percorsi e servizi di accoglienza "amici della bicicletta". Bicitalia, voluta da FIAB sull'esempio della rete europea EuroVelo, è oggi una realtà di 18.000 km di percorsi ciclabili (di cui 10.000 già mappati): una rete ciclabile nazionale che permette di attraversare l'Italia in bicicletta da Nord a Sud e da Est a Ovest lungo 18 grandi itinerari identificati e 50 ciclovie di qualità (www.bicitalia.org).

Un altro, utilissimo, servizio promosso da FIAB per il mondo del cicloturismo è Albergabici.it, il motore di ricerca in tre lingue - italiano, inglese, tedesco - che permette di scegliere dove alloggiare tra oltre 2000 strutture ricettive italiane (hotel, bed & breakfast, campeggi, agriturismi, rifugi montani ecc.) che offrono un'accoglienza dedicata ai turisti sulle due ruote, con servizi specifici di ristorazione, rimessaggio e assistenza tecnica biciclette. Chi invece vuole partire con un viaggio organizzato può scegliere tra le moltissime proposte FIAB, realizzate in collaborazione con i più importanti tour operator italiani specializzati in cicloturismo: itinerari di durata e difficoltà diverse accompagnati da volontari esperti per godere appieno, e in tutta sicurezza, dell'esperienza di una vacanza in bicicletta in Italia o all'estero. Ecco qualche esempio: "Carso 2014" – dal 27 al 29 giugno: un weekend di pedalate per celebrare la ricorrenza del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale alla riscoperta del Carso. Formula: Auto+bici. Percorso: 100 km. Difficoltà: media. "Valle della Loira" – dall'11 al 23 luglio: un tour di 7 giorni da Orléans a Saint Nazaire lungo il corso della Loira tra castelli incantati e grandi boschi incontaminati, fino a toccare il paesaggio dolce della costa della Vandea. Formula: Pullman+bici. Percorso: 500 km. Difficoltà: media. Quota: 980 euro. "L'Anello delle Dolomiti" – dal 12 al 19 luglio: spettacolare tour alla scoperta di territori ricchi di storia e arte, fino a giungere nel cuore delle Dolomiti, per poi ridiscendere alla pianura attraversando le vallate del bellunese, della Pusteria, dell'Adige e la Valsugana. Percorso: 400 km. Difficoltà: media. Quota: 621 euro. "Alla scoperta del Sannio e dei Sannini" in Molise – dal 20 al 27 luglio: itinerario tra le bellezze di una Regione tra le meno conosciute d'Italia, ricca di siti archeologici sia Romani sia Sanniti, musei, chiese e castelli medievali. Percorso 400 km. Difficoltà: impegnativa. "La Costa Est della Sardegna" – dal 18 al 23 agosto: otto giorni alla scoperta del mare e della natura dell'isola pedalando da Olbia a Orosei. Percorso: 350 km. Difficoltà: facile. Quota: da 756 euro. "Taranta in Bici Camp & Music" - dal 22 al 30 agosto: pensato in maniera particolare per il pubblico dei giovani e per i cicloturisti più avventurieri e curiosi è una vacanza di una settimana che unisce il viaggio in bicicletta al campeggio alla scoperta della grande tradizione salentina, in particolare con l'organizzazione di laboratori di "pizzica", la celebre danza popolare, e lezioni di tamburello. Percorso: 300 km. Difficoltà: facile. Quota: 600 euro."Alta Pusteria: un passo dal cielo" - dall'11 al 14 settembre: da San Candido quattro itinerari tra le valli dolomitiche: la ciclabile della Drava, la Dobbiaco-Cortina, il lago di Braies e la Val Fiscalina. Formula treno+bici. Percorso: 200 km. Difficoltà: media. "Da Gorizia a Zara" - dal 24 al 28 settembre: cinque giorni in Croazia pedalando nell'Istria più vera, fuori dai percorsi noti, tra colori, profumi e storie. Formula: Pullman+bici. Percorso: 290 km. Difficoltà: media. Quota: 400 euro.

Le quote includono generalmente pernottamenti, pranzi, visite e trasferimenti come indicato nei singoli programmi riferiti a queste - e alle tante altre proposte FIAB - consultabili direttamente ai seguenti link: fiab-onlus.it/bici/la-fiab/associazioni-aderenti/gite-raduni.html www.biciviaggi.it/viaggi_2014.htm

(Fonte: ufficio stampa Fiab)

Sino al 15 giugno quattro reporter del Regno Unito saranno presenti in regione per partecipare a un educational tour con tappe a Ravenna, Casa Artusi, Bertinoro, Rimini e la Valmarecchia – L'iniziativa è promossa da Apt Servizi e Unione di Prodotto Città d'Arte - La regione sarà al centro (13-18 giugno) delle riprese della nuova serie del programma di cucina trasmesso dalla Tv inglese ITV -

Parma, 12 giugno 2014 - 

La ricca offerta delle città d'arte dell'Emilia Romagna e la valorizzazione delle sue eccellenze enogastronomiche sono al centro di due importanti iniziative promozionali realizzate da Apt Servizi per il Regno Unito.
La prima iniziativa è un educational tour (12-15 giugno) di 4 reporter del Regno Unito nelle province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini. Dal 13 al 18 giugno (questa la seconda iniziativa) una troupe televisiva inglese sarà in regione per raccogliere immagini da inserire nella seconda edizione di un seguitissimo programma di cucina, condotto dallo chef inglese di origine italiana Gino D'Acampo su ITV (Independent Television). Questi due educational seguono il workshop, dedicato al turismo enogastronomico dell'Emilia Romagna, svolto lo scorso 4 giugno a Londra tra 13 buyer inglesi specializzati in tour enogastronomici in Italia e 13 operatori turistici regionali.

