Visualizza articoli per tag: ricette

Quasi casualmente, questa prima domenica di maggio, coincide con la ricetta che Ilaria Bertinelli propose proprio il 2 maggio 2020. Anche allora il periodo coincideva con una prima apertura post lockdown preludendo a una nuova stagione. La ricetta che presentiamo è un piatto sfizioso e duttile, perfetto anche come stuzzichino, un aperitivo che potremo gustare con “4 amici non al bar” oltre che come piatto vero e proprio.  Parliamo delle  “Patate alla paprika con birra di sorgo”, la 43esima specialità culinaria proposta dalla nostra intraprendente food blogger parmigiana.

Questa domenica gustiamoci uno sfizioso primo piatto, completo e leggero.  Parliamo delle  “Torrette di riso venere con crema di mandorle e pomodoro” che rappresentano la 42esima ricetta proposta dalla nostra intraprendente food blogger parmigiana, Ilaria Bertinelli.

Questa domenica gustiamoci un dolce delicato e profumato.  Parliamo degli “Panna cotta ai lamponi” che rappresenta la 41esima ricetta proposta dalla nostra intraprendente food blogger parmigiana, Ilaria Bertinelli.

Dopo l’abbuffata pasquale, che ci auguriamo abbiate consumato nella serenità familiare,  torniamo a una sana pietanza dai profumi mediterranei.  Parliamo degli “Involtini di spaghetti al sugo” che rappresentano la 40esima ricetta proposta dalla nostra intraprendente food blogger parmigiana, Ilaria Bertinelli.

Dopo aver passato un lungo periodo chiusi in casa, ora è possibile uscire di nuovo. E con l'arrivo della stagione estiva, torna la voglia di vivere una giornata all'aperto, complice il bel tempo e il desiderio di entrare a contatto con la natura e con il sole che abbiamo atteso per tanto tempo.

Pubblicato in Agroalimentare Emilia

Dal colore rosso acceso con sfumature chiaro scure, le fragole della Val Venosta, sono succose, dolci al palato e dal gusto intenso. Con un profumo inconfondibile che fa girare la testa e mette allegria. Sono più piccole e carnose, ma quando si tratta di avere tra le dita una fragola di montagna, non resta che morderla ed iniziare a degustarla.

Nel cuore della Val Venosta, in una piccola vallata dal nome Val Martello, nasce un concentrato unico di gusto e sapore: le Fragole di Montagna Val Venosta.

Un frutto seducente, invitante e profumato, da mangiare prima con gli occhi e poi con la bocca. Un piccolo tesoro sapientemente coltivato dai contadini di questa Valle. Le fragole crescono rigogliose all’aria fresca di montagna e sembrano coltivate una a una. La qualità è davvero unica. I contadini locali lo sanno bene, rispettano la stagionalità e i ritmi della natura e il risultato è davanti agli occhi di tutti: seducenti e golose nell’aspetto, dolci e delicate come le fragoline di bosco nel profumo e nel gusto.

Le Fragole di Montagna Val Venosta sono frutto di un territorio vocato, un clima unico e dell'amore dei contadini venostani che sanno esattamente di cosa hanno bisogno questi piccoli tesori, per esprimere tutto il loro sapore.

Da noi in Val Venosta tutti hanno diritto alla bontà, per questo coltiviamo anche fragole di montagna. La bontà di queste fragole nasce delle attenzioni e della cura ad esse riservate in ogni fase del ciclo produttivo, al fine di ottenere un prodotto di altissima qualità, controllato dal campo alla vendita.

Il territorio
In questo luogo vocato da generazioni alla produzione di piccoli frutti a bacca, che si estende per circa 30 kilometri sopra a Laces, situato tra i 900 e 1800 metri di quota, le fragole maturano lentamente, proprio in virtù del microclima unico nel suo genere, sviluppando una qualità ed un sapore inconfondibile che le contraddistinguono.

Disponibilità:
Da Giugno a Settembre le fragole Val Venosta accompagneranno la nostra estate: gustose da mangiare fresche e facilmente ricettabili.
Confezione:
Vaschetta da 250 grammi. Prezzo variabile a seconda del punto vendita.

IN CUCINA:
Chia pudding alle fragole e latte di cocco, un dolce goloso, abbastanza light, fresco sano, e facilissimo da preparare.

Tempo: 35 minuti, facile.
Ingredienti: per 4 persone per i budini

3 cucchiai di semi di chia
180 ml di latte di cocco
½ bacca di vaniglia
2 cucchiai di sciroppo d’acero
250 g di yogurt greco

per la confettura e per decorare
250 g di fragole
3-4 cucchiai di zucchero di canna
granella di nocciole qb
4 cucchiaini di farro soffiato
cocco rapé qb.