Ravenna, Casa Artusi, Rimini, Valmarecchia: tour di 4 reporter del Regno Unito
Quattro reporter del Regno Unito partecipano, fino a domenica 15 giugno, a un educational tour organizzato da Apt Servizi e dall'Unione di Prodotto Città d'arte che farà tappa nelle province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini.
I reporter scrivono per i quotidiani "Daily Mirror" (2.716.422 copie diffuse), "Daily Star" (1.333.953 copie diffuse) e per magazine online: "All About You" (570.000 visitatori unici) e "Running in Heels" (150.000 visitatori unici).
Il gruppo dei reporter arriva giovedì 12 giugno all'aeroporto di Bologna e, dopo il pranzo a Dozza, si trasferirà a Ravenna per la visita al centro storico con i suoi monumenti paleocristiani e bizantini dichiarati Patrimonio Unesco. In serata i reporter parteciperanno ad un appuntamento artistico del cartellone di Ravenna Festival: il balletto "Terramara", un duetto che è una performance di grande poesia che narra le mille sfaccettature dell'amore. Venerdì 13 giugno il programma dell'eductour prevede una tappa in mattinata a Casa Artusi di Forlimpopoli per una lezione di cucina e il pranzo, una sosta nel pomeriggio a Bertinoro (con visita alla città e una degustazione di prodotti enogastronomici in una fattoria) il trasferimento in serata a Rimini dove si svolgerà una cena a base di eccellenze ittiche dell'Adriatico.
Sabato 14 giugno i quattro reporter del Regno Unito visiteranno in mattinata il centro storico di Rimini e, nel pomeriggio, faranno tappa a Montebello di Torriana nel leggendario castello del fantasma di "Azzurrina", a San Leo e alla sua Fortezza (al centro il 14-15 giugno di eventi di ricostruzione storica della rassegna "Al tempo del Duca"). La giornata si concluderà con la visita a Santarcangelo di Romagna e una cena a base di prodotti locali di eccellenza. Domenica 15 giugno il gruppo farà rientro nel Regno Unito dall'aeroporto di Bologna.
Dopo quello del 15 e 18 maggio (che ha visto presenti sei reporter nelle città d'arte regionali di Bologna, Modena, Ferrara) questo è il secondo educational tour dedicato alla stampa del Regno Unito promosso da Apt Servizi e Unione Prodotto Città d'arte per valorizzare le città d'arte regionali.

Cibo e cultura: la regione "set" di un seguito programma tv inglese
Eccellenze enogastronomiche e turistiche dell'Emilia Romagna saranno al centro, dal 13 al 18 giugno, delle riprese del programma televisivo inglese Gino's Italian Escape, condotto dal 37enne chef Gino D'Acampo molto popolare nel Regno Unito. L'anno scorso la prima edizione del programma - che va in onda sull'Independent Television (ITV) - ha registrato un grande successo in termini di audience, con punte di 3.800.000 telespettatori.
Le riprese - che si svolgeranno in provincia di Parma, Modena e Bologna - prevedono prima la presentazione del prodotto enogastronomico regionale e successivamente la realizzazione di una ricetta. Si parte venerdì 13 giugno presso l'Antica Corte Pallavicina a Polesine Parmense. Gino D'Acampo andrà alla scoperta, assieme a Massimo Spigaroli (consulente nell'inverno 2007 come gastronomo e norcino del Principe Carlo d'Inghilterra) del Culatello di Zibello confrontandolo poi con il Prosciutto di Parma e, nella stessa location, sarà cucinato un piatto di "Melanzane alla Parmigiana". Sabato 14 giugno, in mattinata, spazio al Parmigiano Reggiano, per documentare, in un caseificio, come nasce il Re dei formaggi. Domenica 15 giugno la mattinata sarà dedicata alla promozione di un altro prodotto Dop: l'Aceto Balsamico tradizionale di Modena utilizzato nella ricetta "Pollo con Aceto Balsamico". Dal 16 al 18 giugno lo chef D'Acampo sarà a Bologna alla scoperta della pasta fatta a mano, dell'arte del ragù, della mitica Mortadella, delle straordinarie "boutique" enogastronomiche del Mercato di Mezzo e delle bellezze artistiche del centro storico.

(Fonte: Ufficio Stampa Apt Servizi – Tel. 0541-430.190 – www.aptservizi.com)