Preparazione
In un contenitore di vetro versate i semi di chia, il latte di cocco, lo sciroppo d’acero e i semi di vaniglia. Mescolate e ponete in frigorifero, coperto con pellicola alimentare, per 1 notte.
Il giorno seguente unite il composto di semi di chia ottenuto allo yogurt greco e mescolate. Lasciate nuovamente in frigorifero mentre preparate la confettura: mondate le fragole, tagliatele a dadini e raccoglietele in una casseruola con lo zucchero di canna.

Mescolate e cuocete per 15-20 minuti o fino a quando otterrete un composto morbido e denso. Fate raffreddare.

Componete i bicchieri: versate nel fondo un po’ confettura di fragole, unite il chia pudding e completate con altra confettura. Decorate con il farro soffiato e tostato per qualche minuto in padella, la granella di nocciole e il cocco rapé.

Ricetta de “Il Cucchiaio d’Argento” per Mela Val Venosta.

Pubblicato in Agroalimentare Emilia

Una ricetta fresca, gustosa e veloce per dare il benvenuto alle lunghe giornate estive

Di Chiara Marando -

Dopo tanta attesa, e una primavera un po' ballerina, l’estate è arrivata e con lei quelle lunghe giornate soleggiate avvolte da alte temperature. Ed è proprio in questo periodo che, quando si pensa a cosa mangiare, si ricercano quelle ricette complete, gustose e rinfrescanti capaci di dare piacere, sazietà ma senza appesantire.

La pasta rimane il piatto italiano per eccellenza e le sue versioni estive non sono solo ottime opzioni complete, ma anche saporite e divertenti coccole culinarie da provare. Ecco quindi, uno dei miei tanti esperimenti che, a casa, mi dicono essere tra quelli riusciti: Penne Biologiche Pastificio Andalini, zucchine al profumo di limone, ricotta e mandorle.

Come sempre, quando si tratta di pasta fredda il consiglio è quello di abbondare con le quantità durante la preparazione, così da poterla conservare in frigo e avere il pranzo o la cena pronte anche per il giorno seguente.

Penne_biologiche_Andalini_-_ricetta-chiara-marando.jpg

Ingredienti per 4 persone:

320g Penne Biologiche Pastificio Andalini

3 zucchine grandi

100g di ricotta

Succo di mezzo limone

30g granella di mandorle

Olio EVO

Sale e pepe qb

Preparazione:

Tagliare le zucchine e metterle a cuocere in una padella antiaderente con un filo di olio e mezzo bicchiere di acqua. Fare ammorbidire, stando attenti a lasciare le zucchine croccanti. Aggiungere il succo di mezzo limone, sale e pepe; proseguire quindi con la cottura. Ci vorranno circa 10 minuti in tutto. Una volta pronte, aggiungete la ricotta, amalgamate il tutto per 2 minuti e spegnete il fuoco.

Nel frattempo fate cuocere le Penne Biologiche Pastificio Andalini in abbondante acqua salata, seguendo i tempi indicati sulla confezione. Scolate e raffreddate la pasta sotto acqua corrente fredda; unitela al condimento e mescolate il tutto, aggiungendo le mandorle tritate.

Un filo di Olio Evo e...in tavola!

 

Pubblicato in Food
Martedì, 19 Febbraio 2019 17:35

Chiacchiere di Carnevale: ricetta senza glutine

Anche se siete intolleranti al glutine non significa che dobbiate privarvi di uno dei dolci più celebri e tipici del Carnevale! Ecco a voi una ricetta semplice per gustare le chiacchiere in questa versione senza glutine adatta anche ai celiaci.

Ingredienti

200 g di farina di riso

50 g di fecola di patate

100 ml vino bianco (un bicchiere)

50 g zucchero

20 g di burro (io ho usato la margarina di soia)

2 uova

un pizzico di sale

olio di semi

zucchero a velo

PROCEDIMENTO

In una ciotola formate una fontana con la farina, la fecola e lo zucchero ed aggiungete gli altri ingredienti lavorando il composto fino a formare una palla.
Lasciate riposare il composto per almeno 30 minuti avvolgendolo in una pellicola trasparente.
Su un piano da lavoro infarinato (è importante infarinare sempre molto bene il piano di lavoro e la sfoglia, perché tende ad essere appiccicosa!) stendete bene l'impasto col matterello e con una rotella taglia pasta dentellata ricavate dei rettangoli delle dimensioni di circa 8 cm per 12 cm. Potete anche scegliere la forma che più vi piace.
Non resta che riempire una padella di olio farlo scaldare e friggere le chiacchiere da entrambi i lati finché non saranno dorate (circa 15/20 secondi).
Scolatele e fatele asciugare su un foglio di carta assorbente.
Infine mettetele su un piatto da portata, spolverate con zucchero a velo e il gioco è fatto!
Un'alternativa più leggera, può essere quella di cuocere le chiacchiere in forno a 170 gradi per circa 20 minuti, anche se penso che a Carnevale si possa fare uno strappo alla dieta!

Buon appetito e buon Carnevale!

Testo e foto di Francesca Perrone

A questo link troverete un'altra ricetta facile, sfiziosa e naturalmente senza glutine!

Pubblicato in Food
Lunedì, 05 Novembre 2018 18:26

Garganelli Pastificio Andalini con salmone e noci

Vi consigliamo una ricetta facile e gustosa: Garganelli all'uovo Pastificio Andalini con salmone e noci.

05 Novembre 2018 -

Gli ingredienti giusti, anche se semplici, possono essere il passepartout per preparare un primo piatto gustoso, veloce e di sicuro successo. Nella ricetta che vogliamo consigliare è la pasta ad essere protagonista con un formato piacevole, in grado di catturare il condimento prendendo ancora più sapore: Garganelli all’uovo Pastificio Andalini con noci e salmone.

garganelli_andalini.jpg

Ingredienti per 4 persone:

320 g Garganelli all’uovo Pastificio Andalini

200g di Salmone fresco o affumicato

80 ml di panna da cucina

100 g di noci

Sale e pepe q.b

Preparazione:

Portate a ebollizione una pentola di acqua salata. Nel frattempo, mettete la panna in una padella antiaderente e diluitela con qualche cucchiaio di acqua di cottura; fate cuocere fino a quando il composto sarà diventato cremoso, ma rimanendo fluido, quindi unite il salmone tagliato a pezzetti. Aggiustate di sale e pepe e fate insaporire il tutto per qualche qualche minuto.

Buttate la pasta nell’acqua bollette e attendete il tempo indicato sulla confezione. E’ preferibile scolare la pasta 2 minuti prima per terminare la cottura in padella così da amalgamarla con il condimento.

Infine, aggiungete le noci spezzettadole e continuate a mescolare.

Servite con un filo di olio EVO a crudo.

garganelli_uovo_andalini_2.jpg

Pubblicato in Food

Sempre di corsa tra un impegno e l’altro? La soluzione per non rinunciare al gusto della tavola è una ricetta semplice, veloce e di sicuro effetto: Gramigna del Pastificio Andalini con pesto di zucchine, salsiccia e mandorle.

Di Chiara Marando -

Siamo sempre di corsa, presi da mille impegni tra lavoro e famiglia. Talmente presi che ci sembra quasi un miraggio il poterci concedere il tempo di fermarsi a preparare qualcosa di saporito, quella piccola bontà culinaria che rappresenta un premio per la giornata di fatica. Senza esagerare con quadri negativi, quello che veramente risulta utile è riuscire ad avere un quaderno di ricette con preparazioni gustose, possibilmente sane e semplici.

Ecco, oggi vi consiglio una di queste ricette. Un primo piatto dove a fare da padrona è la bontà della pasta, condita con carne e verdure. La pasta è la Gramigna del Pastificio Andalini con salsiccia, pesto di zucchine e mandorle.

Facile, veloce e completa.

pasta_andalini.jpg

Ingredienti per 4 persone:

320 gr di Gramigna Pastificio Andalini

3 zucchine medie

2 salsicce

40 gr di mandorle in scaglie

Preparazione:

Tagliate le zucchine a rondelle fini e fatele saltare in una padella antiaderente con olio EVO, pepe e sale fino a quando non si saranno ammorbidite.

Una volta pronte frullate il tutto con il minipimer aggiungendo un po' di acqua per rendere il composto fluido. Aggiustate di sale e pepe se necessario.

Mettete a cuocere la pasta in una pentola di acqua bollente salata e, nel frattempo, spezzettate le salsicce e ponetele in una padella antiaderente senza condimento. Aggiungete un pizzico di pepe per insaporire e fate rosolare la carne. Aggiungete il pesto di zucchine e proseguite nella cottura per far amalgamare sapori e ingredienti.

Una volta pronta la pasta, scolatela e unitela al condimento. Unite una parte di mandorle e fate saltare il tutto in modo che si incorporino gli elementi e impiattate.

Completate i piatti con le restanti mandorle e un filo di olio EVO.

Pubblicato in Food
Pagina 1 di 8